Quattrini: “Un Commissario
al Comune di Morrovalle”

Inchiesta sui rifiuti - Fronte Verde chiede le dimissioni alla Giunta e al Consiglio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

quattrini_1-300x224

di Alessandra Pierini

L’operazione “Ragnatela”, avviata dalla Procura di Napoli, poi passata alla Procura di Macerata oltre ad ipotizzare il traffico illegale di rifiuti provenienti in particolare dal Centro sud della nostra penisola, ha focalizzato l’attenzione sulla discarica Senesi di Morrovalle, al centro dell’inchiesta. La questione giudiziaria viene seguita nelle sedi opportune, l’aspetto politico, invece, ha coinvolto nel dibattito esponenti delle differenti parti politiche. Se la scorsa settimana era stato il Pdl a coinvolgere i comitati di quartiere e la stampa in una conferenza che criticava le scelte dell’amministrazione, questa mattina è stato Tonino Quattrini del Fronte Verde a scagliarsi contro tutti nel corso di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina nel cuore del borgo di Morrovalle.
” La discarica di Morrovalle è attiva da 28 anni – ha iniziato Quattrini – e in questi anni ha continuato a pesare su un territorio già martoriato. Ricordo l’ordinanza dell’allora Presidente della Provincia Sauro Pigliapoco che voleva impedire l’abbancamento di rifiuti provenienti non dalla nostra provincia ma da tutta Italia e in particolare dalla Campania, l’amministrazione si oppose con forza a questo atto. Il 13 novembre 2007 tutti i consiglieri, tranne gli assenti Sara Giannini e Andrea Bettucci, votarono all’unanimità il prolungamento dell’attività della Morrovalle Ambiente sino al 2017. Il 29 agosto dello stesso anno, Cesare Piergentili legale rappresentante di Morrovalle Ambiente, aveva richiesto un ampliamento della discarica per 520.000 metri cubi, il quale però non sarebbe stato possibile senza la votazione favorevole del consiglio al prolungamento di attitvità di Morrovalle Ambiente.”

quattrini_6-225x300

Quattrini mostra la corposa delibera del Consiglio Comunale e la richiesta di Piergentili pubblicata dal B.u.r. e avanza le richieste del Fronte Verde: “Chiediamo lo scioglimento dell’Amministrazione e le dimissioni di tutti i consiglieri che hanno votato per dare 10 anni di vita in più a Morrovalle Ambiente e confermato Rodolfo Briganti amministratore e la nomina di un commissario prefettizio per un’indagine a chiarimento dei fatti, dei danni e dei pericoli ambientali, commissario che sarà anche una garanzia per tutti in vista delle prossime elezioni comunali. Chiediamo inoltre la bonifica completa e la definitiva chiusura della discarica, anche se abbiamo dei dubbi sul fatto che siano stati accantonati i fondi necessari per le operazioni di bonifica. Chiediamo inoltre che i fondi sequestrati siano utilizzati per riqualificare e mettere a norma il territorio morrovallese. I cittadini hanno il diritto della salvaguardia della loro salute.”
Fogne, pozzi inquinati, mancanza di depuratori: perchè secondo Quattrini tutti questi elementi si concentrano nel comune di Morrovalle? “Il problema è che da 40 anni non c’è alternanza, l’amministrazione è sempre la stessa da quando sindaco era Acquaroli, il padre dell’attuale sindaco. Pur non amministrando bene il centro sinistra continua ad ottenere voti, è chiaro che preosegua sulla stessa strada.”
Quattrini attacca anche il Pdl “poco coeso e disinteressato a coinvolgere i suoi stessi appartenenti” e l’ex Presidente della Provincia Franco Capponi: “In campagna elettorale, aveva promesso che aveva già una soluzione in mano ed era d’accordo con il Sindaco. Dov’è questa discarica? Si potrebbe pensare che fosse quella di Morrovalle.”
quattrini_3-300x225

Presente alla conferenza anche Loretta Di Chiara, candidata del Pdl  alle scorse elezioni regionali: “Ci siamo accorti tutti dei bilici che alle 2 di notte venivano a scaricare. A fronte di un’incidenza tumorale che secondo le nostre ricerche è aumentata del 60% sui colli dirimpetto alla discarica, abbiamo avuto bilanci con utili insignificanti. Addirittura qualche anno fa gli utili erano pari a 27.000 euro. Abbiamo più volte relazionato al sindaco cosa stava accadendo, perciò non può dire di non sapere.”
Conclude Quattrini che infervorato dall’evidente conferma della fondatezza delle battaglie fin qui condotte dal Fronte Verde annuncia: “Mi ricandiderò alle provinciali. I punti del mio programma erano di forte attualità quindi credo di potermi tranquillamente riproporre.”

(Foto di Guido Picchio)

quattrini_5-225x300



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X