Alluvione, 9 morti nelle Marche:
tra i dispersi due bimbi e una mamma
«Solidarietà dal presidente Mattarella»

BOMBA D'ACQUA - Tragico bilancio: nell'Anconetano le vittime sono di Ostra, Trecastelli, Barbara e Senigallia. Quattro i dispersi, 50 i feriti. Il sindaco di Castelleone di Suasa: «E' una situazione apocalittica». Ricerche in corso per un bambino di otto anni e un'altra piccola con la madre. Ad Ancona è arrivato il capo della Protezione civile Curcio. Il presidente della Regione Acquaroli ha ricevuto le chiamate del premier Draghi e del Capo dello Stato. Nel Maceratese una 30ina gli interventi dei vigili del fuoco per rami caduti in mezzo alla strada, smottamenti, allagamenti di scantinati, capannoni o sottopassi
- caricamento letture

 

af967aa_49209-650x366

I vigili del fuoco durante i soccorsi a Senigallia

AGGIORNAMENTO DELLE 20,45 – Le ricerche proseguono perché risultano disperse: Brunella Chiu di 56 anni e la figlia 17enne Noemi Bartolucci oltre al piccolo Mattia di 8 anni che si trovava in auto insieme alla mamma Silvia Mereu quando entrambi sono stati travolti dalla piena. La donna ha stretto a sé il figlio ma l’impatto violento dell’acqua gliel’ha strappato trascinandolo via.

AGGIORNAMENTO DELLE 15,20 – La prefettura ha aggiornato il numero delle vittime accertate per l’alluvione che ha colpito la zona di Senigallia. Sono 9 al momento. Due di queste sono in corso di identificazione e potrebbero essere ricomprese nel numero dei dispersi, che sono allo stato 4, dei quali due minorenni.

AGGIORNAMENTO DELLE 11,40 – Il bilancio delle vittime sale a 10. I corpi di altre due persone sono stati infatti trovati poco fa. Uno è stato rinvenuto ad Ostra. Si tratterebbe di un nordafricano. L’altro è invece in fase di identificazione dopo essere stato rinvenuto completamente privo di vestiti: si tratterebbe di una persona di Corinaldo. Aumenta anche il numero dei dispersi, che salgono a 4, tra loro ci sono anche un bimbo e una madre con la figlia, e 50 è invece il numero dei feriti.  «E’ una situazione apocalittica, una cosa che in tanti anni non ho mai visto – ha detto Carlo Manfredi, sindaco di Castellone di Suasa  – Piante e alberi trasportati come fuscelli. Purtroppo siamo ancora alla ricerca del bambino di 8 anni. Ieri notte fortunatamente abbiamo trovato la mamma ancora in vita. Era in auto poi ha visto questa corrente d’acqua arrivare ed è scesa con il bambino in braccio ma poi sono stati trascinati via».

***

AGGIORNAMENTO DELLE 9,50 – Sale a 8 il numero dei morti nelle Marche. Intorno alle 9 un’altra vittima è stata trovata all’interno della propria vettura a Bettolelle, frazione di Senigallia. Continuano invece le ricerche di un bimbo di 8 anni, trascinato via dall’acqua mentre era tra le braccia della propria madre, nel comune di Barbara. Ricerche in corso anche per un’altra mamma e la propria bimba.

af967aa_49208-650x488

I vigili del fuoco durante i soccorsi a Senigallia

«Ho appena ricevuto le chiamate del Capo dello Stato, Sergio Mattarella e del presidente del Consiglio Mario Draghi. Il presidente Mattarella ha espresso la solidarietà alla nostra comunità e gratitudine a tutti quanti stanno instancabilmente lavorando per i soccorsi. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha espresso la sua vicinanza rassicurandomi sul supporto per ogni necessaria esigenza. Il dolore per quanto accaduto è profondo ma la comunità marchigiana è forte e saprà reagire. Il pensiero va alle persone scomparse e alle loro famiglie, a cui esprimo cordoglio e vicinanza». Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli che insieme agli assessori Stefano Aguzzi e Filippo Saltamartini sta partecipando alla riunione operativa in corso nella sede della Protezione Civile delle Marche con il Prefetto, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e di Trenitalia per far fronte all’emergenza alluvione che si è verificata questa notte. Appena arrivato da Roma anche il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio.

***

Il giorno dopo l’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio le Marche, soprattutto l’entroterra della provincia di Ancona, il bollettino è tragico: all’esito delle verifiche svolte dal dipartimento della Protezione Civile sono almeno 7 le vittime e tre dispersi, tra cui anche un bambino strappato dalla furia dell’acqua dalla braccia della mamma. Una strage. Quattro  si contano a Ostra, una a Trecastelli, una Barbara dove però risultano disperse ancora altre 3 persone e poco fa è arrivata la notizia di un ulteriore corpo senza vita ritrovato a Bettolelle.  Dalle notizie ancora sommarie alcuni vittime sono stati recuperate a Pianello di Ostra in un garage, mentre il corpo di una anziana di 73 anni si trovava in un seminterrato a Passo Ripe. Nella provincia di Ancona si sono abbattuti circa 400 millimetri di pioggia in poche ore sottolineano dal Dipartimento della Protezione che per tutta la notte non ha mai smesso di seguire l’evolversi della situazione dalla sala operativa.

 

af967aa_49207-650x488

A Senigallia da questa mattina dalle 6, dopo l’ondata di piena del Misa, il fiume si sta lentamente ritirando. Varie zone della città sono ancora allagate ma l’acqua non trasborda più da Ponte Garibaldi e da Ponte degli Angeli. Molte strade non sono transitabili oppure chiuse al traffico per motivi di sicurezza. La zona del Cesano è allagata.

Lo sciopero del trasporto dei Ferrotranvieri è stato sospeso nelle Marche per evitare disagi. Sul fronte della viabilità stamattina è chiuso il casello autostradale di Senigallia. Le strade del centro di Senigallia, la Statale, l’Arceviese, la Corinaldese, la Bruciata le vie del Piano Regolatore sono chiuse e pericolose. «Lasciare libere le strade per consentire l’intervento ai mezzi di soccorso» è la richiesta del Comune di Senigallia.

alluvioneIl sindaco Massimo Olivetti ha disposto, per oggi e domani, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, i servizi per l’infanzia 0-3 anni, centri diurni disabili, centro diurno alzheimer, centro pomeridiano germoglio e tutti gli impianti sportivi. Rimarranno chiusi anche i musei e la biblioteca Antonelliana; tutti gli eventi in programma sono annullati. Negli stessi giorni sono sospese le attività vaccinali programmate e previste in via Po. Chiusi gli uffici postali di Senigallia centro, Saline e Cesano.

Anche nel Maceratese la bomba d’acqua ha creato danni e disagi, senza tragiche conseguenze o feriti. Durante tutta la notte e le prime ore di stamattina sono stati una 30ina gli interventi dei vigili del fuoco per rami caduti in mezzo alla strada, piccole frane o smottamenti, allagamenti di scantinati, capannoni o sottopassi. Interessate maggiormente l’area costiera tra Porto Recanati e Civitanova e quella interna, in particolare nelle zone di Cingoli e Matelica.

(in aggiornamento)

 

alluvione-serra-de-conti

 

af967aa_49206-650x488

I vigili del fuoco durante i soccorsi a Senigallia

af967aa_49205-650x366

I vigili del fuoco durante i soccorsi a Senigallia

 

Pioggia e fango nel senigalliese: si temono 4 dispersi a Barbara Soccorsi anche a Ostra

Alluvione, l’ondata di piena del Misa spaventa Senigallia: domani scuole chiuse in diverse città



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X