Battaglia sulle mense scolastiche:
«Non sono così perfette come dite»

MACERATA - Con 23 contrari in Consiglio non passa la richiesta di Stefania Monteverde di rimandare la sperimentazione che riguarda alcuni istituti. L'assessora Katiuscia Cassetta ha chiarito alcuni aspetti: «Le abbiamo trovate tutt’altro che meritevoli di premi e medaglie. Non taglieremo nessun posto di lavoro. Il tavolo di confronto è stato già aperto e solo alla fine prenderemo una decisione»
- caricamento letture

 

Giunta_KatiusciaCassetta_FF-1-325x217

Katiuscia Cassetta

 

di Federica Nardi

Né il sit in dei genitori in piazza della Libertà né la mozione di Stefania Monteverde (Macerata bene comune) hanno convinto l’amministrazione Parcaroli a rimandare la sperimentazione nelle mense scolastiche della città. Il progetto, che dovrebbe prendere il via a marzo anche se non ci sono date sicure, prevede che in cinque scuole (Mameli, Villa Serra, Frank, De Amicis e Natali) il secondo piatto e il condimento siano preparati in un’altra mensa di un’altra scuola, mentre il primo continuerebbe a essere preparato in loco.

Mensa_SitIn_FF-11-325x217

La protesta oggi in piazza della Libertà

L’assessora Katiuscia Cassetta ha letto per ben due volte la replica della Giunta (prima durante le interrogazioni e poi in sede di Consiglio): «Il tavolo di confronto è stato già aperto. Non ci sarà un taglio di lavoro ma eventualmente personale che andrà in pensione e che non verrà sostituito. Nel rispetto degli uffici, sottolineo che il progetto ci è stato fornito dagli uffici stessi. Non toglieremo il biologico, le cucine interne rimarranno tutte – ha proseguito Cassetta -. Le mense non sono così perfette come le descrivete. Le abbiamo trovate tutt’altro che meritevoli di premi e medaglie. Guardiamo a realtà più virtuose della nostra, abbiamo iniziato un percorso da ottobre e vogliamo provare a ricalcare il sistema che già da tre anni funziona alla Padre Matteo Ricci e che non ha mai creato problemi. Il trasporto dei pasti non supererà i 15 minuti. Quando scadrà il contratto di fornitura, nel 2022, abbiamo intenzione di rivedere il piano d’acquisto». L’operazione comporterebbe un risparmio di circa 60mila euro l’anno, che andrebbero a finanziare «nuove strumentazioni per le cucine – spiega l’assessora -. Abbiamo avuto un confronto con i cuochi a gennaio, con il comitato mensa, i genitori, il Consiglio comunale e la Giunta. Solo alla fine arriveremo a una decisione»

Monteverde_FF-5-325x217

Stefania Monteverde

Monteverde ha criticato la visione dell’amministrazione sulla questione: «Le Mense verdi bio di Macerata hanno ricevuto 400mila euro di premio in due anni dal ministero. Anche i genitori comprendono che il vostro progetto porterà a una riduzione della qualità. Che il servizio fosse troppo costoso lo pensava l’assessore Marco Caldarelli (ora assessore anche con Parcaroli, ndr), che chiese uno studio per la riduzione del personale delle cucine. Ma noi lo abbiamo respinto». La richiesta di Monteverde è di «fermare il progetto e aprire un tavolo di confronto. Anche con i sindacati. E rinviare l’eventuale riforma del servizio a un altro momento».

Mensa_SitIn_FF-10-325x217Il capogruppo del Pd Narciso Ricotta ha replicato a chi definisce il servizio attuale di scarsa qualità: «L’assessore Paolo Renna ha scritto su Facebook che la qualità è mediocre. State offendendo chi lavora per noi. La qualità delle mense è certificata, le vostre chiacchiere non le ha certificate nessuno. Non cercate un alibi per cambiare. Assumetevi la responsabilità del camnbiamento, senza gettare fango su chi lavora».

La mozione è stata bocciata con 23 voti contrari e 9 favorevoli. 

Genitori in rivolta per le mense: «Sono un’eccellenza di Macerata, l’amministrazione scopra le carte»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X