Blitz contro il lavoro nero
Sospese otto aziende

L'operazione nel Civitanovese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

finanza-carabinieri

Questa mattina la Direzione regionale del lavoro ha messo a segno un blitz contro il lavoro nero nelle attività commerciali gestite da stranieri a Civitanova e dintorni.

Con il supporto dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Civitanova, è stata condotta una vasta operazione di vigilanza straordinaria sulle attività commerciali riconducibili a etnie extracomunitarie ubicate nel territorio di Civitanova. L’iniziativa ha avuto lo scopo di verificare l’osservanza nei confronti del personale occupato delle norme di tutela dei rapporti di lavoro e di legislazione sociale e, conseguentemente, contrastare fenomeni criminali a livello territoriale collegati all’occupazione di lavoratori in nero e di lavoratori extracomunitari clandestini, allo sfruttamento di lavoro irregolare ed all’occupazione illegale di minori.

finanza-carabinieri1-300x225
Di notevole impatto è stato l’impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti che ha portato a risultati di assoluto rilievo.

Sono state controllate in tutto 31 aziende, 15 delle quali sono risultate irregolari; sono state verificate 53 posizioni lavorative, tutti lavoratori extracomunitari, per un totale di 19 lavoratori irregolari e ben 16 lavoratori totalmente “in nero” in quanto sconosciuti alla Pubblica Amministrazione e occupati senza regolarità.

Su tali presupposti sono stati adottati 8 provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale (per la sussistenza di almeno il 20% dei lavoratori in nero presso la singola unità produttiva).

finanza-carabinieri2-300x225

Cinque sono stati i provvedimenti penali di prescrizione a fronte di contravvenzioni per illecita installazione e utilizzo di impianti di videosorveglianza.

Due le lavoratrici madri trovate al lavoro, per una delle quali è stato adottato un provvedimento penale per la violazione delle norme a tutela della maternità per essere stata posta al lavoro oltre il settimo mese di gravidanza.

Ben 37 i provvedimenti amministrativi sanzionatori, per un totale sanzioni pecuniarie amministrative di oltre 83mila euro.

***

finanza-carabinieri3-300x225

La “24ore” di controlli nella provincia maceratese ha visto un’appendice, nella notte: i Carabinieri della Compagnia di Civitanova insieme coi colleghi del Comando Tutela del Lavoro di Roma e di Macerata hanno ispezionato anche due tomaifici a Morrovalle, nella frazione di Trodica.

Vetri coperti da lunghi tendaggi che oscuravano totalmente i locali, impedendo di poter scorgere dall’esterno gli ambienti di lavoro, ambienti non a norma con soffitti bassi e luce artificiale perenne, diversi lavoratori irregolari, ovvero sprovvisti di contratto di lavoro; questo lo scenario davanti al quale si sono trovati i carabinieri morrovallesi e i carabinieri dell’ispettorato del lavoro che hanno applicato le sanzioni amministrative e, di conseguenza, le sospensioni di entrambe le attività.

Nelle foto: alcuni momenti del blitz di questa mattina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X