«Bandi per la creazione d’impresa
35mila euro a fondo perduto»

CNA MACERATA commenta l'avviso pubblico della Regione per rilanciare il sistema economico all’interno di uno dei 42 Comuni che compongono l’area di crisi complessa Fermano Maceratese
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

assemblea-elettiva-cna-macerata-8-325x217

Giorgio Ligliani, presidente Cna Macerata

 

Nuove opportunità per gli imprenditori marchigiani. «La Regione Marche ha pubblicato l’avviso pubblico per il sostegno alla creazione di nuove imprese all’interno di uno dei 42 Comuni che compongono l’area di crisi complessa Fermano Maceratese – si legge in una nota di Cna -. Il bando ha lo scopo di rilanciare il sistema economico, sviluppare il settore turistico, favorire il reimpiego di lavoratori nell’area che comprende 9 Comuni maceratesi (Civitanova, Corridonia, Monte San Giusto, Monte San Martino, Montecosaro, Morrovalle, Penna San Giovanni, Potenza Picena, Tolentino) e 33 Comuni della provincia di Fermo. Destinatari dell’intervento sono i disoccupati iscritti al Centro per l’impiego». L’associazione precisa: «Ciascuna nuova impresa può accedere ad un finanziamento di massimo 35mila euro totalmente a fondo perduto. Le domande possono essere presentate dal 1° ottobre 2020 fino al 31 ottobre 2020, per proseguire con le successive finestre mensili fino ad esaurimento delle risorse. L’Ente di via Raffaello ha inoltre prorogato la scadenza dei bandi destinati ad imprese commerciali esistenti e operanti in qualsiasi Comune del territorio regionale. Ci sarà tempo fino al 30 ottobre per presentare domanda di contributo da destinare alla vendita di prodotti sfusi, alla creazione di centri commerciali naturali e ai sistemi di sicurezza in azienda – spiega Cna -. Il primo bando, infatti, prevede la concessione di contributi per l’apertura di nuovi negozi di vendita di prodotti sfusi e alla spina o per la realizzazione di punti vendita di prodotti sfusi e alla spina in esercizi commerciali. Sono ammesse spese di ristrutturazione e manutenzione straordinaria, oltre che ai costi per le attrezzature necessarie (es. dispencer, spinatrice). L’agevolazione prevede un contributo del 70% con un investimento minimo di 2mila euro e un massimo di 50mila euro. Il secondo bando ha, invece, l’obiettivo di rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani attraverso lo sviluppo e l’incentivazione dei Centri Commerciali Naturali. In questo caso i beneficiari possono essere sia i Comuni che le imprese del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande in sede fissa e le imprese dell’artigianato artistico e di qualità. Per le reti di impresa che si creeranno, previsto un contributo al 50%, con un massimo di 70mila euro. Il terzo bando, infine, è rivolto all’istituzione di un fondo per la sicurezza a disposizione delle imprese commerciali che intendono dotarsi di sistemi di sicurezza per affrontare il problema della microcriminalità nonché degli esercizi commerciali e di Sab. L’agevolazione prevede qui un contributo del 40% fino ad un massimo di 5mila euro. Per maggiori informazioni telefonare al numero 073327951 o scrivere una mail a comunicazione@mc.cna.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X