Tonino Quattrini

Tonino Quattrini


Utente dal
11/2/2009


Totale commenti
192

  • Sciapichetti interroga Spacca sul futuro del Parco Eolico della Comunità montana di Camerino

    1 - Lug 8, 2011 - 12:16 Vai al commento »
    Il "Laboratorio Marche" ha vinto le elezioni anche a Macerata perciò hanno aperto i lavori. Gli elettori hanno approvato il "loro" progetto e come richiesto con il voto, IL LABORATORIO inizia i lavori. Auguri a tutti. Povero territorio! Cmq non potete dire che non lo sapevate? Distinti Tonino Quattrini
  • Capponi: “L’Udc maschera con i trionfalismi il nulla politico e amministrativo”

    2 - Lug 7, 2011 - 12:35 Vai al commento »
    @ gzibibbo Guardi caro gzibibbo NON ho parlato delle cose fatte in passato e delle responsabilità del passato, Anche se, se parliamo del passato Pettinari era il vice presidente, assessore e segr. regionale di un partito al governo della provincia. LE scelte fatte le ha fatte anche lui. (n.b. e se non ci fosse stata la sentenza "LAM" quasi sicuramente starebbe ancora lì, non crede?) Ma ripeto nel mio primo commento non parlavo del passato, ma di quello che stanno iniziando e che realizzeranno oggi e domani. Il fotovoltaico è ripartito alla grande (vedi Sarrocciano "fam. Merloni") la prima centrale Biamasse all'olio di palma ha avviato l'iter con il consenso della regione che sarà confermato dalla giunta Pettinari? A breve rivedremo all'opera la "fam. Mattei" e la realizzazione privata della discarica di Appignano? Nel mio primo commento parlavo di questo, del "laboratorio marche". Un "laboratorio" serve per costruire e questo è quello che farà Pettinari, Spacca ecc.ecc. anche perchè gli elettori li hanno autorizzati con il voto a realizzare il "laboratorio". La mia non è una critica al passato e una analisi del futuro e un allarme contro lo scempio Progressista-Liberista che si sta delineando nella nostra provincia. Lei non ci crede? La capisco, Il tempo ci darà le risposte? @ Cerasi ho capito il motivo del suo voto, (Contro Silvio, e lo ripeto è l'unica cosa che posso condividere) Ma questo ha permesso l'apertura del "Laboratorio Marche" a Macerata con la realizzazione delle opere che segnalavo nel mio commento, che sarà un scempio ulteriore al territorio della nostra provincia. p.s. Perdonatemi se vi invito ad una riflessione: Ma Silvio sarà dispiaciuto o sarà contento (soprattutto economicamente) delle opere che il "Laboratorio Marche" realizzerà? Perchè, caro Cerasi, lascia perdere gli uomini (antipatie o simpatie) e guarda un attimo la politica imprenditoriale del paese. Le amministrazioni del "cosi detto" Centro Sinistra sono poi così anti Berlusconi? o quello che fanno non è che la crescita dello sviluppo sociale dell'economia e della società Berlusconiana? Vi ringrazio e termino qui i miei interventi in questo spazio. Vi Saluto ai prossimi. Tonino Quattrini
    3 - Lug 6, 2011 - 15:23 Vai al commento »
    @ Gzibibbo Scusi ma l'arruolamento di Pettinari a sinistra non è stato voluto dai vertici regionali? Spacca ed Ucchielli non sono venuti ad affermare il "laboratorio marche"? Pettinari non è l'affermazione della unità Provincia - regione? Poi se legge bene io non ho detto che la colpa è solo della provincia. Ma di questa linea politico economica certamente si. E non ho escluso nessuno. Comunque sul fotovoltaico la competenza è della provincia, la regione può dare delle linee (come ha fatto, anche se tardivamente, e qualcuno ha cancellato) Sulle discariche molta è la competenza della provincia, e possono dire la loro anche i comuni. Sulla centrale Biomasse la competenza è regionale (che da l'autorizzazione) ma la provincia deve dare il parere vincolante con la VIA, mentre i comuni hanno solo il parere senza possibilità di porre divieti. Delle colpe dei comuni ne possiamo parlare caso per caso. Ma della regione e provincia sappiamo che è lo stesso laboratorio. Comunque hanno la legittimazione dei cittadini, il "laboratorio marche" ha vinto le elezioni e è legittimo per loro realizzare le opere citate. Come penso doveroso e legittimo dissentire. @ Cerasi l'orticaria alle regole democratiche sono presenti un po in tutti gli schieramenti, le do ragione. Dalla Tav, ai rifiuti napoletani, dalle vicende della giustizia, alle regole del lavoro ecc ecc Comunque dalle sue dichiarazioni ho appreso che per votare nella nostra provincia contro Berlusconi ha contribuito ad eleggere il "laboratorio". Perciò, Grazie anche a lei le opere descritte in precedenza saranno legittimate. L'unica cosa che posso condividere nel suo voto è, "il contro Berlusconi", ma il "Tagliarselo" per dispetto della moglie non è un modo di fare che apprezzo, neanche nel fare politica, anche perchè in questo i danni li subiscono tutti, non solo il "marito". (mi scusi per l'esempio citato). Grazie per il confronto Tonino Quattrini
    4 - Lug 6, 2011 - 0:21 Vai al commento »
    Caro Cerasi è vero, chi ha vinto è legittimato dagli elettori a realizzare il "laboratorio". Il 51% che non ha votato ha legittimato sia i vincitori a governare che l'opposizione. In democrazia chi si astiene diserta e legittima chi vince. Perciò questa maggioranza che ha vinto è legittimata dai cittadini a consentire: distese grandi di fotovoltaico a terra, soprattutto quelle della "famiglia Merloni", a realizzare discariche private, soprattutto quelle della "famiglia Mattei", a realizzare i rigassificatori, le centrali "biomasse all'olio di palma come quella di Santa Maria Apparente, l'edificazione Valle Verde, i mega centri commerciali come quello di Corridonia ecc. ecc. Anche se gli elettori hanno legittimato i vincitori, anche se la maggioranza degli elettori vogliono queste opere. Noi esigua minoranza, continuiamo il nostro dissenso a tali opere. @ macerata59 L'UVA E' ACERBA ...... DISSE LA VOLPE! MA CHI E' LA VOLPE? Perchè non vorrei che nel dare della VOLPE a l'uno o a l'altro ci dimentichiamo delle "galline"! Non sarebbe un bel risultato se la VOLPE l'abbiamo messa proprio dentro al pollaio.
  • L’Udc ai dissenzienti:
    “Il trionfo del Modello Macerata è sotto gli occhi di tutti””

    5 - Lug 3, 2011 - 14:44 Vai al commento »
    Due domande al direttivo Udc. 1) a Porto Recanati il sindaco Ubaldi amministra alleata con il PDL, In provincia amministra alleata con PD. Dov'è che fa cose giuste e cose sbagliate? o forse che PDL e PD sono identici al governo? Non è che sia più giusto dimettersi dalla amministrazione che non ritiene in linea con il "modello Macerata"? 2) Se non ci fosse stata la sentenza della cassazione sul ricorso LAM, e la giunta Capponi fosse ancora in carica. Il vice presidente Pettinari sarebbe ancora il vice presidente del "centro destra"? Tanto per cercare di capire cos'è in realtà sto "Modello Macerata"? Si ringrazia Distinti Saluti Tonino Quattrini
  • Insediata la nuova Giunta provinciale
    Abbancamento dei rifiuti a Maiolati

    6 - Giu 27, 2011 - 23:24 Vai al commento »
    Alcuni mesi fa, L'insediamento della giunta del "cosidetto" centro destra di Capponi decise di portare i rifiuti a Fermo. Apriti cielo critiche a non finire, costi elevati sulla collettività, il "cosidetto" centrosinistra scatenato in critiche ecc. ecc. Oggi la giunta del vicecapponi, del "cosidetto" centro sinistra di Pettinari decide di portare i rifiuti ad Ancona, stessi costi elevati sulla collettività, stesso modo di operare. Cosa cambia, cosa c'è di diverso nel modo di affrontare le cose? Qual'è la differenza?
  • Mantovano: “Il vero problema è la droga”
    Civitanova e Cingoli chiedono rinforzi

    7 - Giu 27, 2011 - 12:50 Vai al commento »
    Ho cercato di seguire con attenzione i commenti di questo articolo, e cerco di esprimere una mia opinione. Ma vi sembra corretto e risolutivo al problema scontrarsi solo sul principio di stampo "economico". Possibile che il verbo Liberista e Progressista sia oramai l'unico modo per affrontare i problemi, anche quelli più tragici e drammatici? Possibile che la salute e la libertà dei nostri giovani sia oramai solo basato sul prezzo e su chi deve o no guadagnarci soldi? Possibile che nessuno ponga in discussione il modello "sessantottino" della società, che oggi si chiama Berlusconismo erede di una stagione culturale che ha fallito. O meglio che ha trionfato impossessandosi del potere e della società odierna? Abbiamo per anni e anni predicato il consumo di ogni sorta di droga, è stata osannata, beatificata, propagandata come il diritto alla libertà. L'abbiamo fatta diventare come un consumo di alcol, di sigaretta, di prostituzione (e sesso), ecc. ecc. Siccome tutto questo c'è, liberalizziamo, nel più alto senso Liberista e Progressista. Ma un esame di coscienza sulla cultura e gli insegnamenti che abbiamo non è forse il caso di porseli, non è forse il caso di invertire questa cultura e stile di vita, Riscoprire un po di Tradizione e VALORI, di amore per la vita (tutta), le persone e la gioia di vivere "naturalmente" senza misture chimiche? E soprattutto senza "pensieri sociali" -Così fan tutti liberaliziamo-. Mi scuso, ma è difficile esprimere un pensiero su un argomento così complesso e Drammatico, spero di essere utile alla riflessione. Tonino Quattrini
  • Paolini (Lega Nord): “La Giunta Pettinari
    ignora la volontà degli elettori”

    8 - Giu 29, 2011 - 12:30 Vai al commento »
    @ Maurizio Fammilume Be! alla assemblea svoltasi (invitato) dopo le elezioni provinciali del 2009 c'ero e sono anche intervenuto al dibattito, fui l'unico a sostenere e proporre che i RIFIUTI (discariche), ENERGIA (impianti) ACQUA (acquedotti) TRASPORTI (pubblici) ecc. ecc. devono essere di proprietà pubblica. Sostenni che il Governo e la Regione dovevano realizzare una legge che ponesse le materie citate sopra, solo di proprietà pubblica. Le risposte della politica sia del Governo, della regione, dei comuni e anche provincia sono state ulteriori privatizzazioni. Anche ad Appignano mi sembra? Cmq resta sempre un neo che il Fronte Verde non partecipi a tutto (almeno con la presenza fisica), MA purtroppo a volte manca il tempo ed essendo una formazione giovane (siamo nati nel 2007) anche non molto numerosi. MA se invitati non abbiamo mai declinato la nostra presenza ed espresso in assoluta libertà le nostre opinioni. Cordialmente e a disposizione Tonino Quattrini p.s. Concludo qui questa conversazione su queste pagine a commento, il nostro dialogo sta occupando uno spazio pubblico per un dialogo personale. Sempre disponibile ad un confronto costruttivo La saluto.
    9 - Giu 28, 2011 - 18:02 Vai al commento »
    @ Maurizio Fammilume Non so se quella assemblea fu fatta fuori tempo massimo, ma se circa DUE ANNI dopo la regione è stata costretta a dare esito negativo alla VIA, a qualcosa sarà pure servita. Che il Fronte Verde alla mobilitazione non era rappresentato NON vuol dire che non c'era. Caso mai vuol voler dire che non era in "passerella", ed era giusto, perchè spettava ai cittadini di Appignano che si erano impegnati ed organizzati. Vede il Fronte Verde rappresenta solo lo 0,7% (nel quale c'è anche la Fiamma), MA certamente non si tira indietro e dove può esprime le sue opinioni e da il suo modesto apporto. Se il Fronte Verde sarà invitato parteciperà ufficialmente di sicuro, MA anche se non sarà invitato parteciperà ugualmente magari non ufficialmente. Non c'è nessun problema alla sua critica, anzi quando c'è critica c'è partecipazione. Le ho parlato di "volontà politica nei fatti", perchè il "laboratorio Marche" è nei fatti, è un chiaro progetto politico, che andrà dalle Centrali Biomasse (iniziano a Santa Maria Apparente) ai nuovi "centri commerciali" (Corridonia) continuerà con la discarica speciale di Appignano ecc. ecc.. E NON lo dico dopo e neanche durante, Ma glielo sto dicendo PRIMA. n.b. 26.04.2011 guarda caso solo due mesi prima delle ultime elezioni provinciali? Lei pensa che il parere negativo al V.I.A. vuol dire NO alla realizzazione? Il "Laboratorio" è aperto, hanno ottenuto il lascia passare elettorale, ora il "laboratorio" farà quello a cui serve un "Laboratorio"! COSTRUIRE Lo ripeto: NON DOPO e neanche durante, MA, lo dico PRIMA. La politica si muove in una sequenza di fatti, prima durante e dopo e il PROGETTO politico è fin troppo chiaro. Anche se purtroppo molti non vedono, o meglio sperano (fidandosi nelle appartenenze) che non sia così. Cordiali saluti Tonino Quattrini
    10 - Giu 27, 2011 - 23:51 Vai al commento »
    @ Maurizio Fammilume Se rivede nel tempo passato le cronache dei giornali ritroverà gli interventi del Fronte Verde sulla vicenda Discarica di Appignano. Non so se lei era presente alla assemblea pubblica di Appignano svoltasi dopo la elezione della precedente tornata provinciale, il sottoscritto c'era personalmente ed intervenni anche al dibattito. Ma non è questo, in fondo, il problema. Quando la discarica di Appignano ritornerà nella cronaca, e sarà realizzata ne riparleremo. Lei è sicuro della contrarietà della regione e della nuova amministrazione provinciale? Può certamente dire che il Fronte Verde poteva e può fare di più. Ma sulla discarica di Appignano la volontà politica è chiara ed è nei fatti. Ne riparleremo nei prossimi mesi. Solo allora, spero si ricorderà del Fronte Verde, e della nostra segnalazione.
    11 - Giu 22, 2011 - 18:04 Vai al commento »
    Si va be, in fondo tutti hanno ragione. Chi di qua chi di la ognuno giustifica il suo e denigra l'altrui, MA. Cosa dice il presidente Pettinari e la sua giunta su: "Centrale biomasse all'olio di palma di Santa Maria Apparente"?, sulla realizzazione della "Piastra logistica al confine con Montecosaro"?, sui 12 ettari di fotovoltaico con pannelli alti quasi 4 metri della famiglia Merloni, in costruzione a Sarrocciano? del centro commerciale da realizzare a Corridonia, zona industriale? della Discarica privata per rifiuti speciali di Appignano? della discarica di Cingoli? ecc. ecc. Vorrei sapere il "grande" oppositore in consiglio comunale a Civitanova se è contro la "centrale Biomasse" di Santa Maria Apparente, il sindaco Mobili può solo dare un parere non vincolante e (almeno questa volta) lo ha dato CONTRO, difendendo il volere della popolazione locale. MA, da neo assessore, cosa fa e come la pensa Palombini e il PD? la giunta provinciale ha competenza ed è vincolante nell'autorizzazione dell'opera. Qual'è e sarà la decisione? Il "Laboratorio Marche" è aperto per iniziare e autorizzare i lavori delle sopracitate opere?
  • Guzzini (Pdl): “Sui referendum demagogia e imbrogli dalla sinistra”

    12 - Giu 10, 2011 - 19:47 Vai al commento »
    Non condivido le posizioni espresse nell'articolo, infatti vado a votare e voto quattro SI. Ma non condivido neanche il commento di molti che si richiamano al "senso dello stato" votare è un diritto, non votare è una scelta libera. Abbiamo letto nei giorni scorsi tanti di quelli elogi per chi NON è andato a votare, (provinciali e comunali) Abbiamo osannato i non votanti come "il Primo partito di maggioranza quasi assoluta". Abbiamo ascoltato elogi alla rivolta dei NON votanti contro la partitocrazia ecc. ecc. Poi ci siamo accorti che c'è un "senso dello stato"?
  • Appello per i 4 Sì al Referendum
    dal sindaco, dagli assessori
    e dai consiglieri comunali di maggioranza

    13 - Giu 11, 2011 - 19:21 Vai al commento »
    Ok andiamo a ...... quattro SI, e speriamo bene cmq facciamo del nostro meglio.
    14 - Giu 11, 2011 - 18:05 Vai al commento »
    Non so caro mus rugens se ci siano distorsioni nel pensiero socialista. Ma la vittoria dei SI e soprattutto se ci fosse un'affluenza ai seggi del 65-70% sicuramente avrà delle ripercussioni sul sistema. La vittoria dei SI potrebbe determinare, spero, un'altro 92' La fine di un regime e dei suoi collaterali, così utili a berlusconi e perfettamente integrati nella società del "berlusconismo". Sperando che dopo, non ci sia un "nuovo" berluschino suonatore di piffero ad incantare i serpenti.
    15 - Giu 10, 2011 - 21:38 Vai al commento »
    Caro Stefano Valenti Non è un salto triplo rovesciato ma la lettura degli atti delle amministrazioni, si guardi intorno e confronti i fatti. Le privatizzazioni di Prodi all'Iri, le liberalizzazioni di Bersani, le leggi di Berlusconi, Chicco Testa sul nucleare, di Bassanini (della omonima legge) ecc. ecc. Se poi guarda le amministrazioni comunali, provinciali e regionali. Non trova solo salti tripli rovesciati ma molte tante decisioni "mortali" per la cosa pubblica. Siamo in un sistema dove conta il PIL, il dio denaro, l'affare e il guadagno (speculazioni) ecc. ecc. Siamo alla presenza di partiti che idealizzano un sistema Liberista e Progressista. Il governo oscura, è vero, perchè tenta di salvare se stesso. Gli altri si sono accodati al SI perchè sperano di affossare il governo. Ma nei fatti le privatizzazioni sono azioni sia del cosi detto Centrodestra che del cosi detto Centrosinistra. L'importate per me è raggiungere il quorum e far vincere il SI per cancellare e mettere in crisi una società Liberista e Progressista. Il resto sono tentativi solo per affermare gli interessi delle lobby al potere, e non sono solo quelle di governo, ma anche regioni, provincie e comuni.
    16 - Giu 10, 2011 - 19:26 Vai al commento »
    Quattro SI al referendum contro la politica Progressista e Liberista Il raggiungimento del quorum e la vittoria dei SI è l'unica occasione che gli elettori hanno per sconfiggere il PDL, PD, UDC, IVD, SEL ecc. ecc. cioè tutti quelli che nelle varie parti dove governano hanno privatizzato: acqua, trasporti, rifiuti e servizi vari. Sugli amministratori di Macerata che si sono dichiarati per il SI: Bene, speriamo che lo facciano davvero, l'importante è raggiungere il quorum e che il SI vinca. Ma su tali dichiarazioni, mi sono fatto alcune domande: In base alla dichiarazione di lor signori (vedi amministratori di Macerata) vuol dire che a Macerata tutti i servizi sono pubblici, e che non ci sono e non ci saranno privati nelle aziende comunali? Vuol dire che l'acqua è distribuita dal comune, i trasporti sono del comune ecc. ecc. ecc.? Che la CEMACO non sarà privatizzata? Così come i musei, gli stadi e gli impianti sportivi, la piscina, il Palazzetto ecc. ecc. sono e saranno gestiti solo dal comune? Cmq quattro SI per non avere sorprese e promesse non mantenute. quattro SI per essere più sicuri e liberi.
  • Capponi presenta la squadra
    “Siamo noi i veri moderati”

    17 - Apr 17, 2011 - 21:29 Vai al commento »
    Spett.le Federica81 Non capisco da dove hai appreso che "Quattrini ha dovuto cambiare nome". Sono sempre Tonino Quattrini, puo non piacerle ma è il mio nome e ne resto fiero. Sul partito poi da dove hai appreso che ho cambiato nome? Sono sempre nel Fronte Verde e siamo anche questa volta in una lista insieme alla Fiamma Tricolore. Puo non piacerle quello che diciamo e pensiamo, e sulle idee siamo aperti ad ogni confronto. Ma per avere un confrondo si deve prima conoscere le proposte, Lei sembra non solo non conoscerle ed esprime commenti su cose non vere. Un noto intellettuale scriveva: "È l'etichetta, che all'uomo si dà, che uccide le libertà. E la uccide ricorrendo al razzismo. Si tratti di pelle e di idea professata fa lo stesso." Un saluto Tonino Quattrini
  • Pettinari: “Noi i moderati
    Capponi e i suoi
    sempre più a destra”

    18 - Apr 8, 2011 - 0:57 Vai al commento »
    Scusi sig. Tamara, MA la Giannini non ha governato insieme ad Acquaroli per 20 anni Morrovalle? e non è la stessa Giannini che a Morrovalle è alleata di Acquaroli nelle elezioni comunali? Le posizioni del PdL le conosco, e conosco le differenze che abbiamo, ciò non mi spaventa. Perchè sono determinato ad affrontare le problematiche legate al territorio e all'ecologia. Le nostre tesi non avranno successo e spazio? Può essere ma ci proviamo. Capponi, candidato presidente le ha accolte. Può bleffare? forse... Ma, nei fatti, il PD (Giannini) e il SEL (Acquaroli) lo sono, Morrovalle ne è l'esempio! Tutto il resto è un "arrampicarsi sugli specchi", MA negli specchi è riflessa la propria immagine, e a se stessi è impossibile mentire.
    19 - Apr 7, 2011 - 14:18 Vai al commento »
    Vede Spett.le Tamara. Se queste elezioni finiranno al ballottaggio, sia se ci andra Pettinari o Acquaroli, e dovesse vincere, uno sarà presidente e l'altro vice e viceversa. Perciò dovremmo riprendere tutti i suoi commenti su Pettinari? Ma non è questo il problema, perchè il passato lo conosciamo. Cio che vogliamo costruire nel futuro FA la differenza. Il sottoscritto, da ecologista e non solo, non sarà mai d'accordo con chi dopo venti anni di amministrazione (togliendo i periodi dei padri) lascia un comune senza una rete fognaria e senza nessun depuratore, (si scarica tutto nei fossi a cielo aperto) se non ci crede, senza chiedere niente a nessuno,quando transita sulla superstrada,si fermi vicino all'uscita di Morrovalle, lì dove c'è la costruzione dell'acquedotto, a dieci metri tra i pozzi c'è un canale che va sul Chienti lo guardi è una delle fogne, l'acqua e quello che c'è lo puo vedere a occhio nudo. Lascia uno dei territori con più siti inquinanti, (a Morrovalle inizia ed è la parte peggiore il "basso baccino del Chienti", ci sono ancora i pozzi pieni di 92% di idrocarburi, mai bonificati). Lascia la cemtificazione speculativa più invadente della provincia, (non solo il comune ha anche pagato con soldi pubblici le opere che dovevano, per contratto di edificazione, essere fatte dai lottizzatori, invece i lottizzatori hanno solo incassato. Che non ha nessun bisogno di chiedere ai simpatizzanti di Rifondazione è una Vostra scelta, non è un mistero che quando si sceglie un candidato lo fate senza consultare la base, Ma questo è un uso che tutti fanno non solo voi. Sulla privatizzazione: che sia una "partecipata", un privato o dieci privati non cambia il senso. Si specura e si guadagna su un bene primario e primaria necessità. I cittadini pagano solo? Poi scusi Non è che un giorno di questi ci farete passare qualche impianto nucleare solo perchè sarà gestito da una "partecipata"? (perciò diventa giusto)? Cordialità (acc mi scusi per i convenevoli mi sono sfuggiti) Tonino Quattrini
    20 - Apr 7, 2011 - 1:55 Vai al commento »
    Spett.le Tamara gli spazi sono quelli che sono, e purtroppo toglie l'approfondimento. Privatizzare perchè ciò che era pubblico, bene primario,gestito dal comune è diventato oggetto di mercato e guadagno. Ricordo bene quello che dicevo e dico, ed ho l'abitudine di mettere in un archivio i miei interventi, e proprio in base a questo che faccio le scelte. I "sassi" come lei li chiama, sono opinioni che spero servano a svolgere meglio il confronto. Sul "completare" i discorsi ha ragione ed è giusto (ma è difficile con i "commenti" su uno spazio non mio) MA non sono "attacchi" come li chiama Lei ma opinioni diverse, e quando condivido le dico chiaro e senza remore, se riguarda "tutti" i commenti ne trova anche miei ne trova anche a favore di Acquaroli, quando sono condivisibili, su altri e su la gestione politica del territorio di Morrovalle chieda ai Morrovallesi che militano in rifondazione comunista, così vedra che non sono solo "attacchi", ma fatti. Poi ognuno fa le sue scelte liberamente. n.b. sulle, come lei le definisce, "formule di cortesia" è il mio modo di essere, soprattutto quando mi rivolgo a persone che non conosco personalmente e sono "a casa" d'altri. Se le fa fastidio stavolta li evito. Tonino
    21 - Apr 6, 2011 - 23:48 Vai al commento »
    Spett.le sign. Cherubini Non ho smentito niente con la decisione di appoggiare Capponi. Quello che ho scritto era ed è vero, è il nostro pensiero e rimane tale. I problemi da me descritti sono purtroppo reali nel territorio Maceratese, tanto gravi da dover per forza di cose affrontare e risolvere. Con Capponi si è trovata la condivisione che i problemi ci sono e che vanno affrontati, si è aperta una "base" di confronto. Non è colpa mia se solo Capponi ha manifestato interesse alle Nostre proposte. NON è "incoerenza" la nostra, è solo la possibilità di risolvere quei problemi. CAPPONI si è reso disponibile gli altri NO. Per il resto, sulle appartenenze del passato, sono cose vere, agli atti della storia politica dei personaggi, nessuno le può smentire o cambiare. Ma i problemi vanno affrontati e provare a risolverli e si possono risolvere solo con chi si rende disponibile a farlo. Capponi lo ha fatto gli altri no, anzi, nei fatti gli altri hanno rapressentato, fatto e fanno il contrario. Per questo un "passo indietro" (dal punto di vista personale) per tentarne "due" in avanti al servizio del territorio e della sua salvaguardia. La ringrazio per il confronto. Tonino Quattrini
  • Provinciali: giochi fatti
    Ora si fa sul serio

    22 - Apr 7, 2011 - 2:28 Vai al commento »
    Spett.le Sig. Dantini Se per "mali" intesi come atti politici, ha ragione. Non ho capito con la sua affermazione "ha ritrovato una impronta... poltronista." cosa intente, ho solo fatto un "passo indietro" rinunciado alla candidatura e ad una visibilità personale, niente di più e niente di meno. Forse non servira per risolvere i problemi di cui parlavo, MA ritengo valga la pena tentare. Sulle sue posizioni abbastanza lontane, non è un problema. Sulle "idee rispettabili" forse si è sbagliato, perchè io resto e sono ecologista, nella natura e del suo essere fonte di vita e libertà. Lei forse si è sbagliato perchè crede in altro. Cordialmente Tonino Quattrini
    23 - Apr 6, 2011 - 21:18 Vai al commento »
    Spett.le Pio Angeletti, Mi scusi ma le devo una precisazione al suo commento. Quello che ho detto e ridetto (e che lei definisce "tuonato")su queste colonne RIMANGONO VERE e le SOSTENGO ancora e con più decisione. Mentre NON riaderisco di sicuro al PDL come lei scrive. Ho semplicemente aderito a sostenere Franco Capponi, perchè fra i tanti camdidati è il più recettivo al problema ecologico, e c' è una ampia condivisione sulle soluzioni dei problemi e sulla gestione del territorio. La legge sulla privatizzazione dell'acqua non è stata (per onore del vero) promossa dal PDL ma ha recepito la normativa europea. La cosa non li assolve, anzi è grave come proporla. Ma caro Pio, Acquaroli ha privatizzato l'acqua a Morrovalle alcuni anni prima che vi fosse la legge. perciò ..... Sul nucleare ha ragione ma non rientra nelle competenze e rimane nelle opinioni personali. NOI come Fronte Verde sosteniamo il SI al referendum contro il nucleare proposto fra i tanti anche dall' IDV anche se poi sceglie l'unico presidente candidato, esponente dell'unico partito, apertamente schierato per il nucleare. Le uniche due lottizzazioni inquinanti degli ultimi dieci anni: EuroInga e Giorgini sono state, guarda caso, in due amministrazioni di sinistra Macerata e Morrovalle (Acquaroli) e se permette fra chi ha già fatto e devastato il territorio NOI abbiamo scelto l'altra parte, e lo facciamo cercando di rappresentare le istanze ecologiste e avere il peso per sostenerle. Ma avremo modo in seguito di chiarire più dettagliatamente la questione. La ringrazio Tonino Quattrini
  • Pd: avanti tutta con Pettinari

    24 - Mar 27, 2011 - 23:54 Vai al commento »
    Spett.le sig. Tamara i dubbi fanno parte della vita ed è giusto concedere il beneficio del dubbio, Ma nella vita e in politica ci sono anche delle certezze che vengono da ciò che si fa e si è fatto. Altrimenti se aspettiamo i "programmi" di governo proiettati ai prossimi 5 anni senza basarci sul trascorso amministrativo vissuto, dobbiamo riconoscere a TUTTI il "beneficio del dubbio". Ma siamo sinceri, i programmi sono quasi sempre tutti belli e quasi condivisibili, TUTTI. Ma poi l'amministrazione e la realizzazione degli stessi diventa un'altra cosa con le persone. Avremmo comunque modo di confrontarci nei giorni futuri. Un grazie Tonino Quattrini
    25 - Mar 27, 2011 - 21:04 Vai al commento »
    Spett.le Tamara Certo che chiedere un intervento diretto qui dei candidati e naif, ma io non chiedevo questo, ma che i commenti o meglio i commentatori, si soffermassero sui pensieri e programmi dei candidati. Anche perchè non sono "marziani" calati a caso, ma ognuno è portatore di anni di amministrazione pubblica. Confrontiamo i nostri commenti su questo. Nel particolare del candidato del Sel avremmo modo di parlarne, ma non è mio il compito di convalidare la candidatura del Sel, è una scelta che devono fare i militanti del Sel. Personalmente apprezzo le indicazioni politiche della bozza del programma Sel e su questo sono pronto e disponibile a confrontarmi e contribuire a realizzarle. Ma la "base" del Sel è proprio convinta del candidato? come portatore di quelle "bozze"? Con simpatia Tonino Quattrini
    26 - Mar 27, 2011 - 14:58 Vai al commento »
    No signora Tamara, non sono distratto e ho letto e apprezzato le idee della bozza del Sel. Io chiedo il pensiero e i progetti, sugli argomenti suggeriti, dei Candidati in PRIMA PERSONA. Anche perchè fra quello che dice Lei e quello che dice il candidato del Sel è tutta un'altra cosa. Grazie per lo scambio di opinioni. Tonino Quattrini
    27 - Mar 26, 2011 - 19:48 Vai al commento »
    Chiedo scusa se mi intrometto nei commenti, ma mi sorgono alcune domande, (forse e chiedo scusa di ciò, un pò interessate e di parte). I candidati delle coalizioni di cui parlate, cosa pensano e propongono su: Mega impianti Fotovoltaici a terra, sulle discariche e smaltimento rifiuti, sugli insediamenti di mega industrie inquinanti, sulla cementificazione selvaggia e speculativa ecc.ecc. ecc. ecc. ecc. Non vorrei che la discussione sulle persone distolgano l'attenzione sui problemi e aprire la strada a veri e propri scempi. Scusatemi Tonino Quattrini
  • Elezioni provinciali:
    Treia assopigliatutto

    28 - Mar 20, 2011 - 14:40 Vai al commento »
    Caro amico giornalista, la ringrazio per la "donchisciottesca battaglia" con cui ha definito la mia candidatura, (in fondo può anche essere una battaglia contro i "mulini a vento"). Solo che non sono un problema i "mulini a vento", ma il problema sono i vari temi che condizionano la provincia, ( Discariche e smaltimento rifiuti, privatizzazioni dei servizi in primis l'acqua, gli impianti (selvaggi) di fotovoltaico sui terreni, trasporti pubblici, viabilità, lavoro, problematiche giovanili, servizi sociali ecc ecc.). Problema sono le speculazioni edilizie, e la cemetificazione selvaggia. Problema è la politica dei partiti che parlano solo di nomi e contronomi per raggiungere il potere locale. Il vice diventa presidente con l'opposizione? il Presidente sarà forse il vice dell'ex suo vice? I Pd diventano democristiani di destra? (Pettinari nel passato apparteneva a quell'area mentre chi era tra i Popolari di Martinazzoli guidera ora anche "la Destra"? Perciò la ringrazio per la definizione (donchisciottezza battaglia) preferisco dire quello che penso, preferisco contribuire a parlare dei problemi del territorio, almeno ne parliamo, sperando di poter essere di aiuto ai cittadini per risolverli. Tutto il resto è noia...... Noi viviamo, perchè ancora crediamo in un "sogno". La ringrazio di nuovo Tonino Quattrini
  • Sottopasso ferroviario a uno o due binari?
    Il sindaco di Montecosaro
    polemizza con la Quadrilatero

    29 - Gen 12, 2011 - 12:26 Vai al commento »
    Dov'è la politica? Cosa pensano i partiti? Qual'è la differenza tra questo (falso) Centro sinistra e questo (falso) Centro destra? Mi sa tanto che il problema non è tanto, Berlusconi, ma che tutti oramai fanno parte integrante della "nuova" ideologia: "il berlusconismo. Prendiamo in esempio solo 20 Km della nostra provincia. Da Macerata a Civitanova Marche. Zona Valleverde (piediripa) 70.000 mq (Suap Giorgini). Nuovo centro commerciale zona svincolo supestrada zona Corridonia. 120.000 mq con pannelli di 3,37 m. di altezza, Fotovoltaico di Sarrocciano lungo la statale al confine con Trodica (Morrovalle). 200.000 mq circa fotovoltaico a Monte San Giusto. 270.000 "Piastra logistica" vicino svincolo superstrada di Montecosaro sul territorio di Civitanova al confine con Montecosaro. Uscita della superstrada Civitanova Marche con viadotto alto 8 metri a 4 corsie che arriva allo stadio. (e non è tutto ma parliamo solo di questo). Più di 1 milione di Mq di cementificazione o terreno sottratto all'ecosistema, per che cosa? 6-7 amministrazioni comunali, di tutte le parti dal PD al PDL coinvolte, se si esclude Montecosaro (maggioranza collocata ufficialmente fuori dagli schemi), il resto, Tutti d'accordo e nel silenzio più assoluto. Chiedo: Cosa fanno e qual'è la posizione dei capi e capetti dei due "pseudo" schieramenti? Scusate lo sfogo. Tonino Quattrini Fronte Verde
  • Elezioni, avanti adagio tra molti dubbi
    Capponi: “Potrei non candidarmi”

    30 - Gen 10, 2011 - 23:27 Vai al commento »
    Le mie citazioni sono inerenti ai commenti cercando di dialogare per costruire, non ho mai un intendo personale. Le mie affermazioni sono per spronare il dibattito alla politica. Il FLI non mi sembra, è troppo semplicistico liquidarlo come un fatto "esclusivamente per propri interessi", sia solo di UNA persona. Anche perchè non parliamo di uno ma mi sembrache sono ben 33-34 deputati e una decina di senatori, molti regionali, provinciali, comunali e tanti (o pochi a seconda dei punti di vista) militanti dell'ex PDL. Penso che sià più corretto valutare il senso politico. Alle elezioni ci si è presentati con un programma, cosa è stato fatto in due anni e mezzo? Siamo certi e convinti che i problemi dell'Italia siano quelli "in agenda"? Hai citato il caso sicilia, ma senza andare molto lontano possiamo anche parlare di Corridonia dove l'ex FI è in giunta con il PD, (o viceversa sempre dai punti di vista). Ma il problema non è tanto, la composizione della giunta, MA la politica che fa quella maggioranza nel territorio. Sono uno di quelli che tanti anni fa ha dato fiducia a Berlusconi, non per l'uomo o l'imprenditore, ma per la politica che si era promesso di dare all'Italia. Oggi è rimasto solo l'uomo e l'imprenditore, della politica non si è visto niente. Oggi di politica non si parla più, ma solo di persone e presunti interessi, si vive alla giornata. L'una parte dice che va tutto bene, l'altra che va tutto male (e viceversa), ma di riforme per il paese, di atti politicamente rilevanti e azioni per il paese neanche l'ombra. La politica per me è un'altra cosa. E' una mia opinione e resta tale per quel che conta. Tonino
    31 - Gen 10, 2011 - 17:22 Vai al commento »
    Caro fabio Ma bisogna per forza stare con questo (falso) centro destra o con questo (falso) centro sinistra? Dico falso perchè: sul fotovoltaico a terra vogliono e fanno le stesse cose, sulla "cementificazione" vogliono e fanno la stessa cosa, sulle discariche vogliono e fanno le stesse cose. Ecc. ecc.ecc. Allora ben venga un ALTRO Centro Destra, per quel che mi riguarda, al Centro Sinistra penseranno quelli che si riconoscono in quell'area, spero che anche lì finalmente ci sia un nuovo modo di rapportarsi con la politica degli anni futuri. Cmq ognuno fa le sue scelte, senza vergogna, ma con la libertà del servizio civico. Che ognuno faccia la sua parte. Tonino Quattrini
  • Impianto fotovoltaico
    sulla discarica di Morrovalle
    La Provincia ricorre al Tar

    32 - Gen 10, 2011 - 14:27 Vai al commento »
    @ axel munthe Prendo atto delle "Le chiedo scusa e ritiro quel che ho detto". Ma non servono le scuse non è stato commesso niente di grave, è un semplice dialogare per aiutarci a vicenda. Cmq per essere più preciso: il terreno non è di mia proprietà ma dei miei genitori. Un giorno forse, ma spero tra almeno 20-30 anni, sarà anche mio e dei miei due fratelli. Con simpatia Tonino Quattrini
    33 - Gen 9, 2011 - 13:16 Vai al commento »
    Parlando parlando o meglio scrivendo scrivendo viene fuori la verità. Grazie sig Mariotti per le sue ultime precisazioni. Il comune di Corridonia ha approvato? Noi lo sapevamo anche se il sindaco Calvigioni ha sempre (falsamente) detto di non avere possibilità di scegliere in merito, Lei dice anche che ha ottenuto consessioni? più chiaro di così. Altra verita è che NON CI SONO REGOLE, o meglio quello che c'è permette lo scempio. Noi lo sappiamo ed infatti non trova nelle nostre argomentazioni, accuse contro alcuno, Funzionari compresi. Chiediamo solo alla politica di STABILIRE LE REGOLE. Al sig axel munthe, faccio notare che quello che lei scrive è contrario al Fotovoltaico a terra, soprattutto a quello di Sarrocciano. L'inquinamento e i danni all'ambiente vengono da "cementificazione, il traffico pesante, la chimica, le infrastrutture e gli inceneritori" come lei afferma. Ma questi impianti Fotovoltaici a terra non servono forse per dare energia a tutto quello che lei dice? Se non ci fosse l'una non servirebbe l'altra? Sul tema della chimica le faccio notare: come pensa che sarà tenuto diserbato il terreno negli impianti? Poi ancora, Lei ci rassicura sul NON inquinamento del Fotovoltaico MA nessuno ci dice quando e come saranno smaltiti quegli impianti alla fine? Poi il discorso sulle culture agricole (biologico e altro), sul sistema indiscriminato della chimica in agricoltura e non solo, NON LE SEMBRA CHE TUTTO (non solo, ci possiamo anche mettere, una certa idea di sviluppo, un indiscriminato arricchimento a danno dell'uomo e dell'ambiente ecc ecc), SIA DOVUTO ALLA MANCANZA DI REGOLE? Penultimo appunto al suo commento: Lei dice "il terreno è vivente e che deve produrre alimenti di qualità per meglio nutrire le cellule umane e mantenere in salute l’uomo e gli altri esseri viventi". Bene è giusto quello che dice. Ma in que 12 ettari di fotovoltaico (e in molti impianti a terra), Come pensa che sarà vivente e rigenerande per l'ambiente e l'uomo quei terreni? Ultimo appunto, qui di carattere personale, Penso che quando si parla di qualcuno, per poterne parlare sia più giusto sapere. Vedo che Lei a dato giudizi senza conoscere, (per carità niente di dannoso, la cosa non mi tocca). Ma non ho bisogno di fare un mio curriculum, Dei miei genitori e come fanno i contadini si può informare tranquillamente: vivono a Morrovalle e sono conosciuti da tutti. Tutto ciò comunque non cambia il ragionamento e il senso dei dibattiti e degli argomenti trattati. Con simpatia Tonino Quattrini
    34 - Gen 8, 2011 - 22:06 Vai al commento »
    Scusa axel munthe, non riesco a capire se i tuoi commenti hanno il fine di dibattere e risolvere i problemi o se vuoi solo confondere e sparlare. Non so poi a che fine? Non dare agli altri ciò che pensa Lei. Se vuoi sapere come la penso puoi chiederlo, dov'è il problema. Ma ti basterebbe informarti e leggere quello che abbiamo scritto e ti accorgeresti. Poi scusa che c'entra chi nell'agricoltura usa prodotti chimici con il fotovoltaico, Vuoi combattere un danno con un altro danno? Oppure li stai difendendo tutti e due? Le chiedo scusa ma si informi sul pensiero degli altri prima di dare "sentenze". Anche perchè sono note a tutti e pubbliche. L'Agricoltura moderna in questo caso è quella della proprietà Merloni. Chimica e Fotovoltaico, cioè tutto meno che l'arte di coltivare come tradizione insegna. Mi scusi e non me ne voglia. A presto. Tonino Quattrini figlio di contadini che ancora fanno i contadini e ne sono onorato.
    35 - Gen 8, 2011 - 18:48 Vai al commento »
    Chiedo scusa se reintervento sull'argomento, Ma ha proposito dell'"albo pretorio" : quando informato da alcuni cittadini mi sono interessato allo "scempio" di Sarrocciano, sono andato sul sito della provincia e ho scaricato il progetto per informarmi. Al primo comunicato stampa apparso sui giornali Il documento è STATO IMMEDIATAMENTE TOLTO dal sito della provincia. COME MAI? Se tutto era come da prescrizione e legge, PERCHE' è stato nascosto? Scusate ma non per pensare male. MA è una domanda che a tutt'oggi NON c'è risposta. Altra cosa, Ho inviato una lettera alla regione, alla provincia e al sindaco di Corridonia. La regione ha risposto esprimendo la propria posizione e quello che ha fatto. DA PROVINCIA e SINDACO il silenzio più assoluto, eppure quando hanno modificato il vincolo di Alveo Fluviale per permettere l'autorizzazione sono stati superceleri? Sarà solo l'importanza del committente, MERLONI? Scusate per lo sfogo. Saluti a tutti. Tonino Quattrini
    36 - Gen 8, 2011 - 12:52 Vai al commento »
    @ Fabio Marcelli Spettle sig Marcelli, purtroppo il sottoscritto non ha mai partecipato ad incarichi pubblici, amministrativi e politicamente determinati (come lei mi da) MA questo non vuol essere ne una giustificazione ne una scusa. Sono sempre stato impegnato nelle vicende politiche MA anche nei partiti o coalizioni di appartenenza le proposte e le idee da me sostenute non hanno mai avuto sostegno, anzi sono rimasto emarginato e alle ultime provinciali escluso da ogni lista, tanto che per far sentire una VOCE diversa HO accettato la candidatura con la Fiamma, unico partito che me ne ha dato la possibilità (forse anche perchè non avevano di meglio). LE REGOLE SONO POSSIBILI. L'amministrazione comunale di Potenza Picena (vedi cronache sui quotidiani di questi giorni) si è dotata di una normativa che regola la materia nel suo territorio di competenza. Ne approfitto in questo spazio per fare i complimenti al sindaco Paolucci (sinistra) e per ringraziarlo. Non è più il tempo dei contrasti di appartenenze, bisogna trovare un confronto oltre gli steccati e le appartenenze per risolvere i temi e dare una visione globale di difesa del territorio. Perchè dobbiamo renderci conto che il territorio, è di tutte le persone sia che votano a destra che a sinistra, (sempre che certa terminologia abbia oggi ancora un significato. Comunque penso di essere presente anche alla prossima tornata elettorale per la provincia, anche se ancora non so come e con chi. MA ci sarò per affermare "certe" idee, non importa se fuori dai giochi, se non prendo voti (certo entrare farebbe più determinante per l'affermazione di "dette" posizioni). Ma penso sia importante parlare di certi argomenti e la presenza alle elezioni ne è una opportunità. Ringrazio tutti per i contributi all'argomento, più se ne parla meglio è. Un sorriso Tonino Quattrini
    37 - Gen 8, 2011 - 1:35 Vai al commento »
    Amici miei quanto "politichese". Ma Fare Regole chiare e precise per tutti non è forse la cosa migliore? Prendere atto che Agricoltura è Agricoltura. Industria è Industria. Residenziale è Residenziale. Ciò che serve all'industria va prima fatto nell'industria, ciò che serve al residenziale va fatto nel residenziale, ciò che serve in agricoltura va fatto in agricoltura. Poi quando abbiamo esaurito il GIà edificato e se si ritiene non sufficiente al fabbisogno, guardiamo oltre, ma solo dopo. La realizzazione di impianti sugli edifici, con 1/3 degli stessi, si arriva al 20% richiesto dagli accordi? Perchè non si esaurisce la realizzazione di impianti fotovoltaici, sugli edifici di proprietà prima di invadere le terre? Prima abbiamo consumato la terra per edificare le industrie, poi consumiamo la terra per dare energia alle industrie, Poi consumiamo la terra per smaltire i rifiuti Poi ... Poi .... ci siamo finiti il mondo e lasciamo ai figli .........? Boh! CHIEDERE LE REGOLE UGUALI PER TUTTI. è una cosa così tanto assurda? Ogni regione ne dice una, i comuni vanno per conto loro, le direttive nazionali sono solo direttive indicative? Boh... ma le regole quando si fanno?
    38 - Gen 6, 2011 - 18:26 Vai al commento »
    @ axel munthe Chiedo scusa se non risulta chiara la nostra, e mia personale, posizione sul tema. Chiedo scusa per la mia insufficiente capacità di spiegare con chiarezza le argomentazioni. Cercherò di spiegarmi meglio, o almeno ci provo. NON siamo, e non sono contrario al Fotovoltaico, come non siamo, e non sono contrario a nuove aziende o abitazioni. SONO e siamo contrari alla “cementificazione selvaggia” come agli impianti fotovoltaici selvaggi e contrari ad ogni “legge” della natura. Forse sono sfuggite a qualcuno le proposte del Fronte Verde sui vari temi: Discariche e gestione dei rifiuti, Gestione e sicurezza del territorio, Acqua pubblica contro la privatizzazione, Metropolitana di superficie e trasporti pubblici, Fogne e collettori pubblici allacciati a depuratori (metà e più del territorio urbano della provincia e anche interi comuni, sono ancora sprovvisti di fogne e depuratori), Difesa dei fiumi e ripristino dei confini di rispetto (oramai spariti dalle mappe), Contro la “Piazza logistica” di 27 ettari proposta a Civitanova Marche al confine con Montecosaro. Per cercare di essere più chiaro faccio alcuni esempi delle Nostre iniziative: Bonifica dei “pozzi” di contrada Fontanelle a Morrovalle ancora pieni (92)% di idrocarburi), La bonifica del Basso bacino del Chienti, opposizione al viadotto proposto a Civitanova Marche con sostegno alla proposta alternativa “Svincolo”. Contestazione ai lavori sul torrente di Piediripa – San Claudio e messa a norma, sostegno contro la EuroInga (industria insalubre) nel centro urbano di Trodica, sostegno all’opposizione del nuovo centro Valle Verde (Giorgini), in ultimo contestazione del Fotovoltaico di Sarrocciano. La nostra opposizione non è contraria alle “COSE”, ma a come e perché vengono fatte. La nostra opposizione è contro quando mancano o non vengono rispettate le regole. Faccio un esempio: se Macerata aveva un regolamento e previsto una zona per l’edificazione di industrie nocive nel PRG non avremmo avuto il caso Giorgini, ed oggi non saremmo tutti in apprensione per il ricorso al TAR. Per il fotovoltaico la nostra contestazione è all’impianto di 12 ettari con pannelli di 3,37 metri, in una zona dove sono stati modificati i vincoli di alveo fluviale (comune di Corridonia). Con questo devo ammettere che non mi piacciono gli impianti a terra, (l'agricoltura è agricoltura) ma non ci siamo opposti a tutto, un conto sono 2-3 ettari con pannelli di 1,50. Nel caso dell’articolo siamo contrari alla Provincia che ricorre al TAR, perché un impianto a terra, in una ex (si spera) discarica ha una funzione pubblica, di recupero e di basso impatto ambientale. Perché la provincia è contro un piccolo impianto pubblico su una discarica in via di chiusura e invece autorizza 12 ettari in uno dei più fertili terreni della provincia, Sarrocciano? La differenza qual è? Uno è di proprietà pubblica, piccolo e nascosto l’altro grandissimo, privato e di alto impatto paesaggistico? Cioè uno viene controllato dall’ente pubblico e l’altro è di Merloni? Spero di aver chiarito meglio e mi scuso se non riusco sempre ad essere chiaro e convincente, ma in fondo non voglio essere convincente, mi basta e vogliamo (Fronte Verde) sensibilizzare la politica e i cittadini a discutere dei temi, vogliamo ravvivare un dibattito e un confronto, vogliamo cercare di essere propositivi e contribuire a trovare le soluzioni. SIAMO CONTRO LA CEMENTIFICAZIONE SELVAGGIA, SIAMO CONTRO IL FOTOVOLTAICO SELVAGGIO, CONTRO TUTTO CIO’ CHE NON SI REALIZZA NELLA LOGICA DELLA NATURA E DELL’ECOSISTEMA, CHE NON TIENE CONTO DELL’ECOSISTEMA, il quale nel suo essere è perfetto solo l’uomo, o meglio, la speculazione dell’uomo riesce a distruggere. Dobbiamo chiederci: Cosa e come lasciamo ai nostri figli il mondo che ci è stato affidato? In fondo il Fronte Verde chiede REGOLE chiare e precise, per fotovoltaico come per la “cementificazione”. Perché caro axel munthe il problema più grave, è che ognuno può fare tutto e il contrario di tutto, con la politica assente da sembrare molte volte connivente. Mi scuso per la lunghezza e se qualche volta non sono chiaro, ma il dialogo e il confronto serve anche a questo. NOI non abbiamo ne pretendiamo di avere il “vangelo”, perciò non è detto che abbiamo ragione sulle proposte e le soluzioni, MA se ci confrontiamo, Come questo giornale online ci permette di fare, possiamo migliorare le “cose”. Un sorriso a tutti Tonino Quattrini
  • Gli impianti fotovoltaici del Maceratese
    attirano le telecamere del Tg1

    39 - Gen 1, 2011 - 2:22 Vai al commento »
    Caro Sandro, certo che so del tuo impegno e della posizione che hai assunto in consiglio comunale. Certamente se il sindaco avesse sostenuto la tua posizione oggi avremmo avuto la possibilità di bloccare l'impianto di Sarrocciano. Ma io non mi arrendo, oramai mi conosci da tempo e sai che è così, poi ci sono altre persone che si stanno impegnando insieme a me. Ti ringrazio per quello che hai fatto e fai in consiglio, continua con impegno (anche se conoscendoti non c'è bisogno di dirtelo) so che dai sempre il massimo. Comunque sto sempre in contatto con Claudio che mi informa su Corridonia. Importante è non mollare. Ti auguro un sorridente 2011, a presto. Tonino
    40 - Dic 31, 2010 - 3:59 Vai al commento »
    Si ringrazia Onda Anomala per il loro impegno e per le iniziative prese. Più siamo più è congreta, forte e positiva l'opposizione allo scempio del territorio. Sono d'accordo con il commento del sig. Iesari, e sulla validità del Fotovoltaico e sulla "positivita", MA stiamo attenti a chi dà, una positività vuol cogliere il nulla osta ad imporre impianti devastanti per il territorio e il paesaggio. La logica del "marketing" accantivante non deve far passare tutto e il contrario di tutto. La politica deve intervenire non solo a regolamentare la materia ma deve invertire la logica degli incentivi. Attualmente è troppo assente per gli impianti sui tetti (quasi assente e di poco conto rispetto agli impianti a terra). Comunque grazie a tutti e di nuovo Buon Anno, Tonino Quattrini
    41 - Dic 30, 2010 - 21:11 Vai al commento »
    UN GRAZIE ad Alessandra per gli articoli, un grazie a Cronache Maceratesi, un grazie ai quotidiani (purtroppo non tutti e non si capisce il perchè....) un grazie ai comitati, ai cittadini stranieri, ai cittadini che con il loro impegno e la protesta hanno permesso che l'argomento diventasse di rilevanza Nazionale e obbliga la politica ad intervenire e regolamentare la materia. la vicenda è di tale importanza che anche la RAI realizza un servizio, bene benissimo un grazie ai giornalisti RAI. Sulla vicenda resta solo il silenzio dei politici, amministratori locali e partiti. Da questi nessun commento, nessuna presa di posizione (solo qualche scarso decisionismo per "lavarsene le mani" e passare il "cerino acceso" in altre mani). Detto questo passiamo alle dichiarazioni: Il sindaco di Corridonia Calvigioni dichiara di non aver strumenti in mano, MA quando si è concessa la modifica del vincolo dell'alveo fluviale per permettere l'autorizzazione al mega impianto di Sarrocciano si è proceduto con celerità e nel silenzio. Bastava negare la modifica e forse qualcosa si poteva fare a difesa del territorio di Corridonia. Alle richieste di impianti si poteva far rispettare le distanze minime già esistenti nell'edilizia per impedire certi scempi, invece si autorizza in terreno agricolo, con regole agricole, impianti che di agricolo non hanno niente e non portano niente alla produzione agricola. Bastava fare questo? forse non era sufficiete, ma qualcosa si poteva e si puo ancora fare, Basta volerlo. STILARE UN REGOLAMENTO, VOTARLO IN CONSIGLIO COMUNALE E APPLICARLO A TUTTE LE RICHIESTE IN ESSERE E AGLI IMPIANTI CONCESSI E NON ANCORA COSTRUITI. Perciò ora si puo fare, vediamo se le dichiarazioni del sindaco Calvigioni sono reali o solo parole per lasciare tutto e permettere tutto. @ mario iesari certo che l'argomento è difficile da affrontare, soprattutto quando "certi" interessi economici ne sono artefici. MA i preconcetti non devono sempre e solo valere per i cittadini. La sua prima domanda -"Perchè non dovrebbero essere allacciati gli impianti se il reddito deriva proprio dalla produzione di energia ?"- dobbiamo aggiungere un'altra domanda: il reddito è legato (solo) alla produzione o bastano (e si vogliono) solo gli incentivi e le sonvenzioni pubbliche? Sulla sua seconda domanda -"Cosa dovrebbe cambiare fra 10 o 20 anni ?" dobbiamo aggiungere la domanda: le società di gestione saranno ancora operanti fra 20 anni? Alla sua terza domanda" - "Di certo per 20 anni esiste un contratto di fornitura garantito dal GSE."- la risposta è si, sulla carta certamente, ma ci sarà ancora la produzione? Per quando riguarda lo smaltimento e la filiera per il riciclo c'è una normativa Europea e anche Italiana. Ma anche sui rifiuti di Napoli c'è la normativa, ma i rifiuti sono per le strade. NON SAREBBE OPPORTUNO STABILIRE PRIMA I SITI E LO SMALTIMENTO E POI AUTORIZZARE GLI IMPIANTI? Il nostro impegno come Fronte Verde forse non è sufficiente, come si afferma nell'articolo, a fermare lo scempio. Ma per Noi è importante farlo e batterci, e poi non è detta l'ultima parola perchè continuiamo nel nostro impegno, se serve siamo pronti a continuare la battaglia, anche con forme dimostrative, sicuramente pacifiche e aperte al dialogo e al confronto, ma chiare e determinate. C'è chi è salito sui tetti, chi sulle gru, chi ha avviato scioperi della fame e chi ha manifestato con l'occupazione, anche NOI possiamo farlo. NON servirà? Forse, MA Noi continuiamo a batterci. In ultima considerazione: sono d'accordo con il sig. Iesari, Difendiamo l'agricoltura e il reddito agricolo, chiediamo alla politica di operare e legiferare alle regole. CHIEDIAMO di rivedere la realizzazione dell'impianto di Sarrocciano, in fordo si chiede di ridimensionare la grandezza da 12 a 2/4 ettari, di ridure l'impatto paesaggistico col vietare i pannelli alti 3,37 metri, portandoli a 1,30, prescrivendo una distanza di almeno 100 metri dalle abitazioni, dalla strada provinciale, dalla superstrada e dal fiume. COMUNQUE GRAZIE A TUTTI. Buon Anno Tonino Quattrini Fronte Verde p.s. Due parole sull'obbiettivo, stabilito dagli accordi comunitari del 2020, sull'incremento della produzione di energia tramite il fotovoltaico. Si può fare anche meglio: se si finanziasse e incentivasse la realizzazione dei pannelli sugli edifici gia esistenti. Coprendo solo UN TERZO di abitazioni, edifici pubblici, centri commerciali, capannoni industriali avremmo molto più di quel 20% stabilito dalle convenzioni Internazionali. Certo così facendo avremmo utilità per i cittadini e consumatori, per il paesaggio e la bellezza ambientale, MA NON per le speculazioni di "certi" interessi economici. Di nuovo Buon Anno a tutti.
  • L’Anolf Cisl di Macerata
    contesta lo striscione di Forza Nuova
    contro gli immigrati

    42 - Dic 22, 2010 - 19:32 Vai al commento »
    Condivido le posisioni sul tema, della cisl e di molti commenti, riconosco a Forza Nuova l'esprimere la loro opinione pur non condividendo la semplificazione e estremizzazione di queste opinioni. Ma sul tema mi pongo alcune domande di riflessione: Vi sembra giusto sfruttare gli immigrati perchè servono a pagare le nostre pensioni? Vi sembra giusto ricorrere agli immigrati e sfruttarli per l'assistenza dei Nostri "anziani"? (Noi chissa perchè non lo facciamo, sono i nostri genitori o nonni) Non pensate che la nostra organizzazione sociale sia insufficiente se non addirittura vergognosa? Non pensate che sia ora di rivedere la nostra cultura sociale di sfruttamento del lavoro degli altri (Immigrati) e di abbandono (egoistico) dei nostri "anziani"? Ringrazio per l'attenzione ed auguro a tutti Buone Feste Tonino Quattrini
  • Cingoli e Appignano, il Consiglio regionale
    dice no alla doppia discarica

    43 - Dic 24, 2010 - 0:18 Vai al commento »
    @ jack rayan Egr. Sig. (alias) rayan che internet non ci sia in natura non è propriamente vero, è solo un mezzo più moderno, sviluppatosi e creato dai concetti naturali della comunicazione (che in forma diversa è sempre esistita). Anche le auto sono uno sviluppo moderno dei trasporti che sono sempre esistiti nel passato e nella natura. Non si contesta lo sviluppo e la scienza moderna, si pone l'attenzione sullo sviluppo creato contro e fuori dalle leggi della natura. Cmq sono d'accordo con la sua conclusione, "Una cosa non è nè giusta nè cattiva dipende da come la si usa" ma aggiungerei anche di valutare: "a cosa serve la cosa" con ovviamente valutare prima di creare ("una cosa") il suo eventuale smaltimento. L'ultimo commento del sig. mario iesari (che condivido) mi sembra appropriato e concludente al ragionamento sul tema. Grazie Tonino Quattrini
    44 - Dic 23, 2010 - 13:41 Vai al commento »
    Passano i giorni, i mesi e anche gli anni, i problemi restano sempre gli stessi, anzi si aggravano sempre di più. Tutti esprimono opinioni e commenti, ci si divide nel nome della Destra o centro destra, sinistra o centro sinistra. Non ci siamo o non vogliamo renderci conto che le etichette non hanno più significato o valenza politica. Oggi abbiamo un premier creatosi nella sinistra, giudicato leader del centrodestra, anche se tutti sanno che il "berlusconismo" è tutto meno che una cultura di "Destra". Abbiamo un leader di Destra, con seguaci di destra, che dialogano e danno vita ad una alleanza parlamentare con il "centro" e pezzi della "sinistra". Abbiamo una "sinistra" che oramai è più un vero e proprio movimento "conservatore" in una società che è sempre più sflicciata verso una deriva di inciviltà. Ma tutti, me compreso, continuiamo a parlare di centro, destra, sinistra o al limite centro destra e centro sinistra. I problemi che la politica deve affrontare, sono di tutti, di tutti i cittadini oltre ogni credo politico, religioso, sessuale e razziale. Possibile che dopo danti anni nessuno senta il bisogno di sedersi (Tutti, Insieme) intorno ad un tavolo e trovare le soluzioni? Tornando al tema: Nessuno può negare l'assurdo progetto di avere TRE discariche nel raggio di neanche CINQUE kilometri. Nessuno può negare i danni alla salute degli inceneritori. Nelle dichiarazioni del sindaco senatore di Cingoli, c'è una affermazione vera e condivisibile da tutti; "Di sicuro potremmo iniziare a rispettare il “creato” ovvero il laico ambiente ed ecosistema,". Ma caro sindaco, se osserviamo l'ecosistema troviamo la risposta ai nostri interrogativi. Il Creato è perfetto, produce, ricicla e smaltisce i suoi rifiuti. Perchè le piante, gli animali producono rifiuti e nell'ecosistema si riciclano e si smaltiscono, basterebbe copiare. Nel Creato l'unica cosa che non si ricicla è quel che si produce fuori dalla natura! Vogliamo rivedere la produzione? Vogliamo rivedere la fine che deve fare quei prodotti? Finquando la politica non si siede intorno ad un tavolo, non come appartenenti a destra, sinistra, centro o centro destra e centro sinistra, MA come UOMINI che vivono il "Creato" la soluzione sarà e rimarrà un MIRRAGGIO PAROLAIO STERILE. Un'altro appunto al Sindaco senatore: Nell'ecosistema, nel "Creato", nella natura NON esiste nessun Inceneritore o Termovalorizzatore, Valorizzatore di chè poi, nessuno lo capisce. O le soluzioni le troviamo nel rispetto dell'ecosistema o qualsiasi soluzione sarà un continuo rincorrere la fine dell'ecosistema. L'uomo fa parte dell'ecosistema. Vi ringrazio per l'attenzione e della possibilità di esprimere le opinioni, augurando a TUTTI Buone Feste. Tonino Quattrini Fronte Verde
  • Esondazioni
    Come intervenire

    45 - Dic 4, 2010 - 23:04 Vai al commento »
    Colgo l'occasione dell'articolo di Fulvio Ventrone per richiedere (richiedere perchè sono più di due anni che ne sollecitiamo la diffusione e il rispetto, vedi articoli di giornali o il nostro programma elettorale alle provinciali) il ripristino dei confini dei fiumi e corsi d'acqua pubblici. Il genio civile, la forestale, hanno sicuramente le mappe, perchè non renderle note? Perchè non andiamo a rivedere tutte le varianti che le amministrazioni comunali hanno concesso per permettere opere, per lo più, speculative? Non Ultima, concessa dall'amministrazione comunale di Corridonia, la modifica del vincolo di "alveo fluviale" a Sarrocciano, come richiesto dai progettisti, per permettere il nulla-osta ai 12 ettari di fotovoltaico a terra nella "proprieta Merloni"? Scusatemi per il richiamo ad un fatto che sto seguendo da vicino in questi giorni con il Fronte Verde. Ma ne troveremmo tanti e purtroppo tantissimi, anche di opere pubblico-private, vedi "lottizzazione Pegaso" a Morrovalle o lungo il Chienti a Tolentino, Macerata e Civitanova.
  • Esonda il canale di San Claudio
    I cittadini chiedono garanzie

    46 - Dic 3, 2010 - 12:05 Vai al commento »
    Sig. Ventrone sono d'accordo con Lei, sia per la produzione di energia pulita, sia per la possibile vita vegetativa fra le file dei panelli, qualche dubbio sul ripristino (facile) dell'attività agraria sotto i pannelli dopo 20-25 anni di blocco del sistema colture. CHIEDERE REGOLE: vuol dire niente chimica, niente "telonatura". CHIEDERE REGOLE: vuol dire pannelli ad altezza d'uomo per permettere sole e pioggia su tutto il terreno. CHIEDERE REGOLE: vuol dire fotovoltaico legato alla agricoltura. Mi spiego; se la gestione è finalizzata all'agricoltura e alla produzione di energia (in parte) destinata all'agricoltura. L'agricoltore, sono certo che "fienera" l'erba, sono certo che nella zona fra le file dei pannelli vi saranno colture. MA qui siamo presenti ad una società industriale, a speculazione economica delle risorse. La zona sarà recintata e destinata solo alla produzione industriale di energia, a tutto si penserà ma mai al terreno. Per questo parlo di "desertificazione". Sulla centemificazione sono d'accordo con Lei, infatti, non ha caso siamo impegnati come Fronte Verde contro i 27 ettari di "Piastra logistica" di Civitanova a confine con Montecosaro, o all'assurdo progetto del "viadotto" alla fine della superstrada, dove ci sembra più logico, ambientalmente e economicamente un semplice "svincolo", per non ricordarle la contrarietà alla "Giorgini" in zona ValleVerde. Ma questo è un'altro discorso, tornando a Sarrocciano: Regole certe ad evitare le solite speculazione "industriali" e a non stravolgere, l'ambiente, il paesaggio e la vita della comunità. La ringrazio per il confronto che ci dà la possibilità di trovare soluzioni condivise. Purtroppo esiste anche chi va solo per logiche di "interesse speculativo" e si sottrae a ogni dialogo e confronto pur di raggiungere l'obiettivo, con il tacito consenso della politica, troppo spesso aperta e condiscendente agli interessi privati dei "grandi" a discapito del "bene comune". Cordialmente Tonino Quattrini
    47 - Dic 3, 2010 - 0:32 Vai al commento »
    @ Ventrone Spett.le Sig. Fulvio Ventrone il suo ragionamento potrebbe avere una validita tecnica giusta, MA... Il suo argomentare potrebbe anche essere se i pannelli sono alti circa 1,40 metri MA: con pannelli di 3,37 metri posizionati a 90 cm da terra il suo ragionamento scricchiola. Anche se vogliamo "prevedere" una inclinazione del 30% o 45% quanto saranno larghi? Calcolera da solo quando terreno non avrà più sole e pioggia e un naturale ricambio ecologico. Se i nostri agricoltori non cambiassero ogni anno la coltura come sarebbe il rigenerarsi della terra dopo soli dieci anni? Ora non volendo poi parlare dello stravolgimento visivo del paesaggio, non volendo parlare della modifica dei vincoli di Alveo fluviale, di una zona soggetta a vincoli alluvionali, lasciando in secondo piano che per 20-25 anni niente ostacolera le polveri sottili (tanto 20 anni in più di respirare polveri, per le persone, cosa vuol che sia). Chiedere che sia rivista la grandezza, 3-4 ettari al massimo, pannelli alti 1,80 metri massimo, divieto di "telonare" il suolo, divieto di usare prodotti chimici ecc. ecc. le sembra una richiesta assurda? Con questo NON pensiamo che, anche impianti piccoli di fotovoltaico a terra (in agricoltura) siano belli, MA, un minimo di responsabilità dovrà pure essere auspicabile non crede? Pensare che Agricoltura è Agricoltura, Fotovoltaico è Fotovoltaico, Insediamenti industriali sono insediamenti industriali, è una idea sbagliata? Volere delle regole CERTE uguali per tutti è una idea sbagliata del vivere comune? La ringrazio per il confronto di pensiero. Distinti. Tonino Quattrini
    48 - Dic 2, 2010 - 13:35 Vai al commento »
    La vicenda del progetto di Sarrocciano, impianto fotovoltaico a terra di 12 ettari, sta impegnando le cronache locali ed ora anche l’amministrazione comunale di Corridonia, la quale deve uniformarsi alla delibera Regionale in materia. L’opposizione del FRONTE VERDE e del comitato NATURA LIBERA alla realizzazione del progetto, si fa più serrata e decisa. La desertificazione di una terra agricola fertile di alta produzione, lo scempio del paesaggio con pannelli alti 3,27 metri, la enorme grandezza dell’impianto (12 ettari - 120.000 Mq), i danni ecologici per l’abbattimento di una naturale prevenzione alla lotta contro le Polveri sottili PM 10 e PM 2,5, sono i punti centrali della contestazione. - Ci lascia esterrefatti la politica imprenditoriale di una azienda (Merloni) che “delocalizza” all’estero la sua produzione, lasciando in mobilità centinaia di lavoratori e nello stesso tempo trova risorse e investe milioni (accedendo a finanziamenti e incentivi pubblici) su una speculazione che compromette l’ambiente naturale del territorio. - Siamo nettamente contrari alla possibile “politica di scambio” così come viene proposta da alcune amministrazioni comunali. Opere o contributi in opere pubbliche in cambio di autorizzazioni agli impianti. Il territorio, il paesaggio, l’ambiente e la salute dei cittadini non ha prezzo. Siamo contrari ad ogni scambio “monetario”. Non c’è nessuna politica sostenibile che tenga, NON si può comperare la salute, l’ambiente, il paesaggio e la vita dei cittadini. Abbiamo bisogno di una “POLITICA RESPONSABILE”, della “politica sostenibile” non sappiamo più che farcene. I soldi possono esserci o non esserci, ai cittadini resta comunque una possibilità di scelta, mentre l’ambiente e la SALUTE una volta persi nessuno potrà mai riaverli. - Qui non siamo di fronte a investimenti industriali, abitativi o commerciali dove la realizzazione di verde pubblico, piste ciclabili o infrastrutture (Strade, scuole, piazze ecc) possono andare ad integrare e mitigare un “comune vivere” del territorio, ma una vera e propria speculazione con danni irreparabili di desertificazione del territorio. - Non è possibile decretare, cosi come deliberato dalla Giunta Regionale, di istituire divieti di traffico per l’abbattimento delle polveri sottili, dannose alla salute, e nello stesso tempo autorizzare opere che modificano irreparabilmente l’ecosistema della prevenzione ecologica naturale -. Tonino Quattrini Coordinatore regionale FRONTE VERDE
  • Vincolo all’area archeologica
    di San Claudio

    49 - Dic 2, 2010 - 13:52 Vai al commento »
    La vicenda del progetto di Sarrocciano, impianto fotovoltaico a terra di 12 ettari, sta impegnando le cronache locali ed ora anche l’amministrazione comunale di Corridonia, la quale deve uniformarsi alla delibera Regionale in materia. L’opposizione del FRONTE VERDE e del comitato NATURA LIBERA alla realizzazione del progetto, si fa più serrata e decisa. La desertificazione di una terra agricola fertile di alta produzione, lo scempio del paesaggio con pannelli alti 3,27 metri, la enorme grandezza dell’impianto (12 ettari - 120.000 Mq), i danni ecologici per l’abbattimento di una naturale prevenzione alla lotta contro le Polveri sottili PM 10 e PM 2,5, sono i punti centrali della contestazione. - Ci lascia esterrefatti la politica imprenditoriale di una azienda (Merloni) che “delocalizza” all’estero la sua produzione, lasciando in mobilità centinaia di lavoratori e nello stesso tempo trova risorse e investe milioni (accedendo a finanziamenti e incentivi pubblici) su una speculazione che compromette l’ambiente naturale del territorio. - Siamo nettamente contrari alla possibile “politica di scambio” così come viene proposta da alcune amministrazioni comunali. Opere o contributi in opere pubbliche in cambio di autorizzazioni agli impianti. Il territorio, il paesaggio, l’ambiente e la salute dei cittadini non ha prezzo. Siamo contrari ad ogni scambio “monetario”. Non c’è nessuna politica sostenibile che tenga, NON si può comperare la salute, l’ambiente, il paesaggio e la vita dei cittadini. Abbiamo bisogno di una “POLITICA RESPONSABILE”, della “politica sostenibile” non sappiamo più che farcene. I soldi possono esserci o non esserci, ai cittadini resta comunque una possibilità di scelta, mentre l’ambiente e la SALUTE una volta persi nessuno potrà mai riaverli. - Qui non siamo di fronte a investimenti industriali, abitativi o commerciali dove la realizzazione di verde pubblico, piste ciclabili o infrastrutture (Strade, scuole, piazze ecc) possono andare ad integrare e mitigare un “comune vivere” del territorio, ma una vera e propria speculazione con danni irreparabili di desertificazione del territorio. - Non è possibile decretare, cosi come deliberato dalla Giunta Regionale, di istituire divieti di traffico per l’abbattimento delle polveri sottili, dannose alla salute, e nello stesso tempo autorizzare opere che modificano irreparabilmente l’ecosistema della prevenzione ecologica naturale -. Tonino Quattrini Coordinatore regionale FRONTE VERDE
  • Fli, Brengola difende Giulio Conti:
    “Ingiusta la nomina di Corrado Speranza
    come coordinatore provinciale”

    50 - Nov 22, 2010 - 20:10 Vai al commento »
    Caro Cerasi Nei commenti è logica la brevita perciò possiamo dare solo degli spunti per una riflessione costruttiva. Dopo la II guerra, in particolare in Italia, abbiamo avuto un rinnovamento ma senza azzerare niente e nessuno, ne fra i militari ne fra i politici ad esclusione di qualche persona legata alla RSI, comunque personaggi di secondo piano. Le gerarchie degli apparati sono rimasti al loro posto, (prefetti, questori, dirigenti pubblici, gerarchie militari ecc) se guardiamo anche la rivoluzione francese che ha tagliato molte e tante teste si è rigenerata con le vecchie nomenclature. In Italia se guardiamo bene, anche chi aveva firmato la legge sulla razza rimase in sella e non solo ma ha guidato anche governi (vedi Fanfani). Perciò il problema non è l'azzeramento ma LA VISIONE DEL FUTURO. Ora in Italia c'è stato un cambiamento condiviso che oggi (per fortuna) ci accumuna tutti: La DEMOCRAZIA. Il mondo cattolico per primo (con i De Gasperi) il mondo comunista (con Togliatti prima, Berlinguer poi e la caduta del Muro) anche quella parte che veniva dalla RSI (con Almirante) ha avuto la sua importanza, nel ricondure una "parte" legata alla dittatura nel solco della DEMOCRAZIA. Questa è la storia di ieri ora veniamo all'oggi. L'impegno sociale, civile e politico di tutti deve essere il "FARO", il Confronto e il Dialogo il "MOTORE", il rispetto degli altri il "COLLANTE". Non è un problema di "Vecchi" o "Giovani" politicanti ma di come ci relazioniamo fra le persone. Mi scuso, capisco che non è facile ne forse opportuno ed esaudiente affrontare certi argomenti con un semplice scambio di commenti. Ma è meglio di niente.
    51 - Nov 22, 2010 - 14:31 Vai al commento »
    @ Cerasi Caro Cerasi nel leggere il Suo commento sembra che Lei aspiri a un "Nuovo Mussolini"? Sono certo che non era (per fortuna) questa, la sua intenzione. Il suo commento cmq non da molte alternative. Provo ad esporre delle mie riflessioni: Lei dice: "Sono sempre gli stessi e degli stessi partiti...." Cio che vuol dire, che i nuovi devono fare "l'azzeramento totale"? Degli attuali politici i più nuovi sono Di Pietro e Berlusconi, spero non si riferisca a loro. Dei non politici, a chi possiamo pensare? a un Magistrato, a un Militare, a un prete ...... Lei mi può dire "Penso a nuovi giovani"! Si, ma dove sono! E poi cosa dicono di nuovo! Caro Cerasi, PROVO ad esprimere la mia posizione: Credo nella politica e penso che pur su posizioni opposte, il dialogo e il confronto possono creare e dare soluzioni alle cose. Credo che non sia positivo Proporre l'azzerramento totale, MA sià più importante la PARTECIPAZIONE totale, cioè di tutti. Dobbiamo cercare l'opinione di tutti, dobbiamo cercare la partecipazione di tutti, dobbiamo avere il rispetto di tutti e per tutti. Con simpatia Tonino Quattrini
  • Il consigliere regionale Acquaroli (Pdl)
    interviene sulla situazione
    della politica nazionale

    52 - Nov 17, 2010 - 20:33 Vai al commento »
    @ Cerasi Sono d'accordo con lei che il discorso si allargherebbe oltre il giorno, la notte e l'alba. Ma non si tratta solo di oscuri aderenti, a piazzale loreto appeso con Mussolini c'era il fondatore del PCI del 1921 (scissione socialista) che è morto da comunista gridando "W il socialismo" per questo motivo ritenevo che non bastano solo "sottilineature" o parole di "retorica". Per quando al Suo (99,99% di Tedeschi o giapponesi)c'è un piccolo particolare che le sfugge, nessuno in Germania o in Giappone è finito in carcere per mano dei loro governi, gli unici processi si sono fatti a Norimberga (dai vincitori Americani in primis) e nei paesi fuori dalla Germania o dal Giappone. (come ad esempio in Italia, Iugoslavia, Russia, Polonia, Francia ecc. ecc. @ Cerasi @ Lucio Nel nostro ragionamento c'è una differenza di base: Voi dite che Berlusconi ha sdoganato il MSI con la sua scesa in campo. Io penso che Berlusconi è sceso in campo non solo per salvare se stesso, Ma soprattutto per impedire al MSI di diventare l'alternativa alla sinistra. Non vi dimenticate che nel 1992-93 il MSI vinceva a Chieti, a Catania, a Latina ecc. ecc. a Roma prende il 47% a Napoli il 45%. Alle elezioni nazionali il PDS (Occhetto) avrebbe forse anche vinto ma il MSI sarebbe arrivato al 38-40% e sarebbe stata l' alternativa alla sinistra e dopo qualche anno avrebbe (forse) anche vinto. Berlusconi è sceso in campo da Imprenditore di sinistra (Craxiano) e solo perchè era da quattro anni che era caduto il Muro di Berlino (1989), da uomo di marketing ha scelto l'anticomunismo (ma non l'antisinistra, basta vedere gli uomini della sua FI e le sue televisioni). Se fosse sceso in campo nel 1948 secondo voi, da uomo di marketing, quale sarebbe stata la sua contra-apposizione? Che poi, (ed avete ragione) alcuni uomini della destra si siano adagiati all'abbraccio di Berlusca, qualcuno ci ha anche creduto in buona fede, altri per posti e preposti ecc. ecc. è anche e fondatamente vero. Ma da questo a dire di sdoganamento ci passa. Era caduto il Muro e il comunismo (Russia), Tangentopoli si portava via centro e sinistra. (Escluso quella più radicale) che con il PDS non sarebbe poi probabilmente durata molto (basta vedere i governi Prodi). L'MSI era rimasto in piedi nonostante l'odio, le violenze, i morti e stava conquistanto voti e vinceva in molti comuni e provincie. Anzi possiamo anche dire che FI è servita a togliere anche quelle. Basta vedere le cronache e la storia dei risultati elettorali dei primi anni 90. Ora mi scuso ma il discorso diventa molto lungo, perciò la chiudo qui. A presto.
    53 - Nov 16, 2010 - 23:03 Vai al commento »
    Caro Cerasi Che sia stato espulso o che abbia dato vita ad una scissione insieme a Bianchi, Corridoni, Battisti e tanti altri non cambia molto o per lo meno non è questo il problema. Ma di quanti socialisti ci deve vergognare nella storia? Mussolini prima socialista poi fascista? Craxi prima socialista poi tangentista? Berlusconi prima socialista poi Berlusconisca o non si sa che? Penso che la storia sia più complessa dall'essere affrontata con "sottolineatura" e con battutine tanto per liquidare ogni ragionamento. Visto che, in riferimento all'articolo, la penso più o meno come Lei. Non pensa che non sia solo, una questione di retorica? p.s. come giudicare i socialisti partecipi alla marcia su Roma e poi dopo il '45 ancora socialisti? Tanto si potrebbe anche dire sul delitto Matteotti, iniziando, come base, dal libro sull'argomento scritto dal figlio? O da chi tradì i Rosselli? O da chi volle, firmo e difese con documenti scritti le leggi razziali e poi dopo il '45 diventati (o rimasti) socialisti?
    54 - Nov 16, 2010 - 13:53 Vai al commento »
    Scusi Cerasi Ma chi ha tenuto quel discorso (da te mensionato) non era un socialista?
  • Fronte Verde a tutto campo
    su cavalcavia di Civitanova, polveri sottili
    e fotovoltaico di Sarocciano

    55 - Nov 10, 2010 - 20:05 Vai al commento »
    Ringrazio Laura e Cronache Maceratesi per l'attenzione e l'articolo sulla Ns Conferenza Stampa di oggi. Segnalo che oltre al Fotovoltaico di Sarrocciano e al Cavalcavia abbiamo anche esposto la nostra contrarietà alla Piastra Logiscica al confine con Montecosaro. Sono assurdi 27 ettari (270.000 mq di cementificazione), assurdo in considerazione che c'è una sola strada che attraversa Montecosaro Scalo: dovè si pensa di far passare i mezzi se si dovrà chiudere il traffico per le polveri PM10? Se proprio si deve creare si riveda la grandezza, pensiamo che 10/12 ettari siano più che sufficienti e che devono essere previsto un almeno 40% vincolato a verde (BOSCO). Mi scuso per la precisazione, ma penso doverosa, alla dimenticanza dell'ottimo articolo di Laura. PS: chiedo a Cronache Maceratesi di pubblicare il progetto alternativo al Cavalcavia che il Fronte Verde ha consegnato ed appoggia e che ritiene ottimo, lasciamo ai lettori la possibilità di esprimersi in merito confrontandolo con i già noti Cavalcavia e Sotteranea. Ringraziamenti e Distinti Saluti. Tonino Quattrini
  • Borroni imita Berlusconi:
    “Meglio le belle donne
    che essere gay”

    56 - Nov 4, 2010 - 19:57 Vai al commento »
    @ Andrea Bianchi Ok, proviamo un confronto (nei limiti dello spazio). Questa idea del sesso o tipi di rapporti, l'immagine del corpo e il suo "depressamento" sociale da dove viene e perchè? Per ultima cosa, nel 68 andava di moda un libro, osannato come libertà dei costumi e dei corpi dei rapporti ecc. ecc. (vadecum della cultura del 68) "Porci con le ali". A proposito è un caso che gli autori di quel libro ora sono con Berlusconi. Secondo te è un caso o il Berlusca è quello e continua a esserlo? A presto
    57 - Nov 4, 2010 - 17:26 Vai al commento »
    Chiedo scusa a tutti, ma la cultura Berlusconiana e la sbargianata bullica e spiritosata da facebook NON può essere commentata con un linguaggio da "Stessa cultura". I temi i linguaggi le offese sono identiche. La differenza sta solo nelle "parti" chi è a favore e chi è contro. Ma la cultura non vi sembra poi la stessa? Proviamo a non offenderci e forse creeremo un dialogo e un mondo migliore. Non so se riesco a farmi capire, ma questo agire, questo dibattito e questi commenti sono figli di quale cultura? Comè che siamo arrivati a tutto ciò, quali libri, quali programmi tv, quale cinema, quale scuola pubblica o privata che sia, quali esempi sono stati modello di tutto questo. Proviamo a discuterne, altrimenti diventiamo o siamo il prodotto, di ciò che dibattiamo.
  • La Destra chiederà a tutti i Comuni
    di intitolare una via a Giorgio Almirante

    58 - Nov 3, 2010 - 23:57 Vai al commento »
    @ Cerasi Scusami ma anche volendo forzare i "paletti" di "parte", Della Lega fai degli esempi di cio che vedi scimmiottato o che assomigliano alla politica Mussoliniana. Non che la cosa sia importante nei fatti, ma sono curioso. Poi, dove hai codificato del primo simbolo del MSI che derivava dalla tomba? Quando fu fondato il MSI la tomba ancora non c'era? Se leggi Mazzini troverarai l'origine e il significato della fiamma. Di vero c'è, che MSI in origine era MSI, Movimento Socialista Italiano, non applicabile perchè era già presente alle elezioni il Partito Socialista Italiano. Ma questo oramai non ha più importanza. Sui "paletti" non c'è niente di riprodevole, ognuno ha i suoi, c'è chi ha la Resistenza, chi il Risorgimento, chi Mani Pulite, alcuni ancora si rifanno alla rivoluzione francese. La realtà è che senza Rivoluzione Francese non ci sarebbe stato il Risorgimento, senza il risorgimento non ci sarebbe stato il Fascismo, senza Fascismo non ci sarebbe stata la Resistenza, senza resistenza non ci sarebbe stata Mani Pulite ecc. ecc. La storia è molto più articolata da essere imprigionata dai "paletti". Comunque questo è il mio modo di pensare e affrontare la politica, "senza paletti e senza nemici", confronto e dialogo perchè se poi mi trovo Rifondazione Comunista sulle stesse mie posizioni (vedi Montecosaro tema Piastra logistica) sono felice e contento. Comunque smetto qui i commenti perchè diventa oramai un dialogo a due. Passiamo ad altro. Ciao Tonino Quattrini
    59 - Nov 3, 2010 - 20:17 Vai al commento »
    @ Narcisi non ho detto che il suo allegato era fazioso, anzi rafforza e conferma i miei commenti sull'argomento, ho semmai detto che Wilkipedia è purtroppo quasi sempre troppo semplificato e incompleto. @ Spett.le Barbara non so da dove hai letto cerci commenti, sono andato anche a rileggerli (non si sa mai a volte si puo far confusione) ma non ho trovato nulla. Il raffronto è perchè si vuol capire! Per capire si dovrebbe spiegare! Per spiegare si dovrebbe uscire dalle fazioni! Uscire dalle fazioni è pericoloso renderebbe le persone immuni dai condizionamenti di parte e a questo la società (forse) non è ancora pronta, e il risultato è il Berlusconismo. Se a voi va bene così non è un problema ma ha me non piace. Condivido il tuo "Noi giovani non abbiamo bisogno di vivere dei vostri ricordi" ma il problema non sono i ricordi, sono i "motivi", i "perchè", il "capire" i giovani di ieri per essere giovani oggi e domani senza ripetere gli errori. @ Cerasi Non penso che sia "una polemica fatta apposta in chiave elettorale...." (almeno spero). Poi che gli amanti di Almirante, finiscano per votare per la Lega è assurdo. Le proposte della lega sono l'opposto! Non riesco a capire le Tue considerazioni, non so se le fai per spirito di "parte" o forse solo perchè in fondo si ha una conoscenza superficiale di Almirante o della Lega, o forse ..... Spero avremo modo di confrontarci meglio in futuro. Comunque La "via" NON è determinante, i problemi sono molti e più importanti di questo. a presto
    60 - Nov 3, 2010 - 0:17 Vai al commento »
    Ringrazio Narcisi e Cerasi per la documentazione allegata, le conoscevo già, Li ringrazio perchè leggendole (pur nella incompletezza, ma Wikipedia è così con tutti, e la pagina "di parte" di Cerasi) conferma tutte, anche se parziali, le opinioni da me espresse nel commento precedente. Non voglio polemizzare, perchè non servirebbe a niente, MA condividendo le Vostre considerazioni sulle leggi razziali non riesco a capire perchè si tace su altri, es. Romolo Murri, o Giorgio Bocca che firmava e scriveva sulle riviste cose molto più determinate e gravi. Aldilà delle "parti" è comunque molto difficile confrontarsi su certi argomenti, avremmo bisogno di un confronto dialettico che non può completarsi con semplici commenti, sia come spazio che come documentazione della storia. Ma non so se è utile. In questo momento politico sono pià interessato a contestare questa politica "progressista" che ci ruba la terra con chilometri di cemento con la scusa dell'industrializzazione e di Fotovoltaico con la scusa dell'energia economica. Grazie Tonino Quattrini
    61 - Nov 2, 2010 - 18:54 Vai al commento »
    Condivido sia S. Menghini che Taj Mahal, certamente i partiti e la politica dovrebbero avere altre iniziative e dimostrare l'utilità. Diciamo di commentare accademicamente una iniziativa che non cambia niente, risolve poco anche perchè pochi conoscono il personaggio. Chi ci prova a parlarne è contro o a favore "per sentito dire". Ma nella realtà è oramai sconosciuto alle nuove generazioni. (Ma non solo Almirante, provate a chiedere nelle prime classi superiori, di Gronchi, De Nicola, E. Berlinguer, De Martino, Amendola, Terraccini, Michelini ecc. ecc.)Perciò il tema è superficiale e può interessare solo a piccole "parti" impegnate nel vicino passato. @ Andrea Narcisi Se viene posto il veto per chi ha firmato quel manifesto, sono d'accordo con Lei! Ma la regola vale per tutti i firmatari. Perciò anche togliere le vie a Romolo Murri, vietare la pubblicazione degli articoli di Giorgio Bocca ecc. ecc.? Altrimenti si commette un'azione "razzista", (o tutti o si fa solo discriminazione). Alcune sue affermazioni storiche, non sono propriamente esatte. (se si esclude la propaganda di "parte") Che poi Almirante sia stato iscritto alla P2 è la prima volta che avviene questa accusa, non è che si è sbagliato con l'allora "compagno" Berlusconi? Io non vedo niente di contrario a dedicare una via ne a Lenin, Almirante, Togliatti, Che Guevara ecc. ecc. (anche se preferirei Italiani sono più legati alle nostre Vie). Nel bene e nel male (e la differenza su questo la fa solo l'opinione di parte) sono pagine della nostra vita e cultura politica. Almirante ha il merito di aver portato una "frangia" politica, presente in Italia nel primo dopoguerra, sulla via della Democrazia, ha legato il suo impegno politico a quella legge elettorale con il quale, oggi eleggiamo i sindaci, (guarda caso l'unica che riesce a funzionare), è stato l'unico ad opporsi agli sprechi e alle spese della politica, (nel 1970 parlò per 9,30 ore in parlamento, per ostruzionismo contro l'istituzione delle regioni, che hanno portato tanti di quei stipendi ai politici di mestiere e che oggi suscitano tanto odio fra la gente. Ma queste sono piccole cose rispetto ai tanti meriti e demeriti della vita dell'uomo. Ma poi in fondo, quando è importante dedicare o non fare una via ad Almirante? Serve poi così tanto parlarne contro? Tonino Quattrini
    62 - Nov 1, 2010 - 3:07 Vai al commento »
    @ Gaetano Il tema e la proposta non è poi di primaria importanza, ma la storia e quello che ha rappresentato Almirante per la vita politica e la democrazia in Italia certamente SI. Sarebbe non solo opportuno ma doverosa la scelta di una via. Se il veto viene posto per la firma sulle leggi razziali, posso anche condividere il divieto, Ma allora perchè non si contesta e non si toglie via Romolo Murri? Anzi a Murri si dedica convegni patrocinati dalla Regione Marche.
  • La fiducia nei Governatori:
    Spacca paga l’effetto Cup
    e scende al dodicesimo posto

    63 - Ott 27, 2010 - 19:14 Vai al commento »
    @ Matteo e Cerasi Scusatemi se mi intrometto nei commenti di questo articolo. Ma vorrei porre un dubbio-domanda: Enzo Marangoni consigliere regionale della Lega è lo stesso Marangoni Enzo che alcuni anni fa era stato nominato dirigente amministrativo di una coperativa della Regione? Prima che scendesse in politica ovviamente!
  • Giulio Silenzi
    eletto segretario
    del Pd civitanovese

    64 - Ott 26, 2010 - 0:27 Vai al commento »
    Di commenti se ne possono fare tanti, a volte giusti altre volte assurdi, ma ciò dipende da chi li fa e da chi li legge. Va rispettata cmq la scelta fatta dal PD Civitanovese. Sul discorso del rinnovamento si può dire tutto e il contrario di tutto, ma in questo caso come in altri, non mi sembra che ci siano stati poi candidati nuovi da scegliere. Da avversario politico ho conosciuto Silenzi alle elezioni provinciali e da avversario politico spero di poter avere un confronto sulle proposte, per un confronto costruttivo utile alle soluzioni politiche. So anche, che alla fine deciderà per le sue proposte, ma so (almeno per quello che l'ho conosciuto) che non eviterà nessun confronto sulle idee. Da avversario faccio i miei "in bocca al lupo" per l'incarico. (sperando in fondo, che non lavori poi tanto bene). (chiedo scusa per la sincerità, ma penso conprensibile da tutti). Tonino Quattrini
  • Futuro e Libertà si presenta
    Conti: “Un movimento dal basso”

    65 - Ott 27, 2010 - 0:40 Vai al commento »
    @ Cerasi Sig. Cerasi sono d'accordo con Lei almeno in parte, perchè non mi sento di cancellare la Scuola pubblica. Non me la sento di cancellare la Laicità dello Stato. E tante altre cose,compreso il giudizio e gli studi su Mazzini e l'unità d'Italia. Sulle leggi razziali la penso come Lei. Mi piacerebbe che il giornalista Giorgio BOCCA (essendo l'unico firmatario ancora in vita) ci spiegasse i motivi della firma a quel manifesto e perchè, e cosa lo ha spinto a scriverne le difese e le ragioni sulla stampa fino al 1943. E' un modo per cercare di capire e far capire alle generazioni odierne e future di non commettere certe "infamie". p.s. Chissà perchè in questo caso il tribunale dell'Aja non ha mai istituito un processo per crimini contro l'umanità?
    66 - Ott 26, 2010 - 20:51 Vai al commento »
    @ Cerasi Si Cerasi, GENTILE, uno dei più grandi Filosofi Italiani del '900. GENTILE, quello che ha diretto L'enciclopedia Italiana dell'Istituto TRECCANI. GENTILE, quello che ha voluto e presieduto l'Istituto Mazziniano di Genova. GENTILE, quello che istitui la scuola pubblica e l'obbligo scolastico innalzato a 14 anni e istitui la scuola elementare da sei ai dieci anni. GENTILE, quello che dissenti dei Patti Lateranensi tra Chiesa cattolica e Stato Italiano: sebbene Gentile riconosca il cattolicesimo come forma storica della spiritualità italiana, non può accettare uno Stato non laico. GENTILE, quello che ha firmato le leggi razziali insieme a (fra gli altri) Romolo Murri e il compagno Giorgio Bocca. GENTILE, quello assassinato a Firenze da un commando delle Brigate rosse. Ecc. ecc.ecc.ecc.ecc.ecc......
    67 - Ott 26, 2010 - 19:59 Vai al commento »
    @ Vilfredo Pareto Prendo la sua accusa di "ricerca su Wilkipedia" con il Suo stesso rispetto parlando. Se legge Pound ne sono contento, ma sarebbe più opportuno che lo conoscesse meglio. POUND non è mai stato iscritto al Partito fascista, ciò non toglie e ne fa uno dei grandi poeti del novecento per coerenza e coraggio, soprattutto per le sue analisi economiche e la sua Anti Usura. GANDHI non era solo "via della non violenza" ma anche nazionalismo, organizzazione politica, ideali di giustizia e partecipazione sociale. (uno dei politici oltre a Peron a fare visita a Mussolini e confrontarsi con il fascismo). Mazzini non solo era repubblicano, ma soprattutto appartiene al risorgimento e all'unità d'Italia e se consultasse i suoi libri (le segnalo: La Giovane Italia e Processo al Socialismo), scoprirebbe molto altro. GENTILE le sue cose miglieri non le ha da ministro fascista, ma dagli studi e scritti sul marxismo, sull'evoluzione sociale, sulle sue idee di struttura della società moderna. (le segnalo due libri: La Riforma dell'Educazione e Genesi e Struttura della Società). LORENZ può avere poca importanza per Lei ma i suoi studi sugli animali e la natura sono fondamentali per una società.(le consiglio di leggere: Intervista sull'Etologia e i suoi; Il Declino dell'Uomo, L'altra Faccia dello Specchio e Natura e Destino). La lettura di Pareto è importante e spero che riposi in pace. (non so cosa penserebbe del suo nome usato). Capisco che i libri di Adriano Romualdi possano non essere di suo gradimento, anche se ho il dubbio, che Lei non sa chi sia e cosa abbia scritto. Sul giudizio personale che dà di Conti non mi interessa, Anche se mi piacerebbe assistere a un Suo confronto con Lui sui personaggi mensionatoi. FLI mi ricorda AN e il MSI e non solo. Mi ricorda anche purtroppo certi errori commessi e altro ancora. Ma mi fa tornare ad essere un uomo (politicamente) libero. Libero dal "fare" socialista di Arcore. Spero incontrarLa per un confronto liberale e bere un caffe insieme (offro io), ognuno nelle proprie convinzioni. Con simpatia Tonino Quattrini
    68 - Ott 26, 2010 - 17:29 Vai al commento »
    @ Gaetano Prendo atto che non ha usato certi toni, mi era sembrato che la definizioni di "vecchi" non era riferita all'età e forse mi sono sbagliato sul significato di "flebo" ma in fondo non è un problema, passiamo oltre. Se si è pentito di qualche voto, come lei dice, è un suo diritto cambiarlo. Sulle proposte o posizioni politiche ne cito qualcuna: Scudo a vita o legge uguale per tutti. Federalismo secessionista o federalismo fiscale e solidale. Unità nazionale. Delocalizzazione o partecipazione nel lavoro. ecc. ecc. Ma possiamo anche parlare di argomenti Maceratesi se vuole. per tornare a Noi e Conti. (avremo modo spero) Sulla lettura dei giornali e di certi titoli, (Fini apre agli ex comunisti ...) dovremmo anche considerare perchè vengono fatti e da chi, altrimenti perdiamo il senso del confronto. Qualche volta giudichi anche qualche giornale di destra ideale e politica, non solo i giornali "padronali". Per incontrarsi non c'è nessun problema, in piazza Battisti ci sto molto spesso. @ Vilfredo Pareto Scusami ma non avevo compreso che aveva rivolto la domanda a me. Non so cosa Lei intenda con "5 intellettuali non mutuati da altre esperienze politiche". Considero che vanno lette tutte le opinioni confrontarle e rapportarle alla società attuale. Le posso mensionare 5 che personalmente apprezzo e a cui si puo dire faccio riferimento. Mazzini, Gandhi, Gentile, Ezra Pound, Korand Lorenz, Romualdi (scusami sono sei). Ma c'è ne sono molti altri e anche dei nostri giorni. Cmq Penso che più che averli come riferimento sarebbe bene confrontarsi sul pensiero di questi intellettuali, ci aiuta a conoscere anche il presente, non crede. @ a dimenticavo è importantantissimo anche Vilfredo Pareto o forse anche lei lo considera troppo vecchio? Con simpatia Tonino Quattrini
    69 - Ott 25, 2010 - 23:48 Vai al commento »
    Caro Sig. Gaetano, non sono per niente alterato, e non mi sembra, da parte mia di attaccare qualcuno o usare denigrazioni futili. Riventico una scelta e la difendo nelle idee e nelle proposte politiche. So che a molti può non piacere e non c'è niente di scandaloso in questo, qualcuno parla di una forza al 9% ma anche se fosse il 2% o il 20% direi le stesse cose. La mia è una scelta politica e sarà l'elettorato a decidere la consistenza. Sui "quattro gatti" è una sua opinione (o speranza) ma io so che non è così, ancor meno sui giovani, su nove circoli per ora costituiti ben 4 sono diretti in prima persona da 30enni. Forse sarebbe più opportuno conoscere meglio la realtà e ancora meglio sarebbe confrontarsi sulle proposte. Solo questo; cmq ognuno è padrone di pensarla come vuole. Noi compresi. Con simpatia Tonino Quattrini p.s. Mi piacerebbe affrontare e essere attaccati per il nostro pensiero, sulla "legalità", "scudo", "giustizia sociale", "riforma universitaria", e per quando riguarda Macerata, sul "ambiente e rifiuti", "giorgini", "minitematica" ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.
    70 - Ott 25, 2010 - 19:37 Vai al commento »
    Al sig. Gaetano vengono i brividi a pensare un Conti che riscende in campo, a noi NO! Gli aderenti a Futuro e Libertà delle Marche sono orgogliosi di avere Conti, lo sono i giovani, i cinquantenni e i meno giovani. Poi non ci risulta che Conti sia sceso in campo, a noi sembra che Conti non abbia mai abbandonato il campo della politica, c'era da giovane, c'era da consigliere e poi da deputato e continua a fare politica anche oggi che non è deputato, come un militante di base, insieme a tanti altri sparsi in tutta la provincia e la regione. Ne siamo contenti, felici e orgogliosi. Certo è uno che ama la politica di base, Non è uno di quelli che, persa la poltrona sia andato a pietire e ottenere un "incarico danaroso" in qualche consiglio di amministrazione che si chiami INAIL, INPS, FINMECCANICA o FONDAZIONE BANCARIA ecc. ecc. Detto questo non pretendiamo che gli altri accettino le Nostre posizioni e proposte, ognuno può tranquillamente fare le sue scelte e noi le accettiamo con massimo rispetto, senza livori e odi offensivi che lasciamo a chi non sa confrontarsi e rapportarsi con le persone. "a proposito di flebo e "povera Italia come siamo messi male" (penso che Gaetano si riferisca all'età dei protagonisti). NOI abbiamo come riferimento il presidente della camera (Fini) le altre TRE alte cariche dello stato non mi sembra che siano messe meglio (sempre se ragioniamo in termini di età). Penso che non sia un fatto di giovinezza in senso anagrafico MA penso sia più importante la "gioventù" nelle idee e nelle proposte. Con simpatia Tonino Quattrini
    71 - Ott 24, 2010 - 20:33 Vai al commento »
    Si caro Vilfredo Pareto. Perchè la casa era una donazione (i nostri militanti fanno anche donazioni al partito) ed era a bilancio, proprietà di AN. E' stata venduta. Non ci sono tancenti, non ci sono soldi in nero, una semplice proprietà venduta. Chi l'ha acquistata non ci interessa. Ci interesserebbe caso mai, (come iscritti ad AN)se la vendita è avvenuta in presenza di un'offerta superiore. In questo caso, Fini avrebbe favorito qualcuno. Pur non avendo commesso nessun reato dovrebbe restituire al partito la differenza, servirebbero per le spese del nuovo movimento. Ma ci sono state offerte superiori? Questo c'è lo dirà la magistratura. Cmq io mi chiamo Tonino Quattrini e le ho risposto anche se Lei usa un "nome" (Vilfredo Pareto) inedintificabile. Certo è strano fare il "moralista" e nascondersi anche nell'identita dei commenti. Non ci faremo condizionare da demagogiche affermazioni. Rivendichiamo il nostro fare politica. Il voto lo chiedero a TUTTI, in ragione delle Ns proposte. Chi le condividerà potrà unirsi a noi e votarci chi non le condivide votera per altri. Un saluto, mi scuso per la polemica. Tonino Quattrini
    72 - Ott 24, 2010 - 14:25 Vai al commento »
    Perchè tanta confusione e luoghi comuni? E' il tentativo di screditare una scelta o meglio un modo, per ostacolare la politica del "cambiamento"? Si può non essere d'accordo con le proposte, ma questo non deve impedire un confronto serio. Provo a mettere dei "puntini": Il "vertice" in primis Gianfranco Fini, hanno dato vita a dei gruppi parlamentari. Il "movimento" sta nascendo dalla base, solo con l'adesione della gente nasce un "movimento" altrimenti resterebbe un'ala all'interno del Parlamento. Quando sarà forte? Dipende dalle adesioni e dal riscontro popolare alle elezioni. @ Rossano Stura La sua domanda che si fanno in tanti, prefigura una risposta falsata. Per lei esiste solo centro-destra e centro-sinistra, immaginando che per centro-destra intende Berlusconi e centro-sinistra il PD? Ma siamo sicuri che Berlusconi faccia politiche di destra, stesso discorso per il PD è sicuro che fanno politiche di sinistra? Non è forse più reale dire e confrontarsi sulle proposte e sulle scelte dei provvedimenti da prendere? Oggi Berlusconi è tanto progressista quanto tanto Bersani è conservatore. Oggi (es Macerata) si fa la politica del "mattone" tanto da quel centro-destra come da quel centro-sinistra a cui ti riferisci nella domanda. Oggi si pensa che la lega è destra? Quando è Secessionista e Federalista cioè tutto il contrario della Destra. Una volta la Destra era considerata la parte dei militari e della repressione giudiziaria contro i lavoratori. Oggi è Di Pietro quello che amerebbe fare un "regime". Non pensa che ci sia anche un diverso modo di vedere la politica e la società? I Finiani hanno un'altra idea del vivere comune, della politica e dei rapporti sociali. Hanno e danno proposte, opinioni e soluzioni diverse dall'attuale centro-destra e centro-sinistra. Confrontiamoci su questo. Poi eventuali alleanze, se mai ci saranno (e non è scontato che ci siano) saranno valute e ogni elettore decidera liberamente. Due parole sul "vecchio" (visto che si parla di cio solo per la presenza dell'on. Conti). Primo: Conti è "uno", gli iscritti ai circoli, in provincia sono oramai più di 200 (ad oggi). Secondo: C'è qualche dubbio sulla "onestà politica, sulla moralità politica, sulla coerenza politica e sulle capacità politiche di Giulio Conti? I finiani Marchigiani non ne hanno e sono felici e contenti di avere l'aiuto e il sostegno di un Leader come Giulio Conti.
    73 - Ott 23, 2010 - 20:12 Vai al commento »
    Nulla è nuovo e niente è vecchio, gli uomini hanno l'età della loro storia. I più giovani nel proporsi, i più anziani nella esperienza. Insieme si fa parte della società, insieme si costruisce. Ogni famiglia ha nonni, genitori e figli, insieme, nei loro ruoli guardano al futuro. Così in politica, così vogliamo costruire la nostra politica. Forti delle esperienze e dinamici nel proporci, dove la coerenza, la passione e l'onesta politica sono le basi in movimento per il bene sociale. Abbiamo le nostre idee, le nostre proposte e su quelle ci vogliamo confrontare. Non tutti saranno d'accordo con noi e proprio per questo siamo pronti al dialogo e al confronto, con il "nuovo", il meno "nuovo" e il "nuovissimo". Di sicuro non ci scoraggia il "sarcasmo gratuito" e preventivo, di chi vuole sminuire un Movimento, anzi, anche questi "sterili" commenti ci danno più forza e voglia di essere protagonisti del futuro.
  • Un’ordinanza regionale invita
    12 Comuni della provincia di Macerata
    a ridurre le polveri sottili:
    si va verso l’ecozona

    74 - Ott 14, 2010 - 0:36 Vai al commento »
    Nel leggere questa notizia si resta esterefatti! Una amministrazione regionale con tanto di Verdi (partito), emana un'ordinanza a 12 sindaci per limitare la crescita dell'inquinamento delle polveri Pm10. Perchè sono esterefatto della cosa? Sappiamo che la NATURA in se stessa si difende dalle polveri Pm10 e lo fa con le piante, la vegetazione e con il terreno a sua volta aiutato dalle coltivazioni. Leggo che tre comuni Corridonia, Monte San Giusto e Morrovalle sono nell'elenco, però la regione che ordina provvedimenti, autorizza un mega impianto fotovoltaico di ben 12 ettari e guarda caso, in zona Sarrocciano di Corridonia, cioè a confine con Morrovalle e Monte San Giusto. L'impianto desertifica ben 12 ettari, impedisce la coltivazione del terreno e toglie una naturale salvaguardia contro le polveri Pm10. E' mai possibile che gli amministratori regionali siano così contraddittori negli atti? Il mega impianto fotovoltaico non è solo uno scempio architettonico ( 120.000 Mq e 4 metri di altezza dei pannelli) ma è anche un impianto lesivo alla difesa naturale contro l'inquinamento delle polveri Pm10, che sono il pericolo per quelle zone. Si chiedono provvedimenti e limitazioni al traffico per i cittadini ma si autorizza speculazioni multinazionali? E qui permettetemi una cattiveria (ma ben reale): "i diritti dei cittadini comuni contano poco, rispetto all'impianto e ai guadagni della società Merloni"? Ciò non vuol dire che senza il mega impianto sarà eliminato il problema delle polveri Pm10 nella zona, altre cose e provvedimenti vanno sicuramente presi, ma,la politica deve dare l'esempio. Mi scuso per il tanto spazio rubato, ma ho un difetto. Non riesco a starmene zitto davanti all'ipocrisia e ai "politicanti dell'affare e del disfare" che prendono per il "naso" le persone. Un saluto Tonino Quattrini
  • “Itc Gentili
    esempio di integrazione”

    75 - Ott 7, 2010 - 13:00 Vai al commento »
    Ringrazio Cerasi per le opinioni e le spiegazioni, anche se non è "lucidante" sul termine "progressista". Cmq si può affermare (come anche Cerasi fa capire) che ogni generazione è figlia delle precedenti. Che oggi (Internet, playstation, e, fatto non trascurabile il confronto con altre popolazioni e culture, sia politiche che religiose) ha cambiato e condiziona la realtà sociale. Non penso, caro Cerasi, che "gli schiaffoni" (come Lei ripropone) siano stati il deterente di allora, e che oggi ci sia bisogno. Penso che il confronto sia importantissimo e forse è quello che manca oggi, o meglio è rimasto e forse anche più razzista e prevaricante di ieri. L'odio e il linguaggio dispregiativo verso questo o quello usato oggi, ha lasciato e confermato a priori lo "scannarsi" a parole (per fortuna, almeno fino ad ora) di allora, che impedisce la condivisione di una società. L'argomento è da approfondire e spero in un scambio costruttivo di idee dei lettori. Tonino Quattrini
    76 - Ott 6, 2010 - 23:46 Vai al commento »
    @ Cerasi Caro sig. Cerasi cosa vuol dire per lei "era un istituto progressista"? A quel tempo, "non c'era da spiegare assolutamente nulla"? Ma allora c'erano le stesse problematiche di oggi? Le stesse situazioni, la stessa popolazione scolastica, la stessa cultura sociale? E poi per terminare, questa odierna cultura sociale non è forse il prodotto e il risultato di quella idea che Lei definisce "progressista"? Tonino Quattrini
  • Paola Giorgi (Idv):
    “Lo sviluppo del fotovoltaico
    è nell’impiantistica sui tetti”

    77 - Ott 1, 2010 - 1:00 Vai al commento »
    La Giorgi dice che "il fotovoltaico rappresenta poco più dell'1% del territorio: non si può quindi parlare di devastazione del territorio?" L'impianto progettato a Sarrocciano di CORRIDONIA di 12 ettari (120.000 mq) con pannelli alti circa 4 metri, è una "devastazione del Territorio"? Cosa ne pensa la Giorgi e l'IVD? O forse, visto che l'opera è della famiglia Merloni, è obbligatorio farlo fare? Tonino Quattrini
  • Il fotovoltaico di Sarrocciano
    arriva in Consiglio comunale

    78 - Set 16, 2010 - 1:09 Vai al commento »
    Ringrazio Cerasi e mi scuso per una imprecisione, non è la statale 77 come ho scritto nel commento, ma la provinciale che da Piediripa va a Trodica. Il resto (purtroppo) è tutto esatto.
    79 - Set 15, 2010 - 17:42 Vai al commento »
    Vi ringrazio per il contributo al dibattito sul tema, si può avere posizioni diverse e ognuno di noi può dare o chiedere regole diverse, tutto questo fa parte delle diversità di pensiero. Ma ciò che unisce tutti sono “le regole”, cioè che la materia va determinata da “regole”. Le amministrazioni comunali, il sindaco in primis quanto primo responsabile del territorio su mandato elettorale dei cittadini, hanno il dovere e l’obbligo di fare. CHIEDERE, di stabilire con delibera comunale i criteri di realizzazione, non mi sembra di chiedere cosa assurda. Che ogni comune stabilisca “LA GRANDEZZA degli impianti consentiti sul proprio territorio. LE DISTANZE minime dai confini, LE DISTANZE minime dalle abitazioni, L’ALTEZZA massima dei pannelli, LA GARANZIA dei lavori di manutenzione (esempio taglio dell’erba, con divieto assoluto di usare prodotti chimici), IL RISPETTO dei vincoli esistenti (fiumi, architettonici, terreni di pregio agricolo ecc. ecc.). Nel caso specifico di Sarrocciano, 12 ettari e pannelli di circa 4 metri di altezza, su terreni ad alto rendimento agricolo, con vincoli ambientali esistenti (in via di modificazione comunale) a 20 metri dalla strada provinciale 77, penso che sia doveroso intervenire. Anche in considerazione che, a 1.000 metri ci sono i “pozzi” dell’acquedotto di Morrovalle mi sembra opportuno vincolare con “IL DIVIETO ASSOLUTO dell’uso di prodotti chimici per il trattamento del suolo contro l’erba”. Vi sembra assurda la posizione del Fronte Verde e dei cittadini? Debbo poi aggiungere che a Colbuccaro, sempre sul territorio del comune di Corridonia, sul versante “Abbadia di Fiastra” (distante circa1/2 kilometri), c’è la strana situazione che un abitante del posto andrà a trovarsi circondato dagli impianti. Si ritroverà nel bel mezzo, circondato da 8 ettari di fotovoltaico (2 gia costruiti), con pannelli distanti 20 metri dalla propria abitazione, restando proprietario (sic) solo della strada per uscire di casa (o dal Bunker). Stabilire ora le regole per evitare di trovarci, domani, nella situazione della vicenda “Giorgini”. Se il comune aveva stabilito le REGOLE e i VINCOLI di protezione della vallata, oggi non correremmo nessun ricatto “TAR”. Non avendo nessun “Regolamento”, non avendo previsto criteri per la realizzazione di certe aziende, si corre il rischio (fondato) della ragione della SUAP. Poi dobbiamo considerare che Giorgini non ha la potenza economica e soprattutto politica che ha MERLONI, nella costruzione dell’impianto fotovoltaico di 12 ettari di Sarrocciano. (scusate la vena polemica) Mi scuso per lo spazio, ringrazio per l’attenzione. Tonino Quattrini
  • Elezioni provinciali, Pieroni (Pdci):
    “Coalizione Pd-Udc-Idv
    nefasta per il territorio”

    80 - Set 11, 2010 - 18:00 Vai al commento »
    @ Scusi sig. Pieroni Giorgio Bocca? Quello che ha firmato il manifesto della "legge sulla RAZZA"?
    81 - Set 10, 2010 - 13:07 Vai al commento »
    Caro sig. Cerasi Condivido la sua analisi, (anche se i motivi sono molto più ampi, almeno secondo me) ma gia nella seconda parte del suo intervento da delle risposte alla prima parte e al NON voto. Anche se non in tutto, è condivisibile il suo ragionamento. Penso importante l'argomento e spero di poter assistere ad un dialogo costruttivo sul tema, nel prossimo futuro. La partecipazione è il "succo" della democrazia. Lo "scontro" più è aspro e i toni "insultanti" e astiosi, più la gente si allontana dal voto. Berlusconi è stato fatto diventare un "centro di gravita permanente", per chi lo odia scatenando il "contro", con il risultato di allontanare i veri problemi e l'essenza prima della politica. Nessuno più si confronta sulle idee e le linee sociali. Un esempio è la vicenda "suap Giorgini" "tutti d'accordo escluso il popolo. cmq non è possibile essere chiari in poche righe ma è comunque importante iniziare a farlo. Tonino Quattrini
    82 - Set 9, 2010 - 22:25 Vai al commento »
    Non intervengo sul tema della provinca, la mia posizione è scontata e conosciuta dai più. Ma vorrei porre qualche riflessione tratte dal commento del sig. Cerasi, (al quale chiedo scusa per l'appropriazione). "il più grande partito è quello del NON voto" Ma in fondo a chi interessa? Chi vince è contento (meglio il NON voto che un voto contro), forse chi perde può essere scontento, (se prendeva qualche NON voto forse vinceva?) ma non era sicuro di prenderlo, infatti non lo ha preso. Allora ha che serve realmente il NON voto? Chiedo scusa a Cerasi, ma la penso così ...... Tonino Quattrini
  • Una lista di Fini
    alle elezioni provinciali
    E Conti critica Capponi

    83 - Set 9, 2010 - 14:35 Vai al commento »
    @ Cerasi Sono d'accordo, condivido le sue giustificazioni, anche se c'è ne sono altre. Come sono vere e valide le riflessioni del sig. Paolo. Ma mi piacerebbe che chi ha firmato e sostenuto per anni con scritti su giornali dell'epoca, ci desse le SUE opinioni o "giustificazioni". Essendo ancora (per fortuna) in vita, potrebbero essere utili al dialogo e al confronto per le giovani generazioni, evitando il "fiorire" di nuovi eventuali errori. Ma capisco che ciò non si addice alla propaganda di "parte". Meglio la "propaganda" e l'odio delle parti che chiarire e creare una società condivisa. Sarò anche un'illuso ma credo in una Speranza e continuerò a cercare e credere negli Uomini. Tonino Quattrini p.s. Chiudo qui la parentesi (razzismo) che nulla ha a che vedere con l'articolo, che merita attenzione propria, come tutti gli articoli di Cronache Maceratesi..
    84 - Set 9, 2010 - 0:15 Vai al commento »
    @ Cerasi Si il Re le ha firmate, cosi come ai nostri giorni il presidente della repubblica firma le leggi. La ringrazio per la segnalazione di wikipedia ma la conosciamo un po tutti e molte cose si possono leggere sui libri. Ma la mia curiosità è sapere il perchè, la motivazione che hanno portato molti intellettuali a firmare il "manifesto sulla razza". Abbiamo la fortuna che qualche firmatario è (per fortuna) ancora in vita. Ecco se ci dicesse il perchè le ha firmate forse aiuterebbe a capire. E una mia curiosita e forse aiuterebbe tutti a non ripetere alcune nefandezze della storia. Tonino Quattrini
    85 - Set 8, 2010 - 20:47 Vai al commento »
    @ Cerasi "le leggi razziali" avrei sempre voluto saperne di più? peccato che chi le ha firmate non ci ha mai dato delle spiegazioni. Tonino Quattrini
  • Aggressione al vu cumprà bengalese
    Le indagini confermano l’episodio

    86 - Set 2, 2010 - 18:02 Vai al commento »
    Spett.le Sig Marco Ribechi La ringrazio, sono d'accordo con lei, 15 anni non sono pochi ma se continuiamo a ragionare con le convinzioni espresse nei commenti ho timore che 15 saranno molto pochi rispetto a quelli che ci aspettano. Per questo abbiamo bisogno di un dibattitto più incisivo sui problemi e aperto, ma soprattutto dobbiamo uscire dalla logica che ci fa affrontare gli argomenti dall'ottica più favorevole alla Lega e a Berlusconi. Gli esempi che Lei ha fatto confermano ciò, non nasce niente all'improviso ma sono le conseguenze di azioni, le cause vengono da quello che si è fatto e creato prima. Dobbiamo comprendere (è mia opinione) che il "berlusconismo" non è nato con Berlusconi in politica, ma è un moto sociale affermatosi da molto prima. (cosi come la Lega e il leghismo). Berlusconi è solo il beneficiario di quel moto. (che poi gli abbiamo dato il suo nome per identificarlo è un'altro dei grandi errori nella guerra delle parole che è stato commesso). Il punto NON è solo di "riuscire a vedere la parità di dignità in ogni essere umano", ma dobbiamo riscontrare in ogni essere umano del Valori fondamentali, (la difesa della vita, la Libertà, l'amore, la giustizia ecc. ecc.) solo con valori, condivisi, possiamo avere una società degna di civiltà. Per questo credo che non dobbiamo aggredire (a volte con odio e razzismo) gli 10-11enni o i genitori o chi che sia, MA dobbiamo ricercare (dove, come, quando, perchè) per ricreare un tessuto sociale degno degli anni futuri. p.s. Ho utilizzato il vocabolario "Palazzi" perchè è quello che ho a casa ma ogni altro va bene, l'importante e capirsi e parlare con lo stesso, condiviso significato del termine. Ringrazio e saluto Tonino Quattrini
    87 - Set 2, 2010 - 13:45 Vai al commento »
    Chiedo scusa ma rientro nei commenti sperando di esprimere una opinione che stimoli e soprattutto riporti il confronto oltre il “razzismo”. Perché la vicenda di Civitanova non ha legami con il cosi detto “razzismo”, (questa è la mia opinione) MA ci dovrebbe portare a dibattere un argomento molto più presente e importante per la nostra società giovanile e non solo. L’Educazione civile, i Valori civili, le basi fondanti e fondamentali della nostra civiltà. Dai commenti trovo chi da le colpe alla Lega (presenza politica), ma la lega è presente nella politica Italiana da soli 15 anni. Altri al Berlusconi politico, ma anche questo è in politica da circa soli 15 anni. È possibile che questo sia la unica causa di tutto ciò? Anche perché non dovremmo forse chiederci Come mai la Lega è diventata cosi forte ed importante? Non sarà che le colpe siano anche di tutti noi? Affontare il “razzismo” contrapponendo altro “razzismo” non è il modo più veloce per alimentare il “razzismo”? Anche se dovremmo chiarirci sul significato che diamo al termine razzismo, perché a volte mi viene il dubbio (leggendo i commenti) che ognuno da una interpretazione diversa. Propongo dal vocabolario “Palazzi”: Razzismo = sm. Tendenza politica ad esaltare la purità della razza di un popolo, considerata come fondamento di sviluppo civile, perseguitando, segregando o privando dei diritti politici le minoranze. Cosa c’entrano gli 10-11enni con tutto questo? Tonino Quattrini
  • Immigrato insultato e preso a calci
    da ragazzini sulla spiaggia di Civitanova

    88 - Ago 28, 2010 - 18:30 Vai al commento »
    @ Mario Iesari proprio per questo, io concordo con lei, personalmente non so se è vero o non è vero. Penso che nessuno di noi, impegnati nei commenti, sa la vera realtà del fatto. MA tutti (pro e contro non interessa) diamo sentenze. I 10-11enni sono “razzisti”, i genitori ridono e sono “razzisti”, chi da la colpa alla Lega, chi al Grande Fratello, altri all’attuale governo associando cosi l’amministrazione di Civitanova, altri alla sinistra alcuni alla Chiesa. Tutti andiamo alla ricerca di una giustificazione per affermare le nostre posizioni di “parte”. Prendiamo una cosa per vera o falsa solo per affermare le nostra “parte”, non andiamo alla ricerca della VERITÀ, prendiamo la “notizia” e ne costruiamo una polemica, punto e basta. Il mio commento era provocatorio a far riflettere. Dovremmo prendere dalla notizia lo stimolo per confrontarci sulla società, sui valori che si presentano, dibattere l’indirizzo culturale, analizzare lo stato della scuola il suo percorso l’efficienza e la predisposizione dei nostri maestri, insegnanti, professori. Problemi che sono presenti e gravi nella società, aldilà se il “fatto” di Civitanova sia vero o falso. Per la cronaca del “fatto” se lo vogliamo affrontare da un risvolto giudiziario (il quale penso che non compete a noi ma alle forze dell’ordine e eventualmente alla magistratura): SE IL “FATTO” È FALSO? Perché è stato fatto? Per fare uno Scoop e diventare “famosi” come giornalisti? Per danneggiare l’immagine di una città? Ecc. ecc.. SE IL “FATTO” È VERO? Perché non si è chiamata la polizia? Perché non sono stati fatti individuare i responsabili? Perché non si è presenta una denuncia? (alla presenza di un reato non è dovere di ogni cittadino denunciarlo qui invece si è solo sparato nel mucchio). ecc. ecc. Cerco di terminare qui ogni riferimento al “fatto”. Vorrei essere disponibile e contribuire a commenti sulla realtà sociale, sui problemi dell’educazione civica, dibattere sull’educazione (famigliare, scolastica, televisiva ecc. ecc.) Senza cercare nemici ma confronto con tutti per migliorare la nostra “vita sociale”. Spero di essere compreso. La ringrazio Tonino Quattrini p.s. Qualcuno nei commenti ha affermato che rimanderebbe qualche genitore a rifare la prima elementare. Bene MA gia l'hanno fatta la prima elementare, anzi forse fprse è laureato. /vi sembra questa la soluzione)
    89 - Ago 28, 2010 - 14:59 Vai al commento »
    Voglio essere chiaro e preciso, lo ripeto il mio intervento non si richiama e non lo faccio per il “fatto” di Civitanova segnalato nell’articolo. Il “fatto” segnalato o è vero o è falso! Se è falso stiamo tutti criminalizzando una realtà sociale, descrivendo e criminalizzando dei bambini? Pensate quanta violenza fanno i nostri commenti sui bambini che hanno frequentato quella spiaggia? Se è falso, come spieghiamo i nostri commenti “razzisti” verso gli 10-11enni di Civitanova? Ora speriamo che il “fatto” sia vero. La giornalista non può dire di non essere intervenuta perché “Non è una educatrice”? Se il fatto è vero aveva il dovere di chiamare le autorità, segnalare il fatto, far identificare gli autori ecc. ecc. Lei non era “una educatrice” perciò è esente dal suo dovere di cittadino? Se sulla spiaggia nessuno faceva il lavoro di “educatori” erano tutti esentati ed è forse per questo che nessuno è intervenuto? Ma siamo seri, un “giornalista” ha diritto di cronaca ed è importante salvaguardarne la libertà di espressione. Ma la sua notizia di giornalista è “educatrice”, la sua cronaca e il suo pensiero influenza “l’educazione” dei lettori (in questo caso con risonanza non solo nazionale ma la notizia è stata ripresa anche dalla stampa estera) e i lettori sono la società. Perciò la scusa di “non essere una educatrice” per questo non “sono intervenuta” è una bufala o meglio diciamo che ha pensato meglio fare “lo Scoop”, meglio diventare famosi che aiutare dei 10-11enni a non sbagliare più? @ Marco Ribechi Per quando espresso sopra sono perfettamente d’accordo con lei. La sua analisi coglie il senso perverso di questa società, di questa cultura predominante, di questo “progressismo” senza un radicamento all’uomo, alla natura al valore della vita. Tutte le discussioni, le opinioni e i commenti vengono sempre utilizzati (a vantaggio o a giustificazione) per la “parte” politica e questo distrugge ogni possibile confronto e ricerca del miglioramento. p.s. Siamo cosi presi dal Nostro essere (e anche questo è “razzismo”) che nessuno si è posto la domanda o è stato preso dal dubbio: È VERA O È FALSA LA NOTIZIA?
    90 - Ago 27, 2010 - 15:09 Vai al commento »
    Vorrei intervenire nel dibattito, ma non entro in merito alla vicenda descritta nell’articolo, non è importante per le mie considerazioni, sapere il perché “nessuno” ha visto o voluto non vedere, se c’erano genitori o giudicati tali che “ridevano”, se chi ha visto non ha chiamato la polizia, non ha redarguito i “cosiddetti” genitori e ha preferito solo far scrivere le cronache. Nel mio ragionamento vorrei porre alcune considerazioni: da che scuola, da quale tipo di educazione e da quale modello sociale viene l’attuale stato di cose? Leggendo i commenti sembra che questi 10-11enni sono l’espressione di chi amministra (oggi), ma se chiediamo ai 10-11enni della politica Italiana non so quanti saprebbero rispondere e conoscano le regole civiche. Mia nonna (che purtroppo non c’è più) mi diceva che quando era bambina: i bambini del suo tempo” si alzavano e davano il posto all’anziano, quando incontravano un anziano, un maestro, un sacerdote ecc. ecc. salutavano e se l’avevano si toglievano il cappello. E sempre mia nonna mi diceva: quando i “poveri”, i “portatori di handicap” e gli “sconosciuti”, si presentavano nelle case (soprattutto in campagna) nessuno li allontanava, anzi veniva sempre offerto loro un bicchiere di vino e dato un qualcosa (poco ma veniva dato). Eppure all’epoca di mia nonna c’era una amministrazione non buona anzi cattiva, non democratica. Ora se seguiamo le giustificazioni avvallate e le accuse di responsabilità che esprimiamo nei commenti non facciamo una analisi costruttiva, ma cerchiamo una giustificazione, la avvalliamo con una scelta politica di parte e il problema rimane li, tale e quale. Non voglio dire che le opinioni dei commenti non hanno una fondata validità, MA non sono ne la causa ne la conseguenza. Siete mai stati a vedere una partita di calcio dove giocano i 10-11enni? Vi siete mai trovati nei minuti di ricreazione o di uscita dalle scuole? E per non parlare solo di 10-11enni: vi siete mai trovati ad una discussione fra un Juventino, un Interista, un Milanista o Romanista che sia? (sono pochi esempi ma ne conosciamo almeno altri 1.000). Dovremmo cercare (questo è un mio parere) di analizzare la nostra realtà sociale, da dove viene e dove sta andando, da che scuola viene e sta andando, i 10-11enni sono colpa dei genitori? Ma i genitori da che educazione e scuola provengono e soprattutto dove vogliono andare? Mi sto dilungando troppo e mi scuso, anche perché molto ancora avrei da riflettere. Spero di accendere un confronto costruttivo e una riflessione positiva per questi 10-11enni. Perché non sono sicuro su chi sia più vittima, sicuramente l’ambulante (e non come immigrato ma come “uomo”) e i nostri 10-11enni eredi della “costruzione” della Nostra società. Saluti Tonino Quattrini
  • Il nuovo ponte sul Potenza

    91 - Ago 19, 2010 - 13:21 Vai al commento »
    @ Cerasi Da quello che scrive non penso che sia diverso il nostro "concetto di proprietà privata" Condivo le sue analisi sulle "cose" e da queste opinioni dobbiamo ricercare con un confronto-dibattito di dare, come cittadini, quelle idee alternative (anche piccole non ha importanza, importante è trovare (piccoli) spunti per le soluzioni e cercare il "meglio collettivo") che rilanciano il senso sociale, solidale e condiviso. A presto Tonino Quattrini
    92 - Ago 18, 2010 - 15:30 Vai al commento »
    Caro Sig. Cerasi Le sue considerazioni sulle opere pubbliche sono vere e condivisibili, come sono vere e condivisibili le Sue affermazioni sulle diverse realtà con gli altri Stati e sono vere e condivisibili anche i giudizi sui politici. Pero dobbiamo anche fare un raffronto con la nostra realtà: la gente comune in Italia, forse non agevola il “lavoro di amici, parenti, amanti …..”? i politici non sono l’espressione del popolo che rappresenta? Dobbiamo tenere conto delle esperienze e delle realtà del passato? La Spagna appena trent’anni fa aveva il “Franchismo” ma non penso che sia questa la risposta. Gli Stati Uniti hanno una realtà sociale, in materia di lavoro, molto diversa dalla nostra? Ma non penso che sia questa la risposta: Non penso che anche noi dobbiamo avere lo stesso stato sociale Usa, almeno questa è la mia idea: è vero che il nostro stato ha troppe auto blu, troppi addetti nel pubblico, troppi lavoratori impegnati nella realizzazione delle opere pubbliche, troppi ufficiali rispetto agli Usa ecc. ecc. Ma oltre alle (giustissime critiche) vorrei anche affrontare le proposte alternative. Nella società attuale, con le problematiche economiche delle famiglie Italiane, come si pensa di impiegare i lavoratori impegnati impropriamente nelle attività (come Lei giustamente rileva?), gli ufficiali che non servono dove sarebbero impiegati? E gli impiegati pubblici? Ecc. ecc. In riferimento all’articolo e all’opera (Ponte, che è il tema centrale) mi sembra un’opera utile per la città e la viabilità nella nostra realtà locale. A meno che, non si voglia dar ragione a quella corrente di pensiero che vede con il ritorno al cavallo e alle carrozze la soluzione dei nostri problemi. Ma questo, pur se rispettabile e da dibattere, è un’altra storia……… Ringraziamenti Tonino Quattrini
  • “Il fotovoltaico
    non deve invadere
    il terreno agricolo”

    93 - Ago 11, 2010 - 19:59 Vai al commento »
    Sig. Iesari condivido Il nostro impegno non si deve fermare solo nell'argomento specifico ma dobbiamo ragionare in senso totale. Grazie Tonino Quattrini
    94 - Ago 11, 2010 - 17:25 Vai al commento »
    Spett.le Iesari La ringrazio per il suo contributo, le sue argomentazioni sono precise e condivisibili, utili ad un dialogo per avere una soluzione al tema. Certamente il documento redatto dal Fronte Verde sulla vicenda è molto più dettagliato e dibatte tutte le sue osservazioni. L’articolo di Cronache Maceratesi è chiaro e preciso (li ringrazio per lo spazio dedicato) comunque è sempre una sintesi e bisogna tenerne conto. Comunque mi permetta una osservazione al Suo ragionamento; “ le aziende agricole in questo momento non riescono a guadagnare con la loro attività caratteristica e vedono nel fotovoltaico una necessaria fonte di integrazione del reddito”. È una affermazione che Lei fa, vera e precisa. Ma non possiamo pensare che se l’agricoltura non rende dobbiamo optare al più “conveniente” e in questo caso distruggere la terra fonte primaria per l’alimentazione di una collettività. Penso sia più serio ed importante rivedere la politica agraria. Anche perché se ragioniamo esclusivamente in questi termini, dovremmo dar giustificazione anche a tutti quei imprenditori che lasciano l’Italia per andare dove è più facile fare “integrazione di reddito”. Ma non mi sembra giusta questa soluzione perché dannosa per la comunità. Poi si può per l’energia rinunciare al “pane”? Una politica corretta e seria deve, secondo il mio parere, non discriminare l’una e distruggere l’altra, ma operare per creare una crescita equilibrata e positiva per tutti gli operatori. Poi, chiedo scusa, nel fatto specifico del progetto stiamo parlando di una delle terre, forse la più bella, la più fertile e produttiva del territorio provinciale. Se poi analizziamo gli autori e i richiedenti dell’impianto certamente non è la necessita di “integrazione del reddito” la motivazione dell’opera. 12 ettari, con pannelli posti a 90 cm dal suolo fino ad una altezza di circa 4 metri, con una profondità di oltre 4 metri, più che un impianto per “integrare il reddito” mi sembra un “eco mostro della speculazione”. Vede spett.le Iesari, per chiarire l'affermazione a proposito di “egoismi o vecchio ambientalismo”: più avanti verso Macerata (circa 2 km) è stato realizzato un altro impianto fotovoltaico già in funzione, ma è più distante dalla strada, la grandezza è di circa 20.000 mq e i pannelli sono di circa 1,80 cm di altezza , (non che sia bello da vedere) ma è altra cosa, e nessuno di noi ha contestato. Ma qui è un’altra cosa! (120.000 mq è quasi il doppio del progetto Giorgini a Valle Verde) Comunque torno a ringraziarla per il Suo contributo alla discussione sperando che il dibattito e il confronto ci aiuti a far trovare una politica condivisa per il bene collettivo. Distinti Saluti Tonino Quattrini
  • De Simone: “Dopo Fini
    per il Pdl si apre una stagione politica nuova”

    95 - Ago 6, 2010 - 13:57 Vai al commento »
    SI Cerasi, tutto vero. Ma l'opposizione all'insediamento Giorgini è un atto che si puo inquadrare nel pensiero "conservatore" o nel "riformismo moderno o progressista"?. Le affermo questa domanda per delineare come sono riduttivi, furvianti e confusionari esprimersi con etichette generiche (destra, sinistra, centro, conservatori, progressisti, riformatori ecc ecc) la politica e le posizioni oramai sono più totalizzanti nel loro essere e per capirsi è oramai indispensabile uscire dagli scemi, dialogare e confrontarsi nei fatti. La gente nei fatti si trova molto in sintonia (oltre ogni appartenenza) ed è questo che preoccupa il "potere" il quale ci riporta sempre allo scontro (destra, sinistra conservatori, o parafascista ecc.). per annullare e dividere il "pensiero popolare". è il mio pensiero (opinione) Mi scuso Tonino Quattrini
    96 - Ago 5, 2010 - 23:56 Vai al commento »
    Spett.le Sig. Cerasi Posso convenire con Lei che l’argomento sia “lungo e complesso” e certamente trattarlo su questo spazio non solo annoierebbe qualche lettore ma non sarebbe corretto, nei confronti dei gestori del “sito”. Ma l’opinione sulla terminologia mi interessa per un confronto chiaro e costruttivo. Se avrà voglia di perdere del Suo tempo le sarei grato, magari utilizzando l’email csnquattrini@libero.it. Anche perché definire Fini con un semplice “conservatore europeo” non è che chiarisce l’argomento. Poi la definizione “parafascista” riferita a Berlusconi non vuol dire il contrario di tutto o di niente. Preferisco personalmente, trattare gli argomenti senza etichettarli nei “termini” per non ridurli in accademiche divisioni senza senso. Per chiarirci e cercare di capirci: L’insediamento della (ex compagno) Giorgini in zona Valleverde, è un fatto conservatore, parafascista o ……….. Con stima Tonino Quattrini
    97 - Ago 5, 2010 - 15:48 Vai al commento »
    Chiedo scusa se entro nel dibattito, Vi entro non per riaffermare la mia personale adesione al movimento Finiano, cosa oramai più che nota e neanche per criticare chi resta Berluscones. Le motivazioni politiche e le differenze fra i due “pensieri” è nota a tutti, e ognuno è libero di schierarsi con chi vuole e non mi interessano neanche i presunti motivi di accaparrare (o supplicare incarichi interni ed esterni). Ma una chiarezza va fatta ed è quella di comprendersi sulle etichettature di “Destra, Sinistra, Centrodestra, Centrosinistra, Centro o altro”. Nel PDL c’erano molti esponenti di destra ora molti meno, mentre c’erano e sono rimasti tanti, di sinistra. Ma questo avviene anche nei partiti cosidetti di “Centro sinistra”. Caro Sig. Cerasi cosa vuol dire per lei Destra (politicamente parlando)? Le chiedo scusa per la curiosità, ma vorrei capire. Con simpatia Tonino Quattrini
  • Quattrini: “Un Commissario
    al Comune di Morrovalle”

    98 - Lug 29, 2010 - 16:21 Vai al commento »
    Spett.le ipno Ciclicità delle discariche durata Max 3/5 anni. Chiusura e bonifica con creazione del bosco. Smaltimento dei rifiuti provinciali in provincia. Proprietà pubblica dei siti. Controllo giornaliero, accesso e pubblicazione dei documenti e bilanci. Raccolta obbligatoria “Porta a Porta” con MIN 80% (per le amministrazioni che non assicurano la raccolta stabilire lo scioglimento). Materia scolastica o corsi comunali di Ecologia e Ambiente. Rivedere la politica industriale del “Usa e Getta”. ecc. ecc. Queste sono alcune Ns idee, ma molte altre se ne possono confrontare e dibattere. Sulla mancanza di fiducia del cittadino concordo con Lei. Ed è per questo che a Morrovalle ho proposto il commissariamento e alla politica (tutta) di fare un passo indietro, Avremmo così dieci mesi di tempo per frugare ogni dubbio e per ritrovare poi insieme la fiducia del futuro. La Ringrazio per il dialogo e il confronto, MI ha dato la possibilità di avere idee nuove e confronti utili. Distinti Saluti Tonino Quattrini
    99 - Lug 29, 2010 - 15:53 Vai al commento »
    Spett.le ipno La ciclicita dei siti. Durata max 3/5 anni. Chiusura e bonifica con realizzazione del bosco. Proprietà pubblica del ciclo rifiuti. Smaltimento in provincia dei rifiuti provinciali. Materia scolastica o corsi integrativi su Ecologia e Ambiente. Raccolta differenziata i tutti i comuni con percentuale di MIN 80% (l'amministrazione che non la realizza (in un tempo stabilito) deve essere sciolta). Rivedere la cultura industriale del l'Usa e Getta. ecc. ecc. . Sulla fiducia dei cittadini Lei a ragione ed è pre questo che a Morrovalle ho proposto un "passo indietro" di tutte le parti politiche. Dieci mesi di riflessione per ricostruire insieme il futuro. Ma molte altre idee si possono mettere in campo, cerchiamo ognuno di fare la Nostra parte Non sarà facile, questo lo so. L'interesse dei "Pescicani" (economicamente parlando) è molto forte. MA DOBBIAMO PROVARCI. Grazie per il Suo contributo al confronto. Distinti Saluti a tutti Tonino Quattrini
    100 - Lug 29, 2010 - 12:57 Vai al commento »
    Spett.le ipno Vedo con dispiacere che Lei non ha letto e non è informato sulle proposte (eppure erano anche stampate nel programma elettorale alle recenti provinciali, quelle che non sono mai avvenute, vicenda LAM) MA c'è sempre tempo per informarsi. Il sottoscritto non ha mai detto che la discarica per rifiuti speciali non serve in provincia. Ho sempre detto che 28 anni in una sola zona sono oramai intollerabili, per quei cittadini. Ho anche detto e le dico, che cosa c'entrano i rifiuti della Campania in provincia di Macerata? Poi le aggiungo è possibile e giusto che i controlli degli organi competenti siano solo 4 ogni anno? (notizie prese oggi sulle cronache dei quotidiani) e non sto parlando del fatto che ogni controllo veniva preventivamente informato come sostiene l'inchiesta della magistratura. Ma, 4 controlli vuol dire 1 ogni 3 mesi, (sempre dalle cronache dei quotidiani) vi sono dichiarazioni di 50 camion a giorno (molti di notte se non tutti). Chiedo scusa, (ma mi viene una riflessione e un dubbio): OGGI c'è il controllo, poi per un mese si scaricano 1500 camion (50 al giorno) di rifiuti (accantonati) pericolosi e irregolari?, POI per 2 mesi 50x60 = 3.000 camion in media 100 quintali ognuno cioè 300.000 quintali sopra agli altri. E' possibile con un "sondaggio" al terzo mese rilevare il materiale dei primi 50 camion? Qui non c'è Destra, Sinistra, Centro, Sotto o Sopra che tenca, QUI si statta del territorio e della salute. Mi sembra giusto e corretto affrontare il tema discariche. Non ho la bacchetta magica ma solo delle idee, il CONFRONTO, un aperto Dibattito, e Proposte diverse, possono far trovare una SOLUZIONE possibile e il più corretta possibile. Poi, chiedo scusa per la polemica, ma se la gente vedevano i 50 camion possibile che il sindaco, i consiglieri comunali ecc. ecc. Non hanno mai visto e saputo niente? Con simpatia Tonino Quattrini
    101 - Lug 28, 2010 - 18:30 Vai al commento »
    Spett.le ipno Non comprendo bene il senso della sua domanda e cosa intende, ma possiamo parlarne e troveremo sicuramente un chiaro e coerente confronto. Il problema rifiuti non è semplice ma continuare a non affrontarlo è disastroso per il territorio e per la gente. Comunque le segnalo che la discarica di Morrovalle, come evidenzia l'inchiesta giudiziaria, tratta rifiuti speciali e non smaltisce quelli della provincia che vanno a Fermo e fino a qualche mese fa andavano a Tolentino. Perciò se chiude, cosa pensa che possa succedere in provincia? Forse si avrà qualche sponsorizzazione in meno? Di fatto è che a Morrovalle la discarica abbanca da 28 anni le sembra serio? Continuare a non affrontare il tema non è più possibile, i problemi vanno affrontati e dobbiamo cercare di risolverli. A disposizione Tonino Quattrini p.s. Non sono in possesso del "vangelo" ma se parliamo da ogni idea si può trarre un argomento per la soluzione. Non dico che le nostre proposte sono perfette ma vorremmo discuterle e confrontarle con altre. Ma NON possiamo in nessun modo calpestare la "dignità" e l'esasperazione degli altri. E mi scusi. ma 28 anni e camion che arrivano di notte non sono una bella cosa. Almeno che non pensi di trattare alcuni cittadini della provincia come "monnezza", e questo sono convinto che nessuno lo pensa e lo vuole. Disponibile a parlarne come quando e dove vuole. Permettetemi un ringraziamento a questo sito, che da modo di confrontarsi. A presto Tonino Quattrini
    102 - Lug 28, 2010 - 0:28 Vai al commento »
    Egr. Serena Mattioli Sono d'accordo con lei, e condivido anche la sua "Troppi innocenti sono stati distrutti dalle dicerie, troppi colpevoli sono a piede libero e qualcuno governa pure" e condivido anche "La vita e la salute sono un bene cosi prezioso che nessuno può giocarci". Qui a Morrovalle la discarica c'è da 28 anni e dal 2001 smaltisce rifiuti speciali (in maggioranza provenienti dalla Campania). Non è un problema da trattare solo con destra e sinistra o contro destra e sinistra. Ma risolvere il problema, chiudere la discarica e bonificare il territorio. Ed è proprio per quello che diceva lei che ho proposto le dimissioni del consiglio comunale, PD e PDL, destra e sinistra, maggioranza e minoranza o viceversa . Dobbiamo salvaguardare e ridare fiducia alla gente. Aldilà dei nomi, dei protagonisti e delle parti. La ringrazio e saluto Tonino Quattrini
    103 - Lug 27, 2010 - 21:02 Vai al commento »
    Spett.le serena mattioli ne censori, ne ricerca di colpevoli o gogna, Ma chiarezza e fiducia, per la magistratura che deve fare il suo corso e per la sicurezza. Per la tranquillità dei cittadini Non si chiede ne il PD ne il Pdl ma un "super parter", un Commissario che vigili e controlli i sondaggi,che realizzi la bonifica e la definitiva chisura della discarica, dopo 28 anni penso che sia ora di chiuderla. Chi ha amministrato e controllato fino ad ora, maggioranza ed opposizione, non mi sembra che hanno vigilato al meglio. Un commissario per soli dieci mesi, a maggio scade la legislatura e ci sono le elezioni, l'attuale sindaco ha svolto i due mandati perciò non si può ricandidare. Non viene tolto ne dato vantaggio a nessuno. Solo si cerca di dare fiducia alla gente e penso che ne abbia il diritto. Poi in dieci mesi la politica puo riflettere ed organirzarsi, e la gente puo scegliere democraticamente il suo futuro. Non ci sembra di chiedere tanto, solo il giusto non crede? Con simpatia Tonino Quattrini
  • Principi (SEL) sullo scandalo rifiuti:
    “L’amministrazione di Morrovalle
    sta operando con trasparenza per fare chiarezza”

    104 - Lug 26, 2010 - 1:22 Vai al commento »
    MA DI COSA STIAMO PARLANDO? "L’amministrazione comunale di Morrovalle sta dimostrando adeguata prova di senso di responsabilità tutelando in tutti i modi e le sedi"........ E' senso di responsabilità, dopo 30 anni di discarica, rinnovare la società "Morrovalle Ambiente" per altri dieci anni? E' senso di responsabilità, fare ricorso al TAR, per ambliare ad ogni costo la discarica? Il primo atto del sindaco di Morrovalle, esponente e consigliere provinciale SEL, è stato quello di ricorere al TAR contro l'allora presidente provinciale Pigliapoco, per abbancare a Morrovalle, ad ogni costo i rifiuti speciali della Campania? Ora si fa finta di niente? Ora si parla "di nuovo piano provinciale per una discarica di appoggio al Cosmari con il principio di rotazione e di responsabilità"? Ma di quale rotazione si può parlare in una discarica in funzione da oltre 30 anni? Ed ancora, secondo il responsabile del SEL: "L’amministrazione comunale di Morrovalle sta dimostrando adeguata prova di senso di responsabilità tutelando in tutti i modi e le sedi – anche giudiziarie- i propri cittadini ed il territorio in cui essi vivono"....... Ma di quale dimostrazione stiamo parlando se dopo 20 anni (10 da vice sindaco e 10 da sindaco dell'esponente del SEL) Morrovalle non ha ancora le fogne e un misero depuratore? I pozzi in contrada Fontanelle, (dopo 20 anni) ancora pieni di idrocarburi (92%)? NON interessa l'aspetto giudiziario sulla vicenda, a questo pensa la magistratura, ma il risultato politico è chiaro e la SEL se ne assuma la sua responsabile paternità. Ai bleff di Capponi si aggiunge il bleff della SEL.
  • Scandalo rifiuti
    Ecco i nomi
    degli arrestati

    105 - Lug 18, 2010 - 9:48 Vai al commento »
    CHIRIMENTO: Chiedo scusa ma devo chiarire e rettificare alcune mie affermazioni fatte nei commenti. La mia esposizione riguarda solo interventi di considerazione politica, non è mia intenzione entrare in merito alle responsabilità nei fatti, non mi compete e non è importante per le mie considerazioni. Devo rettificare alcune imprecisioni: Sulla nomina di Briganti a amministratore, nomina fatta dal sindaco PDL di Porto San Giorgio, e mai contestata dai vertici PDL. Ho eroneamente parlato di "San Giorgio Servizi" invece è la "San Giorgio Dstribuzione" e nei componenti ho mensionato un tal Brizi, invece il nominativo giusto è Luzi (nominato presidente della San Giorgio Distribuzione). La San Giorgio Distribuzione non ha nessun legame con le vicende legate al dibattito ma riguarda solo una contestazione alla politica e a certe nomine assunte senza un confronto politico interno alle forze politiche. Restano tutte le preoccupazioni per la vicenda legate al pericolo di inquinamento e alla salute dei cittadini. Mi scuso per le imprecisioni Riaffermo le considerazioni politiche che sono atte a spronare gli attori politici a promuovere ogni iniziativa a difesa delle persone, del territorio e della buona amministrazione. Riprendiamo a sorridere Tonino Quattrini
    106 - Lug 17, 2010 - 17:26 Vai al commento »
    Caro Cerasi Non ho aperto io il tema Discarica della Pieve. Lei è certo e sicuro che tutto sia stato ottimo, la cosa per Noi non mi dispiace. Ma visti i personaggi coinvolti ed uno di loro è stato incaricato sia per la discarica della Pieve e operava anche a Morrovalle, è solo un "dubbio" ma sicuramente a Macerata non ha fatto niente e Morrovalle invece ..... puo darsi! Cmq non è proprio vero tutto quel che dice di Macerata, (non so se ci sono state mazzaette" ma la vicenda del BioGAS l'hai dimenticata? Ma è un'altro argomento ora mi sembra grave, molto più grave Morrovalle. Per il resto convengo con Lei in tutto, perciò NON abbassiamo la guardia, NON dividiamo la gente per "schemi" e soprattutto NON restiamocene zitti. Più siamo a parlare più riusciremo a recuperare una vita comunitaria naturale, libera e salutare. La ringrazio per l'impegno a presto @ Agostino Regnicoli il Francesco Acquaroli di cui parlo io è l'attuale sindaco di Morrovalle, consigliere provinciale del SEL dimissionato dalla LAM. Quello del PdL è un altro che ha lo stesso nome e cognome (onomia). Quello che mensiona lei (Roberto) è il cugino, anche lui di Morovalle ma con l'amministrazione comunale non c'entra niente, so che è di sinistra ma non so dirti di quale gruppo. @ Angeletti e Stefoni Concordo con voi per quando riguarda la trasversalità, ed è anche per questo che ognuno, nella sua parte, deve fare del suo meglio per isolare le cosidette "mele marce" o meglio gli "asfaltaristi" e dare piena dignita alla Politica, quella con la P maiuscola (se sarà mai più possibile?) dobbiamo crederci e provarci. Almeno così la penso io. Tonino Quattrini
    107 - Lug 17, 2010 - 13:36 Vai al commento »
    NO caro Umberto hanno votato per la "Morrovalle Ambiente" confermando per altri 10 anni la vita dopo la quale grazie a essa è giunta la richiesta di ampliamento. FATTI DARE LA DELIBERA VOTATA così puoi giudicare. Poi ancora: Perchè BRIGANTI è stato chiamato dal PDL ad amministrare la San Giorgio Servizi? Non faccio del PDL "ogni erba ed un fascio", Ma molte cose non vanno ed è indispensabile un CONFRONTO ma a Morrovalle come in altri comuni della provincia si blinda e decidono tutto in due o tre. Poi questi sono i risultati leggiti i giornali di oggi. A Cerasi; Prima-prima..... spiegati non ho problemi a parlarne. Sulla discarica di Macerata: Mi sembra che uno degli arrestati sia stato dirigente in quella discarica in rappresentanza del comune. Sei proprio sicuro di quello che dici? Perchè non chiediamo un sondaggio sulla discarica di Macerata, così tanto per essere più sicuri. Poi una domanda provocatoria (ma sempre con spirito di confronto costruttivo) Morrovalle, Macerata, Potenza Picena, Tolentino .... ma come mai le discariche sono quasi esclusivamente dove stanno le amministrazioni di una certa parte? L'altra parte non è esente da colpe perchè in definitiva quasi mai si è opposta anzi in qualche caso ha partecipato alla gestione (vedi Cosmari, Cingoli, Appignano, Mogliano ecc) Perchè non apriamo un dibattito tanto trasversale per ottere i risultati come nella vicenda Giorgini? O vogliamo pensare al prima-prima-prima. Con simpatia Tonino Quattrini
    108 - Lug 17, 2010 - 1:13 Vai al commento »
    Caro Cerasi Prima quando? Quando stavano nel PSI? Quando stavano nel PCI? O altro ........... Le discariche poi? Ne vogliamo parlare? A Morrovalle la conoscono da tempo si sa chi l'ha voluta nell'80 e la vuole ancora oggi.
    109 - Lug 16, 2010 - 20:21 Vai al commento »
    Caro Umberto I consiglieri comunali del PDL a Morrovalle però hanno votato a favore della "Morrovalle Ambiente" Chiedi al tuo collega consigliere Palmieri, quello che è stato imposto da Capponi, escludendo ad ogni costo il sottoscritto. Allora non ne capivo il perchè, purtroppo oggi è tutto più chiaro. Poi il sig BRIGANTI RODOLFO, perchè il PDL lo ha nominato in una sua amministrazione, comune di Porto San Giorgio, dove è stato cacciato via il vicesindaco (area AN) Carlo Del Vecchio contrario alla nomina? Dobbiamo fare molta chiarezza all'interno di questo PDL non credi? Siamo forse diventati peggio della sinistra? Tonino Quattrini
    110 - Lug 16, 2010 - 17:54 Vai al commento »
    Ma la Senesi di Morrovalle (diretta da Rodolfo Briganti) non è stata lo sponsor ufficiale (con tanto di stand) del "Festival Nazionale del Partito Democratico" (o DS) svoltasi in quei anni a Pesaro? La Senesi non è la socia di "Morrovalle Ambiente" del comune di Morrovalle e Rodolfo Briganti non nè è l'amministratore unico voluto e nominato dall'allora sindaco ed ora assessore regionale PD Sara Giannini? Rodolfo Briganti non è ancora l'amministratore di "Morrovalle Ambiente" e il sindaco di Morrovalle Francesco Acquaroli consigliere provinciale SEL, il partito di Ventola, decaduto dal ricorso Lam? Rodolfo Briganti non è lo stesso che anche il PDL ha nominato amministratore della SAN Giorgio servizi insieme al maceratese Pasquali (Fondatore Cosmari) e l'avv. Brizi? Ecco perchè, nel 2005 l'amministrazione comunale di Morrovalle si rivolse al TAR per avere ad ogni costo i rifiuti della Campania? Ecco perchè, l'anno scorso tutti i consiglieri comunali di Morrovalle PD e PDL votarono insieme la delibera che rinnovava la società Morrovalle Ambiente? Ecco perchè, sono in questi giorni tornati i camion dei rifiuti (50 circa al giorno a detta dei residenti vicini)? Ecco perchè, il sindaco di Morrovalle Francesco Acquaroli ( dirigente del SEL partito della neo officina Niki) ha ricorso al TAR per riaprire la discarica Senesi? Spero che le domande siano solo lo sfogo di "uno" che da 30 anni si batte contro la discarica di Morrovalle. Spero che in quel sito non ci siano i rifiuti che si parla nell'articolo, spero....... ma il mio ottimismo incomincia a vacillare. Ecco perchè alle elezioni provinciali quando chiedevo una regolamento provinciale per la gestione pubblica e regole nuove per le discariche Capponi e Silenzi con tutti i partiti loro alleati facevano orecchie da mercanti (pardon sordi)? Cosa ne pensano i lettori e i giornalisti di CM? Smentitemi per favore! Preferisco essere smentito, avere torto, che avere rifiuti tossici e nocivi seppelliti nella nostra provincia. Mentre paghiamo pure per smaltire i rifiuti solidi urbani a Fermo. Tonino Quattrini
  • Confindustria scende in campo
    a sostegno della Giorgini:
    “Carancini abbandoni le ideologie”

    111 - Lug 15, 2010 - 18:30 Vai al commento »
    Caro sig Principi non se la prenda per il dott. a volte ci sono più dott. fra noi operai che in tanti dott accademici (dott. come stile e apertura ai problemi). Nulla da eccepire nel suo ragionamento, anche se viene chiaro alla luce le difficoltà e la debolezza della politica di indirizzare e determinare le scelte. Sulle mie affermazioni su Carancini ho solo ripreso le SUE dichiarazioni pubbliche (basta guardare le rassegne stampa) ma se lei dice ciò che afferma non riesco a capire perchè le abbia fatte. Cmq non è un problema grave l'importante è quello che si dice e soprattuto si fa ora. Sulle sentenze TAR a cui si riferiva il sig. Luzi non posso dire niente ma di sentenze TAR che poi hanno determinato la realizzazione delle opere chieste ne conosciamo: Le cave, alcune discariche e anche aziende. di solito si riesce a trovare l'accordo regalando concessioni in altre zone o trasformando le aziende in zone per edificare case. Ma non è questo il caso, c'è la garanzia del sindaco che anche Lei conferma: Ma perchè la politica ha aspettato tre anni? e poi in quella zona c'è ancora l'agricoltura o certi lavori sono già avviati? se sono stati avviati perchè nessuno li ha bloccati o denunciati, se il nulla osta del comune deve ancora arrivare? O forse certe cose si possono fare? Stiamo su posizioni politicamente opposte ma se condividiamo le scelte non ho nessun problema a sostenere la battaglia. Speriamo che alla fine nessuno tradisca. Sono un eterno ottimista perciò penso che la spunteremo. i miei più sinceri in bocca al lupo: Tonino Quattrini Fronte Verde
    112 - Lug 15, 2010 - 15:41 Vai al commento »
    Egr. dott. Principi. Le chiedo scusa ma dove avrei detto di Carancini in Giunta e che avrei sbagliato non sapendo che era solo Capogruppo? Non scrivo molto bene e faccio anche errori grammaticali ma sono sempre chiaro e coerente e tutto quello che scrivo e sempre documentabile nei fatti. Poi ho solo ripetuto le dichiarazioni di Carancini, se quel che ha detto non è vero se la prenda con Lui. Poi, il fatto di per se, in fondo non sarebbe neanche cosi drammatico. Il drammatico è che in 10 anni di amministrazione NESSUNO ha mai posto al sicuro Valleverde con un vincolo naturalistico, architettonico e storico. (cosa ci si voleva fare veramente in quella zona?) NESSUNO tre anni fa quando è iniziata la richiesta SUAP ha puntato i piedi, si è opposto all'interno della amministrazione, NESSUNO ha lasciato l'incarico o minacciato dimissioni. POI i cittadini si sono organizzati e allora tutti ora diventate eroi? è troppo comodo. Ma non mi importa del passato, purtroppo il danno è fatto, ora cerchiamo di venirne fuori. Resto contrario all'insediamento anche se l'eventuale TAR dovesse dare ragione a Giorgini, anche se le casse del comune dovessero sborsare soldi. Sempre meglio che l'insediamento. Poi le responsabilità le valuteranno i cittadini alle prossime elezioni, io accetto sempre il verdetto elettorale. Pero se oggi c'è il problema GIORGINI la politica amministrativa di Macerata avrà le sue colpe. In questi tre anni dove erano? Ora Bisogna fare fronte comune contro la Giorgini e tutte le speculazioni del territorio Non servono cercare polemiche e propinare divisioni. La ringrazio Tonino Quattrini
    113 - Lug 15, 2010 - 12:17 Vai al commento »
    Spett.le sig.ra Tamara condivido il suo ultimo commento, so che il problema è complesso e incide in una miriade di interessi e tipologia. I comuni nel redare il PRG dovrebbe prevedere e tutelare il "bene comune" e il "comune" sono tutti i cittadini (imprenditori, dipendenti, impiegati, pensionati, studenti ecc) sono le regole (leggi) che ne delineano la rotta. Fare il PRG è stabilire le regole e Macerata si è data queste regole che permette l'insediamento Giorgini, non possiamo nascondercelo. Ora serve a poco piangere sugli errori , le scelte elettorali (tre mesi fa) e amministrative (l'ok del consiglio alla Giorgini). Non serve più sapere che Carancini ha votato a favore ed ora ha cambiato opinione. Non serve a niente saper cosa ha fatto il PDL, l'UDC, il PD, l'UDV ecc. ecc. Dobbiamo condividere una scelta oggi, qualunque sia, a maggioranza. Io sono contrario a questa cementificazione di Valleverde, disposto anche a rischiare che il comune debba rimborsare la Giorgini, BASTA evitare lì l'insediamento e il CEMENTO. Dobbiamo impegnarci di più, per evitare in futuro PRG con le logiche del passato, dobbiamo chiedere agli amministratori vincoli di salvaguardia, della gestione pubblica del territorio ecc. ecc. Tutto quello che lei ha scritto nell'ultimo post è condiviso, vede con il confronto anche su posizioni completamente opposte si trova la strada da seguire. Ora bisogna non abbassare la guardia e continuare a fare opinione politica. Con stima Tonino Quattrini
    114 - Lug 15, 2010 - 2:12 Vai al commento »
    Il sig. rpiccia ha ragione sulle pretese degli imprenditori, ed anche su certi atteggiamenti di arroganza e volgarità. Ed ha ragione sul diritto della collettività del rispetto delle risorse paesaggistiche, storico - culturali e socio - economiche. Ma in questo caso non c'è la dobbiamo prendere con l'imprese che pretende, se la richiesta è legittima. Perchè, Valleverde non è stata inserita nel PRG come zona agricola di interesse paesaggistico, storico - culturali e socio - economiche? Se il PRG fatto dall'aministrazione comunale non ha previsto la zona Valleverde con quei vincoli, l'arroganza non è solo degli imprenditori ma anche della furbesca opera degli amministratori. Se non ci fosse stata la contestazione e la pressione della popolazione, i candidati sindaci avrebbero mai preso l'impegno in campagna elettorale? Il voto in consiglio sarebbe stato rinviato (come è avvenuto) o avrebbero gia da tempo votato? Il "lupo" non è solo imprenditore ma anche "amministratore pubblico"!
    115 - Lug 15, 2010 - 0:57 Vai al commento »
    Chiedo scusa alla sig.ra Tamara Moroni Ma cosa vuol dire "il sindaco si è impegnato a delocalizzare la Giorgini da un'altra parte"? Forse la natura, la salute e le persone di un'altra parte sono di sere C. Se una azienda è insalubre, cementifica e distrugge la natura e non va bene per Valleverde perchè dovrebbe andare da un'altra parte? Chiedo scusa anche al sig. Cerasi Ma la Giorgini è in regola con tutte le norme, le leggi e i requisiti stabiliti dal PRG? Se la risposta è NO il problema non esiste non si deve fare ne a Valleverde ne a Vallebianca o Vallerossa. Se la risposta è SI allora le colpe di chi sono? E soprattutto cosa dovrebbero fare gli amministratori o avrebbero dovuto fare per evitare quello che è accaduto? Distinti saluti Tonino Quattrini
  • Carancini tranquillizza i cittadini:
    “Ora Valleverde non corre alcun pericolo”

    116 - Lug 15, 2010 - 14:48 Vai al commento »
    Eravamo quasi in diretta ah la tecnologia..... Neanche io conto nulla, ma il TAR si, e decide, e dopo eventuali vari gradi il Consiglio di Stato arriva l'inappennabile. A poco interessa se la decisione costa soldi alle casse amministrative. Non è la prima volta che ciò accade? o mi sbaglio? Spero per noi cittadini che ciò non accada, ma l'esperienza mi vede preoccupato. le norme sono norme e leggendo la vicenda non sono tranquillo, spero di sbagliare. Di nuovo Tonino Quattrini
    117 - Lug 15, 2010 - 14:22 Vai al commento »
    Egr. sig.ra Tamara nessun problema a parlarne di persona sicuramente resterebbe più facile capirsi. Ma anche in questo caso ci stiamo chiarendo e capiti, diciamo le stesse cose e forse anche con la stessa visione della politica. Quello che Lei dice è vero e sono d'accordo con lei che l'ultima parola deve spettare alla politica. Purtroppo poi c'è il TAR e questo legge gli atti vede la legge (che a volte l'interpretazione è diversa da un giudizio all'altro basta guardare la vicenda lam) e decide. Per il TAR Giorgini, Quattrini o Moroni son cittadini come tutti e se uno è nelle regole gli viene data ragione. Forse neanche un referendum potrebbe essere considerato valido dal TAR sul diritto privato e di libera (sic) impresa. Il problema ora è tutto qui. Ed è forse anche per questo che Carancini ha rinviato il consiglio, deve trovare un appiglio, un valido motivo regolamentare per giustificare il NO e purtroppo la Giorgini da tre anni fa sempre la stessa richiesta e produce attestati di conformità. Sono gli amministratori che non hanno bloccato subito la pratica, anzi in altre occasioni hanno votato per la Giorgini (lo ha dichiarato anche Carancini, dice perchè non aveva approfondito la vicenda, ma forse è più giusto dire non c'era ancora un comitato di cittadini forte che si opponeva). Comunque anche se il TAR da ragione a Giorgini meglio risarcirlo che farlo costruire. L'importante è NON commettere più gli stessi errori. La saluto e smetto di trattare i commenti di questo articolo per non monopolizzare e diventare ripetitivi, ed anche perchè mi devo concentrare sui 12 ettari di Sarrocciano (a distanza di circa 3.000 metri da Valleverde) La saluto ad altre occasioni Tonino Quattrini
    118 - Lug 15, 2010 - 3:53 Vai al commento »
    Chiedo scusa alla Sig. Tamara, non è mia intenzione creare confusione, la mia è la ricerca di dialogare e confrontarsi per non avere più certi problemi nel futuro. La mia personale posizione sulla vicenda, penso, sia chiara. CONTRARIO, lo sono stato per la EuroInga di Morrovalle, lo sono per il mega (12 ettari) impianto fotovoltaico che vogliono realizzare a Sarrocciano figuriamoci per la Giorgini. In quella zona non si vuole costruire solo oggi, nel passato mi sembra che ne sono stati costruiti mostri di cemento. o sbaglio? Il voto che il comune deve esprimere è l'ultimo atto di una procedura avviata (SUAP) ben tre anni fa. o sbaglio? Agriturismi sono da diversi anni esistenti in zona. o sbaglio? Sorvoliamo sul verde e agricoltura. Ma l'Abbazia di San Claudio e da un pò di tempo che c'è in quella zona. o sbaglio? Non pensa che il vincolo si dovesse mettere prima! o sbaglio? Il PRG è già in essere ed attivo infatti si deve votare "una variante al PRG". Ora veniamoalla vicenda, sperando di riuscire a spiegarmi, Per legge le nuove industrie insalubri di prima classe possono e devono essere richieste in zona agricola. Valleverde nel PRG è zona agricola. o sbaglio? Tramite la SUAP l'interessato aquirente o proprietario del terreno, chiede di costruire (realizzare le mura e accessori) questo vota il consiglio comunale, è una variante perchè i muri, il verde attrezzato ecc. sono nuovi prima non c'erano. ANCHE quando ognuno di noi chiede di aprire una finestra nella nostra casa dobbiamo chiedere una variante al PRG e se la casa non ha vincoli viene concesso. Ora veniamo a GIORGINI, la sua richiesta è in una zona agricola? SI. la SUAP ha dato tutti i pareri favorevoli? SI. Ora il consiglio vota e deve motivare il suo voto. In caso di voto contrario quale è per colpa della GIORGINI? In un eventuale ricorso al TAR perchè dovrebbe perdere la Giorgini? Noi diciamo, oggi, per la difesa della natura, della salute e l'interesse architettonico culturale, ma nel PRG è zona agricola, non c'è niente di tutto questo. o sbaglio? Mi scuso per la lunghezza, ma provo ad essere più chiaro: Vicino al fiume si può costruire? NO! c'è il vincolo di rispetto stabilito per legge. Sopra una strada si può costruire? NO! c'è il vincolo stabilito per legge. Su una zona agricola con vincolo architettonico si puo costruire? NO! c'è il vincolo stabilito per legge (PRG). Su zona agricola si può costruire un negozio? NO! è zona agricola. Nel caso Valleverde qual'è il vincolo (zona agricola)? dove la legge richiede ed obbliga le aziende insalubre ad andare a costruire. Dico tutto questo per evitare errori nel futuro. Basta essere più attenti al bene comune. Attenti sempre, non solo quando c'è le elezioni e bisogna accontentare e promettere per prendere voti. Ora dobbiamo far si che il sindaco tenga duro e mantenga la posizione, a costo anche di dover risarcire Giorgini (se ha tutto in regola) l'importante è evitare lo scempio del territorio e difendere salute, bellezza naturale e architettonica. Ma per il futuro dobbiamo cercare di prevenire, perchè dopo, a volte è troppo tardi e costoso. Scusatemi Tonino Quattrini
    119 - Lug 14, 2010 - 18:52 Vai al commento »
    La vicenda Giorgini sta scoprendo tutta la inefficiente e la responsabilità politica dei nostri amministratori che cercano ora di tappare la “falla”. La vicenda Giorgini è molto più chiara e semplice di quello che si vuol far credere, Vorrei permettermi di affrontare con i lettori di CM la vicenda ponendo dei quesiti al confronto - dibattito: Mi domando; La GIORGINI a tutte le carte in regola oppure NO? Se la risposta è NO! Perché viene rinviata la votazione del consiglio Comunale? Non ci sarebbe nessun pericolo o motivo. La richiesta non è in regola, è un diritto bocciarla. Oppure la GIORGINI ha TUTTO in regola, ha fatto tutto secondo le leggi e le norme amministrative per realizzare l’impianto! Questo spiega il motivo del rinvio: cercare una via d’uscita senza pagare le colpe. A difesa della seconda ipotesi c’è già un voto comunale, compreso il voto favorevole, dell’attuale sindaco quando era capogruppo di maggioranza. Dopo questa prima considerazione veniamo alla seconda, proposta da molti in tanti commenti: Scambiare con la GIORGINI il luogo, c’è chi propone siti dismessi, chi terreni con fabbricati da tempo chiusi. Ora sappiamo che ciò NON è POSSIBILE, la legge stabilisce che i nuovi insediamenti di aziende insalubri di prima categoria devono per legge essere locati in zona agricola. Perciò la soluzione non è praticabile. L’unica possibile è reperire un altro terreno agricolo. Ma qui mi pongo delle domande: se l’azienda è insalubre perché i cittadini di altre zone devono avere l’inquinamento? Esistono forse cittadini a Macerata che devono pagare per altri? Se poi il problema non è l’inquinamento ma la CEMENTIFICAZIONE, trovando un’altra zona forse non ci sono più i 70.000 mq di cemento? Ultima considerazione: se non è un problema di inquinamento e neanche di cemento ma di difesa della natura e di interesse architettonico culturale. Perché non si è posto il vincolo quando si è votato il PRG? Se quella zona era difesa e preservata dal PRG con vincoli Naturali o Architettonici, sicuramente la GIORGINI non avrebbe mai potuto avviare la SUAP per quei terreni. Se lo avesse fatto, allora sì, avrebbe avuto torto. In questo caso qual è il torto della GIORGINI? Certo mettere i vincoli sul PRG avrebbe impedito la commercializzazione e l’edificabilità edilizia futura di quelle terre e davanti al “Dio Denaro” non c’è amministratore, di destra di centro di sinistra di sopra di sotto che tenga, trovano sempre una compattezza trasversale unitaria, basta vedere chi come e perché hanno votato il “piano casa” alcuni mesi fa, Carancini compreso. Questa ultima considerazione è un “mio” modo di vedere e non si riferisce alla vicenda SUAP GIORGINI, ma non riesco ha rimanermene zitto. Purtroppo (o per fortuna) sono fatto così. Tonino Quattrini
    120 - Lug 13, 2010 - 22:30 Vai al commento »
    Il rinvio del voto del consiglio comunale ha, purtroppo, una realtà con un significato ben preciso. SALVARE IL SALVABILE o meglio SALVARE CAPRA E CAVOLI. Ma ciò non sarà facile o possibile, alla fine qualcuno deve pagare o rimetterci per gli errori di amministratori del passato e del presente.
  • Il fotovoltaico invade Sarrocciano
    I pannelli copriranno
    12 ettari di terreno agricolo

    121 - Lug 15, 2010 - 17:27 Vai al commento »
    Grazie sig, Nardi per le idee proposte, invito i lettori a suggerire proposte abbiamo bisogno di idee, anche le più strambalate non abbiate timore, in ogni opinione si può cogliere cose positive. Per il sottoscritto e l'associazione che ho l'onore di dirigere, è per le energie alternative in principal modo il Fotovoltaico. Prima le case, i capannoni industriali, gli edifici pubblici, le zone agricole meno produttive ecc. ecc. Nel progetto specifico chiediamo che non siano modificati i vincoli, fluviali (Chienti), le zone storico culturali (la piccola abbazia di Sarrociano), e quello stradale (Statle Macerata-Civitanova). Già non modificando i vincoli esistenti limpianto avrebbe una buona riduzione di estensione. Altra richiesta i pannelli max 1- 1,30 di altezza contro i quasi 4 metri proposti ( -impatto visivo) non mi sembra che poi la gente chieda la luna. Ringrazio tutti quelli che vogliano dare idee e consigli. Grazie Tonino Quattrini Fronte Verde
    122 - Lug 15, 2010 - 12:38 Vai al commento »
    Grazie sig. Giglioni per la documentazione, non voglio sapere come sarà quel vino anche se i pannelli sono alti ma molto stretti e più radi della norma per permettere l'entrata della pioggia e del sole. Speriamo almeno che quel vino prodotto non abbia anche la denominazione DOC. Quelli fra gli ulivi sono piccoli impianti forse, sicuramenti per uso privato. Come si utilizzasse i tetti di casa per il fabbisogno personale. (è cosa ben diversa dai 12 ettari e 4 metri di altezza di Sarrocciano) Sulla pubblicità c'è anche molto di peggio ed è anche per questo che non possiamo stare zitti e accettare tutto e il contrario. Sui grandi impianti a scopo speculativo, anche se i committenti si chiamano Berlusconi, Agnelli o come nel caso specifico Merloni. Almeno per quando riguarda il sottoscritto, non starò mai zitto, poi non conterò niente, non otteremo niente, ma il silenzio non mi è possibile. Volenti o nolenti son fatto così (per fortuna) Grazie di nuovo per i link mi serviranno molto, grazie. Tonino Quattrini
    123 - Lug 15, 2010 - 2:40 Vai al commento »
    Egr. sig Giglioni Non so degli impianti realizzati fra gli ulivi e le vigne, ma mi sembra improbabile, Gli ulivi rientrano fra le piantagioni protette e le vigne sono troppo strette per impiantarci i pannelli, è anche impossibile realizzare pannelli sopra le piante mancherebbe la pioggia e il sole per la maturazione dei frutti. Comunque hai ragione sul discorso economico e sulla resa economica. Oggi, purtroppo, vale molto meno il lavoro di chi dà il "pane" a chi fa funzionare i climatizzatori. Ma questa deve essere un'accusa contro il sistema NON una giustificazione. Nella stessa zona è stato realizzato un impianto fotovoltaico di 2 ettari con pannelli alti meno di 2 metri, Non sono belli da vedere ma nessuno si è opposto. Poi non parliamo di zone collinose o di scarsa coltura, ma della zona più fertile, con acqua e superproduttiva. 12 ettari con pannelli alti 4 metri, questo è quello che si contesta in primo luogo, NON possiamo giustificare tutto con il "dio denaro", altrimenti rende più 7 ettari di fotovoltaico, 7 ettari di agricoltura o la GIORGINI? Se seguiamo la sua giustificazione il risultato qualle sarebbe la Giorgini? Poi le chiedo scusa, ma lei pensa che il proprietario dei terreni (12 ettari) di Sarrocciano ha fatto il calcolo con il reddito agrario? è più importante ed è con altri interessi che vive e bene. Ma questo non è e non deve essere una discriminante. Guardiamo solo l'opera e l'impatto ambientale.
    124 - Lug 15, 2010 - 1:45 Vai al commento »
    Egr. sig. Giglioni Non so se esistono impianti fra gli ulivi o in mezzo alle vigne, anche se la cosa mi sempra impossibile. Gli ulivi rientrano fra le piante protette e le vigne sono troppo strette per permettere la posa di pannelli fotovoltaici. I pannelli dovrebbero essere più altri per l'esposizione al sole e allora addio alla naturale maturazione dell'uva. Ma il problema non è questo, almeno nel caso di Sarrocciano. Giusta è invece la sua considerazione sulla opportunità economica e sul guadagno più alto con l'affitto al Fotovoltaico che con la reddita agricola. Ma il problema è la politica economica che colpisce l'agricoltura, vale meno (o meglio viene valutato meno) il lavoro di chi da il "pane" alla gente, mentre per far funzionare i condizionatori permette lauti guadagni ai promotori di energia. Ma non possiamo per il "dio denaro" distruggere la natura e la vita dove viviamo. Vede sig. Giglioni, in quella zona già esiste un impianto Fotovoltaico, un impianto di circa 2 ettari con pannelli alti max 2 metri, Non è un bel vedere o il massimo per la natura agricola, ma nessuno ha contestato l'opera, anche in rapporto alle sue stesse considerazioni esposte. 12 ettari, pannelli di 4 metri di altezza, in una terra pianeggiante e fornita di acqua è cosa ben diversa da zone in collina. Ma la cosa che più interessa è le regole. Vogliamo che tutti i comuni siano forniti di un regolamento, che si stabilisca la grandezza, l'altezza e la potenza max altrimenti la "giungla" crea le strane speculazioni e incomprensibili contrasti fra le persone (es. Giorgini, EuroInga ecc.) Mi scuso e la ringrazio Tonino Quattrini
  • Valleverde non si tocca
    “Un’altra area
    per la Giorgini”

    125 - Lug 11, 2010 - 2:10 Vai al commento »
    Grazie ai comitati e alla protesta popolare anche il PD di Macerata è costretto a fare marcia indietro e bocciare la politica degli insediamenti insalubri di prima categoria. La cosa era avvenuta anche l'anno scorso a Morrovalle per l'EUROINGA, anche in quel caso la SINISTRA a fatto marcia indietro sulla protesta della popolazione. Il TAR nel caso di Morrovalle a dato ragione alla ditta, cosa che potrebbe quasi sicuramente accadere anche per la GIORGINI a Macerata. Il dato importante è che la protesta popolare ha imposto la scelta politica CONTRO lo scempio del territorio. Ma una domanda mi viene da fare: Perchè i progetti delle industrie insalubri sono state possibili in due amministrazioni di SINISTRA? una PD giudata da un ex margherita (Meschini) ora sostituito da un PD (Carancini) MACERATA. L'altra PD guidata da un SEL (Acquaroli anche ex consigliere provinciale della sinistra) MORROVALLE. Con il silenzio in tutti e due i casi del CENTRO DESTRA cosidetto. CMQ l'importante è che la popolazione abbia avuto il coraggio e la determinazione di opporsi e scendere attivamente in campo e far sentire la propria voce. La cosa fa ben sperare per il futuro, aldila delle appartenenze, è possibile una pagina politica diversa, al servizio del bene comune e della Politica finalmente con la P maiuscola. Un Grazie a tutti, comitati e singoli cittadini. Ora non smettiamo di far politica, altri scempi devono essere impediti, compresi i due casi GIORGINI ed EUROINGA che il TAR faranno riemergere. Tonino Quattrini Fronte Verde
  • I favorevoli al Suap
    e il gioco delle tre “carte”
    La politica insalubre di prima classe

    126 - Lug 11, 2010 - 4:26 Vai al commento »
    Spett.le sig. Cerasi Ogni scelta comporta dei prezzi. È giusta la sua affermazione, ma la politica deve stabile le regole e i criteri in difesa del bene comune. IO, Noi siamo per l’energia prodotta con il Fotovoltaico, MA qui non stiamo parlando degli impianti sui capannoni industriali, sugli edifici pubblici e privati, e non stiamo parlando di piccoli e medi impianti a terra in zone agricole. Non abbiamo contestato, nella stessa zona, l’impianto realizzato di 2 ettari con pannelli alti 2 metri e non parliamo di impianti da 2.000 / 3000 kWp su 2 / 3 ettari (30.000 mq) di terreno agricolo. Stiamo contestando un impianto di 6.039 kWp grande 12 ettari (120.000 mq) con pannelli alti 4 metri (altro che i 70.000 mq di capannoni della Giorgini come impatto visivo), adiacente l’AVIO superficie, a 500 metri dell’Antico Borgo di Sarrocciano, su una zona protetta dell’alveo fluviale che l’amministrazione comunale di Corridonia ha modificato in consiglio comunale pochi giorni fa (creando un pericoloso precedente che permette la modifica della legge sulla protezione dei fiumi ad ogni edificazione privata). Ogni scelta comporta dei prezzi? Ma qui, quale è il prezzo per il bene comune? Il verde, la natura e il paesaggio è un bene primario dell’umanità, chiediamo, anzi VOGLIAMO che la politica stabilisca le regole, che determini la grandezza max, la potenza max, l’altezza max dei pannelli. VOGLIAMO che le amministrazioni diano i criteri di gestione del proprio territorio in rispetto del bene comune. Chiediamo troppo? Non penso. Personalmente non voglio che tutti siano d’accordo con noi, ma che se ne discuti e che ognuno si assumi le proprie competenze. Parliamone. La ringrazio Tonino Quattrini Fronte Verde
    127 - Lug 11, 2010 - 3:08 Vai al commento »
    Spett.le sig. Principi La EUROINGA era ed è ancora più grave della GIORGINI. La EUROINGA si insediava in zona già lottizzata, cioe non in zona agricola come prescrive la legge eppure il TAR a bloccato il ricorso del comune. Che poi sia per "un più approfondito esame da parte dell'amministrazione" Ma cosa si deve approfondire se l'EUROINGA chiede di costruire su una lottizzazione già destinata ad aziende di seconda classe? Non facciamoci prendere dal "qualunquismo" della disinformazione, perchè l'accusa di disinformazione è l'arma per permettere lo scempio. Sig rpiccia Il TAR si può pronunciare nel merito e nel rispetto delle regole previste. Ma quando le regole non sono state prese e scritte il TAR che cosa puo fare? Fa quello che accade, prende le decisioni a posto delle amministrazioni, e senza regole vince sempre il "privato" a discapito del bene comune.
    128 - Lug 9, 2010 - 2:47 Vai al commento »
    Egr. sig. rpiccia è vero che oramai è il TAR che impone alla politica le scelte, basta vedere la vicenda Euroinga, azienda inquinante proposta a Morrovalle, nonostante il comitato dei cittadini sia riuscito ad imporre al comune di bocciare la richiesta, il TAR ha cancellato e dato ragione alla Euroinga. Non è detto che la stessa cosa possa accadere a Macerata per la Suap Giorgini, anzi li purtroppo è più facile di Morrovalle. Ma questo non ci deve impedire di batterci per ciò che riteniamo giusto, in difesa del territorio e della salute pubblica. Morrovalle, nello specifico tema degli impianti Fotovoltaici, ha stilato un regolamento e delle direttive e se lo ha fatto Morrovalle perchè non dovrebbe farlo Corridonia? Se aspettiamo la regione stiamo freschi! Poi qui non si tratta di impianti di 200 Kwp ma stiamo parlando di un impianto di 6039 Kwp con pannelli di circa 4 metri di altezza. Comunque non ci rassegniamo e continuiamo la protesta.
    129 - Lug 8, 2010 - 20:25 Vai al commento »
    Stiamo già definendo le iniziative, si sta organizzando già un comitato di cittadini, ma purtroppo abbiamo pochi riscontri sulla stampa, non so i motivi ma spero che sia solo per motivi di spazio. Cmq continueremo a parlare. L'iniziativa NON è contro il fotovoltaico ma alle regole che non ci sono, alle speculazioni e agli impianti mastrodontici e di troppo elevato impatto ambientale. Avremmo modo di parlarne La ringrazio Tonino Quattrini
    130 - Lug 8, 2010 - 18:37 Vai al commento »
    Si fa giustamente un gran parlare della Suap Giorgini, -Mi scuso con il sig. Liuti ma questa volta il suo articolo non mi è piaciuto, non per come è scritto ci mancherebbe altro, ma per le motivazioni e gli appigli che danno il nulla osta alla realizzazione dell'opera e a chi sarà favorevole.- 72.000 mq di capannoni alti 4 metri che cambiano e distruggono una realtà agricola, naturale e architettonica (abbazia San Claudio) Ma dei 120.000 mq di pannelli alti 4 metri in via di autorizzazione a soli 3/4 km più a sud della Valleverde, a 500 metri dal Borgo Antico con "chiesetta" di Sarrocciano, Una delle zone più fertili e naturali del fiume Chienti, ripeto Un mostro di 4 metri di altezza grande come 12 campi da calcio. Nessuno ne vuol parlare? Nessuno si è ancora pronunciato? (Escluso il Consigliere di Corridonia Sandro Scipioni, che ringraziamo, unico a votare contro la variante proposta). Forse c'è dietro qualche potere forte e intoccabile? Ringrazio per l'attenzione Distinti Saluti Tonino Quattrini
  • Schianto con lo scooter:
    muore Galdino Mira,
    bandiera del calcio moglianese

    131 - Lug 7, 2010 - 19:35 Vai al commento »
    Il mio cordoglio per la scomparsa tragica di Galdo Sono sicuro che sarai il "grande" giocatore anche nei campi del cielo, come lo sei stato alla Fiamma e al Punto squadre dove ho avuto l'onere di essere stato il tuo mister. Sarai sempre nel cuore della mia squadra ideale. Ciao "Petto" Il mister
  • Ucchielli: “Asse Pd-Udc-Idv
    anche per le elezioni provinciali”

    132 - Lug 4, 2010 - 0:28 Vai al commento »
    Sig. Cerasi, in teoria puoi sicuramente aver ragione, ed è vero che è difficile il riavvicinarsi dei cittadini ai partiti, MA senza i partiti cosa ci sarebbe? Bisognerebbe dare un segnale forte? Personalmente non sono favorevole al "segnale forte" credo più nel confronto e nel dialogo e nell'impegno delle persone libere. Mi scuso per il mio nuovo intervento. Lascio la scema e mi assento, almeno fino a lunedì. Buona domenica a tutti Tonino Quattrini
    133 - Lug 3, 2010 - 20:04 Vai al commento »
    Non vedo che c’è di ironico nel guardare la storia. Nel tempo dell’impero romano ci sono state grandi cose e anche errori, cosi come nel Medioevo, nel potere della chiesa, nelle monarchie, nel risorgimento, nel fascismo nel comunismo, nel socialismo, nelle democrazie ecc. ecc. Gli errori fanno parte degli uomini, l’importante è capirli come tali ed evitarli nel futuro. Il sottoscritto non è ex di niente, sono una persona che da sempre ragiona con la propria testa e cerca di impegnarsi in politica per il “Bene Comune”, con questo non dico di essere esente da errori ma cerco con il dialogo ed il confronto di non commetterne. Vede spett. le sig. Pio Angeletti in questo breve scambio di opinioni abbiamo trovato fra tutti, molte posizioni condivise. Partiamo da queste, potrebbe essere un buon inizio per costruire un futuro degno di questo nome. L’esempio più chiaro ci viene dalla vicenda SUAP Giorgini o forse mi sbaglio? Ringrazio tutti e passo ad altri fatti Tonino Quattrini
    134 - Lug 3, 2010 - 13:27 Vai al commento »
    Spett.le sig.Cerasi sono d'accordo con Lei, ma possiamo anche dire che la differenza è fatta dagli uomini e se gli uomini sensibili al bene comune (politica) sono più presenti e attivi le "cose" potrebbero essere diverse. Dipende sempre dalle persone. Sul tempo (10 anni) di incarico si può essere anche d'accordo ma anche in questo caso non sempre è l'ideale, perchè purtroppo si elimina anche la persona valida e seria. Penso si debba anche valutare le "capacità" delle persone e lasciare la scelta democratica sui meriti e la serietà delle persone. Sul discorso della Chiesa è tutto vero. Ogni periodo o sistema o ideologia ha i suoi lati bui e i suoi errori, cerchiamo di prendere e valorizzare le fasi positive di ogni esperienza evitando di fare di ogni "erba un fascio". La storia insegna questo. Ogni periodo ha lati bui e lati che hanno permesso la crescita economica e umana. Tonino Quattrini
    135 - Lug 3, 2010 - 0:03 Vai al commento »
    Grazie al sig. Pio Angeletti per la precisazione del termine "moderato". Sono d'accordo con lei. Ora facciamo in modo che il termine moderato non sia la scusa estremista di chi vuole escludere gli altri. Dialogo e Dibattito aperto e niente lotta politica, ma Confronto politico. Distinti Saluti ToninoQuattrini
    136 - Lug 2, 2010 - 17:29 Vai al commento »
    No sig ipno non sta annoiando, le sue argomentazioni sono interessanti e validi argomenti da approfondire e dibattere. Se le persone apportassero le sue considerazioni all'interno dei partiti vi sarebbero meno spazio per quelli legati ai "poteri economici". Il problema secondo me non sono i partiti come organizzazioni ma le gerarchie all'interno dei partiti e le persone che votano più per appartenenza e contro "qualcuno" invece di dialogare per il "bene comune" Poi tutte le sue argomentazioni, almeno quelle legate all'ambiente, al territorio, acqua, aria, rifiuti, gestione del territorio ecc. erano presenti nel programma del partito che mi sosteneva alle provinciali. Mi dispiace che le sia sfuggito. Ma il risultato è stato chiaro, solo 1,1% le ha sostenute. Sono sicuro, anzi certo, che sono molti di più quelli che come me sostengono e chiedono la gestione pubblica dei rifiuti, dell'acqua, delle risorse energetiche, dei fiumi, che si battono contro la "strazio" del territorio naturale ecc.ecc. Ma ora il passaggio elettorale è fatto, l'importante è non smettere di dialogare, confrontarsi e sostenere certe tematiche, anche da opposte appartenenze. Solo l'impegno civico senza "razzismi politici" può cambiare questo andazzo sociale. La ringrazio per il confronto che spero profiguo per i lettori e per il bene comune. Distinti Saluti Tonino Quattrini
    137 - Lug 2, 2010 - 13:37 Vai al commento »
    Caro Sig. Cerasi Il partito? Ovvero: una “parte” che si associa per il bene della parte di cui ne rappresenta l’opinione. Ovvero: una “libera” associazione dove le persone (iscritti) si ritrovano per discutere ed elaborare iniziative tendenti al bene comune. Ovvero: una “reale” esigenza del sistema parlamentare per rappresentare le parti sociali. Ovvero: “organizzazione” politica riconosciuta dalla legge e da essa controllata. Il partito? Non è garanzia di democrazia: infatti in Russia c’era il partito ma governava Stalin, in Italia c’era il partito ma anche la dittatura fascista, così come oggi avviene a Cuba, Libia, Iran, Iraq, Afganistan ecc. ecc. Ma senza partiti non ci sono “libere” associazioni che concorrono alla scelta del Suffragio Universale che determinano scelte a maggioranza. Ma senza partiti come dovrebbero essere identificati i personaggi da votare? Il qualunquismo contro i partiti mi può anche stare bene ma vorrei sapere qual è l’alternativa, come si dovrebbe regolamentare l’attuale società parlamentare stabilita dalla Costituzione. Caro sig. Pio Angeletti Moderato? Cosa significa secondo lei e soprattutto come può essere applicata nella società. Un evasore fiscale può essere anche una persona “moderata” oppure no. Un politico che prende “tangenti” può anche essere una persona “moderata” oppure no. Perseguire i corrotti, i banditi, i mafiosi ecc. ecc. è un atto “moderato” o un atto “intransigente”? A volte mi sembra che preferiamo usare delle terminologie solo per scopi di “razzismo” politico e di parte con l’unico scopo di emarginare alcuni a vantaggio di altri. Tutto questo va a discapito della “democrazia” che è Confronto, Dialogo, Rispetto, Libertà e solo un vero e libero confronto può aiutare le persone a risolvere i problemi. Nel 2009 ho accettato di candidarmi alle provinciali di Macerata con la Fiamma Tricolore, e per questo secondo il suo ragionamento sono una persona “moderata” oppure no? Sono contro l’insediamento “Giorgini”. La mia posizione è fra i moderati o no? Chiedo scusa per le opinioni troppo personali e le domande, ma sono uno che cerca sempre di capire o perlomeno tenta di farlo. Spero che le riflessioni siano utili a tutti i lettori di Cronache Maceratesi. Distinti Saluti Tonino Quattrini
  • Suap Giorgini: sì o no?
    I consiglieri
    vanno in tilt

    138 - Giu 30, 2010 - 0:59 Vai al commento »
    CONSUMO E STRAZIO DEL TERRITORIO? Il nostro territorio viene sempre più saccheggiato dalle speculazioni finanziarie, un territorio con migliaia di ettari tolti alla loro vocazione, alle colture agricole al loro naturale sviluppo rurale per fare spazio a cemento e speculazioni edilizie, non bastavano le oramai faraoniche costruzioni industriali e i grandi centri commerciali, oramai anche centinaia di ettari vengono ingoiati da ingenti costruzioni che ne stravolgono l’assetto naturale destinati al fotovoltaico. Siamo in presenza di uno sviluppo dissennato senza un progetto organico di crescita, non abbiamo più e solo l’assalto delle multinazionali economiche che stravolgono ed inquinano un territorio e lo stravolgono con la creazione di industrie insalubri, ne è esempio la “Giorgini”, speculazione Valle Verde in zona San Claudio, o la EuroInga di Morrovalle, o i Centri commerciali (zona Aurora) e i progetti (Ceccotti) di Civitanova Marche, Tolentino, Piediripa e Corridonia, ora anche enormi distese di bel territorio sono invasi da impianti Fotovoltaici e non si tratta più e solo di impianti di piccole dimensioni ma vere e proprie distese di terre. Una importante azienda di Fabriano ha progettato e ottenuto dalla regione Marche l’autorizzazione a realizzare un grande impianto Fotovoltaico da 6.039,00 KWp, con il permesso della Provincia di Macerata e l’ormai prossima approvazione della amministrazione Comunale di Corridonia, andranno ad essere iniziati i lavori che riguardano ben 12 ettari di terreno pianeggiante e fertile che sarà tolto alla coltura agricola. Il sito individuato per la realizzazione dell’impianto si trova nel Comune di Corridonia (MC) in un’area pianeggiante che delimitata da S.S. 77, via Dante Alighieri (S. P. n. 485) nel territorio comunale di Corridonia, in Contrada Sarrocciano e in prossimità di Contrada Campomaggio. L’area è identificata al catasto ai fogli n. 12 particelle n. 5-28-8-17-18-19-38. L’ambiente in cui si inerisce l’intervento in progetto è caratterizzato da aree destinate prevalentemente all’agricoltura e seminativo irriguo, nella parte sud l’area è delimitata dall’asse stradale Macerata-Civitanova Marche (SS 77). L’area in oggetto è una pianura alluvionale, limitrofa all’asse scorre il fiume Chienti che il P.T.C. individua come un’area di Confluenza fluviale, l’area di Varco fluviale con relativi vincoli ambientali è limitrofo all’abitato di Trodica di Morrovalle, del quale costituisce l’astensione lungo la strada provinciale SP 485. La materia deve essere affrontata urgentemente dagli organi politici, le amministrazioni locali devono stabilire i criteri attuativi e regolarizzare la materia. Alcune amministrazioni, come Civitanova e Morrovalle hanno già realizzato un regolamento comunale che stabilisce alcuni criteri di attazione ben chiari e precisi; la distanza dalle costruzioni, l’altezza della struttura e l’estensione degli impianti, molti comuni fra i quali Corridonia, dove viene realizzato il progetto, sono ancora assenti in materia. L’impianto di Corridonia, oltre ad una vasta ed enorme estensione presenta un’alta misura dell’impianto, circa quattro metri di altezza, determinando un alto impatto visivo che andrebbe a deformare gravemente l’aspetto naturale del territorio. L’esigenza di produzione di energia è importante per l’economia nazionale, ma in nome dello sviluppo non si può sacrificare e travolgere un territorio martoriato già da grossi problemi ambientali e di cementificazione. Non si critica la realizzazione di impianti Fotovoltaici, che sono i più economici, salutari e ecologicamente compatibili, ma bisogna dare regole certe per impedire grossi ed enormi “cattedrali” speculative. La politica deve assumere precise regole anche per evitare le opposizioni richieste dalla gente, sta nascendo nella zona di Trodica-Sarrocciano un comitato di cittadini, preoccupato per il paesaggio, contro la realizzazione del progetto si sta già avviando una raccolta di firme per evitare la realizzazione dell’impianto come avvenuto a Recanati nei mesi scorsi. Tonino Quattrini Coordinatore regionale Fronte Verde
  • La valle incantata
    “minacciata”
    dal Suap Giorgini

    139 - Giu 29, 2010 - 11:23 Vai al commento »
    CONSUMO E STRAZIO DEL TERRITORIO? Il nostro territorio viene sempre più saccheggiato dalle speculazioni finanziarie, un territorio con migliaia di ettari tolti alla loro vocazione, alle colture agricole e al loro naturale sviluppo rurale per fare spazio a cemento e speculazioni edilizie, non bastavano le oramai faraoniche costruzioni industriali insalubri e i grandi centri commerciali, oramai anche centinaia di ettari vengono ingoiati da ingenti costruzioni che ne stravolgono l’assetto naturale. Siamo in presenza di uno sviluppo dissennato senza un progetto organico di crescita, ne è esempio la “Giorgini” a Macerata, (Valle verde zona San Claudio), la “EuroInga” a Morrovalle, i “Centri commerciali” (zona Aurora) e i “progetti” (Ceccotti) a Civitanova Marche. Ora altre enormi distese di bel territorio sono invasi da impianti Fotovoltaici di enormi dimensioni (Recanati, Pollenza, Corridonia). Sul territorio del comune di Corridonia (zona Sarrocciano) a confine con il comune di Morrovalle (Trodica) stanno per iniziare i lavori per la realizzazione di un enorme impianto Fotovoltaico di 6.039,00 KWp, 12 ettari (120mila mq) di terreno pianeggiante e fertile sarà tolto alla coltura agricola. Una distesa di 120mila metri quadrati di pannelli alti circa 4 METRI (quattro metri) determinano un grave impatto che deforma la bellezza naturale del territorio. Gli abitanti della zona stanno costituendo in un “comitato”, per opporsi alla realizzazione dell’impianto, con una raccolta di firme si sta predisponendo un ricorso al TAR. La materia deve essere affrontata urgentemente dagli organi politici, le amministrazioni devono stabilire i criteri attuativi e regolarizzare la materia con criteri bei chiari e precisi; la distanza dalle abitazioni, l’altezza max dei pannelli e l’estensione max degli impianti. L’esigenza di produzione di energia è importante per l’economia nazionale, ma in nome dello sviluppo non si può sacrificare e travolgere un territorio martoriato già da grossi problemi ambientali e di cementificazione selvaggia. La gente non si oppone al Fotovoltaico, sa che è il più economico, salutare ed ecologicamente compatibile, ma bisogna dare regole certe per impedire grossi ed enormi “cattedrali” speculative. Tonino Quattrini Coordinatore regionale Fronte Verde
  • Oltre 130 aziende chiedono
    la protezione del Made in Italy

    140 - Giu 24, 2010 - 20:21 Vai al commento »
    Difendere il Mady in Italia? Basterebbe iniziando con regole precise e certe, come ad esempio: "gli incentivi del governo Italiano solo ai prodotti interamente prodotti in Italia". Un provvedimento che già da solo potrebbe avere dei buoni risultati. Oggi la cosidetta "rottamazione" si riconosce a tutti (in nome del mito di incentivare il consumo) così un elettrodomestico prodotto chissa dove ottiene gli incentivi (soldi Italiani) con laudi guadagni per i soliti noti alla faccia del Lavoro. Tonino Quattrini
  • “Chi ha violentato il Chienti
    deve essere identificato
    E deve pagare”

    141 - Giu 13, 2010 - 20:10 Vai al commento »
    Sono stato chiaro! Le conferenze stampa sono state molte e pubblicate dai quotidiani con tanto di foto. Il mio nome (Tonino Quattrini) era nelle liste perciò scritto su tutti i muri delle liste. Spero che lei non sia un elettore di Macerata, altrimenti la sua scelta non ha tenuto conto di valutare le liste, i candidati e le proposte. La democrazia per essere funzionale deve permettere un confronto fra tutti e una scelta ragionata. Cmq eravamo nella LISTA CONTI. e il nostro eletto è Fabio Massimo Conti. p.s. Avevo letto bene le opinioni di Tartari, a volte rimaniamo troppo prigionieri nelle nostre conoscenze e posizioni perdendo la possibilità di collaborare e unire le forze con chi, magari in altri schieramenti ideali, la pensa uguale su certe battaglie. Vi saluto Tonino Quattrini
    142 - Giu 13, 2010 - 19:50 Vai al commento »
    Il circolo Fronte Verde di Macerata era presente alle elezioni comunali, al primo turno abbiamo votato e fatto votare. Io stesso ho contribuito con la mia presenza in lista. Diverse sono state le nostre conferenze stampa. Mi dispiace sapere che la presenza del Fronte Verde sia sfuggita a qualcuno, sicuramente abbiamo commesso qualche errore propagandistico, cercheremo di fare meglio nel futuro. Tonino Quattrini
    143 - Giu 13, 2010 - 15:35 Vai al commento »
    In consiglio ci siamo abbiamo un amico consigliere eletto anche con i voti degli aderenti al Fronte Verde circolo di Macerata. Per la partecipazione dei cittadini non servono (metaforicamente) i forconi, serve più dialogo e confronto di idee e farsi sentire con gli strumenti della democrazia. Se non prendiamo coscienza di questo avremmo sempre i più "forti" (lobby), che ci prendono come "trottole" e ci impongono le scelte. Su le indenzioni espressive di Tartari, non si può dire neanche il contrario, Non lo conosco e non so chi sia, ma ho letto altri suoi interventi e non mi è sembrato che giustifichi la situazione dell'inquinamento.. Sulle aziende insalubri esiste una "lobby" che sta occupando il territorio (oltre che Macerata, vedi Morrovalle con l'Euroinga ). Delle "lobby" che tagliano trasversalmente il panorama politico e gli interessi economici, solo un ampio fronte naturalista potra trovare la forza democratica di opporsi. Tonino Quattrini
    144 - Giu 13, 2010 - 13:05 Vai al commento »
    Spett.le Axel munthe Sono anni che si segnala l'inquinamento del Chienti. Sono anni (1994) che in zona Fontanelle (Morrovalle) sono stati trovati pozzi con presenza di idrocarburi (92%). Penso che il Sig. Tartari nel suo commento voglia sensibilizzare la gente: Non basta ogni volta gridare "al lupo al lupo" per poi dimenticarsi del problema, bisogna intensificare l'informazione, la protesta e dare operatività a realizzare opere strutturali a impedire, o almeno attenuare, l'inquinamento delle acque. CHE COSA FARE? Iniziamo con realizzare reti fognarie, (a Morrovalle per esempio non esistono?) obblighiamo le amministrazioni a realizzare o collegarsi a Depuratori. Per conto del Fronte Verde, associazione che ho l'onere di rappresentare, abbiamo da anni avanzato tali richieste. Ma purtroppo le amministrazioni contano i voti e in base a quelli decidono le opere. Un noto amministratore di Morrovalle mi ebbe a dire: LE FOGNE SI FANNO SOTTO TERRA, NESSUNO LE VEDE. MEGLIO UNA PIAZZA E TANTE COSTRUZIONI. Ciò che si vede porta consenso e voti. Ora che fare? iniziamo a costruire insieme un nuovo modo di pensare, iniziamo ad unificare le opinioni contrarie all'inquinamento e a questo modo di gestire il territorio. Tonino Quattrini
  • Svincolo di San Claudio: sì o no?

    145 - Mag 18, 2010 - 14:46 Vai al commento »
    Di tutto si può e si deve parlare, anzi i problemi della politica sono la mancanza di un dialogo sui problemi e sulle opere da realizzare, oramai ci si dilania sulle personalizzazioni e gli odi verso questo o quello. Perciò ben venga un confronto sulle opere da fare e fra queste anche lo svingolo di San Claudio. Cerco di dare alcune mie personali considerazioni (a volte provocazioni) sperando che siano utili al dibattito. 1° considerazione: Non riesco a capire il perchè con una popolazione che non aumenta le auto che circolano sono aumentate in modo eslodenziale? 2° considerazione: Fino a tre quattro mesi fà abbiamo un pò tutti parlato a favore della Metropolitana di superficie (opera costosissima), opera per eliminare il traffico su strada, limitare l'inquinamento delle polveri sottili. Ora se la "Metro" è una cosa seria e risolutiva perchè fare un nuovo svincolo? Se la "metro" avrà tanti passeggeri come si affermava dai promotori, le auto caleranno di molto ed allora è inutile spendere soldi per lo svincolo. E poi, tutte queste auto che andranno a Macerata speriamo che trovino i parcheggi....... Termino qui. Sull'argomento ho le mie idee e motivazioni ma prima di esprimermi vorrei confrontare le opinioni con altri cercando di capire meglio. Un grazie a tutti. Tonino Quattrini
  • Pizzichini (Udc): “Solo qui esistevano
    le condizioni per accordarsi
    col centrodestra”

    146 - Mar 9, 2010 - 11:54 Vai al commento »
    Dopo la chiusura del Poltronifio FRAU Si apre il poltronificio UDC? Caro Pizzichini "in regione non esistevano le condizioni sul programma"? Ma il candidato MARINELLI non è lo stesso MARINELLI che è capogruppo in provincia del PdL che sostiene PETTINARI vice presidente e altri due assessori UDC? Il PD e SPACCA scarica la sinistra (con la quale hanno detto di aver governato bene (sic) la regione e abbraccia l'UDC che governa male la provincia di Macerata? MARINELLI (da perfetto pinocchio della politica) esclude la Fiamma Tricolore dall'apparentamento in regione nonostante il PDL (direttivo Regionale e Direttivo Nazionale avesse siglato l'accordo) cedendo al ricatto della DESTRA di Storace e dei suoi dirigenti regionali e provinciali (STAFOGGIA, NOCELLI, FIACCHINI e ROMBINI) artefici del tentativo di cancellare (altro che Fini) la Fiamma in un perfetto stile da neo "Badogliani". La COERENZA, l'ONESTA POLITICA e la SERIETA' oramai sono un triste ricordo. Ora è l'ora del TRADIMENTO, tutto e solo per UNA POLTRONA? E poi ci meravigliamo se i giovani e la gente non crede più in "questa" politica? Cmq "Domani è un'altro giorno" Distinti Saluti Tonino Quattrini
  • Manifesti di Silenzi a Cingoli:
    “Sulla discarica Capponi vi ha ingannati”

    147 - Feb 20, 2010 - 2:47 Vai al commento »
    Alle elezioni provinciali più del 98% dei votanti hanno votato per i programmi dei due candidati che avevano scelto la discarica a Cingoli ( 56 sindaci su 57 al COSMARI avevano votato la discarica a Cingoli, l'unico che si era opposto fu eliminato dal suo partrito il PDL dirottando al suo posto un SEN.) L'unico candidato provinciale con un programma che affrontava il tema ambientale delle discariche ha ricevuto meno del 2%. A leggere i commenti e nell'ascoltare la gente erano e sono tutti contro le scelte sulle discariche, ed allora perchè 98% e più contro meno del 2%? Boh! Ed ora alle regionali voglio proprio vedere se tutto quel che si dice sara solo e ancora "PAROLE AL VENTO". Anche sul programma alle regionali ripresento le proposte sui rifiuti vediamo come va a finire. Saluti a tutti Quattrini Tonino Fronte Verde
  • Privatizzazione dell’acqua
    Troppi silenzi, servono risposte

    148 - Feb 20, 2010 - 2:58 Vai al commento »
    ACQUA PUBBLICA era questo il tema dei commenti. Tante parole forse più dei silenzi MA le PROPOSTE, le IDEE sull'acqua pubblica DOVE SONO?
    149 - Feb 18, 2010 - 19:30 Vai al commento »
    A commento di questo problema invito i lettori e gli amici dei commenti a rileggere il tema e la proposta che il sottoscritto ha presentato nel programma alle provinciali con la lista Fiamma Tricolore - Destra Sociale. Credo di poter affermare che sarebbe una buona base per trovare tutti insieme una soluzione giusta e condivisa. L'acqua è un BENE PRIMARIO dell'UOMO dividersi sulle appartenenze mi sempre solo dannoso. Ognuno elabori proposte e cerchiamo di dare tutti il nostro contributo di idee. Comunque tale proposta è anche nel propgramma elettorale che ho proposto (accettato) dalla lista delle regionali con cui saro candidato in rappresentanza del Fronte Verde. Sono gradite opinioni e suggerimenti un saluto carissimo Tonino Quattrini
  • Mirko Montecchiani:
    “No al rigassificatore”

    150 - Gen 17, 2010 - 19:02 Vai al commento »
    Ottimo Guido? Ma allora perchè state nell'alleanza di SPACCA?
  • I Verdi: “Le questioni primarie
    verso il ballottaggio
    per il candidato sindaco del centrosinistra”

    151 - Gen 14, 2010 - 16:05 Vai al commento »
    Che il partito dei Verdi stia alleato e sostieni la politica della sinistra è un dato oramai chiaro. Ma l'ecologismo non appartiene ad un "partito" o parte. Alle parti politiche appartengono le posizioni e la sinistra del nostro comune è quella del piano casa e della cementificazione con assenza di verde, è quella che sino ad oggi ha gestito la politica dei rifiuti. è quella che condivide l'inceneritore del Cosmari, è quella che autorizza la scellerata scelta di realizzare una Mega industria inquinante nella vallata (vicino zona San Claudio), è quella che tace sulle opere autorizzate dalla Regione (sinistra verdi inclusi) per la neo centrale elettrica (San Claudio). Per questo i contenuti del "partito" dei Verdi saranno anche chiari e condivisibili, MA solo se asserviti ai partiti e alla speculazione economica. Se parliamo di Ecologia, Salvaguardia del territorio e sviluppo responsabile, sicuramente NO. Anche per questo l'associazione ecologista che ho l'onore di rappresentare guarda ad altre realtà della politica locale, stiamo guardando con interesse lo sviluppo delle opinioni e del dibattito che si sta realizzando nel TERZO POLO. Saluti carissimi Tonino Quattrini Fronte Verde
  • Una via a Bettino Craxi
    A Civitanova scoppia la polemica

    152 - Gen 11, 2010 - 18:01 Vai al commento »
    Non voglio entro nel merito se sia opportuno o no dedicare una via a Craxi. Anche se devo notare che sono molte le vie, le scuole, i luoghi pubblici, monumenti, dedicati a personaggi molti dei quali annoverati nella storia e dalla storia come responsabili di assassini, crimini e nefandezze varie. Non voglio neanche ricordare che la condanna di Craxi, il famoso "Non poteva non sapere" è stato cancellato dalla corte di giustizia europea. Poi scusatemi sarà anche vero che Craxi è colpevole perchè "Non poteva non sapere" ma perchè solo Lui? Forse Moro, Pertini, La Malfa, ecc. ecc perchè trattavano e governavano con Lui anche loro "Non potevano non sapere". Ed il presidente della repubblica che gli ha dato l'incarico di formare il governo "Non poteva non sapere" eppure delle vie a lui dedicate ci sono? Tutti quei ministri che hanno collaborato come il "santo" Scalfaro nei governi Craxi? Comunque non è per questo che intervengo a commento dell'articolo. Ma per chiedere al consigliere dell'IDV, Mirko Montecchiani che sul Carlino di oggi si meraviglia per chi vuole dedicare una via a chi è "stato latitante" come lo definisce Lui. Poi si appella ai principi e si dichiara seguace dell'idea e degli uomini e della dirittura morale di Falcone e Borsellino. Benissimo anche io lo sono e con noi tanti Italiani. Bene. Ma come fa il caro Mirko a militare in un partito dove il numero due: Orlando Leonluca, ha contrastato politicamente Falcone, denunciandolo addirittura al CSM e impedendogli di diventare capo del POOL antimafia? quel Leonluca Orlando che allora sindaco di Palermo denunciava Falcone accusandolo di favorire i politici legati alla mafia. Certo nel 1990 il buon Mirko non era ancora nato e si ricorda solo di quando aveva 12 anni, è comprensibile ma forse andarsi a rivedere un po di cronaca di quei tempi non sarebbe male. Se Orlando per la sua avversione del tempo a Falcone puo essere considerato un buon e degno politico penso che Craxi possa tranquillamente avere dedicata una via. L'anima socialista di Tonino Quattrini
  • Maceratiamo: “Ecco i comuni virtuosi
    ai quali si dovrebbe ispirare
    la nostra città”

    153 - Gen 11, 2010 - 18:38 Vai al commento »
    Se i problemi dell'inquinamento dipendesse solo dalla "cacca" dei bambini da ecologista posso gridare W l'inquinamento. La pratica per gestire i rifiuti e l'ambiente non è una fase semplice, nè facile, nè economica e neanche riposante. Ma è la VITA, la SALUTE e il BENESSERE nostro e dei nostri figli! Nel commento di Angela Fazi si centra il problema culturale dell'ambientalismo e della società moderna: La politica "progressista" "egoista" e "mercatilista" che ha guidato la società politica degli ultimi trentanni è distruttiva e pericolosa per l'umanità bisogna abbandonare la cultura "progressista" e tornare all'idea "Tradizionalista", "moderna" e "Futurista" di uno sviluppo responsabile, legato al territorio, all'uomo, alla natura, al "bello". Tonino Quattrini
    154 - Gen 10, 2010 - 0:17 Vai al commento »
    Caro sig. Ventrone Non serve sbirciare. Basta leggere i risultati. I programmi non basta scriverli o proporli. Serve sostenerli. Altrimenti sono solo chiacchiere. Cmq ripeto l'importante è che ora non siamo più i soli a sostenerli. Oltre gli schieramenti è possibile far vincere le idee positive. Noi rimettiamo in campo il nostro modesto impegno, se ci sono anche altri schieramenti a sostenere certi temi noi ne siamo felici. Tonino Quattrini
    155 - Gen 9, 2010 - 20:04 Vai al commento »
    Dagli esempi dei comuni Virtuosi gli aderenti a MacerataTiAmo alle elezioni provinciali avrebbero tutti votato per il candidato della Fiamma Tricolore (Fronte Verde), visto che era tutto proposto nel programma. Ora visto che ciò non è avvenuto: o hanno votato senza leggere i programmi (dimostrando scarso senso democratico) o quello che propongono ora è solo demagogia? Cmq evitando le battute polemiche (purtroppo vere) ci fa piacere che qualcuno inizia a guardare a certe idee e proposte. Nel futuro è possibile avere un confronto ed un dialogo su progetti seri. Con chiunque e da qualsiasi parte militino. Distinti saluti Tonino Quattrini
  • Mirko Montecchiani:
    “La metropolitana di superficie
    per combattere l’inquinamento”

    156 - Dic 30, 2009 - 19:03 Vai al commento »
    Iniziamo con il dialogo e il confronto fra le forze e le persone che LO VOGLIONO. Iniziamo con l'unione dei proponenti favorevoli al tema e tutto protrebbe diventare possibile. "Ogni viaggio inizia con il primo passo". A nome del Fronte Verde dò la nostra disponibilità, abbiamo gia mezzo le scarpe per iniziare il cammino.
    157 - Dic 30, 2009 - 14:13 Vai al commento »
    IMPORTANTE CHE IL DIBATTITO SI AMPI.......... Sul tema Metropolitana il Fronte Verde associazione ecologista indipendente, che ho l'onore di rappresentare, ha già da tempo esposto il proprio punto di vista, ribatito anche nel programma elettorale delle provinciali. Solo che alle elezioni provinciali molti di quelli che ora si interessano alla metropolitana di superficie si erano e sono schierati con i candidati promotori della "Quadrilatero" (Capponi) o per "la quattro corsie della Val Potenza" (Silenzi). Ma queste sono posizioni del passato e se ora ci si è aperti ad una idea diversa della viabilità BEN VENGA il nuovo corso. Noi siamo disponibili al confronto e al dialogo con tutti quelli che condividono un alternativo progetto viario della Provincia. Tale nostra posizione è stata anche presentata alla stampa in una conferenza di due settimane fa (ripresa e pubblicata, purtroppo, solo dal Resto del Carlino Macerata). Il progetto secondo noi, non deve solo riguardare il tratto Civitanova - Trodica come chiede la Fondazione Banca Marche e la Camera di Commercio, e non solo tutta la linea ferroviaria esistente come propongono alcuni fra i quali Montecchiani del'IVD, ma dobbiamo cercare di realizzare una rete metropolitana di superficie che colleghi almeno l'80% del territorio provinciale solo così avremo una vera ed efficiente alternativa al trasporto su auto. Dobbiamo anche salvaguardare il sociale e il pubblico interesse dalle speculazioni edilizie che si prospettano dietro i progetti fin qui presentati, di cui nessuno ha il coraggio di parlare. Ultima considerazione che mi permetto di esporre è l'assunzione della coerenza politica da parte di tutte le forze politiche, perchè è in contraddizione sostenere il governo (PDL-Lega), l'opposizione (PD-IDV) o i sindacati e gli Industriali che chiedono nella finanziaria più provvedimenti per la "rottamazione" (soldi e soldi per incentivare la produzione di auto): Se chiediamo investimenti per la viabilità alternativa alle auto non possiamo chiedere soldi per costruirne di più. SERVE PIù CHIAREZZA, altrimenti le esposizioni sono solo intendi per accattare elettori e ogni dialogo e confronto diventa una perdita di tempo. La società e la politica non può più solo chiacchierare per il proprio "recinto elettorale". Noi, per quel che contiamo, siamo pronti al confronto al dialogo e ad assumere le nostre responsabilità e dare il nostro contributo, CHI VUOLE sa dove trovarci. Tonino Quattrini
  • Pistarelli scende in campo
    Ma con il rebus delle alleanze

    158 - Dic 20, 2009 - 16:12 Vai al commento »
    Siamo usciti da AN proprio per divergenze con Pistarelli, personalmente ho aderito al PDL e sono stato delegato, come coordinatore regionale di “Destra Libertaria” movimento fondatore del PDL il 27-28 Marzo 2009 ho aderito al progetto del Popolo delle Libertà, già alle elezioni provinciali i veti di Pistarelli e, da una parte dell’ala Civitanovese di FI (Brini) mi hanno escluso dalle liste alle provinciali, nessun problema ho accettato la candidatura della Fiamma Tricolore e se permettete Capponi è molto diverso da Pistarelli, come serietà, capacità e etica politica, e se ci siamo ribellati alle imposizioni con candidato Capponi figuriamoci con Pistarelli. Altri amici sono usciti da AN per colpa di Pistarelli, scegliendo La Destra di Storace ora anche a loro si impone Pistarelli? Se altri vogliano accettare e subire facciano pure. Noi non ci stiamo, ne ora ne dopo ne mai! Pistarelli a realizzato da capogruppo comunale di AN la caduta del sindaco di Centro Destra regalandoci 10 anni di amministrazione di sinistra Meschini. Cinque anni fa ha imposto Merrigi, costringendo Antolini (FI) ad andare da solo. Vogliamo continuare così? Pistarelli in regione ha “venduto” le posizioni di AN, sull’API di Falconara, per un pugno di “buoni Benzina”. Quando il governo Berlusconi del PDL promuove rigore e tagli dei parlamentari Pistarelli in regione è l’artefice dell’aumento degli stipendi e dell’aumento dei consiglieri (43). Quindici anni fa impose il suo “fido” Cacchiarelli a presidente della SMEA ora lo vuole Manager supremo? Non ci ricordiamo come fini allora? Con l’inchiesta sul biogas smea? Oggi vogliamo ripetere gli stessi errori? Fate pure. Noi non ci stiamo. Se il PDL lo vuole candidate faccia pure, ma lo candidi alle regionali. Così chi lo vuole votare gli da la preferenza chi non lo accetta da la preferenza a un altro. Ma non potete pretendere di IMPORLO da Ancona. L’importante è essere chiari, noi lo diciamo con chiarezza. Restiamo disponibili a valutare un’alternativa politica e siamo disponibili ad appoggiare un candidato di Centro Destra espresso dai Maceratesi e non dagli apparati Fermani, Anconetani o Civitanovesi. Macerata nel cuore ma mai servi di Ancona. Se non si vuol capire vi auguriamo comunque il nostro “in bocca al lupo” sapendo che non sarà solo un augurio ma una certezza amministrativa. Tonino Quattrini
  • Il sindaco di Mogliano:
    “Le discariche sono essenziali
    se non vogliamo fare la fine di Napoli”

    159 - Dic 15, 2009 - 21:16 Vai al commento »
    Che tristezza vedere la politica ridotta ad un vero e proprio "salto della Quaglia". Quello che era un errore della sinistra ( accordo di programma con la provincia sui rifiuti) diventa ora il lasciapassare per gli atti di una amministrazione di centrodestra. Che tristezza vedere un sindaco medico non affrontare il problema discarica sul tema salute. La sinistra, impegnata nella campagna elettorale a difesa dell'accordo di programma sui rifiuti, ora cavalcare la contestazione e i comitati. Come è possibile che una zona selezionata come ottavo sito, diventi il secondo se non addirittura il primo? Boh i misteri della politica. L'unica affermazione vera e giusta è che bisogna non ridursi come la Campania e che i rifiuti sono un problema di tutti. I rifiuti si producono a Civitanova come a Cingoli, a Mogliano come a Visso, a Sarnano come a Macerata. Ma queste verità non possono essere affrontate a colpi di imposizioni, fatte pagare a certi a vantaggio di altri, la politica deve amministrare in modo GIUSTO, UGUALE e RISPETTOSO di tutti i cittadini. Tonino Quattrini Fronte Verde
  • “Ci hanno rubato anche l’acqua”,
    convegno dell’Idv a Matelica

    160 - Dic 15, 2009 - 20:12 Vai al commento »
    Ben venga un convegno sul tema acqua, ed è giusto raccogliere firme contro la legge. Assumere giuste posizione NON è MAI Troppo TARDI. Ma se l'IVD fosse più attenta avrebbe appoggiato negli anni passati le proposte di iniziativa popolare per la gestione dell'acqua potabile. Sono anni che movimenti e associazioni politiche affrontano il tema. Ci fa piacere anche la presenza di FAVIA, anche perchè l'acqua non da buoni, perciò non si rischia come nella nota (anni duemila) vicenda API, quando lo stesso FAVIA accettò i "Buoni benzina" con i colleghi regionali di altri partiti (Silenzi, Pistarelli, Spacca etc etc). Cmq oltre la ironia polemica, il tema, l'iniziativa e la neo posizione dell'IVD ci piace e vi ringraziamo. Anche se i "Buoi sono oramai usciti dalla stalla" cerchiamo di rimediare e difendere il diritto al bene comune di primaria necessità; come l'Acqua! Tonino Quattrini Associazione Fronte Verde
  • Convegno a Monte San Giusto
    sulla metropolitana di superficie

    161 - Dic 15, 2009 - 22:43 Vai al commento »
    METROPOLITANA DI SUPERFICIE Opportunità per lo sviluppo. Questo è il tema dell'ennesimo convegno organizzato sulla viabilità alternativa, un titolo che racchiude tutte le sue contraddizioni, anche se l'articolo chiarisce che non si tratta di opportunità per lo sviluppo ma di realizzare una viabilità più consona alla crisi economica e alle prospettive di una realtà che va verso la decrescita. Personalmente siamo sostenitori di un progetto organico di viabilità alternativa, più economica, più pulita e rispettosa della salute del territorio. Siamo favorevoli ad una Metropolitana di superficie ma ci sentiamo presi in giro da un progetto incompleto e dannoso per una parte del territorio Maceratese. Non riusciamo a capire perchè si parla di una linea Trodica - Civitanova, per noi è opportuno progettare un discorso che coinvolga almeno i tre/quarti del territorio provinciale. Ci resta incomprensibile perchè Macerata non è nel progetto? Per noi la metropolitana di superficie non solo dovrebbe collegare Macerata ma dovrebbero essere realizzate linee che dopo Sforzacosta vanno fino a Sarnano e dopo Tolentino una linea che va verso Visso, continuando la linea esistente verso San Severino fino a Matelica. Solo in questo modo avremmo un servizio serio, omogeneo e di utilità (Mari-Monti, Università MC-Camerino-Matelica ect) perchè la gente non va a lavorare o studiare solo da Trodica verso Civitanova. Un servizio vantaggioso economicamente solo e verso la costa avvantaggerebbe quella realtà e condannerebbe ancora più drammaticamente l'entroterra provinciale. Perciò un progetto deve essere organico e completo per tutta la provincia. Non possiamo solo pensare alle zone ricche ma dobbiamo essere rispettosi e giusti delle esigenze di tutti i cittadini. Poi ci preoccupa la speculazione che si intravede (neanche nascosta) dei "poteri economici", già si pensa a come edificare le aree adiacenti alle stazioni previste? Non a caso il sindaco di Morrovalle si è detto disponibile purchè la stazione si sposti e si realizzi nella zona di neo edificazione (zona Pegaso). Non pensiamo che sia solo un nostro sospetto ma che una fondazione bancaria e una associazione come la Camera di commercio siano impegnati con un ingente sostegno economico di sponsorizzazione del progetto, qualche dubbio c'è lo mette. Poi abbiamo altre domande a cui necessita una risposta: quante persone si pensa utilizzeranno la metropolitana da Trodica a Civitanova? Quanti dovrebbero essere i passeggeri paganti per ammortizzare i finanziamenti necessari? Si riesce a far cambiare le comodità e le abitudini delle persone? Le risposte sono importanti, sono importanti perchè fanno diventare chiaro il vero motivo che copre principalmente il progetto: Le nuove aree edificabili che si creerebbero nelle zone delle nuove stazioni. Cmq siamo per la metropolitana di supoerficie anche se questa opera mette in contraddizione la realtà economica politica del paese. Abbiamo il governo nazionale, i partiti di opposizione, i sindacati e gli industriali 8(Tutti, centrodestra e centrosinostra) impegnati nel finanziare, con soldi pubblici, la "rottamazione", sia per sostenere l'occupazione che la produzione e vendita di auto (Fiat). Ma come è possibile conciliare la spesa pubblica per la metropolitana che nelle intenzione toglie le auto e nello stesso tempo finanziare soldi pubblici per farne costruire sempre di più? Non dovremmo forse concepire un diverso orientamento di sviluppo sociale? O il dubbio che le speculazioni sono il solo e vero motivo del progetto è reale? I nostri quesiti non vogliono essere disfattisti ma vogliamo dialogare e porre al dibattito argomenti per risolvere i dubbi e realizzare un sano SVILUPPO RESPONSABILE per l'economia e la salute del territorio e dei cittadini tutti. Abbiamo le tasce piene dello Sviluppo liberista e dell'uguale Sviluppo sostenibile termini usati per farci ingogliare ogni speculazione. Tonino Quattrini Fronte Verde
  • Cinesi sfruttati, l’appello dei sindacati:
    “Combattiamo la vocazione criminale
    di alcuni imprenditori locali”

