La pista da sci a Macerata
e la terza corsia a Villa Potenza
Parcaroli porta tutto a Roma

IL CONSIGLIO comunale ha discusso oggi pomeriggio del progetto per la frazione e dell'idea del consigliere Pd Andrea Perticarari che ha poi ritirato l'ordine del giorno di fronte a diversi no. La Giunta però ha già inserito la proposta in una delibera
- caricamento letture
parcaroli

Sandro Parcaroli oggi durante l’assise online

 

di Federica Nardi

La pista da sci a Macerata si fa o no? La risposta è a Roma, a giudicare dalle dichiarazioni della giunta comunale oggi. Dichiarazioni da mettere un po’ in ordine. Perché da un lato la Giunta ha votato un progetto complessivo dove la pista è citata (si tratta l’adesione al programma innovativo per la qualità dell’abitare) e il sindaco Sandro Parcaroli ha ribadito che l’idea è buona e che «ad aprile a Roma chiederemo anche questo», spiegando che «dobbiamo analizzare vantaggi e svantaggi». Dall’altro l’indirizzo della maggioranza nel Consiglio comunale di oggi è stata di bocciare l’ordine del giorno del proponente di tutto questo: il consigliere del Pd Andrea Perticarari. Che alla fine, di fronte all’evidenza, ha deciso di ritirare l’ordine del giorno.

sacchi

Riccardo Sacchi

Insomma, il progetto la maggioranza l’ha fatto suo ma l’avrebbe bocciato in assise. Il motivo lo ha spiegato Riccardo Sacchi, assessore al Turismo: «Ringrazio Perticarari per averci fornito questa suggestione. Solo che da un lato il periodo storico della pandemia, dall’altro il fatto che la Giunta abbia accolto tacitamente l’idea con la delibera, ci porta a votare contrario». E ancora, spiega Sacchi : «Il fatto di averla prevista nella delibera conferma la bontà dell’idea. Quello che lascia dei dubbi che non ci consentono di approvare l’atto consiliare sono i tempi con cui è stata presentata».

perticarari

Andrea Perticarari

Perticarari in realtà aveva specificato che non c’era nessuna fretta, si tratta «di un invito non stringente, per dare motivo di valutare, senza particolari vincoli rispetto al come e al dove». Due le ragioni della proposta. La prima «di natura sociale – spiega Perticarari -. E’ un progetto popolare e di sinistra. Consentirebbe a chiunque ad approcciarsi ad attività sportive solitamente non praticabili per i costi da sostenere e per il tempo necessario a raggiungere le località». Il secondo è economico: «Sarebbe un richiamo per associazioni sportive del sud e Centro Italia che nei periodi caldi dell’anno non possono allenarsi o raggiungere località a centinaia di chilometri. Creerebbe un ovvio indotto di natura economica tra turismo e commercio oltre al fatto di aumentare la platea degli amanti di queste attività che avrebbero poi lo sbocco naturale sul nostro territorio durante i mesi invernali. Non deve essere vista come un’alternativa allo sci normale ma come una misura di implementazione. Nessuno vuole negare i problemi attuali – ha specificato il consigliere -, ma troppo spesso abbiamo perso treni che poi non sono più passati».

Alberto Cicarè di Potere al Popolo-Strada comune si è detto «non favorevole alla proposta perché mi sembra una proposta fuori contesto. Bisogna fare proposte originali ma sempre contestualizzarle in quello che è Macerata, che non ha una vocazione sciistica. Lo facesse Ussita lo capirei. Per una questione di coerenza penso sia da rigettare. In relazione anche al fatto che un progetto del genere il Comune potrebbe farlo ma fatto da un privato».

narciso-ricotta

Narciso Ricotta

Un altro progetto ha fatto molto discutere oggi, prima di quello della pista da sci. Ed è la terza corsia di Villa Potenza, su cui si è acceso il dibattito tra Narciso Ricotta, capogruppo Pd e il sindaco Sandro Parcaroli. Ricotta ha sollecitato l’amministrazione a muoversi e non cambiare progetto e tracciato per non perdere il finanziamento: «Rinunciare a questa opportunità per inseguire un disegno su cui oggi non c’è nessun fondamento. Perché queste risorse non sono utilizzabili per un’altra opera. Le due opere non sono incompatibili. Ma intanto facciamola, non perdiamo questa preziosa occasione».

Il sindaco ha replicato che lui la strada la vuole a tutti i costi ma non per forza com’è stata ideata: «Questa strada s’ha da fare. Vediamo come – ha risposto Parcaroli -. Mi incateno se non riesco a farla. Ho due semi progetti nel cassetto ma io non sono un tecnico. Andrò a Roma, perché di mezzo c’è la società Quadrilatero. Dobbiamo fare una strada seria, analizziamola bene. Se dopo non trovo i soldi e devo spendere i soldi che arrivano, non li butto certo via. Ma per adesso sono in attesa di vedere se si può fare meglio».

«La politica a Macerata sembra stordita, fuori c’è una tempesta ma si parla di piste da sci e cittadinanze onorarie»

La pista da sci di Macerata approda in Consiglio comunale

Una pista da sci a Macerata? Parcaroli: «Bella idea per il futuro, ora non è il momento giusto»

Sciare a Macerata, Mandrelli: «E’ un progetto che va con lo sguardo oltre la collina»

«Una pista da sci a Macerata» Perticarari propone il modello Copenaghen

Tre proposte per rivoluzionare la città, Macerata a caccia di fondi La mappa dei progetti

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori, care lettrici

Siamo Matteo Zallocco e Alessandra Pierini, proprietari di CM Comunicazione che è a capo di Cronache Maceratesi e da due anni anche dell'edizione di Ancona per dare al network un respiro regionale. Nel 2008 abbiamo intrapreso questa avventura, cresciuta esponenzialmente. Tredici anni dopo siamo ancora noi i proprietari di questo giornale libero e indipendente. E gratis. Senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all'editoria. E tutto questo ha un costo che, in questo momento di crisi per la pandemia, non è sostenibile esclusivamente con la pubblicità. Lavoriamo insieme a colleghi preparati per cercare di offrire un servizio di qualità. Ogni giorno abbiamo circa 90mila visitatori unici e oltre 800mila visualizzazioni ma in questo difficile periodo storico non bastano i numeri a garantire un sostegno economico. Se apprezzi il nostro lavoro, il tuo contributo farà la differenza per un'informazione di qualità.

Grazie per il supporto

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l

-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X