«Mio cugino è morto di leucemia,
reciterò per ricordarlo»

SUL PALCO - Domenica 15 maggio, al teatro dello Spirito Santo di Tolentino andrà in scena "Impara l'arte... e mettili da parte" per la regia di Manuel D'Aleo. Lo spettacolo, in memoria di Marco Paciaroni di Belforte, scomparso dieci anni fa, servirà a raccogliere fondi per l'Ail
- caricamento letture
Unknown-1-650x488

Marco Paciaroni al centro nel 2010, con Manuel D’Aleo e Giada D’Aleo presidente e vice presidente de “I Servitori dell’Arte”

di Giulia Sancricca

Da Ladispoli a Tolentino, in ricordo di Marco Paciaroni, per sostenere l’Ail Ancona – Macerata. Sono trascorsi dieci anni da quando il 26enne di Belforte è morto a causa di una leucemia fulminante che non gli ha lasciato scampo, ma il ricordo dei suoi familiari e di chi lo conosceva è ancora così da vivo da far sì che, domenica prossima, l’anniversario della sua scomparsa venga celebrato con uno spettacolo. Una rappresentazione teatrale che offrirà la possibilità di devolvere una parte del ricavato all’Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma delle Marche.

Sarà il cugino del giovane, Manuel D’Aleo, a portare in scena una pièce con la sua compagnia teatrale di Ladispoli (Roma) “I Servitori dell’Arte” «La nostra associazione culturale è nata nel 2008 – racconta Manuel D’Aleo – e nei primi anni anche Marco (Paciaroni, ndr) aveva avuto modo di apprezzare i nostri spettacoli. È una compagnia di stampo familiare ed è giusto che ricordiamo mio cugino in questo modo. Porteremo in scena “Impara l’arte… e mettili da parte”. Uno spettacolo liberamente ispirato ad “Abat-jour” di Petrolini. Non è solo una commedia in dialetto romano, ma anche uno spunto di riflessione».

Unknown-2-325x215

Una foto di scena. Da sinistra: Valerio Lucidi, Livia Massimi, Manuel D’Aleo, Donatella Marucci, Ornella Lorenzano

L’opera, per la regia dello stesso D’Aleo, è già stata rappresentata dalla compagnia in altre città d’Italia. «La stiamo portando in tour da qualche mese – prosegue D’Aleo – . Abbiamo cominciato con molte repliche in Toscana, poi è nata l’idea di portarlo anche nelle zone vicine a Belforte del Chienti, il paese dove viveva Marco, in occasione dei dieci anni dalla sua scomparsa. L’appuntamento è domenica prossima, alle 18, al teatro dello Spirito Santo di Tolentino.

L’assessore alla Cultura della città, Silvia Tatò, ha creduto in questo progetto sposandolo sin da subito e concedendoci il patrocinio del Comune. Per questo la ringraziamo di cuore.
Poi abbiamo contattato l’Ail ed anche loro saranno presenti con il vice presidente Roberto Centurioni. È una delle attività dei “Servitori dell’Arte” che da molto tempo facciamo a teatro, e ora abbiamo deciso di fare qualcosa in più nel nome di Marco». La prenotazione dello spettacolo è consigliata al 334.5393001



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 1
Civitanova = 
Elezioni = 1