    162 - Dic 4, 2009 - 13:23 Vai al commento »
    Finalmente anche il sindacato di sinistra si mobilita contro l'illegalita e la clandestinità, troppo spesso coperta e strumentalizzata dai partiti per demagogia elettorale. La politica dei clandestini serve solo per l'affarismo imprenditoriale scorretto e affaristico, ben venga una opportuna e condivisa lotta all'immigrazione e alle realtà dell'immigrazione clandestina e delle aziende clandestine e regolari che le sfruttano.
  • Tonino Quattrini critica
    Pistarelli e il Pdl

    163 - Nov 21, 2009 - 14:53 Vai al commento »
    Caro Sig. Cerasi Il consiglio regionale non solo conosceva la vicenda, vi sono anche diverse interrogazioni e atti, bastra andare a rivedere i verbali dei consigli accessibili anche tramite google. Per la cronaca ricordo alcuni dei consiglieri di allora beneficiati dall'Api: Pistarelli, Cesaroni, Favia, Silenzi, Spacca .... mentre, sempre per chiarezza di cronaca, il consigliere Ciccioli respinse al mittente i buoni regalati. Non ha mai chiarito il perchè ma, se li ha respinti forse è la risposta al dubbio che erano buoni donati per avere "concessioni" o solo far chiudere gli occhi su certe scelte? Cmq resta un dato certo: Chi rappresenta il pubblico non può e non deve mai accettare "regali" da aziende che dipendono dal controllo e dalle autorizzazioni che il rappresentante pubblico (consiglieri regionali) devono votare. Cmq per avere una opinione in merito basta rivedere la cronaca stampa di quei giorni, e penso che sia opportuno rivedere quelle scelte e quelle autorizzazioni concesse. A presto Tonino Quattrini
  • MaceraTiAmo: “L’acqua è un bene
    non privatizzabile”

    164 - Nov 16, 2009 - 18:06 Vai al commento »
    Si Danilo ho preso la palla ( non balla, che ha un significato diverso e non credo che sia il messaggio di Macerata Ti Amo) al balzo. Finalmente un movimento che si presenta alle elezioni vuole parlare di acqua pubblica. Non siamo più soli ed è positivo. Il mio è uno spot? Forse. Anche. Perchè no! Significato politico? Certamente. Perchè caro Danilo l'acqua non rientra nel dibattito politico? Non viene gestita dalla politica? Concordo con te che bisogna uscire dalla logica dei partitismi. Infatti ora c'è anche Macerata Ti Amo speriamo che anche altri rendino nota la loro posizione sull'acqua. Poi i cittadini scelgono e io sono il primo ad accettare il responso elettorale, anche quando non lo condivido. Per ora se permetti plaudo a Macerata Ti Amo e sul tema acqua possiamo avere più peso. E' tardi? spero di no. Cmq meglio tardi che mai. a presto Tonino Quattrini
    165 - Nov 15, 2009 - 12:16 Vai al commento »
    L'acqua è un bene di primaria necessità per l'uomo siamo contrari alla privatizzazione, rileviamo con piacere che altri gruppi che si affacciano sulla scena politica Maceratese sono e si vogliono impegnare sulla problematica acqua pubblica. In prima persona e con l'associazione che rappresento (Fronte Verde) alle elezioni provinciali ho inserito nel programma elettorale della Fiamma Tricolore-Destra Sociale, "La gestione dell'acqua" con iniziative e proposte. La Fiamma Tricolore-Destra Sociale con in primis l'impegno del candidato sindaco, il dott. Tavoloni Giuliano, hanno accettato e condiviso di portare avanti alle elezioni comunali di Macerata le proposte del "Fronte Verde". Siamo felici che altre associazioni o partiti si impegnino sul tema acqua pubblica, più siamo e più l'impegno diviene operativo su tutte le parti dello schieramento politico Maceratese più possibilità vi sono per condividere e realizzare una politica giusta sul tema acqua pubblica. Vi ringrazio A presto Tonino Quattrini
  • Paola Giorgi: “Capponi e la discarica
    delle responsabilità”

    166 - Nov 7, 2009 - 19:17 Vai al commento »
    Spettabile Peppe Dantini, sono d'accordo con lei, proprio per quel programma che non era chiaro o meglio era proprio molto chiaro e le posizioni espresse con il voto al Cosmari, ribadite poi in molti interventi sui giornali. erano chiare affermazione di un progetto. Sono proprio l'analisi di quei programmi, il rifiuto di assumere per iscritto nel programma l'impegno contro Fosso Mabiglia e contro l'inceneritore, che ha portato il sottoscritto, uomo impegnato nel PdL ad accettare la candidatura della Destra Sociale. Senza nessuna possibilità elettorale (non sono scemo e lo sapevo) ma è nel mio impegno politico essere chiaro e coerente ho preferito ribadire una posizione che ha contraddistito la Destra (MSI) nelle battaglie del passato. Dire di avere la soluzione e poi tenerla nascosta è come dire che la scelta era stata fatta. Ora tutto questo fa parte del passato. Ora bisogna organizzarsi nel futuro, e le elezioni al comune di Macerata saranno importanti soprattutto per questo, bene o male Macerata può dire la sua sul raddoppio dell'inceneritore. Poi serve un raccordo delle persone e delle forze politiche, ambientaliste e sociali contrarie a un certo gestire la materia rifiuti. Ma anche qua le direttive regionali sono PD e PdL più o meno uguali, la lotta è solo su chi deve AMMINISTRARE la realizzazione sul resto sono tutti allineati. A presto Tonino Quattrini
    167 - Nov 7, 2009 - 13:42 Vai al commento »
    Era tutto scritto nei programmi elettorali ufficiali. La discarica come stabilito dal Cosmari a Cingoli. Capponi per il raddoppio della linea di incenerimento, mentre Silenzi contrario al raddoppio è per il mantenimento dell'attuale inceneritore. L'unica cosa in più di Silenzi era la contrarieta sulla realizzazione della discarica di Filottrano. Mi meraviglia che ancora si chieda informazioni sulle posizioni dei candidati e partiti. Siamo quasi tutti andati a votare (sei mesi fa) e per votare e scegliere democraticamente avremmo dovuto leggere i programmi UFFICIALI di tutti e decidere! Altrimenti come e perchè abbiamo scelto? A presto Tonino Quattrini
    168 - Nov 6, 2009 - 19:58 Vai al commento »
    Voglio intervenire per l'ennesima volta sul tema. Resto sempre più esterefatto per le pirandiche contorsioni a negare quello che si è sostenuto alle elezioni (a meno che certi partiti hanno appoggiato una parte (Capponi e Silenzi) senza leggere il programma elettorale presentato in tribunale con le liste). La Fiamma Tricolore Destra Sociale non è e non è stata con nessuna coalizione perciò perchè chiamate destra quello che è centro con qualche arnese della ex destra ma con tanta ex DC ex PSI ed ex Sinistra anche estrema? Comunque guardiamo avanti, tanti cittadini 98% degli elettori hanno VOTATO per quelli che VOLEVANO e ancora VOGLIONO la discarica di Fosso Mabiglia. Tutti i partiti hanno appoggiato Capponi e Silenzi che insieme a 56 sindaci (PdL-PD e Civici vari) hanno votato con il COSMARI per Fosso Mabiglia. Ora si è cambiata opinione? Si smettisce le alleanze? Benissimo, accorgersi di aver sbagliato ed ammetterlo è positivo. Ora riprendiamo i programmi elettorali contestiamo le decisioni che non si condividono, prendiamo quel poco di positivo e andiamo avanti. Noi di Destra siamo contro Fosso Mabiglia, incominciamo col dire: la DESTRA la pensa contro, come noi, e riconosciamo alle posizioni le giuste appartenenze, altrimenti faccio sempre il gioco dei soliti mestatori della politica. A presto Tonino Quattrini
  • Ciccioli: “L’unico possibile candidato
    sindaco del Pdl per ora è Pistarelli”

    169 - Ott 18, 2009 - 14:40 Vai al commento »
    L'investitura venuta da ANCONA è solo il primo dei motivi per cui Noi non siamo disponibili ad appoggiare il PdL. Per il sindaco, il candidato sia scelto a Macerata dai Maceratesi. Nessuno è andato ad Ancona a scegliere il loro candidato sindaco. I vertici regionali pensino al Presidente della regione, è quello il loro primo impegno, ma su questo si tace e si preferisce imporre a Macerata il candidato più ubbidiente agli interessi dell'anconetano? Se poi è anche un candidato debole e perdente, meglio, così gli "interessi" anconetani sono più sicuri? Siamo stufi, Macerata sa vincere da sola!
  • L’Italia dei Valori: “Capponi ed Eusebi
    vogliono la discarica a Cingoli”

    170 - Set 28, 2009 - 16:20 Vai al commento »
    Mi scuso con i lettori per il commento, (forse troppo personale) ma mi è venuto così di primo istinto, e per fortuna dico sempre quello che penso, senza guardare la convenienza ma la verità. Molte volte posso sbagliare e proprio con il confronto, il dialogo e anche con i contrasti cerco di relazionarmi e correggermi. Mi scuso di nuovo con tutti e soprattutto con Tombolino: Tonino Quattrini
    171 - Set 28, 2009 - 16:08 Vai al commento »
    Caro Tombolino non ho preso per i capelli nessuno, commento gli atti e i fatti, Gli atti sono scritti basta leggerli (tutti), i fatti li sto aspettando anche io. Sulla tua accusa di "subdola complicità" spero che tu conosca i fatti e quello che ho proposto altrimenti il tuo commento è sterile e utile solo a quelli che tu mensioni.Sui diritti che vengono calpestati forse ai ragione, i voti contano (in democrazia) e in questo caso il 98% dei Cingolani hanno votato per chi ha scelto e voluto la discarica a Cingoli in "Fosso Mabiglia". IL sottoscritto con l'1,1% degli elettori della provincia non eravamo e non siamo d'accordo, e continuiamo a dirlo e a proporre i nostri progetti politici. Rispettiamo il voto e la democrazia perciò la scelta degli elettori va rispettata e applicata, se il 98% dei cingolani vuole quella discarica SI FACCIA: Tombolino ho l'impressione che a forza di guardare le galline beccarsi non ti sei accorto che nel pollaio entrano le "volpi". Ti saluto amichevolmente sempre a disposizione Tonino Quattrin
    172 - Set 26, 2009 - 20:54 Vai al commento »
    Sono andato a rivedermi il programma dell'IVD e cosa diceva per risolvere il problema rifiuti? Quali erano e sono ora le loro proposte? Prima hanno fatto votare i cittadini per chi sosteneva quella scelta ed oggi tentano di cambiare? Ho è solo il tentativo di recuperare qualche voto tradito? Che il centro destra ora amministra è una realtà ma la destra non era d'accordo e lo ha scritto, lo ha dichiarato, ha preferito non essere del "carro" in attesa di un posto, come invece a fatto l'IVD? La Destra ha fatto proposte accogliendo il Fronte Verde e il suo rappresentante con la candidatura. Le scelte sono chiare, le proposte sono chiare. L'IVD ha le sue colpe e responsabilità ma se ora smettisce se stesso e l'alleanza ne siamo contenti ,ora aspettiamo i fatti le chiacchiere non bastano. Ci dispiace per i cittadini di Cingoli ma sarebbe troppo facile dire: Noi l'avevamo detto. Recriminare oggi non serve bisogna iniziare a guardare oltre e prendere iniziative chiare e serie.
    173 - Set 26, 2009 - 20:42 Vai al commento »
    Purtroppo non era un mistero che il COSMARI aveva approvato la discarica a Cingoli, che di per se non è il motivo più grave, d'altra parte i rifiuti vengono prodotti da tutti ed è anche giusto che anche Cingoli si assuma la sua parte nell'avere un sito di smaltimento. La cosa grave è che ogni decisione sia imposta e certe zone siano deturpate senza considerarne i danni, senza consultare la gente e senza dare un progetto integrale coinvolgendo tutti i comuni della provincia, senza un programma che decida regolamentando il futuro. Ancora più grave è lasciare alla speculazione dei "PRIVATI" il businnes della Monezza, tanto a pagare sono i cittadini. Comunque si è votato appena quattro mesi fa e la gente con il voto ha legittimato le scelte con il 98% dei voti espressi. 98% perchè anche Silenzi e i sindaci di centro sinistra hanno votato per la discarica di Cingoli, anche l'IVD si è adoperata per quella scelta, era parte integrante del programma di Silenzi, ho forse non hanno neanche guardato il programma?
  • Dal Balcone delle Marche spunta
    la candidatura di Saltamartini
    per le elezioni regionali

    174 - Set 19, 2009 - 21:34 Vai al commento »
    Speriamo bene per Macerata.
    175 - Set 19, 2009 - 21:33 Vai al commento »
    A parte il modo e il motivo per il quale è stato fatto il nome di Conti junior. Nulla da dire sulle capacita sue come su quelle di tanti altri del PdL validissimi. Su "mister buoni benzina API" ho molte riserve e tanti dubbi sulle sue capacità amministrative. Vedremo come si svilupperà la telenovella PdL-PD ................? Speriamo bene per Macerata. Speriamo bene per Macerata.
  • Il principe ha scelto Civitanova:
    Emanuele Filiberto in città
    per l’ex Hotel Sant’Elena

    176 - Ago 2, 2009 - 14:19 Vai al commento »
    Perchè solo fra dieci anni? Alle prossime elezioni potrebbe essere il candidato sindaco contro MOBILI. Mai dire mai se alle regionali si realizza l'accordo PD - UDC perchè no? Infondo appartiene al blocco antiberlusconiano. Quando è strana la gente! Ma è bello anche per questo.
  • Trasporti pubblici: abbonamenti ridotti
    per i dipendenti della Provincia

    177 - Lug 28, 2009 - 11:48 Vai al commento »
    Ad un primo impatto la valutazione dell'iniziativa è positiva. Positivo dal punto di vista ecologico (abbattimento degli effetti inquinanti per l'utizzo delle auto). Positivo l'aiuto ai lavoratori e il risparmio per i fruitori del servizio. Però va anche considerato che i costi (50% a carico dell'ente) è sostenuto dalla collettivita, dai cittadini che non hanno riconosciuto lo stesso trattamento e non possono usufruire dello stesso aiuto. Il provvedimento assomiglia molto ad un privilegio per una categoria che viene assimilata nell'opinione pubblica, come fruitori di privilegi della politica. Mentre è comune nella società la lotta contro i privilegi (esonero per i parlamentari dei costi di treno, autostrada, telefoni ecc. ecc) questo provvedimento rischia di essere visto dal popolo lavoratore come l'ennesimo privilegio di una categoria asservita alla politica, (rischia di essere considerato come un privilegio per avere in cambio la fedeltà del dipendente). Le mie sono delle considerazioni opinioni, perchè è innegabile che dei funzionari ben contenti e agevolati, saranno sicuramente (si spera) più efficienti e solerti a svolgere il proprio lavoro in modo più efficiente e questo puo essere un vantaggio per i fruitori del servizio pubblico, cioe i cittadini. Però è anche vero che sono dei privilegi per alcuni si e altri no. Tonino Quattrini
  • Check up del “dottor” Capponi
    sullo stato di salute della Provincia

    178 - Lug 15, 2009 - 17:09 Vai al commento »
    Non ho mai parlato di uomo pubblico e uomo privato, ma di UOMO. Non riesco a capire come sia possibile differenziarlo, quello che non va bene a Lei al 51% invece va bene. Cio che non va bene a me all'altro 99% va bene. Questo è stato il risultato alle provinciali. Ma questo cosa vuol dire, che il 99% o il 51% ha ragione (forse) ma non è detto. A leggere il Suo intervento poi ci capisco ancora di meno, Perchè chiedo scusa ma qual'è la proposta e la via da seguire? Se questa democrazia non va come dovrà essere? La democrazia ha le sue regole, condivise da tutti (almeno spero). Il confronto, il dialogo fra le persone può creare politiche condivise (almeno a maggioranza). Dalla Sua critica non riesco a cogliere quello che si pensa di fare. Ma sicuramente è un mio limite di comprensione. Comunque (da parte mia) chiudo qui questo batti e ribatti, prima di annoiare senza rimedio, Ma disponibile a ogni iniziativa e confronto con le persone oltre ogni opinione o appartenenza.
    179 - Lug 14, 2009 - 15:02 Vai al commento »
    A Maurizio Verdenelli voglio dire grazie a te e al giornale per l'opportunità di esprimere i pensieri e le idee. Un servizio politico al servizio della politica aperto a tutti. Grazie.
    180 - Lug 14, 2009 - 14:57 Vai al commento »
    Mi permetto di reintervenire sul tema. Non intendo criticare o rispondere ad alcuno, ma per precisare alcune differenziazioni di base. Per me ogni persona svolge attività politica, lo facciamo ogni mattina quando ci alziamo ed andiamo al lavoro, (politica economica per garantirci un'entrata e di conseguenza programmare uscite, per migliorare o almeno cercare di farlo per noi e per chi ci sta vicino,ecc. ecc.) quando ci relazioniamo nel sociale, nel tempo libero. Lo facciamo quando ci rechiamo a votare e determiniamo con le nostre scelte le deleghe a chi deve amministrare il pubblico. Non confondiamo la politica con il partito, il partito non è politica, ma un contenitore ( ed attualmente non vedo altra organizzazione per l'attuale sistema sociale), cosi come, per ognuno di noi, è la famiglia, l'ufficio, la fabbrica. Ma soprattutto il punto che desta più incomprensione fra noi è il pensare la politica come un lavoro. La politica (secondo il mio pensiero) non è un lavoro, altrimenti avrebbe ragione i comportamenti che vengono criticati, (ognuno deve difendere il proprio lavoro e garantirselo nella stabilita economica ed è in base a questo ragionamento che legittimiamo il cambio di poltrona, oggi in regione domani in provincia, poi in qualche consiglio di amministrazione). Ma la politica non è questo. La politica è servizio sociale è confronto per il bene pubblico, che poi chi è chiamato a gestire il governo debba avere riconosciuto un sostegno economico è condivisibile e giusto, ma non dobbiamo dare le regole del lavoro. Non è questione di contratto a tempo determinato o indeterminato o a progetto. Anche perchè è sempre auspicabile il lavoro a tempo indeterminato, ma in democrazia, per gli amministratori pubblici sarebbe la più nefanda delle soluzioni. Mi scuso per la scarsa chiarezza dei temi, ma parlare di queste questioni (ideologiche) non basterebbero anni. Ma ho iniziato a far politica, come egni persona, nel momento in cui sono nato e faro politica fino all'ultimo respiro, molti continuano a rappresentarla anche dopo la DIPARTITA da questo mondo. Spero che su argomenti specifici si possa trovare un'unità di intenti e una proficua operativita per quello che tutti chiamiamo BENE COMUNE.
    181 - Lug 14, 2009 - 0:12 Vai al commento »
    La mia non vuole essere una critica ai commenti ne all'articolo, ma le argomentazioni e le motivazioni esposte non trovano la mia approvazione. Stiamo percorrendo la stessa impostazione della campagna elettorale, parliamo di cose che non hanno niente di POLITICO e non diamo nessuna soluzione o alternativa alle cose. Ognuno è libero di argomentare le cose secondo una sua impostazione, ma ritengo che la POLITICA sia un'altra cosa (almeno per il mio modo di pensare) e forse non è un caso che mi sono impegnato fuori dai cori, pur essendo un uomo del PdL o (modestamente tentato) di rappresentare un'altro MONDO, un'altro modo di espore la politica. Oggi viviamo un PENSIERO UNICO che rischia di travolgere la società, che impone scelte dei poteri forti e degli interessi speculativi, il oramai certo e appoggiato da tutti progetto sull'edilizia e piano casa, Salesiani, Centro commerciale sul Chienti (Corridonia), su Villa Potenza, nonche il più ancora grave per i cittadini il progetto di raddoppiare la linea di incenerimento del COSMARI, la gestione privatista delle discariche. Queste sono secondo il mio parere le vere e giuste problematiche su cui dobbiamo dibattere e trovare una alternativa. Qua non è più solo un fatto di Destra o Sinistra, di Dipietristi o Grillini. Ma la logica perversa di una società sempre e solo più affarista e speculativa che sta travolgendo tutti e tutto nel nome di un libero MERCATO di una società sempre più progressista sempre più schiavizzata al dio denaro e basta. Non ho la soluzione ma ho la volontà di un''impegno al servizio della politica, del dibattito, del dialogo, per trovare la soluzione. La polemica è sterile e confacente al potere. Questo è il mio pensiero, non pretendo che sia la verita, ma su questa impostazione sono pronto a dialogare e fare la mia, nostra parte.
  • Capponi contro Silenzi, ecco il video
    del confronto andato in onda
    su E’Tv Macerata

    182 - Mag 28, 2009 - 17:33 Vai al commento »
    Del fatto che il confronto sia stato a Due non dice niente nessuno? Vabbè che il terzo non conta niente e forse viste le opinioni espresse sui due contendenti, mi sta bene così. Una volta la chiamavano parcondicio e democrazia ma oramai siamo in pieno potere unico dei poteri forti, contano solo gli interessi economici da amministrare e indirizzare? PDL e il PD meno L non c'è poi tanta differenza. Comunque Io ci sarò anche dopo, qualunque sia il risultato. Grazie a tutti, Tonino Quattrini
  • Intervista tu i candidati
    CM ti farà avere le risposte

    183 - Mag 28, 2009 - 18:08 Vai al commento »
    Nella fretta vi sono degli errori di scrittura chiedo scusa ma l'importante è parlare e comprendersi.
    184 - Mag 28, 2009 - 18:06 Vai al commento »
    Quando vado a mangiare una pizza in compagnia ho sempre pagato la mia parte come tutti. Se sei a conoscenza che con Silenzi e Capponi può succedere il contrario, ti credo. Ma non mi è mai successo, se accadrà, le faro sapere...... Alle domande del signor Bordi: 1) qualsiasi rifiuto incenerito libera nell'aria delle "nanoparticelle" inquinanti, per maggiori informazioni ti consiglio di consultare il sito del ricercatore Stefano Montanari. 2) Per decrementare l'inquinamento del traffico esistono solo dei paliativi, come Divieto della circolazione auto. Costruire altre strade può solo spostare l'inquinamento in altre zone, le nuove arterie viarie anno altre priorita. Ci vorrebbe un diverso orientamento sulla costruzione delle auto (es metano) ma questo non compete alla provincia, anche se la provincia potrebbe provare ad incentivare (con contributi ecc.) la conversione delle auto esistenti. 3) la risposta a questa domanda è più complicata di quello che sembra. Ma una cosa si potrebbe fare già da subito. Ripristinare i confini catastali di rispetto dei fiumi, torrenti e corsi naturali delle acque. Questi siti sono di competenza della provincia, e rigiro la domanda come è stato possibile fino a oggi costruire in molti casi fin sopre le sponde? Iniziamo da qui, correggiamo questo e iniziamo a dialogare per risolvere il resto. Un passo alla volta. Comunque nel nostro programma già puoi trovare le basi per intervenire sui problemi da te posti. La ringrazio Tonino Quattrini Candidato alla provincia
    185 - Mag 28, 2009 - 1:40 Vai al commento »
    Spett.le MarcoS Lei mi fa due domande, e la ringrazio per la disponibilità e della considerazione. Chi è il favorito dei due? In base “ai fatti” e alle idee che vengono espresse nessuno dei due altrimenti non mi sarei candidato. Ma riconosco la realtà e già si da per scontato “un faccia a faccia” fra i due, che sarà anche sicuramente vero, infatti si programma “un faccia a faccia” fra i due, il terzo va in onda da solo. Le chiedo scusa ma, Non mi sono posto il problema io so che non voto nessuno dei due. Cosa penso dei due candidati? Capponi lo conosco da anni, eravamo a scuola nella stessa aula. Silenzi lo conosco per la sua attività politica, solo nell’ultimo mese abbiamo una conoscenza personale. Parlo, dialogo e mi confronto tranquillamente con tutti e due, posso anche dire che andrei a mangiare una pizza con tutte e due. Sulla politica le diversità sono molte e a volte anche profonde e questo si vede anche nei programmi proposti alle elezioni. Tonino Quattrini
    186 - Mag 26, 2009 - 12:40 Vai al commento »
    Le tue opinioni sono ampiamente condivise, solo sulla Provincia non mi trovi del tutto d'accordo, è vero che sono ormai carrozzoni, ma questo perchè la politica e chi ha gestito il potere ne hanno fatto dei carrozzoni. Come istituzione è valida, bisogna solo amministrare per la collettività e non per la gestione degli incarichi. Tonino Quattrini
    187 - Mag 26, 2009 - 1:48 Vai al commento »
    Ringrazio il direttore per i chiarimenti e la disponibilità del sito. Ne approfitto per ulteriori chiarimenti. A David: 1) il problema rifiuti è un problema solo perché non viene affrontato dalla politica, o meglio si vuol dare una soluzione privatista e si affronta il tutto come un mercato speculativo. Tutti noi generiamo rifiuti, la nostra società produttiva è centrata su USA e GETTA. Dovremmo incentrare la nostra attività nell’invertire questa cultura. Dobbiamo, come provincia, diffondere l’informazione e l’insegnamento ecologico iniziando dalle scuole. Nel nostro programma puoi trovare il nostro pensiero e le proposte. Ma attenzione a non commettere l’errore di vedere la produzione dei rifiuti come una opportunità di lavoro e guadagno, lo smaltimento dei rifiuti è un servizio che nel suo interno può anche dare delle opportunità di lavoro, ma è un servizio non un’industria produttiva. 2) le aree protette non devono essere viste come soggetti per captare fondi e risorse. Ma sono e devono essere realtà del territorio per la vita del territorio. Non ci piace lo sviluppo sostenibile, noi preferiamo “lo sviluppo responsabile”. Anche la discarica che causa solo un’incidenza tumorale del 10% può essere definita di fatto “sostenibile”, ma non è un’azione “responsabile”, e la politica così come la intendiamo noi deve dare risposte e soluzioni “responsabili”. 3) sul terzo punto da te espresso mi trovo d’accordo ed è proprio per questo che proponiamo “La CONSULTA del TERRITORIO” dove siano rappresentate le persone che vivono la natura, gli agricoltori, gli operatori dell’agriturismo ecc. A Francesco 79: la super strada della Valle del Potenza, da un lato porta cemento e grande esborso economico per la realizzazione, dall’altro porta ammodernamento della viabilità e vantaggi contro l’inquinamento dei centri urbani, (Sambucheto, San Egidio ecc.) più sicurezza stradale sulla Regina. Il tema è da affrontare, un dialogo aperto e un confronto politico fra le realtà sociali ed economiche, può portare ad una soluzione responsabile e condivisa. Sul problema “speed ceck” hai le tue ragioni, ma anche qui le soluzioni sono state prese senza una concertazione con le realtà che vivono le problematiche della viabilità. Tonino Quattrini Candidato presidente
    188 - Mag 25, 2009 - 17:01 Vai al commento »
    Grazie a Cronache Maceratesi per l’iniziativa “Intervista tu i candidati”, non so se intervenendo nella sezione commenti sia giusto (se contrario alle norme si prega cancellare, risponderò nelle regole stabilite dalla redazione) se invece, essendo loggiato, mi piace questo modo di comunicare diretto e libero. A Gianfranco: Noi non siamo contrari alle Province, se intendiamo come Ente Provincia, l’organo territoriale che rappresenta e coordina i comuni gestendo il territorio. Altra problematica è il costo economico della struttura ma questo dipende esclusivamente dalle volontà e dalle iniziative dei governanti dell’Ente. Sugli stipendi e sull’avere un lavoro proprio sono d’accordo con te, ho sempre svolto attività politica per passione e continuo a farlo anche se non eletto, sono una della collettività come tutti noi, e siamo sempre e comunque andati avanti, ma penso che sia arrivato il momento che la collettività entri in merito alle decisioni. A Cristina: Lasciare spazio ai giovani giusto, nella nostra lista puoi trovarne diversi e impegnati con passione. A Marco/76: Non ti posso rispondere per gli altri candidati, uno sindaco a Treia per 12 anni e da 5 consigliere regionale, l’altro prima consigliere regionale poi assessore regionale e da 5 anni presidente della provincia. Ti posso solo dire che il Palas ancora non c’è è che non sono mai riusciti, o forse non hanno voluto, realizzarlo. Il Palas è utile e necessario e non solo per la LUBE ma per tutta la collettività. A Ambienteturismo: Nel nostro programma trovi il documento specifico della nostra proposta sulla raccolta rifiuti e sulle Discariche. Lo abbiamo già presentato e lo porteremo avanti anche se non eletti, lo abbiamo sempre fatto. Possiamo solo affermare che sarebbe più incisivo se saremmo presenti in consiglio provinciale. Nella nostra proposta è tutto scritto, criteri, regole e alternative precise. Delle proposte altrui non ti posso parlare, l’unica cosa che so è che tutte e due hanno votato a favore della discarica di Cingoli, non solo, hanno anche scaricato il sindaco Bacci reo di essersi opposto agli ordini di scuderia, organizzando a Cingoli liste con altri candidati. Tonino Quattrini
  • Scende in campo la Sinistra:
    “Siamo l’unica vera novità
    per le Provinciali”

    189 - Apr 23, 2009 - 17:30 Vai al commento »
    Facile dire "Siamo gli unici a fondare la nostra azione nella valorizzazione e non nello sfruttamento del territorio" o di aver ordinato a SILENZI: “Il nostro ruolo nella coalizione è di grande rilevanza, siamo stati gli unici a batterci contro la realizzazione della Superstrada nella Val Potenza, che infatti non compare tra gli obbiettivi del programma e contro la realizzazione del Termo-valorizzatore.” Per chiudere con la "realizzazione di una metropolitana in superficie per la Val di Chienti". Queste idee sono buone e condivise dal sottoscritto e sono disponibile al confronto e al dialogo per realizzarle, ma perchè non parliamo anche delle "fogne e dei depuratori comunali?" " o delle regole che proteggono i pozzi degli acquedotti?" o delle aziende inquinanti autorizzate a Varienti PRG?" Tra i candidati di questa lista figura anche Francesco Acquaroli, sindaco di Morrovalle che da 20 anni (10 come vice sindaco e quasi 10 da sindaco). amministra un comune e si è distinto per le cose sopradette. Se negli anni 2010 non sono state realizzate neanche le fogne bel modo di definirsi " l’unica vera novità di queste elezioni". L'unica novita forse per rappresentare il vecchio? Bah comunque sono felice che ci siate anche voi, più si parla meglio è. Tonino Quattrini FRONTE VERDE
  • Morrovalle, sequestrati contenitori
    di fitofarmaci abbandonati

    190 - Mar 18, 2009 - 16:36 Vai al commento »
    Doveroso il biasimo espresso dall'assessore provinciale all'ambiente contro l'incivile abbandono dei "fusti", ma questo biasimo deve andare anche contro il messaggio politico espresso e sostenuto dall'amministrazione comunale del sindaco di Morrovalle e consigliere provinciale di maggioranza Acquaroli. Quando un'amministrazione è assente sulle fogne e depuratori, quando da più di vent'anni non provvede a bonificare pozzi inquinati da "idrocarburi", una amministrazione che gestisce da oltre vent'anni una "discarica" e sulla stessa chiede un'ampliamento per continuare ad accogliere rifiuti speciali, quando propone e vota in consiglio comunale una "variante" che riduce da tremila a duemila i metri di rispetto delle falde dei pozzi del pubblico acquedotto al solo scopo di permettere l'insediamento di una azienda insalubre di prima classe. Qual'è può essere il messaggio politico? Quello di valutare la gestione del territorio meno di ZERO. Ciò non giustifica l'atto in oggetto ma che la politica sia cultore di questo andazzo non fa che aiutare e proliferare lo scempio dell'inquinamento.
  • Dall’Europa 1,8 milioni
    per la bonifica del Chienti

    191 - Mar 13, 2009 - 11:15 Vai al commento »
    Benissimo per il finanziamento ottenuto, ora stabilire le priorità. 1) realizzazione di un raccordo fognario collegato al depuratore per tutti i comuni della zona. Soprattutto per quei comuni che risultano assenti. (Morrovalle) 2) realizzazione di strutture polivalenti pubbliche lungo il fiume Chienti ( piste ciclabili, aree di sosta attrezzate, ripristino delle strade che portano al fiume) 3) messa in norma dei sistemi di antinquinamento delle aziende del territorio. 4) creazione di un organismo politico di controllo pubblico del territorio. Con il coinvolgimento delle associazioni ambientaliste, delle associazioni di categoria, degli agricoltori, delle associazioni della pesca e dei cacciatori..... Confronto e dialogo per un coinvolgimento democratico e popolare del territorio è la via maestra per risolvere e gestire uno dei problemi più gravi. Tonino Quattrini
  • Acque inquinate,
    polemiche a Morrovalle

    192 - Feb 15, 2009 - 22:09 Vai al commento »
    La revoca dell'ordinanza riguarda anche il consumo dell'acqua per i bambini e gli anziani?
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy