Turismo, assemblea del Mama:
70mila euro dalla Regione

MACERATA - Incontro tra gli amministratori della Marca Maceratese sulle risorse stanziate sulla base di un progetto di rilancio presentato dalla rete dei Comuni
- caricamento letture
WhatsApp-Image-2020-08-05-at-16.31.36-650x433

La prima riunione post lockdown per i rappresentati del MaMa

Si sono ritrovati nell’auditorium della biblioteca comunale Mozzi Borgetti gli amministratori del MaMa – Marca maceratese per discutere di rilancio del turismo dopo l’emergenza Covid. Il primo incontro in presenza per i rappresentanti dei 55 Comuni che hanno deciso di stringere un patto per la valorizzazione turistica del territorio dopo il terremoto del 2016. Tema centrale dell’incontro è stato il progetto di sviluppo, elaborato nei mesi di lockdown e elaborato in collaborazione con le imprese locali del settore turistico, approvato e finanziato dalla Regione Marche con Dgr 1048 del 27 luglio con un finanziamento di 70mila euro. Durante l’emergenza gli amministratori hanno incontrato l’assessore regionale Moreno Pieroni in un video meeting per presentare i progetti di valorizzazione del territorio per il settore del turismo, occasione di confronto sulle politiche regionali per il territorio maceratese. «Abbiamo lavorato tutti insieme perché abbiamo un interesse comune, lo sviluppo della Marca Maceratese – ha sottolineato Stefania Monteverde, che ha guidato i lavori dell’assemblea in qualità di coordinatrice di MaMa. – Già nel 2017 la Regione ci ha sostenuti, oggi lo fa ancora per rispondere alla crisi con un progetto di rilancio. La nostra forza è essere tutti insieme senza particolarismi perché, al di là del colore politico, sul turismo abbiamo una sola visione: investire insieme sulla destinazione turistica della Marca Maceratese. Oggi siamo ancora più forti e pronti a dare risposte concrete agli operatori di un settore strategico come il turismo e all’economia del territorio». L’assemblea degli amministratori ha deliberato sulle linee di indirizzo relative al progetto e sulle modalità di attuazione, ma anche sul rafforzamento dell’organizzazione di MaMa attraverso la costituzione di un’associazione di Comuni aperta anche ai privati e agli enti strategici del territorio, per promuovere progetti inclusivi e operativi pronti a presentare la destinazione MaMa fina dalle prossime fiere di settore.

La rete dei Comuni è molto attiva anche grazie alla chat di tutti gli amministratori del MaMa composta da oltre 90 membri, tra amministratori e tecnici, nata durante il lockdown e attiva quotidianamente per la condivisione di idee, questioni, progetti, risultando uno strumento di collegialità e cooperazione molto produttivo. All’assemblea hanno partecipato Stefania Monteverde vice sindaco di Macerata, Alessio Vita sindaco di Belforte, Serenella Marano assessore di Bolognola, Giovanni Ciarlantini consigliere comunale di Caldarola, Leonardo Roselli vice sindaco di Camporotondo, Giuseppina Feliciotti sindaco di Cessapalombo, Martina Coppari assessore di Cingoli, Mirko Mari sindaco di Colmurano, Riccardo Vecchi consigliere di Corridonia, Marco Grandoni assessore di Fiuminata, Matteo Falzetti assessore di Gagliole, Chiara Maurizi e Martina Falcioni del Comune di Gualdo, Bruno Achilli consigliere di Loro Piceno, Maria Boccaccini assessore di Matelica, Simone Settembri, Claudio Tommasoni vice segretario di Montefano, Matteo Pompei sindaco di Monte San Martino, Enrico Vissani assessore di Petriolo, Valeria Pavoni e Luca Gagliardi del Comune di Pioraco, Marco Ranzuglia assessore di Pollenza, l’assessore Rita Soccio di Recanati, Tommaso Ruffini assessore di Potenza Picena, Sandra Paccamiccio del Comune di Ripe San Ginesio, Andrea Morichelli consigliere di San Ginesio, Vanda Broglia sindaco di Sant’Angelo in Pontano, Vanna Bianconi vice sindaco di San Severino, Luca Piergentili sindaco di Sarnano, Luana Moretti assessore di Treia, Cristina Arrà assessore di Urbisaglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X