Addio all’anima della Pro loco,
è morto Giancarlo Galeassi

MATELICA - E' scomparso improvvisamente questa mattina. Ha dedicato la sua vita a far conoscere le bellezze della cittadina. Il funerale è stato fissato per lunedì. I ricordi: «Ci mancherà il suo sorriso e il suo ottimismo»
- caricamento letture
Screenshot_20210116-192101_Samsung-Internet-650x595

Giancarlo Galeassi

 

 

Matelica piange l’angelo della Pro Loco, si è spento improvvisamente stamattina a casa sua, a 70 anni, Giancarlo Galeassi, anima e cuore dell’ufficio informazioni turistiche, a causa di un malore. Nell’ufficio di vicolo Cuio sedeva ogni giorno, dal lunedì al sabato, da quando era andato in pensione, metodico ed appassionato, innamorato della sua città, di cui raccontava gli aneddoti secolari ai turisti che specie nella bella stagione, si sono spinti a fare un giro nella città che tutti conoscono essere di Enrico Mattei. Socio onorario dell’associazione matelicese, era un volontario instancabile che aveva a cuore la sua città e amava mostrarne gli angoli nascosti, l’arte diffusa, i vicoli stretti medievali e quelli rinascimentali, sempre pronto a consigliare anche quei posti che sono l’anima delle Marche e danno gusto all’anima con piatti genuini. Lascia la moglie Marisa, i figli Andrea e Barbara, la sorella Maria Grazia, gli amati nipotini. La camera ardente è stata allestita all’ospedale di Matelica. I funerali si terranno lunedì alle 15,30 partendo dall’ospedale, per la chiesa di Santa Maria Cattedrale. In tanti ne hanno ricordato l’ottimismo, la passione per il suo territorio, l’instancabile impegno ed il legame con la sua terra, il sorriso immancabile sotto ai folti baffi. Così lo ricorda la guida naturalistica Maria Cristina Mosciatti: «Un grande uomo che ha dedicato la sua vita a Matelica, ci mancherà il suo sorriso e il suo ottimismo, la persona più straordinaria ed amante del nostro territorio che abbia mai conosciuto». Aggiunge Emanuele Fuffa: «Era un patrimonio di sani e vecchi saperi. Dispiace molto la sua scomparsa». Annalisa Burzacca: «Un vero dispiacere, ci rimane il suo sorriso ed il buon esempio di disponibilità, un forte abbraccio a tutta la famiglia».

(M. Or.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X