Bagalini e la Sangiustese:
“Finalmente sono qui”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

bagalini

Dopo due giorni di meritato riposo la Sangiustese ha ripreso ad allenarsi mercoledì in vista dell’incontro casalingo contro il Bellaria Igea di domenica 15 febbraio. La sosta è arrivata al momento opportuno per far recuperare gli acciaccati Carboni e Aquino e per rimettere in condizione il neo acquisto Stefano Bagalini (nella foto), tesserato sabato scorso: “La sosta mi sarà sicuramente d’aiuto – ammette il 27enne centrocampista di Porto San Giorgio – visto che alla Cisco Roma non sono stato convocato nelle ultime sette partite a causa di un litigio con l’allenatore Giovanni Lopez. Così ho chiesto di partire e fortunatamente la trattativa è andata in porto, con la Sangiustese c’erano stati contatti anche la scorsa estate ma in quell’occasione la Cisco mi ha voluto trattenere”. Bagalini ha avuto un consigliere speciale: “Mi sono sentito più volte al telefono con Gigi Giandomenico, con il quale ho giocato alla Reggiana e due anni fa alla Cisco Roma e mi ha consigliato vivamente di scegliere la Sangiustese perchè avrei trovato un ambiente fantastico e infatti fin dal primo allenamento ho capito che questa squadra ha un gruppo eccezionale ed è sicuramente per questo che, contro ogni previsione, si trova al quarto posto in classifica”.
Stefano Bagalini è indubbiamente un rinforzo di rilievo per la Sangiustese, soprattutto dopo la partenza di Magallanes che, come noto, è approdato al Vicenza. D’altronde stiamo parlando di un giocatore che ha militato in squadre di categoria superiore, Stefano Bagalini infatti dopo le giovanile del Torino ha girato mezza Italia: Alessandria (serie C1), due anni al Teramo (C1 e C2), Avellino (serie B), Reggiana (C1), Verona (B), Sambenedettese (C1), Cisco Roma e Lanciano (C2).
“Sono convinto di aver fatto la scelta giusta – aggiunge – e non solo per il fatto di essermi finalmente riavvicinato a casa. Quest’anno ho visto la Sangiustese in tre occasioni visto che la Cisco Roma gioca di sabato le partite casalinghe e mi è sembrata un’ottima squadra. Certo è che in un campionato così equilibrato l’obiettivo principale è quella di evitare i play-out ma potrebbe anche arrivare qualcosa di più”. Di sicuro dopo l’ottimo pareggio ottenuto sul campo della capolista Figline la squadra di Tiziano Giudici ha mantenuto l’imbattibilità nel 2009 (due vittorie e altrettanti pareggi) e ora viene accreditata come una delle candidate per un posto nei play off, un traguardo che avrebbe dell’incredibile.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X