Battaglia per il Gentili: «I nostri figli
non siano vittime sacrificali
di una politica di grandi numeri»

SCUOLA - I genitori dei ragazzi della prima liceo contro la decisione dell’Ufficio scolastico regionale di autorizzare una sola classe complessiva dell’istituto e di istituirla a Sarnano. Chiesto incontro con Ugo Filisetti
- caricamento letture
filisetti-2

Marco Ugo Filisetti

 

I genitori dei ragazzi al liceo Gentili di San Ginesio protestano contro la riduzione a una sola classe per il prossimo anno scolastico. Decisione arrivata dall’Ufficio scolastico regionale, che ha stabilito di autorizzare una sola classe complessiva dell’istituto superiore “Alberico Gentili” per i due plessi di San Ginesio (la sede della dirigenza e di due indirizzi liceali) e Sarnano, decidendo di istituire la classe proprio in quest’ultima sede e indicando come necessario il riorientamento degli alunni. Dopo la forte opposizione già avviata da parte del Comune stavolta è il turno dei genitori, oltre una ventina presenti, degli alunni iscritti alla prima del liceo delle Scienze umane di San Ginesio che sono stati convocati dal dirigente scolastico del Gentili, Donato Romano, chiedendo un incontro con Ugo Filisetti, direttore dell’Ufficio scolastico regionale. «Il Gentili è un punto di riferimento per tutti i comuni colpiti dal sisma del 2016 – dicono i genitori – e non vogliamo che i nostri figli siano vittime sacrificali di una politica fatta solo di grandi numeri. Dobbiamo essere tutti uniti in questa battaglia per evitare che una tradizione scolastica importante come quella di San Ginesio venga distrutta a fronte di decisioni che non tengono minimamente in considerazione le difficoltà e le necessità presenti in certi territori». I genitori degli alunni hanno voluto comunicare la conferma dell’iscrizione dei propri figli rifiutando qualsiasi ipotesi di riorientamento. Nel frattempo l’amministrazione comunale ha proceduto all’invio di una serie di diffide e richieste di accesso agli atti a tutte le autorità e agli organi politici e amministrativi di riferimento, a testimonianza di quanto la valorizzazione e la difesa del territorio dalle aree interne debbano essere dimostrate con azioni forti e concrete che vedono compatta un’intera comunità.

A Monte San Martino tre classi in una, a San Ginesio 22 alunni reindirizzati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =