Carabiniere morto, il figlio e la moglie:
«Sarai sempre nei nostri cuori»

MACERATA - Ultimo saluto a Federico La Rotonda, l'appuntato scelto morto sabato a 59 anni a causa del Coronavirus. Il funerale trasmesso in streaming. Il generale Nazzaro: «Apprezzato da tutti per le sue straordinarie qualità umane»
- caricamento letture
funerale-la-rotonda-10

Il feretro di Federico La Rotonda

 

di Gianluca Ginella

«Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi ad essi crede, ti vogliamo tanto bene, sarai sempre con noi dentro i nostri cuori. Tuoi Mirko e Sabrina». Il figlio e la moglie dell’appuntato scelto Federico La Rotonda oggi non potevano essere presenti al funerale ma hanno voluto ricordare il carabiniere morto sabato a causa del Coronavirus, con un messaggio che è stato letto nel corso della funzione. Al funerale erano presenti una quindicina di persone (secondo il limite stabilito per la prevenzione del contagio), il rito funebre si è svolto di fronte al Centro funerario di Macerata questo pomeriggio alle 15.

Federico-La-Rotonda-1-650x431

Federico La Rotonda

Sul feretro una foto del militare scomparso a 59 anni, il cappello di servizio. Intorno i fiori e le corone con i colori dell’Arma, rosso e blu, che La Rotonda ha servito per 37 anni, da quando ne aveva 22 e ha iniziato il suo servizio in Piemonte, nella caserma di Torino Mirafiori. Presente alla cerimonia il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale dell’Arma, il generale Fernando Antonio Nazzaro, comandante legione carabinieri Marche, e i colleghi. I famigliari invece non potevano esserci ma hanno seguito la cerimonia da casa, in streaming. La moglie nel suo messaggio, letto dal maresciallo Andrea Petroselli, comandante della stazione di Macerata, ha detto: «Sono orgogliosa di te». Il generale Nazzaro ha poi ricordato il militare: «Seguendo l’esempio di suo papà a soli 22 anni si è arruolato nell’Arma, all’inizio fu destinato in Piemonte, dove ha prestato servizio come prima sede a Torino Mirafiori, poi Ciriè e Cesana Torinese per poi rientrare dopo 4 anni nella sua amata terra natia, la Liguria, dove ha prestato servizio per altri 6 anni a La Spezia. Nel 1993 è stato destinato in questa regione e da allora ha sempre prestato servizio in provincia di Macerata. Prima ad Apiro, poi alla Banca d’Italia a Macerata, poi a Montecassiano e infine dal 2012 alla stazione di Macerata. Durante i suoi 37 anni di servizio che ha sempre onorato con disciplina, con dedizione e fedeltà si è fatto apprezzare da tutti per le sue straordinarie qualità umane, la sua professionalità, la sua disponibilità, la sua umana solidarietà che riusciva in maniera genuina ad esprimere verso i cittadini durante il servizio. Ha sempre mantenuto fede al giuramento prestato all’Arma. A sua moglie e a suo figlio dico che la nostra istituzione non dimentica i propri militari e i loro famigliari».

 

funerale-la-rotonda-12

Il generale Nazzaro durante la cerimonia

centro-funerario-diretta-funerale

funerale-la-rotonda-4567-650x325

funerale-la-rotonda-9

funerale-la-rotonda-5

funerale-la-rotonda-6

funerale-la-rotonda-11

funerale-la-rotonda-44-650x325

La visita del prefetto Iolanda Rolli

funerale-la-rotonda-45-650x325

A destra il colonnello Amedeo Gravina, comandante provinciale della Guardia di finanza

funerale-la-rotonda-34-650x325

Il sindaco Romano Carancini

 

Omaggio al carabiniere morto, l’applauso dei colleghi sotto casa (FOTO)

Carabiniere vittima del Covid, tutti sull’attenti per l’arrivo a Macerata

Covid, muore carabiniere in servizio a Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X