Sisma, protesta sul raccordo anulare:
«Il centro Italia sta morendo,
la politica fa finta di non vedere»

PARTITI I PRESIDI organizzati in diverse città terremotate. Sfileranno in auto a Roma a partire dalle 14. Una delegazione si è mossa anche da Muccia. Le testimonianze dei manifestanti: «La ricostruzione dopo tre anni è al palo. Servono leggi speciali e risorse economiche certe». (Le foto)
- caricamento letture

manifestazione-terremotati-26-650x366

 

di Monia Orazi

Sono partiti poco dopo le 11,30 alla volta di Roma i terremotati marchigiani che manifesteranno insieme a quelli delle altre tre regioni colpite dal sisma, percorrendo a passo d’uomo il grande raccolto anulare di Roma a partire dalle 14. Una quarantina di persone si è ritrovata nel piazzale di Maddalena di Muccia a partire dalle 9, armata di striscioni e bandiere.

nunzia-tranzocchi

Nunzia Tranzocchi

Tra i più battaglieri Nunzia Tranzocchi, terremotata di Valfornace a denunciare per prima i problemi delle Sae, che ha scelto di sventolare il tricolore: «Qui è tutto uguale all’ottobre 2016, la situazione è sempre quella, fanno finta di non vedere. Se fanno finta di non vederci nemmeno oggi, spero che la gente cominci a rendersi conto della situazione che c’è qua, un territorio che sta morendo. Le persone con cui sono in contatto, a Lecce, da altre zone d’Italia, cominciano a crederci. Reclamiamo le risposte alle domande fatte nel febbraio 2017, ancora ce le devono dare». A Muccia si sono svolte due ore e mezzo di sit in pacifico, scandito dagli slogan di “Vogliamo la ricostruzione”. A parlare per i terremotati tanti cartelli, su cui spicca quello più grande: “Unica grande opera, ricostruire il centro Italia terremotato”.

manifestazione-terremotati-camillozzi

Diego Camillozzi

«La ricostruzione è al palo, sono stati approvati meno dell’1 percento dei progetti – spiega Diego Camillozzi, terremotato di Muccia e presidente dell’associazione “La terra trema noi no” -. Per questo partendo in contemporanea da Muccia, Norcia e Grisciano sulla Salaria, dove ci raggiungeranno gli amici abruzzesi, diamo vita a questa manifestazione originale, che speriamo porti dei risultati. Nel decreto Sblocca cantieri si possono inserire delle modifiche, consegneremo un documento ai parlamentari. La partenza della ricostruzione vera e propria, porterebbe quel rilancio dell’economia che ancora manca. Serve una legge speciale, ma anche risorse certe perchè anche se la ricostruzione è finanziata con il credito d’imposta delle banche, nessuno dice che si tratta di 200 milioni di euro l’anno e che i sette miliardi stanziati sono in trent’anni, che permettono di ricostruire davvero poco».

manifestazione-terremotati-12-325x183

Giulia Falistocco

A sostenere i manifestanti il collettivo Terre in moto. «Sono tre anni, che sembrano molti di più a chi ha perso la casa – spiega Giulia Falistocco che a soli 30 anni ha perso casa e lavoro dopo il sisma -. Sono pochissime le persone rientrate a casa, la ricostruzione è un’opera urgente. È sempre molto difficile avere informazioni e capire come muoversi. Per chi ha perso tutto, anche il lavoro, spesso il contributo di autonoma sistemazione non è sufficiente». Sante Elisei di Camerino aggiunge: «La politica non vuole occuparsi del centro Italia terremotato, ci affidiamo alla gente. Ricostruire il centro Italia vuol dire essere pronti in futuro a rispondere ad altre esigenze, ci saranno altri che si troveranno in questa situazione».

manifestazione-terremotati

manifestazione-terremotati-7-650x366

manifestazione-terremotati-15-650x366

manifestazione-terremotati-14-650x366

manifestazione-terremotati-11-650x366

 

manifestazione-terremotati-9-650x366

manifestazione-terremotati-8-650x366

manifestazione-terremotati-6-650x366

manifestazione-terremotati-5-650x366

manifestazione-terremotati-4-650x366

manifestazione-terremotati-3-650x366

manifestazione-terremotati-29-650x366

manifestazione-terremotati-28-650x366 manifestazione-terremotati-27-650x366

manifestazione-terremotati-25-650x366

manifestazione-terremotati-24-650x366

manifestazione-terremotati-23-650x366

manifestazione-terremotati-21-650x366

manifestazione-terremotati-20-650x366

manifestazione-terremotati-19-650x366

manifestazione-terremotati-18-650x366

manifestazione-terremotati-17-650x366



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X