Rimpasto, Ciarapica studia lo schema:
«Aspetto le richieste dei partiti»

CIVITANOVA - L'ipotesi è di assegnare un solo assessore per ciascuna forza politica, ma non convincerebbe Lega e Fratelli d'Italia. Una parte della maggioranza cerca di salvare Troiani. Il primo cittadino: «Non ho fretta»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
fenomenale-ferta-lube-sindaco-ciarapica-civitanova-FDM

Fabrizio Ciarapica, sindaco di Civitanova

 

di Laura Boccanera

«Io ho messo da parte le elezioni regionali». Pressing su Pasqui? «Non lo so, è un’ottima persona, ma non lo dico per me, non mi meraviglierebbe se avesse delle opportunità per diventare assessore, ha preso molti voti». Troiani è fuori dalla giunta come corre voce? «Troiani è il mio vicesindaco». Chi rischia nel rimpasto? «Aspetto le richieste dei partiti, io non ho fretta».

Sono le risposte stringate che il sindaco Fabrizio Ciarapica ha rilasciato oggi a Cronache Maceratesi. Pochi scambi tra il sibillino e l’affaticato per sintetizzare il confronto in atto fra i partiti. Ieri sera si è riunita la Lega per l’analisi del voto e per un confronto interno, ma non sarebbero stati fatti nomi su chi inserire in giunta. Le richieste però sarebbero sempre le stesse, ovvero un azzeramento della giunta per crearne una a trazione Lega sulla falsariga di quello che succederà in Regione. Sembrerebbe non voler mettere in atto grosse rivoluzioni invece Fabrizio Ciarapica, che dovrà comunque sicuramente sostituire l’assessore al commercio Pierpaolo Borroni e rimpiazzare la Gabellieri, fatta fuori durante la campagna elettorale. Lo schema tattico sul quale pare si stia lavorando è quello di un assessorato a testa per ciascuna lista e partito. Uno a Forza Italia dunque (oltre Carassai già in giunta, ma considerato un tecnico dal partito), uno per Fratelli d’Italia (e quindi verosimilmente la Ruffini al posto di Borroni), uno per la Lega. In quota Lega c’è già Giuseppe Cognigni che però non si sa se rimarrà al suo posto o se il partito di Salvini si impunterà per avere un altro rappresentante. Si ipotizza anche una figura non iscritta al partito ma dalle riconosciute competenze. Un assessore rimarrebbe a Vince Civitanova e qui si apre il problema: attualmente infatti due sono gli esponenti in giunta della civica, il vice Troiani e l’assessore al bilancio Roberta Belletti. Da più parti in maggioranza starebbe arrivando l’appello al sindaco a salvare Troiani che però è inviso ai vertici di Forza Italia. Dovrebbe stare al sicuro Barbara Capponi che rimane in quota civica Obiettivo Civitanova. Un paradigma che però non piacerebbe ai partiti, che vorrebbero spuntare un assessorato in più. Al momento Ciarapica non sembra avere fretta di rimettere mano alla giunta e si attenderà almeno fino all’insediamento della giunta regionale e del consiglio quando Borroni lascerà Civitanova (ma potrebbe anche attendere la decadenza naturale dopo 30 giorni senza presentare le dimissioni) per Ancona.

 

Troiani ora rischia davvero, si alzano le quotazioni di Marzetti

 

Ciarapica, più che rimpasto una rivoluzione «Necessario cambiare la giunta, a rischio anche le municipalizzate»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X