Una raccolta firme
per dire no al nucleare

L'iniziativa
- caricamento letture
fabbrica-nichi

Gianfranco Borgani, Marilisa Cannarsa, Angelo Piepoli e Romina Mosciatti

di Alessandra Pierini

Sta per prendere il via anche a Macerata una raccolta di firme volta a sensibilizzare i cittadini e a sostenere la proposta di iniziativa popolare su “Sviluppo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima”. All’iniziativa promossa da Fabbrica di Nichi, Sinistra Ecologia e Libertà e Legambiente, hanno aderito anche i Verdi per Macerata, Wwf e Spazio Ambiente e hanno dato la loro disponibilità ad essere presenti durante la raccolta anche gli assessori Stefania Monteverde ed Enzo Valentini e i consiglieri Pierpaolo Tartabini e Gabriella Ciarlantini.

«Questa è la prosecuzione della campagna referendaria sull’acqua pubblica, iniziata tempo fa – ha spiegato Gianfranco Borgani di Legambiente. L’iniziativa è volta a cercare di ribaltare quanto fatto da Berlusconi, unico al mondo a negare la connessione tra i cambiamenti climatici e la presenza di Co2 e porta avanti una politica ambientalista opposta rispetto a quella dell’Unione Europea.» Gli obiettivi principali  di questa proposta di legge di iniziativa popolare sono l’aumento dell’efficienza energetica in tutti i settori dell’economia nazionale, nessuno escluso, in modo da raggiungere l’obiettivo di risparmio dei consumi di energia primaria del 20% rispetto alle proiezioni al 2020,  la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra del 13 % rispetto al 2005, il raggiungimento della quota del 17 % di energia da fonti rinnovabili sul consumo complessivo di energia e l’ utilizzazione nei trasporti,  individuali e collettivi,  di una quota del 10 % di energia da fonti rinnovabili, quali a titolo esemplificativo: biocarburanti, biogas, biometano, idrogeno ed elettricità prodotta da fonti energetiche rinnovabili e utilizzata da ferrovie, metropolitane, auto elettriche.

gianfranco-borgani

Gianfranco Borgani di Legambiente

«Nel mese di  ottobre – ricorda Angelo Piepoli de “La fabbrica di Nichi” – saremo presenti per raccogliere  firme tutti i mercoledì mattina in corso Matteotti e tutti i sabato pomeriggio in via Garibaldi. Concluderemo questa serie di iniziative il 31 ottobre con la giornata del trekking urbano per poi continuare fino a dicembre.»
Il movimento che si è creato vuole ribadire il suo no al nucleare in favore di un utilizzo consapevole delle energie rinnovabili



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =