Accoltellamento in via Pavese:
operati e fuori pericolo i due feriti
Catturato in serata il fuggitivo

CIVITANOVA - I due tunisini si sono affrontati questa mattina nell'abitazione di uno di loro. Proseguono le indagini dei carabinieri per ricostruire l'accaduto. Le armi usate sono coltelli da cucina
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
aggressione-via-pavese-civitanova-FDM-5-650x434

I soccorsi a uno dei feriti

 

Aggiornamento delle 23 – Catturato in serata il terzo tunisino dopo una caccia all’uomo durata tutto il giorno. Si tratta del connazionale delle due vittime di una violenta lite che ha provocato il ferimento dei due uomini, operati a Torrette e a Civitanova per le ferite riportate. Non è ancora chiaro il suo ruolo all’interno del diverbio maturato nella palazzina di via Pavese. Si trovava con il tunisino che è stato accoltellato al polmone e che era riverso in strada all’arrivo dei soccorsi. Ma alla vista delle volanti ha lanciato il coltello usato nella colluttazione ed è scappato a piedi, inseguito dai carabinieri, per le case del quartiere San Marone facendo perdere le sue tracce. A rintracciarlo i carabinieri. Ulteriori dettagli verranno diffusi domani dopo aver interrogato il fuggitivo.

di Laura Boccanera

Non sono in pericolo di vita i due tunisini che questa mattina si sono affrontati in quello che sarebbe un regolamento di conti a colpi di coltelli da cucina. Entrambi in ospedale hanno superato gli interventi chirurgici ai quali sono stati sottoposti dai medici dell’ospedale Torrette di Ancona e di Civitanova. Questa mattina, all’interno di un condominio di via Pavese, a Civitanova, nel quartiere San Marone i due uomini si sono affrontati. Uno di loro era con un connazionale e sono andati nella palazzina dove vive Noureddine Hamimou, 47enne, da tempo a Civitanova.

aggressione-via-pavese-civitanova-FDM-24-650x434Qui una questione fra loro è degenerata fino all’epilogo dell’accoltellamento. Ad avere la peggio lo stesso Hamimou e il connazionale, mentre un terzo, estraneo all’aggressione, è scappato facendo perdere le tracce. A seguito della violenta lite i due tunisini sono stati soccorsi e portati in ospedale. L’operazione più complessa è stata quella eseguita sul tunisino ricoverato a Civitanova con il polmone perforato. Noureddine Hamimou gli ha inferto un colpo dall’alto verso il basso che ha perforato il diaframma e colpito anche lo stomaco. L’intervento è durato circa un’ora e mezza ed è stato eseguito dall’equipe medica di Stefano De Luca. Operato invece a Torrette per suturare i numerosi tagli che aveva su tutto il corpo Hamimou, che soggiornava nell’appartamento di via Pavese.

Gli inquirenti sono in attesa di interrogarli per poter delineare più chiaramente la prima ricostruzione dei fatti ipotizzata, ovvero che l’aggressore, assieme all’altro connazionale che si è dato alla fuga, possa aver aggredito Hamimou una volta all’interno per una lite degenerata. Oppure potrebbe essere stato lo stesso 47enne ad infliggere il primo colpo. Sembra comunque verosimile che non si sia trattato di un agguato premeditato in quanto i carabinieri hanno trovato un solo coltello, quello da cucina, con lama di circa 15 centimetri, nascosto e occultato dietro la siepe e vicino ad un’auto in sosta. Non c’è ancora traccia invece del terzo uomo, che sembra estraneo all’episodio violento, ma che potrebbe chiarire alcuni passaggi ancora oscuri. Nei prossimi giorni i carabinieri ascolteranno i due tunisini, al momento sedati. Non è stata ancora sentita nemmeno la ragazza che ufficialmente vive in affitto nell’appartamento e che però non era presente al momento dell’accaduto.

aggressione-via-pavese-civitanova-FDM-29-650x434

aggressione-via-pavese-civitanova-FDM-27-650x433

aggressione-via-pavese-civitanova-FDM-21-650x434

 

Agguato in un condominio: due accoltellati, uno è gravissimo Caccia a un terzo uomo (Foto/Video)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X