«Paga o riveliamo il tuo tradimento»,
61enne patteggia 20 mesi

IN AULA - L'uomo era stato arrestato nel maggio dello scorso anno insieme ad altre due persone. Avrebbero cercato di ottenere 5mila euro da una donna
- caricamento letture

tribunale-macerata-polizia-penitenziaria-1-650x488

 

Tentata estorsione a una donna dietro la minaccia di rivelare al marito una presunta relazione extraconiugale, uno degli imputati ha deciso di patteggiare la pena (un altro lo aveva fatto in fase di indagini). Oggi si è svolta l’udienza davanti al gup Domenico Potetti del tribunale di Macerata. I fatti contestati risalgono al maggio del 2020 quando una donna che vive in un comune della costa sarebbe finita nel mirino di tre persone che le avrebbero chiesto 5mila euro «o inviamo foto a tuo marito sulla tua relazione extraconiugale». La donna aveva chiamato i carabinieri e il giorno dell’appuntamento si erano presentati i militari. La consegna, continua l’accusa, doveva avvenire nella zona del cinema Multiplex di Piediripa, a Macerata. I militari avevano arrestato due persone: Stefano Palasciani, 61 anni, romano, incaricato del ritiro, e Andrea Ignazi, 48enne di Fermo, che faceva da palo. Una terza persona ritenuta coinvolta era invece stata arrestata a distanza di circa 8 o 9 ore dai fatti, il settempedano Matteo Mulinari, 34 anni. Ignazi aveva patteggiato 1 anno e 10 mesi in fase di indagine. Palasciani, assistito dall’avvocato Marco Poloni, oggi ha patteggiato 1 anno, 8 mesi e 400 euro di multa. Per Mulinari invece il procedimento è stato rinviato a settembre per l’indisponibilità ad essere presente del legale, l’avvocato Giancarlo Giulianelli. Il legale in precedenza aveva sottolineato che sull’arresto di Mulinari aveva fatto ricorso in Cassazione, contestando la sussistenza della flagranza di reato e sottolineando che il suo assistito non conosceva la donna e nemmeno Palasciani.

(Gian. Gin.)

Donna ricattata da 3 uomini: «Ci devi pagare 5mila euro» Lei denuncia e scattano gli arresti

 

Tentata estorsione a una donna, convalidati i tre arresti «Rischio di reiterazione dei reati»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X