“Senza raccomandazioni è dura
trovare un lavoro a Macerata”

LA LETTERA
- caricamento letture

lettera

Stimati amici di Cronache Maceratesi,

anche se non ci conosciamo personalmente e non partecipo ai vostri forum, vi leggo quotidianamente e trovo che la vostra sia una testata che segue, non solo con puntualità, ma anche con vera passione le vicende umane e politiche della nostra città, dandone sempre resoconti accurati e scevri da condizionamenti politici o di parte.

Quello che voglio raccontarvi, e garantisco che lo farò in breve, è una piccola vicenda umana e lavorativa. Sono una donna di 43 anni, maceratese doc, separata e con una figlia di 11 anni, lavoro part-time in un’azienda di Macerata che, almeno per ora, non risente così tanto della crisi, sono schierata politicamente a sinistra ma senza tessere di alcun genere, non legata a doppio filo al mio partito, col quale, anzi, ho avuto diversi e vivaci “scambi di opinione”. Come si usa dire “conosco mezza Macerata” un po’ per il mio lavoro, ed un po’ per le attività che svolgo con un’associazione culturale nel tempo libero. Lavorativamente sono molto preparata e duttile, conosco alla perfezione due lingue, ho un curriculum lungo tre pagine, tra lavoro stabile, docenze, corsi, organizzazione di eventi e tante altre cose. Dopo più di 20 anni nello stesso settore lavorativo e dopo 16 nella stessa azienda sto però guardandomi attorno per trovare una nuova occupazione. Qui sorge il problema, che è la crisi direte voi… Che lo è in parte, rispondo io.

Ho fornito il mio curriculum a decine di persone, un po’ per passaparola ma la maggior parte delle volte per conoscenza diretta, a persone veramente molto inserite nella vita maceratese, politici, docenti, avvocati, e “personalità” varie, ovvero gente che a Macerata può e conta.
Ebbene cosa ho avuto in cambio? Tante belle parole, molte promesse di interessamento, tanti complimenti per l’indubbia a preparazione ma un nulla di fatto. Poi alla fine ho capito il perché, anzi mi è stato detto chiaramente: non ho il politico di turno che mi sponsorizza, ovvero non ho la raccomandazione, quella forte, quella grossa. Di posti per me e per le mie capacità, e sono anche disponibile ad aspettare, ce ne sono e ce ne sono stati, ma di me alla fine non si ricorda nessuno, perché non ho padrini di sorta, ed ecco che in quei posti ci vedo e continuerò a vederci gente che magari non capisce un tubo, ma ha le spalle molto molto coperte!

Perché scrivervi questo? Perché sono e siete pienamente “de Magerata”, per condividere la mia amarezza con voi e con la vostra sensibilità, e condividerla anche con chi, come me cerca e si affanna, ma non ha nessuno che gli fa trovare le porte aperte.

Per motivi che comprenderete ometto il mio nome, e me ne scuso, e fornisco un indirizzo e-mail: joy67@virgilio.it



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =