Crac Civitanovese, Cerolini
assolto dall’accusa di bancarotta

SENTENZA - Il Tribunale di Macerata ha prosciolto l'ex patron del club. I fatti risalgono al 2017. Il pm aveva chiesto la condanna a 4 anni
- caricamento letture
giuseppe-cerolini_Foto-LB-5-650x433

Giuseppe Cerolini

 

Bancarotta nel fallimento della Us Civitanovese ss dilettantistica, assolto l’ex patron del club rossoblu, Giuseppe Cerolini. I fatti contestati risalgono al 2017 (il club era stato dichiarato fallito il 5 luglio di quell’anno) e la questione, per la quale il pm ha chiesto la condanna a 4 anni per l’imprenditore, riguardava la presunta omissione della tenuta dei libri e delle scritture contabili obbligatorie. Creando pregiudizio ai creditori e impedendo, dice l’accusa, la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari della società fallita. Oggi si è chiuso il processo in cui è imputato Cerolini, difeso dagli avvocati Massimo Di Bonaventura e Clara Di Bonaventura. Il tribunale ha assolto l’ex patron della Civitanovese con formula piena.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =