«Nuovo parcheggio
in piazza Douhet?
Uno sperpero ingiustificato»

POTENZA PICENA - Il deputato dem Mario Morgoni boccia il progetto dell'amministrazione di realizzare 140 posti al costo di 440mila euro: «Un'opera inutile, da qui a 20 anni l'uso dell'auto sarà ridimensionato»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
PD_PianoPerMacerata_FF-12-325x216

Il deputato dem Mario Morgoni

 

«Appare incomprensibile la scelta di realizzare un parcheggio da 140 posti dove sorge l’ex scuola elementare di piazza Douhet. Un’opera da 440.000 euro del tutto inutile già oggi in quanto in quell’area non mancano i parcheggi, ma che appare assolutamente ingiustificata e rappresenta un vero sperpero di risorse pubbliche se proiettata da qui a 20 anni quando, volenti o nolenti, l’uso dell’ auto privata sarà nettamente ridimensionato». Così Mario Morgoni, deputato del Pd ed ex sindaco, boccia il progetto dell’amministrazione comunale per Porto Potenza.  «L’emergenza coronavirus impone necessariamente un ripensamento dei modelli di produzione e di consumo, di uso delle risorse, di stili di vita e di consumo che coinvolgeranno i grandi sistemi così come l’esistenza quotidiana di ogni singola persona – spiega Morgoni – Cambiamenti che vanno del resto di pari passo con quelli richiesti da altre sfide epocali e vitali come quella dei cambiamenti climatici. In questo senso è evidente che la mobilità nei nostri centri abitati subirà una importante evoluzione verso forme più leggere e sostenibili che già ora vengono ovunque promosse e sostenute. Useremo ad esempio certamente molto meno l’auto privata a favore della bicicletta sia tradizionale che elettrica. Un centro abitato come quello di Porto Potenza ha tutti i requisiti per essere un laboratorio avanzato di questa nuova realtà. Con evidenti vantaggi: aria più pulita, salute, migliori relazioni umane e vivibilità, ambiente più attrattivo per turisti e visitatori. Ovviamente la sensibilità dei cittadini verso l’ambiente e la salute va sostenuta con scelte amministrative che disincentivino l’uso dell’auto, favoriscano una diversa mobilità e sopratutto rendano partecipe ogni singolo cittadino di questo obiettivo di civiltà». Per il deputato dem dunque, quella di realizzare un parcheggio oggi spendendo 440mila euro è un’idea che «va in direzione ostinata e contraria al buon senso e alle scelte adottate in tutto il mondo, addirittura promuovendo l’uso dell’auto e attraendo traffico nel cuore del centro abitato.  Sarebbe molto più ragionevole e utile – propone Morgoni – attuare un’iniziativa rivolta a soggetti imprenditoriali privati interessati ad utilizzare il volume dell’ex scuola per realizzare superfici residenziali, commerciali o di servizi cedendo al Comune la superficie necessaria per collocarvi quella sede funzionale dei servizi comunali a cui il centro più popoloso del nostro Comune ha diritto. Con un bando pubblico si potrebbe praticare questa strada che consentirebbe di garantire, con un centro civico, servizi comunali decorosi e adeguati ai cittadini di Porto Potenza, risparmiare 440.000 euro e ricavarne all’incirca altrettanti vendendo l’attuale palazzina dei vigili ed avere così risorse da utilizzare per intervenire sul complesso ex Florida. Credo siano necessari su questo tema – conclude il deputato – una ulteriore riflessione e un serio approfondimento avvalendosi anche del coinvolgimento dei cittadini e della loro voce che rappresenta sempre un utilissimo esercizio per chi è stato chiamato a mettersi al loro servizio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X