Disabili, neet e donne vittime di violenza,
come inserirli nel mondo del lavoro?

BELFORTE - Al campus Simonelli Group un convegno per cercare di dare una risposta guardando ai casi virtuosi del nostro territorio: l’associazione Cometa di Ascoli, la Giorgi di Tolentino e Hugo Boss di Morrovalle

- caricamento letture
30112023_Faro_evento30novembre-68-650x433

Foto di gruppo al termine del convegno di ieri

Ieri sera al nuovo campus Simonelli Group a Belforte del Chienti, si è tenuto il convegno dal titolo “Inclusività: le opportunità e i vantaggi per la tua azienda”, organizzato da Gi Group e Il Faro, con il patrocinio del Comune di Tolentino e in collaborazione con Nuova Simonelli. 

Trattando un tema delicato del mercato del lavoro italiano, l’evento, frutto di una collaborazione fra il mondo del profit e del no profit, è nato con l’obiettivo di definire un percorso di integrazione socio-lavorativa per i soggetti che si trovano in situazioni di svantaggio nel territorio, in particolare le persone con disabilità, i neet e le donne che hanno subito violenza. Un’integrazione a 360°, perciò non volontaristica ed episodica, ma in grado di ridefinire il codice genetico e il paradigma culturale delle aziende del territorio e non solo. Durante l’iniziativa è stato analizzato il mercato del lavoro sul territorio maceratese e le opportunità per le aziende, con un particolare focus su vari progetti di Gi Group (tra cui Women4) e della cooperativa Il Faro.

30112023_Faro_evento30novembre-30-Copia-325x217All’evento hanno partecipato personalità delle istituzioni locali, associazioni di categoria (Cna Macerata, Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo, Confindustria Macerata e Confcommercio Marche Centrali) e aziende del territorio. Durante l’iniziativa sono state coinvolte diverse realtà che hanno già intrapreso un percorso virtuoso, come l’associazione Cometa di Ascoli Piceno, la Giorgi di Tolentino e Hugo Boss Shoes&Accessories Italia di Morrovalle. Ogni attore del mercato del lavoro ha preso parte quale orientatore di principi e cambi di mentalità, rendendo l’evento un’occasione per promuovere cultura ed educazione aziendale. Presenti anche Fabiano Gobbi, assessore alle attività produttive e al commercio del Comune Tolentino, che ha parlato dell’importanza di un percorso come questo, e Valentina Ugolinelli, vicepresidente della commissione per le pari opportunità, la quale ha detto alla platea: «L’inclusività del mondo del lavoro riguarda le pari opportunità in senso ampio, perché alcune categorie, come le persone con disabilità, i neet e le donne che hanno subito violenza, sono ancora vittime di discriminazione. Il convegno di oggi ci ricorda quanto il lavoro, e quindi l’autonomia economica, sia un principio fondamentale per l’autodeterminazione e per la libertà, che è un diritto inalienabile. L’inclusione è una rivoluzione culturale in grado di scardinare stereotipi e discriminazioni: una sfida per ognuno di noi, come aziende e come persone».

Simona Tiberi, Expert Sales Account di Gi Group, ha sottolineato l’importanza di un’iniziativa come questa: «Siamo qui oggi perché crediamo che l’inclusione sia una caratteristica fondamentale che contribuisce alla crescita e al successo in modo significativo. Dobbiamo, in quanto si può fare, accompagnare e dare vita a cambiamenti culturali agganciando opportunità economiche. Quando abbracciamo questa visione e creiamo un ambiente inclusivo non solo rispettiamo i diritti fondamentali, ma sblocchiamo un potenziale illimitato».

Marcello Naldini, presidente de Il Faro, ha ricordato alla platea che «tutti i giorni offriamo accoglienza, ascolto e cura alle persone che vivono situazioni di svantaggio nel nostro territorio, in particolare alle persone con disabilità, ai neet e alle donne che hanno subito violenza. Questa nuova collaborazione rappresenta un’opportunità importante per entrambe le parti coinvolte e per la nostra comunità. Attraverso questa sinergia, desideriamo produrre un impatto positivo sulla società, lavorando insieme per affrontare le sfide sociali più urgenti, come ad esempio poter contribuire a creare occupazione e giovani qualificati e pronti all’ingresso nel mondo del lavoro».

La serata si è conclusa con un aperitivo di networking e con lo spettacolo del centro teatrale Sangallo fondato da Saverio Marconi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X