Presepi, quasi pace in Arena
dopo la maretta Pistolesi-Iommi

MACERATA - Dopo le accuse di plagio («L'idea della mostra era mia») le posizioni si sono ammorbidite all'inaugurazione nella galleria dello Sferisterio: «E' l’inizio di un percorso che sono sicuro incontrerà il favore delle persone perché è bello». L'assessore: «Nessuna volontà di appropriarci dell’iniziativa, solo la necessità di ripensare quello spazio dandogli rilevanza e contenuti»
- caricamento letture
parcaroli-iommi-mostra-presepi-1-325x217

L’assessore Silvano Iommi e il sindaco Parcaroli all’inaugurazione della mostra dei presepi nella Galleria Sferisterio

 

di Luca Patrassi

Una mostra di presepi artistici negli spazi dello Sferisterio. Ieri l’inaugurazione, quasi a porte chiuse per via del Covid ed esposizione che sarà più visibile attraverso i social del Comune che non sul posto visto che la si potrà guardare un po’ solo dalle vetrine dell’Arena lungo il viale. L’iniziativa del Comune, con i presepi della collezione Cassese e con quelli realizzati dai presepisti Andrea Pistolesi e Simone Tamburrini, ha però vissuto una vigilia un pochino tesa con qualche polemica che comunque ieri – complice lo Sferisterio – si è leggermente stemperata.

L’assessore all’urbanistica Silvano Iommi nei giorni scorsi aveva annunciato l’allestimento allo Sferisterio omettendo – è sembrato – o glissando sui protagonisti principali. A notare subito la cosa è stata Sonia De Gaetano, componente del comitato dei garanti dei democrat maceratesi: «Quando il mio carissimo amico Andrea Pistolesi mi ha raccontato di questo suo meraviglioso sogno per il quale da mesi e mesi stava lavorando, questa amministrazione non esisteva ancora. Grazie Andrea per aver reso possibile la realizzazione di tutto ciò. E per quanto riguarda il fatto che qualcuno si prende un merito che non ha.. mi spiace.. non ho parole ma ti capisco, ci sono passata e lo sai. Ma le bugie hanno le gambe corte». In linea il commento a caldo sui social del sangiustese Andrea Pistolesi, baritono e presepista per passione: «Vorrei precisare che la mostra dei presepi artistici allo Sferisterio è una mia idea. Stavolta mi girano i maroni..».

mostra-presepi-sferisterio-1-325x217Ieri sera posizioni un pochino più morbide. Pistolesi: «Ho lavorato per mesi all’allestimento. Inizialmente avevo pensato a un grande allestimento della Natività che introducesse ai presepi da allestire lungo il corridoio delle botteghe. Da tanti anni canto allo Sferisterio, ho sempre sentito dire della necessità di utilizzare quegli spazi e così ho pensato a questa iniziativa. Poi è arrivato il Covid e non si è potuto far molto, ma siamo pronti per ripartire alla grande. Ieri ho sentito il sindaco Sandro Parcaroli e l’assessore Silvano Iommi, è l’inizio di un percorso che sono sicuro incontrerà il favore delle persone perché è bello, perché lo Sferisterio è capace di grandi atmosfere e ci fa immergere nelle nostre tradizioni». Dunque, cosa è accaduto? «Il Comune – rileva l’assessore Iommi – vuole valorizzare il corridoio innocenziano dello Sferisterio con una serie di attività, abbiamo volentieri iniziato dai presepi visto che c’era una proposta già in essere che va nel senso da noi auspicato. Nessuna volontà di appropriarci dell’iniziativa di Pistolesi, solo la necessità di mettere in primo piano la volontà di ripensare quello spazio dandogli rilevanza e contenuti».

Prende luce l’albero tech, «un segnale di speranza» (FOTO)

La galleria dimenticata dello Sferisterio rivive come spazio espositivo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X