Primo treno da Piediripa a Civitanova:
marcia reale di 3 bande e vagoni stipati

MACERATANDO (2a puntata) - Tre nuovi episodi da leggere e ascoltare in podcast per conoscere storie, aneddoti e curiosità sul capoluogo. Oltre all'apertura della linea ferroviaria, l'inaugurazione del tiro a segno e la morte di Ireneo Aleandri

- caricamento letture

treno

(Clicca per ascoltare in podcast)

L’apertura della linea ferroviaria a Macerata, l’inaugurazione del tiro a segno e la morte di Ireneo Aleandri sono raccontati nei tre nuovi episodi podcast della rubrica domenicale Maceratando curata da Roberto Cherubini. 

Il 25 novembre 1884 fu aperta al pubblico la linea Civitanova-Morrovalle-Piediripa (Pausula). All’arrivo del treno delle 10.45 le bande di Pausula, Mogliano e Petriolo suonarono la marcia reale. Alle 3 e 20 partì il treno da Piediripa per Civitanova e i vagoni erano talmente stipati che non ci sarebbe potuto entrare più nessuno.

 

tiro_segnoIl 29 giugno 1884 fu inaugurato il Tiro a Segno Nazionale a Macerata. Furono chiamati i 30 tiratori scelti. Il primo colpo fu sparato dal tenente colonnello comandante del Distretto di Macerata Cavalier Bercellino ed il secondo da Sigismondo Ciccarelli ed entrambi fecero centro.

Il  6 marzo 1885 morì l’ingegnere architetto Ireneo Aleandri all’età di 90 anni. L’ ingegnere Aleandri era un architetto dei più valenti e reputati. Durante l’esposizione Artistica e Industriale di Macerata dell’anno 1879 fu premiato con medaglia d’oro per il disegno dello Sferisterio.

Gli episodi possono essere ascoltati cliccando sugli appositi link in fondo alla pagina o tramite tutte le piattaforme podcast.  Se volete ricevere  la nuova puntata di Maceratando via whatsapp aggiungete ai vostri contatti il numero +393683174125 e inviate un messaggio per registrarvi al servizio gratuito.



Maceratando



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X