facebook twitter rss

Lo show di Venditti continua
Botta e risposta nei commenti di CM

SOCIAL - Il cantautore romano ha replicato ad alcune critiche ricevute sotto l'articolo relativo al suo concerto allo Sferisterio. Ficcante il confronto sulla discussa esibizione interrotta 41 anni fa, sempre nell'arena maceratese
domenica 18 Agosto 2019 - Ore 18:50 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
85 Condivisioni

Antonello Venditti allo Sferisterio

di Federica Nardi

Antonello Venditti scatenato nei commenti in calce all’articolo di Cm sul suo concerto di venerdì sera  a Macerata. Botta e risposta serrati in particolare con il giornalista Maurizio Lombardi, che lo accusa di aver raccontato una verità falsata di quanto successo 41 anni fa, sempre allo Sferisterio, durante un concerto flop in cui volarono anche monetine in testa ai musicisti.

Il cantautore romano è “reduce” da una serata di oltre tre ore allo Sferisterio che ha aperto un ampio dibattito tra i commentatori di Cronache Maceratesi per i temi “off music” che Venditti ha portato sul palco (tra i quali la cannabis definita «dono di Dio» e il dramma dell’eroina). Argomenti molto sentiti in città anche a causa dell’omicidio, l’anno scorso, della 18enne Pamela Mastropietro. Ma non solo, perché il concerto di due sere fa ha riacceso anche un altro – meno gravoso – dibattito: quello sugli eventi del concerto del 12 settembre di 41 anni fa, sempre nell’arena maceratese. «Saltò la corrente», ha detto Venditti sul palco dell’arena, ma alcuni dei presenti nel lontano ‘78 lo smentiscono nei commenti accusandolo di aver usato delle basi. Da qui, il botta e risposta inaspettato. Perché Antonello Venditti, dal suo profilo Facebook ufficiale, ha cominciato a rispondere per le rime a tutti i commentatori critici sulla pagina di Cronache Maceratesi. In particolare al giornalista Lombardi.

Una parte del botta e risposta tra Maurizio Lombardi e Antonello Venditti

 

«Quel concerto era con Stradaperta e con Massimo Bubola come ospite ed apriva il concerto – ha scritto inizialmente Venditti -, quanto alle basi non esistevano l’ho raccontato sul palco ma vedo che non eravate presenti! Grazie Macerata!!». Ma non pago, prosegue: «Penso che dovresti cambiare mestiere visto che io non sono un bugiardo…Grazie Macerata per lo splendido concerto!». Accompagnando ogni chiusura di commento con due emoticon di pesciolini, rimando al titolo del tour “Sotto il segno dei pesci” che celebra proprio i 41 anni dell’omonimo album. Sempre a Lombardi che lo ha accusato di essere un “mero” gestore della pagina Facebook di Venditti, non lascia margini interpretativi: «Caro Maurizio io gestisco il mio profilo quindi sono io che ti scrivo. Abbandona il tuo pseudo mestiere e torna alla verità e vieni ai concerti invece di recensire in maniera distorta e falsa quelli di 40 anni fa! Ti saluto caramente!». Una vera e propria bagarre social insomma che in molti non si aspettavano da un cantante del suo calibro e della sua fama. E che ricorda molto, anche se con i dovuti distinguo, la recente polemica scatenata sempre nei commenti di un articolo di Cm tra il sindaco Romano Carancini e uno dei soci del circolo tennis Massimo Raparo. In quel caso l’articolo parlava del Macerata opera festival ed era stato un commento completamente fuori tema del sindaco a scatenare un botta e risposta serrato sui contributi pubblici percepiti dal circolo Giuseppucci.

Un’altra delle risposte di Antonello Venditti, in questo caso ad Alessandro Raponi

Maratona Venditti allo Sferisterio: «Eroina vera piaga dagli anni ’70, la marijuana è un dono di Dio» (FOTO)

Carancini attacca il circolo tennis Sfida social sui contributi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X