Comunità energetica,
Pieve Torina mette le basi

L'IDEA ha riscosso interesse da molti dei partecipanti all'assemblea di presentazione
- caricamento letture

 

comunita_energetca_pieve_torina-1-300x400

Il sindaco Gentilucci durante l’incontro

È stata un’assemblea viva e partecipata quella che è andata in scena martedì scorso, nel tardo pomeriggio, al Parco Rodari di Pieve Torina. L’argomento era di quelli destinati a coinvolgere un pubblico ampio poiché si è parlato di comunità energetica con qualificati esperti e si è fatto il punto, a seguire, sulla ricostruzione, sui progetti Pnrr e sulle comunicazioni per le dichiarazioni per Cas e Sae che riguardano i cittadini di Pieve Torina.
«Un incontro importante che ha messo le basi per il progetto che stiamo predisponendo per avviare anche qui l’esperienza della comunità energetica, ossia un percorso condiviso di uso e gestione delle risorse energetiche che punti a valorizzare la specificità del territorio in un’ottica di sostenibilità» ha sottolineato il sindaco, Alessandro Gentilucci. «Il bando, in attuazione del Fondo Nazionale Complementare al Pnrr, prevede la possibilità di realizzare impianti finanziati al 100% in una logica di rete, ossia con la partecipazione dell’intera comunità e con vantaggi non solo economici, in primis il risparmio sul costo delle bollette, ma anche ambientali e sociali. I consulenti che ci seguono nella progettazione hanno puntato sul fotovoltaico con l’opzione di integrare con altre fonti rinnovabili, ad esempio mini-impianti idroelettrici».
L’idea della comunità energetica ha suscitato l’immediato interesse di molti presenti che si sono detti disposti ad essere informati ed eventualmente coinvolti nel progetto. «Abbiamo poi fatto il punto sulla ricostruzione esponendo le tavole grafiche con l’avanzamento dello stato dei lavori dei progetti di ricostruzione privata e fornito un elenco dei progetti presentati a valere sul Pnrr, a cominciare da quello sulla mensa scolastica, che ci ha visti primi nella graduatoria regionale e, per finire, quello sulla rigenerazione urbana i cui lavori inizieranno entro l’anno. Un incontro proficuo -conclude Gentilucci – che segnala come il metodo della condivisione e del confronto con i cittadini, che abbiamo sempre seguito e che continueremo sempre a seguire, premi in termini di chiarezza e partecipazione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X