La mostra dell’ultimo Tulli,
«opere in cui è maturo e libero»

CIVITANOVA - Taglio del nastro alla chiesa di Sant'Agostino per l'esposizione legata ai 100 anni dell'artista maceratese. Sarà aperta sino al 28 agosto. Si possono vedere 21 grandi tele e 11 opere ceramiche
- caricamento letture
Tulli

La mostra di Wladimiro Tulli

Mostra di Wladimiro Tulli, il nastro è tagliato. Questo pomeriggio a Civitanova inaugurata “Cavalcare i sogni”, esposizione dedicata all’artista maceratese in occasione dei 100 anni dalla nascita.

Carla-Tulli-e-Enrica-Bruni

Carla Tulli ed Enrica Bruni

In mostra all’auditorium Sant’Agostino della città alta 21 grandi tele e 11 opere ceramiche, che coprono un arco temporale di dieci anni, che si chiude con Il Navigatore solitario Innamorato, del 2001. La rassegna vede collaborare fianco a fianco i comuni di Civitanova, Macerata, Recanati, la Fondazione Carima, la Regione e la figlia di Wladimiro, Carla Tulli, con il fratello del maestro Piero Alberto. Curata da Enrica Bruni, direttrice della Pinacoteca civica Marco Moretti e da Stefano Papetti, direttore dei musei comunali di Ascoli, la mostra di Civitanova prevede in concomitanza l’apertura  straordinaria della Pinacoteca civica Marco Moretti, dove si può ammirare il dipinto di Tulli Arcobaleno spezzato, che il comune di Civitanova ha acquistato per potenziare la raccolta, ma pure per dare maggior risalto a questo importante anniversario e sottolineare l’amicizia che Wladimiro Tulli ha avuto per il museo civitanovese e per Civitanova.

Tulli-6-650x488«Queste opere fanno parte dell’ultimo periodo artistico di Tulli – ha detto la direttrice Bruni -, ormai maturo e più che mai libero, anche dalla sua formazione futurista e astrattista. Fino in ultimo Tulli è stato un artista effervescente, uno sperimentatore che non si lascia contaminare, anzi perennemente autonomo, originale, giovane, come scrive Stefano Papetti nel suo testo pubblicato nel catalogo della mostra. Giuseppe Ungaretti, nella poesia che gli dedica nel 1963, racconta che d’improvviso viste le opere di Tulli ne ha tratto felicità per la fantasia, la spontaneità, per il colore, le forme libere e l’invenzione».

Il direttore dei Musei di Ascoli, Stefano Papetti, ha aggiunto: «Sono proprio questa vitalità e questo desiderio di sperimentazione che caratterizzano i grandi pannelli ospitati nella chiesa di Sant’Agostino a Civitanova Alta, un luogo che da tempo promuove ed ospita eventi culturali, a segnalare un artista che superati gli ottanta anni non esitava a rinnovare il proprio linguaggio, animato da una apertura verso il futuro che ne denota la perenne giovinezza».

Tulli-5-650x488«Rispetto ad altre esposizioni, a Civitanova abbiamo un’esplosione di colore – le parole di Carla Tulli -, e in queste tele Wladimiro affronta una pittura di dimensioni importanti. Vi invito a vedere la mostra sognando assieme a lui».

La mostra Wladimiro Tulli. Cavalcare i sogni chiuderà il 28 agosto. Le aperture della mostra, della Pinacoteca civica e del teatro Annnibal Caro seguiranno questo calendario: giugno, sabato e domenica dalle 17,30 alle 20,30; luglio e agosto, dalle 20 alle 24. Aperture straordinarie anche in concomitanza con altri eventi e in orari diversi da quelli dati.

L’ingresso alla mostra Wladimiro Tulli. Cavalcare i sogni, alla Pinacoteca civica e al teatro storico Annibal Caro sarà gratuito e così anche le visite guidate, che si potranno prenotare scrivendo a info@pinacotecamoretti.it.

 

Tulli-3-650x488

Tulli-5-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =