La Fulgor Maceratese resuscita
e si aggiudica il derby
grazie a un super Perrotta

Battuto il Tolentino 2 a 1
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

perrotta_0509-205x300

di Eros Mandolesi

Vince e convince la Fulgor Maceratese nel derby casalingo contro un Tolentino mai domo e sempre in partita. Secondo tempo da incorniciare per i biancorossi di mister Porro che sotto di una rete in 8 minuti ribaltano il risultato con un Francesco Perrotta (nella foto) straripante. Mister Porro abbandona il modulo spregiudicato del 3-4-3 messo in campo nei primi due incontri e si affida al più tradizionale 4-4-2, con Perrotta e il rientrante Settecase sugli esterni a macinare gioco e palloni per le due punte Landolfi e Verazzo. Squadra che sin dalle prime battute di gioco tiene bene il campo molto attenta in difesa, stretta tra i reparti e pronta a sfruttare le ripartenze con i suoi uomini di punta. Al 10’ bella azione di Verazzo che dalla sinistra salta due avversari si accentra e calcia in porta con il portiere che para senza affanni. Pronta la risposta dei cremisi che pochi minuti dopo attaccano con Mercuri tiro a pelo d’erba parato in due tempi da Gentili. Al 20’ Landolfi lanciato a rete viene messo giù dall’estremo difensore amaranto Monteneri ma l’arbitro a pochi metri lascia correre tra le potreste dei tifosi che invocano a gran voce l’espulsione. Partita piacevole e vivace, giocata a viso aperto dalle due formazioni con la Maceratese che tiene in mano il pallino del gioco ma che non affonda il colpo. Ancora Landolfi pericoloso in due occasioni al 25’ entra in aria su passaggio filtrante di Perrotta e lascia partire un tiro indirizzato sul primo palo che il difensore devia in angolo. Pochi minuti più tardi ancora l’ariete biancorossa di testa non centra il bersaglio su cross invitante di Romagnoli.

Maceratese2(1)

Sul rovesciamento di fronte tiro pericoloso di Pandolfi che sfiora il palo alla destra di Gentili. La Maceratese continua a dettare il ritmo ma pecca nella finalizzazione delle azioni sbagliando spesso l’ultimo passaggio nella trequarti avversaria con il terzetto Perrotta – Verazzo – Landolfi che non si intendono alla perfezione. Così il Tolentino al 45’ sfiora il goal con Garbuglia che lasciato solo in area di rigore fa partire un pallone a mezza altezza sul primo palo dove il capitano si supera mandando in angolo. Il secondo tempo si apre con i cremisi più propositivi sulla metà campo avversaria ma che non pungono in avanti. Così la Maceratese si affida al contropiede con Settecase che più ispirato dei primi 45’ parte sulla sinistra e mette in mezzo un pallone che Trillini al volo calcia in porta impegnando il portiere. Al 24’ Timoniere perde palla al limite dell’aria di rigore e Pandolfi ne approfitta lanciandosi a rete ed infila con un tiro a mezza altezza sul primo palo l’incolpevole Gentili.  Neanche il tempo di rimettere la palla al centro e la rata riacciuffa il pari. Trillini lancia Verazzo sulla destra che guadagna il fondo mette in mezzo per Perrotta che in corsa di piatto infila Natali sul secondo palo. A quindici minuti dal termine il Tolentino resta in 10 per l’espulsione di Matteo Mercuri (doppia ammonizione) e nello stesso frangente anche mister Ciocci viene invitato a lasciare il campo dall’arbitro Paolini. Al 33’ la rata sfruttando la superiorità numerica completa la rimonta con un’azione da cineteca del calcio. Settecase recupera palla a centro campo, uno due con Verazzo che lo lancia sulla sua corsia di sinistra, palla bassa in area dove Perrotta, ancora lui, non manca all’appuntamento per piazzare il 2 a 1 finale. Grande esultanza in curva e sugli spalti per un goal di pregevole fattura che regala i tre punti ad una Maceratese rigenerata negli uomini e nello spirito.  Gli ultimi minuti passano infatti senza troppi affanni ed aprono le porte alla festa biancorossa.

IL TABELLINO

Fulgor Maceratese: Gentili, Benfatto, Borgiani, Timoniere, Romagnoli, Settecase (38’ st Iuvale), Perrotta (44’ st Rossi), Figueroa, Landolfi, Verazzo, Trillini (35’ pt Gattafoni).

Tolentino: Natali, Ortolani, Sgalla (18’ Leonelli), Mercuri M., Tacconi, Monteneri, Casoni, Pandolfi, Garbuglia, Avallone (43’ Nobile), Mercuri A.

Arbitro: Paolini di Pesaro.

Reti: 24’ st Pandolfi, 25’ e 33’ st Perrotta.

Note: spettatori 1000 circa; ammoniti: Monteneri, Pandolfi,  Ortolani, Mercuri M., Avallone (Tolentino) Verazzo, Trillini Figueroa (Fulgor Maceratese) espulsi: Mercuri M. Ciocci.  Angoli: 5 a 2 per la Fulgor Maceratese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X