“Il tempo del sollievo”
per malati di Alzheimer

- caricamento letture

anziani

Un progetto per sostenere ed aiutare i familiari delle persone affette dal morbo di Alzheimer a sentirsi sollevati dai propri compiti e dai propri doveri almeno per qualche ora la settimana grazie al supporto e all’intervento dei servizi sociali territoriali. E’ l’obiettivo de’ “Il tempo del sollievo”, un’iniziativa voluta dall’assessorato provinciale alle Politiche sociali che sarà realizzato insieme agli Ambiti territoriali sociali. La malattia di Alzheimer è una patologia degenerativa del sistema nervoso centrale, che porta il malato alla necessità di un costante e progressivo aumento di cura e di assistenza; inoltre la famiglia si trova spesso sola ad affrontare il grave disagio che deriva dalla malattia.

Nelle Marche, si stima la presenza di 11 mila persone con demenza di grado moderato o grave. La provincia di Macerata è, tra le province marchigiane, quella con il tasso d’invecchiamento più alto, pari al 23,1%: su un totale di 319.650 abitanti, la popolazione ultra 65 enne è di 73.836 persone. Numeri che indicano la necessità di prevedere interventi mirati per questa fascia d’età che può essere soggetta a questa malattia, visto che il morbo coinvolge il 10% delle persone fra i 65 e gli 85 anni e addirittura il 40% di quelle comprese fra gli 85 e gli 89 anni.

“Il costante aumento, a livello locale, della popolazione affetta da questa patologia – afferma l’assessore provinciale alle Politiche sociali, Alessandro Savi – mette in evidenza la necessità di attivare un sistema di servizi differenziati e integrati fra di loro, da realizzare con il coinvolgimento dei diversi soggetti del pubblico e del privato sociale. Con questo progetto, noi vogliamo aiutare le famiglie a portare il peso di questa malattia e farle sentire meno sole nella loro realtà quotidiana”.

Il progetto “Il tempo del sollievo”, approvato dalla Giunta provinciale ed inviato alla Regione Marche per il finanziamento, prevede un investimento di 860 mila euro che sarà destinato per il potenziamento del servizio di assistenza domiciliare e di assistenza integrata domiciliare (273 mila euro), per l’ampliamento delle attività dei centri diurni dove vengono accolti gli anziani (360 mila euro), per l’incentivazione del servizio di trasporto (172 mila euro), per lo sviluppo di attività di informazione, formazione e promozione dei gruppi di auto-mutuo aiuto (55 mila euro). Ai gruppi di sostegno possono partecipare i familiari dei malati di Alzheimer e sono un luogo in cui queste persone possono confrontarsi, condividere gli stessi problemi, le esperienze e le soluzioni superando così l’isolamento in cui talvolta vivono.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X