Civitanova, a Ferragosto non c’è posto:
pienone per ristoranti e hotel
E ora i turisti si fermano di più

15 AGOSTO - In città tanti villeggianti come non succedeva da anni. Simone Iualè, presidente degli albergatori: «C'è stato un vero e proprio assalto. Circa il 50% dei visitatori chiede di usare il bonus vacanze. Prima si fermavano uno o due giorni, ora 4-5. Molte prenotazioni anche a settembre». Milena Mecozzi (hotel Acquamarina): «Il bilancio è positivo, quest'anno anche tanti romani»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

estate-spiaggia-affollata-lungomare-nord-civitanova-FDM-4-650x433

 

di Laura Boccanera

Non fosse stato per il Covid il 2020 sarebbe stato l’anno d’oro del turismo marchigiano. E civitanovese in particolare. Piena come non mai, la cittadina costiera si prepara a festeggiare un Ferragosto un po’ sottotono, senza il tradizionale spettacolo pirotecnico e senza eventi di grosso richiamo. Ma nonostante le limitazioni, hotel e ristoranti sono tutti pieni. Impossibile trovare un posto per cenare a Ferragosto sul lungomare sud e nord. Pieni anche gli altri ristoranti del centro e anche gli albergatori tirano un sospiro di sollievo dopo le preoccupazioni e la chiusura causa lockdown. Anche se è presto per fare un bilancio della stagione, gli operatori leggono con soddisfazione i primi segnali di agosto e le prenotazioni in arrivo anche per settembre. Almeno la metà dei visitatori richiede l’utilizzo del bonus vacanze.

«Circa il 50% dei visitatori chiede di usare il bonus vacanze, non tutti però ancora hanno ben capito come funziona – spiega Simone Iualè presidente degli albergatori -, una cosa che abbiamo notato differentemente agli altri anni è che i soggiorni sono di almeno 4-5 giorni, quando invece lo scorso anno molte erano i soggiorni di una o due notti massimo. E poi è aumentata la destagionalizzazione: molte prenotazioni anche a settembre. Ad ogni modo a Ferragosto i nostri associati sono tutti pieni. Fare un bilancio ad agosto sull’onda dei numeri di questo mese però è fuorviante. Non siamo ancora in grado di dire se la stagione è stata recuperata, certo è che se avessimo avuto un numero maggiore di camere saremmo riusciti a riempirle senza difficoltà. Il 2020 è stato davvero l’anno di scoperta delle Marche. Il Covid non ha influenzato il soggiorno, all’inizio i visitatori magari sono un po’ scocciati per quella mezz’ora di ritardo al check in, ma quando capiscono che il protocollo per la sanificazione rappresenta un servizio di sicurezza in più si rasserenano e apprezzano.

Chi ha avuto un vero e proprio assalto è stata Civitanova, complice anche i locali notturni, discoteche e certi chalet di grande richiamo, ma personalmente ho avuto anche famiglie che invece hanno preferito Porto Sant’Elpidio perché più tranquilla. Un appunto se posso farlo arriva da alcuni suggerimenti dei miei clienti: è un peccato trovare i negozi chiusi la sera. Molti villeggianti me lo hanno fatto notare».

milena-mecozzi-civitanova-FDM

Milena Mecozzi

Tutto pieno per Ferragosto e prenotazioni in arrivo per settembre all’hotel Aquamarina dove è sold out tutto agosto e stanno arrivando richieste per il prossimo mese: «sono per lo più persone del centro Italia, Perugia, Assisi e nord Italia, ma quest’anno anche tanti romani – ha detto Milena Mecozzi dell’hotel Aquamarina – al momento il bilancio è positivo, ma si lavora mese per mese, non si possono fare previsioni a lungo termine. E speriamo che si possa lavorare anche ad ottobre e novembre senza problemi».

Bene anche nel campeggio Belvedere sulla collina prospiciente Fontespina dove si sente un po’ l’assenza del turismo straniero, da sempre molto legato al soggiorno itinerante attraverso caravan e camper: «la stagione sta tenendo – afferma Sebastiano Ercoli del Camping Belvedere – il bonus vacanza è stata una buona iniziativa, che sicuramente ha permesso a tante persone di poter fare qualche giorno di vacanza, il campeggio è pieno, ma cerchiamo di non prendere troppe prenotazioni per evitare affollamenti. La maggior parte dei visitatori arrivano da Umbria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e si sono concentrati nelle due settimane centrali di agosto». Per gli chalet tutto esaurito e non accetta più prenotazioni per la cena lo Shada che stasera punta sulla scena spettacolo con i Dik Dik.

Ferragosto, vietati i superalcolici Niente bevande in bottiglia

Ferragosto sold out nell’entroterra, il turismo post Covid riscopre i monti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X