Doppia festa a Unicam:
inaugura il suo 688esimo anno
e il rettorato torna in centro (Video)

CAMERINO - La ministra Anna Maria Bernini in collegamento: «Nelle Marche un ecosistema della conoscenza che è esattamente quello che il nostro sistema europeo e globale ci chiede». Il rettore Graziano Leoni: «Non abbiate paura di innovare, di sperimentare, di ricercare, di costruire il futuro perché un albero con radici profonde non teme il vento». Lungo applauso per il sindaco di Matelica Massimo Baldini, ancora ricoverato a Torrette

- caricamento letture

di Gabriele Censi

Il centro storico di Camerino torna a vivere con l’inaugurazione della nuova sede del rettorato Unicam, dopo il via ufficiale dell’anno accademico numero 688 all’auditorium Benedetto XIII la seconda parte della giornata di festa si è svolta in un luogo simbolico delle radici menzionate nel titolo scelto per quest’anno: “Persona, Valore, Scienza, il futuro ha solide radici”.  Nell’edificio restaurato in via Pieragostini, luogo con insediamenti millenari, davanti alla chiesa di Santa Maria in Via, sono già al lavoro tutti i componenti della governance dell’ateneo in attesa del successivo passo di qualche centinaio di metri, (entro 4 anni, si è impegnato il rettore Graziano Leoni) con il ritorno a Palazzo Ducale. 

Rettore-Leoni3-650x366

Grande emozione per il rettore alla sua prima relazione: «Non abbiate paura di innovare, di sperimentare, di ricercare, di costruire il futuro perché un albero con radici profonde non teme il vento-  ha esordito-.  Sappiate apprezzare ciò che vi circonda, guardandolo con meraviglia e praticando gentilezza, costruite quel mondo che desiderate, senza lasciare indietro nessuno, dove inclusione, giustizia sociale, rispetto dell’altro, benessere e progresso non siano termini antitetici ma complementari, dove “persona, valore e scienza” si riconoscano in voi».

Rettore-Leoni2-325x244

«Sono diversi i cantieri aperti – ha proseguito il rettore – che procedono con celerità e per altri stanno partendo i bandi per l’affidamento dei lavori. Prestissimo avremo anche ulteriori nuovi spazi dedicati ai nostri studenti: stiamo finalmente allestendo il rinnovato polo che include aule e laboratori didattici per le scienze chimiche, fisiche, farmaceutiche e gastronomiche ed abbiamo avviato i lavori per la realizzazione di un piccolo padiglione per lo studio e l’aggregazione. Anche la realizzazione dello Student Center procede speditamente. Gli spazi liberati presso l’edificio di Via D’Accorso saranno adibiti a nuove aule».

taglio-del-nastro-RettoratoHa presenziato da remoto la ministra dell’Università e della ricerca, Anna Maria Bernini«Grazie per aver usato la parola amore (con riferimento all’intervento del presidente del consiglio degli studenti e delle studentesse Nicolò Palombi, ndr), amore e passione sono parole che devono far parte del nostro percorso, non solamente formativo, ma di vita. L’amore manifestato dal fatto di essere parte di una comunità accademica, ma anche di persone, coesa e supportante. Questa università si preoccupa della persona; quando si parla di persona al centro, non è soltanto una parola o un titolo, ma per questa università è un percorso. Le università marchigiane hanno intelligentemente fatto rete evitando così la duplicazione dell’offerta formativa, mettendosi insieme – ha sottolineato Bernini – hanno davvero creato un ecosistema della conoscenza che è esattamente quello che il nostro sistema europeo e globale ci chiede di fare».

 

424860665_759840862843650_1153080249738921117_n-650x488

All’inaugurazione hanno portato i loro i saluti di Nicolò Palombi, presidente del Consiglio degli studenti e delle studentesse, Simona De Simone, rappresentante del personale tecnico e amministrativo, Roberta Censi, rappresentante del personale docente e ricercatore e  Andrea Braschi, direttore Generale.  Il commissario alla ricostruzione Guido Castelli ha tagliato il nastro in centro con il rettore Graziano Leoni, il sindaco Roberto Lucarelli, il prefetto Isabella Fusiello e una nutrita rappresentanza della Regione Marche (l’assessore Andrea Maria Antonini, il vicepresidente dell’assemblea legislativa Gianluca Pasqui, e i consiglieri Renzo Marinelli e Romano Carancini).  «Questa scelta di Unicam – ha sottolineato Castelli – non è per niente scontata e testimonia la capacità operativa dell’università, destinataria dell’ordinanza numero uno, nella ricostruzione. La vera difficiltà della ricostruzione è passare dalle norme ai cantieri».

inaugurazione-anno-accademico-unicam-1-650x488

All’evento era presente anche il vicesindaco di Matelica Denis Cingolani, al posto del primo cittadino Massimo Baldini, ancora ricoverato a Torrette, che è stato menzionato durante la cerimonia dallo stesso rettore Leoni. A Baldini è stato tributato un lungo applauso e un augurio di pronta guarigione. «È stato un momento emozionante a testimonianza di quanto il nostro sindaco sia amato e rispettato anche fuori dai confini cittadini – ha commentato Cingolani – colgo l’occasione per augurare a tutti gli studenti, professori e personale Unicam un buon anno accademico, confermando che Matelica è orgogliosa di ospitare l’importante Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria. Un polo importante per la nostra città e in continua crescita».

422062548_759763139518089_3849203232161234595_n-650x488

Presso il rettorato è stata inaugurata anche la mostra di Giuliana Flavia Cangelosi, dottoranda Unicam, che ha come tema “Tra linee e algoritmi”. Un viaggio tra arte, architettura, design e tecnologia”. La mostra offre un’analisi evolutiva nell’ambito dell’arte, architettura, design, scienza e tecnologia delineando un percorso di trasformazione artistica che abbraccia sia le radici classiche che le prospettive visionarie. Il percorso espositivo si sviluppa attraverso rappresentazioni dettagliate delle architetture classiche e dei taccuini di viaggio, fornendo un’immersione completa nelle influenze iniziali dell’artista. Dopo aver brillantemente conseguito la laurea magistrale in “Computational Design” presso la Scuola di Architettura e Design di Unicam, Giuliana Flavia Cangelosi è attualmente una dottoranda in Innovation Design sempre presso Unicam.

inaugurazione-anno-accademico-unicam-3-650x488

inaugurazione-anno-accademico-unicam-2-650x366

 

bernini-unicam

«Stazionarie le condizioni del sindaco, è ancora in prognosi riservata. Ci siamo stretti intorno ai familiari»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X