Il rimorchio del tir si ribalta
e schiaccia un’ambulanza:
due morti e tre feriti (Foto/Video)

TRAGEDIA lungo la Statale 76 a Chiaravalle. A perdere la vita un 27enne, autista dipendente della Cri di Senigallia, e il paziente di 83 anni che era all'interno del veicolo per il trasferimento a Torrette
- caricamento letture
c8969131-4c7f-4fcd-b103-09b61127bdca-325x244

L’incidente a Chiaravalle

Tragedia a Chiaravalle, lungo la Superstrada 76 allo svincolo per l’autostrada. Il bilancio dell’incidente, che ha coinvolto un Tir, un Suv e un’ambulanza della Croce Rossa, è di due morti, di 27 e 83 anni, e tre feriti, uno dei quali trasportato con Icaro a Torrette. L’ambulanza sembra fosse impegnata a effettuare un servizio secondario, con paziente a bordo, quando sarebbe rimasta schiacciata dal rimorchio del mezzo pesante che si è rovesciato.

L’autoarticolato stava trasportando balle di fieno, dirette ad Abu Dhabi, e viaggiava in direzione del porto. Uscito di strada, il container si è ribaltato e ha schiacciato l’ambulanza. In pratica, la tragedia si è consumata quando, stando ad una prima ricostruzione effettuata dalla polizia Stradale, il tir nell’affrontare la curva della rampa ha avuto uno spostamento del carico all’interno del container che stava rimorchiando, diretto al porto. Non si sa ancora se l’invasione della corsia di marcia sia avvenuta per motivi meccanici o a seguito della condotta del conducente, uno straniero che verrà ascoltato con un interprete poiché non parla l’italiano. A seguito di ciò, il peso del rimorchio si è sbilanciato sulla sinistra finendo sopra all’ambulanza che sopraggiungeva in senso opposto. Subito dopo il mezzo di soccorso si trovava un Suv Bmw.  A morire sono stati l’autista del mezzo di soccorso, 27 anni, e il paziente di 83. Camionista e automobilista sono rimasti contusi. Quest’ultimo, un 60enne di Ancona, è sceso dalla vettura e ha allertato i soccorsi. La soccorritrice che si trovava ad assistere il paziente è stata estratta e trasportato con Icaro a Torrette. Ha riportato delle fratture al costato e lievi ferite alla testa, le sue condizioni per fortuna non sembrerebbero destare preoccupazione.

c171f033-ccbd-406a-b5e8-9435c0e9d07f-650x488

Sul posto 118, vigili del fuoco, Anas e polizia Stradale.

Chiuso temporaneamente al traffico, per chi viaggia in direzione Roma, lo svincolo di collegamento tra la strada statale 76 ‘della Val d’Esino’ e l’autostrada A14, necessario per consentire i rilievi volti ad accertare la dinamica dell’incidente e il conseguente spostamento dei mezzi coinvolti.

La tragedia accaduta, ha sconvolto il mondo dell’emergenza sanitaria. «Giornata tristissima per la nostra Associazione, per la nostra categoria e per tutte le Organizzazioni di Volontariato – ha fatto sapere l’Associazione Conducenti Emergenza Sanitaria delle Marche -. Esprimo, a nome di tutta l’Associazione Co.E.S. Marche il cordoglio per la tragica perdita del collega Autista e del paziente che stavano trasportando. Vicinanza e una pronta guarigione, pregando per la vita del collega Autista Soccorritore che era a bordo del mezzo, e ci stringiamo al dolore delle famiglie e della Croce Rossa Italiana – Comitato di Senigallia». Profondo cordoglio anche dal presidente della Cri, Francesco Rocca. «Giornata tristissima per la #CroceRossa: a Chiaravalle (Ancona) un grave incidente ha coinvolto una nostra ambulanza. L’autista e il paziente hanno perso la vita. Gravissimo un secondo soccorritore. “Esprimo, a nome di tutta l’Associazione, il cordoglio per la tragica perdita del nostro autista e del paziente a bordo. Preghiamo per la vita del secondo soccorritore e ci stringiamo al dolore delle famiglie e della Croce Rossa Italiana – Comitato di Senigallia».

(Ultimo aggiornamento alle 16.45)

 

giusy2-650x488

L’incidente a Chiaravalle

c0c651d1-79d7-4bab-8b86-46eba66b709a-650x488

L’incidente a Chiaravalle

4d6296da-36ce-4aaa-9c08-4f416ee0afb9-650x488

L’incidente a Chiaravalle



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X