Civitanova, Black friday in tono minore
«Mancano i clienti da fuori comune
Speriamo di tornare presto in zona gialla»

VOCE ai commercianti del centro, poche persone in giro per lo shopping a causa delle restrizioni: si registrano cali nelle vendite più o meno marcati nonostante gli sconti. Molti si tengono a galla grazie all'online. Tutti concordi su un aspetto: si spera nel Natale e nell'allentamento delle misure
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
black-friday-intimissimi-2-650x488

Le ragazze di Intimissimi su Corso Umberto I

 

di Laura Boccanera

Non sembra neanche sabato pomeriggio a Civitanova. Un po’ di passeggio c’è, specie per le vie principali, ma sono soprattutto teenager e ragazzini. Non è più la Civitanova dello shopping. La zona arancione ha inflitto un duro colpo al commercio e anche il Black friday con le sue promozioni ha alzato di poco l’asticella di una stagione che non è paragonabile a quella dello scorso anno. Nessuna fila fuori dai negozi, poco movimento. C’è chi si barcamena con le vendite online per tirare avanti, chi ha ridotto gli orari e chi tiene duro sperando nella prossima settimana, quando anche le Marche dovrebbero tornare in zona gialla. Ma è soprattutto l’umore ad essere a terra.

ivana-vesprini-brando-saltari

Ivana Vesprini e Brando Saltari della boutique Vesprini

«Non c’è proprio gente in giro – commentano Ivana Vesprini e Brando Saltari della boutique Vesprini di via Duca degli Abruzzi – la gente poi non è serena, è spaventata e non ci sono occasioni per feste, compleanni e cerimonie e pertanto il nostro settore soffre particolarmente. Abbiamo un prodotto di fascia alta e il solo bacino civitanovese non basta. E l’assenza dei clienti da Ancona, Tolentino e dall’Umbria si sente parecchio. Ad agosto abbiamo lavorato molto proprio con gli umbri e la zona arancione non aiuta. Speriamo di tornare in fascia gialla e avere più giro, ma sicuramente l’entusiasmo non è quello delle feste. Lo shopping non è solo un acquisto di necessità, è anche un’esperienza di divertimento, di soddisfazione e l’umore quest’anno non è quello adatto. E’ un Natale grigio sebbene proviamo a tingerlo di rosso». Un po’ meglio le vendite online: «Per fortuna quelle – continuano – abbiamo consegnato a domicilio anche a Civitanova dopo il lockdown di aprile».

letizia-ferramondo-land-art

Letizia Ferramondo di Land Art

Qualcosa si vende e va un po’ meglio dal dirimpettaio Land Art, negozio di abbigliamento donna: «Abbiamo cominciato con gli sconti ad inizio della scorsa settimana – commenta Letizia Ferramondo – da ieri è cambiata la percentuale di sconto e questa mattina è andata abbastanza bene. Il sabato mattina è il giorno in cui si vende meglio, c’è il mercato e movimento, già nel pomeriggio da diverse settimane è tutta un’altra storia e molto più tranquillo. Per la nostra clientela affezionata che viene da fuori ci siamo organizzati con le spedizioni». Temevano un contraccolpo ancora più grave le ragazze di Intimissimi su Corso Umberto I: «Durante la settimana c’è pochissimo movimento, ma sinceramente pensavamo peggio – commenta la responsabile del punto vendita Paola Trucchia – Il fatto che il centro commerciale sia chiuso ha agevolato le catene del centro. Un calo ovviamente c’è stato ma temevano un tracollo. Il Black friday quindi è andato abbastanza bene, l’abbiamo spalmato su tutta la settimana e la politica aziendale è venuta anche incontro prolungando il tempo per il reso». La clientela fidelizzata e l’aumento delle vendite online hanno consentito anche alla storica profumeria Vittoria di mantenersi in equilibrio, ma il calo c’è: «Rispetto allo scorso anno abbiamo un calo del 50%  – commenta la titolare Vittoria Sbrascini – e questo perché nonostante le clienti affezionate di Civitanova è mancata tutta la clientela proveniente dal resto della regione. E’ aumentato l’online. Speriamo che si torni presto in zona gialla in vista delle festività natalizie».

la-ciabatteria-claudia-gherardi

Claudia Gherardi La ciabatteria

E se Corso Umberto I e le vie limitrofe “piangono” non va meglio in corso Vittorio Emanuele, dove spesso commesse e titolari alle 18 chiudono il negozio e aprono solo in caso di arrivo di clienti dal momento che anche il passaggio delle auto diventa occasionale. «Visto che si sta di più in casa abbiamo venduto in queste settimana quasi solo ciabatte – commenta Claudia Gherardi della Ciabatteria – per il Black friday qualcuno si è visto, soprattutto stamattina e anche per calzature. Però non dobbiamo dimenticare che è la fine del mese, di un mese in zona arancione e nel bel mezzo di una pandemia. Tutti fattori che non aiutano lo shopping». E anche da Golosilandia, il paradiso dei golosi all’interno non c’è nessuno: Ooggi anzi, qualcuno che passa a piedi si vede – dice la titolare Lucia Ripari – come va lo vede dai parcheggi. Ci sono posti liberi, quindi va male. Ancora non abbiamo fatto vendite prenatalizie. Chi viene acquista soprattutto per se stessi, ma per i regali o gli extra quest’anno la clientela è molto attenta. E si aspetta di capire cosa succederà. Quest’anno non abbiamo neanche fatto le promozioni per il Black Friday». Tira le somme Debora Pennesi presidente dell’associazione Centriamo e commessa del negozio Anna di Annalisa Turchi in via Trento: «Ieri non è stato il Black friday a cui di solito eravamo abituati – commenta-  forse sarebbe stato meglio posticiparlo alla prossima settimana quando le Marche torneranno zona gialla. Senza le presenze da fuori comune Civitanova è vuota. Qui la sera alle 18,30 è il deserto e molti commercianti hanno aderito alla proposta di chiusura alle 19. Quando abbiamo fatto una settimana di sconti dall’8 al 15 novembre un riscontro c’è stato, speriamo che qualcosa si muova in vista del Natale. Come associazione abbiamo fatto molto, abbiamo abbellito i negozi e reso anche la passeggiata gradevole per rendere il più accogliente possibile la città con luminarie e alberelli. Andiamo avanti e cerchiamo di essere ottimisti».

paola-trucchia-intimissimi

Paola Trucchia Intimissimi

golosilandia

debora-pennesi

Debora Pennesi presidente Centriamo, collaboratrice di Anna boutique

corso-umberto-i



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X