Visso capolista inarrestabile
A Petriolo finisce 1-3

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN TERZA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Rudi-camacci

Non è bastata la rete di Rudi Camacci al Petriolo

di Simone Caraceni

Un Visso tutto cuore e mille polmoni viola il comunale di Petriolo, consolidando la leadership nel girone H di Terza Categoria, il primato della squadra di Bonifazi non è certo estemporaneo, ma frutto di un’impressionante condizione atletica che si è rivelata l’elemento discriminante fra le due compagini. Non riesce a risalire la china il San Marco Petriolo che, dopo l’illusorio exploit contro l’Avis Ripe, ha raccolto la miseria di un punto in tre partite, ora la rincorsa alle prime posizioni si fa impervia. Mister Danilo Ginobili presenta un 3-4-1-2, con Viti centrocampista avanzato a sostegno del tandem Camacci-Antongirolami, i gialloblù ospiti oppongono un robusto 4-4-2 con la potenza fisica di Raggi e la qualità di bomber Remigi in avanti.  Primi minuti di marca locale, i rossoblù provano a comprimere gli avversari nella propria metà campo, il Visso non si lascia intimidire e quando riparte sa essere terribilmente pungente. All’8’fulminea transizione offensiva degli ospiti, Magnapane si invola indisturbato sulla sinistra e crossa basso sul secondo palo per Remigi che ben appostato insacca agevolmente.  Il 3-5-2 del Petriolo è troppo sbilanciato, gli esterni Ciriaco e Morichetta non assicurano adeguata copertura delle fasce e le due ali del Visso Tamburi e Magnapane imperversano senza alcuna marcatura. Al 10’ proprio Magnapane con un improvviso sinistro di controbalzo lascia attonito Cinti, palla vicinissima al “sette”, al quarto d’ora Tamburi affonda sulla destra, cross radente a centro area non capitalizzato dai compagni del reparto avanzato. I padroni di casa corrono sul sottilissimo filo del precipizio ma finalmente replicano al 16’ con una punizione di Pazzarelli respinta da Tizzoni e al 21’ con Antongirolami che con il destro non inquadra il bersaglio da posizione favorevole. E’ una fase della gara estremamente appassionante, con continui ribaltamenti di fronte, il San Marco cerca rabbiosamente il pari, il Visso non si accontenta di gestire il vantaggio ma ribatte colpo su colpo. Al 31’ Ciriaco prova lo slalom in mezzo ad una selva di avversari, Magnapane lo tocca in piena area e per l’arbitro Travaglia di Ascoli è calcio di rigore, va sul dischetto Rudi Camacci che spiazza Tizzoni per l’1-1 rossoblù. Boccata di ossigeno per i padroni di casa ma l’imperturbabile Visso continua a tessere pazientemente la sua tela, al 34’ Tamburi fugge sull’out di destra e mette in mezzo per Raggi la cui girata viene respinta in allungo da Cinti. Si va al riposo sull’1-1. Nel secondo tempo è il Visso a cercare con maggiore pervicacia il gol del vantaggio, i padroni di casa hanno esaurito troppo presto il carburante lasciando il comando delle operazioni alla capolista. Al 57’ Remigi imbecca al tiro Sisini, conclusione mancina ad incrociare ben respinta da Cinti, cinque minuti dopo Piroli, subentrato a Tamburi nell’intervallo, batte indisturbato con il destro ma trova un Cinti insuperabile a blindare la porta. E’il preludio al gol del 2-1 che arriva al 64’ su una punizione dalla destra, traiettoria arcuata all’altezza del secondo palo, stacco imperioso di Magnapane che folgora l’incolpevole Cinti. Rossoblù in avanti a testa bassa, il Visso sfodera una retroguardia granitica e colpisce di rimessa, al 73’ Remigi pesca in profondità Piroli, invito succulento per Raggi stoppato da un Cinti monumentale che tiene in superficie la barca rossoblù. Nel quarto d’ora finale comincia la girandola dei cambi, la contesa sale di nervosismo con tre espulsioni, il tecnico ospite Bonifazi per proteste, Morichetta e Rossetti per reciproche scorrettezze. All’89’su uno spiovente dalle retrovie, la difesa gialloblù non riesce a spazzare, Camacci batte di prepotenza al volo ma trova il portentoso riflesso di Tizzoni a negargli la gioia del gol. Nel maxi recupero di ben sei minuti, il Visso triplica le marcature, Grelloni con una finta di corpo apre una comoda autostrada per Grisanti che si inserisce centralmente e supera di giustezza Cinti. Il Visso celebra un’altra settimana di gloria, ai padroni di casa non bastano le individualità, occorre lavorare maggiormente sul collettivo.

IL MIGLIORE: Remigi (Visso), non un semplice uomo d’area di rigore ma un attaccante a tutto campo che orchestra tutte le azioni offensive del Visso, giocando con semplicità ed efficacia.

il tabellino:

SAN MARCO PETRIOLO (3-4-1-2); Cinti, Romagnoli (69’ Properzi), Ginobili, Tedeschi; Ciriaco (69’ Scibetta), Pazzarelli, Gatti, Morichetta, Viti (78’ Castellani); Antongirolami, Camacci. Allenatore: Ginobili.

VISSO (4-4-2); Tizzoni; Sisini, Spiganti Maurizi, Rossetti, Calabrò; Tamburi (46’Piroli), Sisini, Grisanti, Magnapane (86’Troiani); Raggi, Remigi (76’Grelloni). Allenatore: S.Bonifazi.

MARCATORI: 8’ Remigi, 31’ rig.Camacci, 64’ Magnapane, 96’ Grisanti.

NOTE: Ammoniti: Sisini, Remigi. Espulsi: Bonifazi all’88’, Morichetta e Rossetti al 90’.

ARBITRO: Travaglia di Ascoli Piceno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X