Troiani ora rischia davvero,
si alzano le quotazioni di Marzetti

CIVITANOVA - Rimpasto di giunta, il vicesindaco ha avuto un colloquio con Ciarapica e la sua posizione è sempre più in bilico. Mentre per il consigliere indipendente un posto nell'esecutivo sembra vicino. Il primo cittadino dovrà comunque aspettare le scelte di Acquaroli in Regione, se dovesse nominare Pasqui come assessore, lui entrerebbe in Consiglio regionale
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
fausto-troiani-vicesindaco-archivio-arkiv-civitanova-FDM-2-325x217

Fausto Troiani

 

di Laura Boccanera

Incontro fra il sindaco Fabrizio Ciarapica e Fausto Troiani, sempre più in bilico la posizione del vicesindaco di Civitanova. Stasera riunione in Lega per decidere gli equilibri,  si delinea una giunta a trazione Forza Italia. Anche se ci vorrà ancora qualche giorno prima di vedere in faccia la nuova giunta civitanovese, frutto di una rinegoziazione fra i partiti che hanno chiesto di rimettere su nuovi binari il “treno” Ciarapica prima della scadenza del mandato fissato al 2022.

conf-ex-sindaci-varco-sergio-marzetti-civitanova-FDM

Sergio Marzetti è stato già assessore nelle Giunte guidate da Massimo Mobili ed Erminio Marinelli

E le sorti della giunta regionale e di quella comunale sono legate a doppia mandata dal momento che un forte pressing di Forza Italia è in atto sul primo in lista per Macerata Gianluca Pasqui per un posto come assessore, magari alla ricostruzione (leggi l’articolo). Scenario che consentirebbe al sindaco di lasciare indietro i problemi civitanovesi e di rimpasto e volgere verso Ancona come consigliere regionale. Anche se tra i maceratesi per un posto in giunta a fianco di Acquaroli restano in pole Filippo Saltamartini (Lega) ed Elena Leonardi (FdI). Sarà quindi difficile che prima della nomina della giunta regionale, Ciarapica possa rimettere mano a quella comunale. Più facile confermare il nome che sostituirà Borroni in giunta in quota Fdi e ormai la Ruffini sembra data per certa, non si sa invece se a lei si aggiungerà un altro assessore. Le novità arrivano sul fronte Forza Italia dove Ciarapica sembrerebbe intenzionato a rimaneggiare le carte assegnando un assessorato al presidente del consiglio Claudio Morresi (forse proprio l’urbanistica attualmente in mano a Troiani) e un altro assessorato a Sergio Marzetti, da sempre vicino a Forza Italia ma in questi anni di amministrazione Ciarapica si è schierato come indipendente in Consiglio e spesso anche critico nei confronti dell’amministrazione. Marzetti era già stato assessore nelle due Giunte guidate da Erminio Marinelli e in quella del sindaco Massimo Mobili. Il riavvicinamento sarebbe in atto da molto, già da quando il sindaco fece fuori dalla giunta la Gabellieri. Rimarrebbe al suo posto anche Carassai. Stasera la Lega potrebbe inoltrare le sue richieste e non è escluso che Cognigni rimanga al proprio posto dal momento che il gruppo comunale del Carroccio ha in dote solo 3 consiglieri comunali e, oltre loro, è composto dall’ex consigliere Pino Beruschi e dalla stessa Gabellieri. Il partito potrebbe chiedere la presidenza del consiglio per uno di loro. Forse Enzo Pizzicara, il cui nome era circolato anche come assessore, anche se appare poco probabile. La posizione più a rischio dunque proprio quella del vicesindaco Troiani: i vertici di Forza Italia e anche Fdi lo vorrebbero fuori, ma l’ideologo politico di Vince Civitanova e deus ex machina della vittoria di Ciarapica alle comunali ha ancora appoggi tra i consiglieri comunali di maggioranza.

 

Ciarapica, più che rimpasto una rivoluzione «Necessario cambiare la giunta, a rischio anche le municipalizzate»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X