Accusa un malore, muore a 45 anni
dopo alcuni giorni di agonia

TOLENTINO - Addio a Francesco Rea, lascia una moglie e una figlia. Elettricista, in passato aveva lavorato anche in Poltrona Frau. Il ricordo dell'amico e assessore Giovanni Gabrielli: «Era l'anima goliardica del gruppo, un vulcano, sinonimo di festa»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

francesco-rea-e1605442150799-325x195

Francesco Rea

 

Un lutto improvviso ha scosso la comunità di Tolentino. Francesco Rea, giovane papà di 45 anni, è deceduto ieri all’ospedale di Macerata. Un grave malore lo aveva colpito agli inizi della scorsa settimana e nonostante tutti i tentativi dei medici, il suo cuore ha cessato di battere. L’uomo, elettricista di professione, lascia la moglie Laura e la figlia piccola Sofia. La tragica notizia della morte dell’artigiano, ha suscitato profondo sconforto nell’intera comunità dove la famiglia Rea era conosciuta e apprezzata. Innamorato della sua famiglia Francesco Rea, è descritto da tutti come una persona solare, sensibile, sempre pronto alla battuta e allo scherzo. «Era una sagoma – ricordano gli amici con cui condivideva l’altra sua grande passione: la pesca sportiva – un ragazzo speciale, un compagno di vita esemplare ed un padre affettuoso, quel genere di ragazzo che quando manca ne noti subito l’assenza. Era semplice, pieno di energia e di buon umore». Il ricordo dell’assessore Giovanni Gabrielli, suo grande amico da oltre 15 anni: «Provo un dolore immenso, una morte che non riesco ad accettare. Tanti ricordi mi legano a Francesco. Con lui abbiamo girato l’Italia entrambi appassionati dello sport delle freccette, assieme avevamo creato una squadra femminile che nel campionato del 2017 era riuscita a vincere il titolo nazionale- continua commosso- era l’anima goliardica del gruppo, un vulcano. Francesco era sinonimo di festa».  Prima di mettersi in proprio Rea, aveva lavorato alla “Poltrona Frau” di Tolentino dove aveva lascito nei ricordi dei colleghi, il segno indelebile del suo carattere affabile. In tanti nelle ultime ore, hanno avuto rivolto attraverso i social, centinaia di messaggi di vicinanza, rivolti in particolar modo alla sorella Milena a cui era legatissimo. Una tragedia, quella che ha colpito i familiari dell’uomo, in cui a piangerne la scomparsa c’è la mamma Diana e il padre Tonino. I funerali, curati dall’agenzia funebre Corvatta, avranno luogo domani alle 15,30 nella chiesa dello Spirito Santo di Tolentino, muovendo dalla sala del commiato Terracoeli.

(Fra. Mar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X