Macerata Musei, ecco il nuovo sito
«Al centro il visitatore,
valorizziamo il patrimonio della città»

RESTYLING del portale web, l'assessore Cassetta: «Si chiude così un lavoro attento sulla comunicazione della rete museale, un percorso iniziato con il nuovo regolamento e poi trasportato nel reale con attività di rete e di comunicazione condivisa». La soddisfazione del manager Andrea Barchiesi per i primi risultati statistici legati al traffico di utenti, tanti gli accessi e alta la durata media di ogni ingresso
- caricamento letture
sito-musei-5-650x488

Da sinistra: Andrea Barchiesi, Katiuscia Cassetta e Gianluca Puliti

di Luca Patrassi

«What’s on» è il nome di una delle tre sezioni (le altre due sono visita, arte e artisti) del nuovo sito di Macerata Musei: non solo in economia, anche nella cultura l’inglese dilaga con buona pace di chi osserva come l’italiano contenga l’origine di quelle parole che andiamo a prendere in inglese. Auditorium (per ora si chiama così, il restyling strutturale ha lasciato intatto il termine) della biblioteca Mozzi Borgetti, questa mattina si è svolta la presentazione dei contenuti del sito che ha nel museo di Palazzo Buonaccorsi l’elemento di maggiore attrazione.

sito-musei-2-1-325x244

Il nuovo sito

Un anno di lavoro, oggi la presentazione di un progetto nato nel luglio dello scorso anno, più o meno dopo che al Comune era stato fatto notare come sull’homepage del sito ci fossero ancora video con gli annunci degli ex amministratori comunali e la loro filosofia operativa. Un anno di lavoro a fronte di una determina che indicava in circa cinquantamila euro il costo di realizzazione (24.500 euro per la Tadao Agency di Andrea Barchiesi, 13mila euro per la digital media specialist Laura Nalli, poi spese varie per i testi, i video, le foto). Sempre la determina del luglio 2021 diceva che «la suddetta veste rinnovata prevederà i contenuti tradotti in lingua», ma senza specificare quale: si trattava della lingua inglese ed oggi infatti, in concomitanza alla conferenza stampa, è apparsa un’altra determina in cui si specifica l’urgenza di un incarico (1300 euro a una ditta maceratese) per la traduzione in inglese dei testi del sito. Conferenza stampa che ha visto presenti il manager Andrea Barchiesi, l’assessore alla cultura Katiuscia Cassetta e il dirigente Gianluca Puliti.

sito-musei-3-325x244«Finalmente presentiamo il nuovo sito dei musei di Macerata – ha detto l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta –  frutto di un lavoro lungo, svolto con cura da uno staff competente che ha avuto, fin dall’inizio, l’obiettivo di porre al centro il visitatore, che ospitiamo in modo eccellente al museo ma vorremmo si senta già accolto e soddisfatto dai contenuti che troverà partendo dal  nostro nuovo sito. Si chiude così un lavoro attento sulla comunicazione della rete museale Macerata musei, un percorso iniziato con il nuovo regolamento e poi trasportato nel reale con attività di rete e di comunicazione condivisa. Questo un primo passo verso un nuovo piano strategico  digitale, che sappiamo essere sempre in progress e che si dovrà adattare e confrontare alle nuove esigenze del visitatore. Così valorizziamo il patrimonio culturale della città, lo rendiamo sempre più fruibile per incentivare i processi di sviluppo turistico culturale».

sito-musei-4-325x244«Il sito musei.macerata.it è stato implementato – hanno evidenziato i promotori dell’iniziativa – perseguendo la finalità fondamentale di gerarchizzare, catalogare e quindi restituire alla consultazione degli utenti l’eterogeneo patrimonio artistico presente nella rete museale maceratese. La priorità fondamentale che ha guidato la progettazione prima e la realizzazione poi, è stata quella di creare una esperienza di navigazione utente soddisfacente, diretta e puntuale, volta alla consapevole acquisizione di informazioni. Il design minimale unitamente alla mappa dei contenuti interamente rivista, permette agli utenti di fruire di tutti i contenuti in modo logico e intuitivo, da qualsiasi dispositivo utilizzato per la navigazione. Il lavoro è stato caratterizzato da una proficua interazione tra i musei, in particolare Giuliana Pascucci e Fabiola Cogliandro, curatrici dei contenuti, il Comune di Macerata nelle figure del dirigente del Servizio Welfare e Cultura Gianluca Puliti, il web content specialist Paolo Carassai e il grafico Emilio Antinori, e il team tecnico e strategico composto da Andrea Barchiesi, business e digital strategist, Lorenzo Nonni, sviluppatore web e Laura Nalli Social media manager».

sito-musei-2-325x244Dagli Uffizi e dal Prado al Buonaccorsi il passo non è breve, ma lo racconta Andrea Barchiesi: «E’ un percorso che abbiamo iniziando guardando cosa fanno i più grandi musei del mondo, ne abbiamo studiati un centinaio dandoci alcuni criteri come uno standard internazionale, la necessità di tradurre i sistemi identitaria dei musei in un linguaggio digitale e la volontà di garantire una efficace esperienza all’utente. Il sito contiene una serie di percorsi che stanno funzionando bene come si deduce dai volumi di traffico, la durata media di ogni visita è di 11 minuti, ci sono 60/70 visitatori giornalieri, molto bassa (il 35%) la frequenza di rimbalzo, di chi apre e chiude immediatamente». Infine nel sito stanno entrando anche i dati degli archivi storici, testi e foto delle mostre del Novecento. Mostre di Pannaggi, Peschi, Tulli, Craia, Monachesi e Ricci per citare alcuni grandi maceratesi. presentazioni di Elverio Maurizi. Foto in bianco e nero, testi in italiano. Oggi se ne vedono di tutti i colori. ma chi naviga sul web è contento, così suggeriscono le statistiche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =