I tifosi della Maceratese chiedono lumi
agli imprenditori locali interessati
a rilevare la società

La crisi del nostro calcio
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

tifosimaceratese1

Da l’associazione “La Sportiva” riceviamo e pubblichiamo.
Sono oltre sei mesi che la stampa e le televisioni locali parlano dell’interessamento circa l’acquisto della Maceratese da parte di una cordata locale di imprenditori composta da Mosca, Paci, Rustichelli e Monachesi, e forse di altri personaggi di fuori regione. Inizialmente questo gruppo di imprenditori si era dichiarato molto scettico circa le possibilità di rilevare la società durante lo sfortunato campionato appena concluso in quanto la scellerata gestione Ulissi non dava alcun margine di manovra, causa passivo finanziario. Ed infatti Maurizio Mosca, dopo numerose trattative, dichiarò l’impossibilità di salvare la Maceratese (anche se durante una famosa cena con i tifosi aveva dato altre “garanzie”…). In tal senso si auspicò un “fallimento pilotato” che avrebbe salvato la situazione contabile ed il titolo sportivo, dando una prospettiva al futuro del calcio biancorosso. In seguito, inevitabilmente, i libri contabili sono giunti in tribunale ed il curatore fallimentare Bertola ha attivato tempestivamente tutte le procedure previste dalla legge giungendo così al dichiarato fallimento. Nonostante ciò, ad oggi, nessuno, stando ai media, ha inoltrato un’offerta concreta per acquistare il titolo sportivo della Maceratese. A questo punto, visto il sopraggiungere delle tanto sospirate “condizioni chiare ed ideali”, noi tifosi ci stiamo domandando che cosa stiano aspettando i sopra citati imprenditori. Abbiamo appreso recentemente che qualcuno degli interessati sta attendendo dalla Lega garanzie circa un eventuale ripescaggio della squadra in serie D, ma ci sembra alquanto impossibile che la Lega riesca a fornire tali garanzie prima della scadenza dell’iscrizione all’Eccellenza 2009/2010 (7 luglio), pertanto si rischia solo di perdere altro tempo prezioso. Inoltre anche la fatidica data del 30 giugno (termine ultimo per l’acquisto del titolo sportivo) si avvicina inesorabilmente. La “cordata” ci ha ripensato? Sono sorti dei problemi? Ci auguriamo che da questi imprenditori arrivi tempestivamente una risposta per riuscire a decifrare finalmente che futuro avrà il calcio a Macerata, se mai un futuro ci sarà…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X