Campi da calcio, subito i lavori alla Pace
Della Vittoria e Collevario:
rinviati i bandi d’affidamento

MACERATA - Il Comune gestirà direttamente il risiko che porterà a spostamenti inevitabili di squadre ed atleti nella prossima stagione per i lavori che interesseranno l’impianto dei Pini, il punto dell'assessore allo Sport Alferio Canesin
- caricamento letture

 

campo-collevario

Il campo di Collevario

 

di Mauro Giustozzi

Subito i lavori al campo sportivo della Pace, bandi per l’affidamento del campo Della Vittoria e Collevario rinviati, il Comune gestirà direttamente il risiko che porterà a spostamenti inevitabili di squadre ed atleti nella prossima stagione per i lavori che interesseranno l’impianto dei Pini sia per quanto riguarda il fondo e la parte sportiva che quella del verde e delle opere murarie che saranno effettuate nel progetto di riqualificazione di tutto l’impianto. «Voglio premettere che per la gestione che viene data alle società dei vari campi sportivi di Macerata viene emanato sempre un bando pubblico e non c’è alcun affidamento diretto o decide il sottoscritto a chi darla – tiene a ribadire l’assessore allo Sport, Alferio Canesin- ed è ovvio che chi partecipa deve avere determinate prerogative che vengono specificate nel bando pubblico. Fatta questa premessa dico anche che, in vista della prossima stagione, alcuni impianti della città saranno gestiti direttamente dal Comune perché da un lato si dovranno effettuare lavori, come nel caso del Della Vittoria, e dall’altro campi come quello di Collevario e quello della Pace soprattutto, serviranno ad ospitare quelle società che saranno penalizzate dalla chiusura del campo dei pini».

Campo-dei-Pini

Il campo dei Pini

Tutto parte da qui, dal finanziamento di 1 milione e 900 mila euro che porterà ad un intervento radicale sull’impianto del Della Vittoria che avrà alla fine un nuovo manto sintetico e la parte monumentale e del verde attorno al rettangolo di gioco completamente sistemata. «Il progetto esecutivo sul Della Vittoria dovrà essere approvato dal Coni ma prima deve passare tramite la Figc –ricorda Canesin- che deve vagliare la parte sportiva, tecnica, del fondo del terreno di gioco. Per questa parte del progetto siamo in dirittura di arrivo: a giorni invieremo il tutto alla Figc che lo vaglierà e ce lo restituirà. Una volta che ci tornerà indietro lo invieremo al Coni nazionale assieme all’intero progetto, che c’è già, che riguarda tutto il Della Vittoria, compresa la sistemazione della parte in muratura e del verde.

gala-dello-sport-canesin1-e1548261373937-325x248

Alferio Canesin, assessore allo Sport

Una volta che il progetto sarà approvato e ci saranno assegnate le risorse economiche previste il Comune bandirà una gara per l’affidamento dei lavori. Queste opere le realizzeremo per stralci, cioè chiusura del campo per un periodo e altrettanto per il verde e le tribune, in modo da non chiudere completamente lo stadio: cercheremo di creare meno disservizio possibile per chi deve utilizzare il campo per attività sportiva. Il torneo Velox ed il Cleti si faranno di sicuro, ma poi per la prossima stagione dovremo vedere in che tempi partiranno i lavori». Per ovviare alle problematiche che si registreranno quando inizieranno i lavori al della Vittoria, l’amministrazione sta pianificando un maggior utilizzo del campo della Pace e di quello di Collevario. «Faremo il prima possibile i lavori per il nuovo fondo in sintetico alla Pace –spiega Canesin- con risorse di bilancio in modo che prima che iniziano i lavori al della Vittoria siano terminati quelli alla Pace. Questo significa poter scaricare su questo impianto parte dell’attività sportiva che non sarà possibile fare ai Pini. Stessa situazione riguarda Collevario la cui gestione al momento resta del Comune per spostarvi l’attività sportiva delle società cittadine, successivamente sarà fatto un bando pubblico per la gestione anche di questo impianto. Sempre in tema di gestione anche quella dell’Helvia Recina è in capo al Comune. Poi per quanto riguarda la custodia e la pulizia è affidata all’Atletica Avis e il manto dello stadio viene curato invece dall’Hr Maceratese. La Vigor Macerata dopo aver vinto un regolare bando gestisce il campo del rione Pace».

Campo-Villa-Potenza

Il campo di Villa Potenza

Stessa situazione riguarda gli altri impianti sportivi delle frazioni del capoluogo. «Sia per quanto riguarda il campo di Piediripa che quello di Sforzacosta – sottolinea l’assessore allo Sport- sono gestite dalla Cluentina e dalla società di Sforzacosta attraverso un contributo che viene dato dal Comune, mentre per l’impianto di Villa Potenza c’è un impegno ventennale di chi a suo tempo ha vinto la gara di appalto, che riguardava la costruzione e gestione del campo sportivo. Resta aperto il problema delle strada di accesso che sarebbe stata dovuta realizzare dai lottizzante dell’area: poi, con la crisi edilizia, le costruzioni si sono fermate e l’allaccio alla bretella non è stato ancora realizzato. Attraverso l’ufficio tecnico stiamo spingendo per questa realizzazione ma purtroppo al momento la soluzione ancora non c’è».

Campo_Calcio_Pace_450-300x199

Il campo in zona Pace

Il focus resta comunque sul campo Della Vittoria la cui ristrutturazione comporterà inizialmente difficoltà per le società calcistiche cittadine che però poi potranno contare su un impianto rinnovato, moderno e più funzionale dell’attuale. «Ribadisco che faremo di tutto per alleviare le sofferenze che comunque ci saranno delle società sportive cittadine –conclude Alferio Canesin- ed io mi sto già muovendo per contattarle ed individuare soluzioni adatte per venire incontro alle esigenze di tutti. Una volta che avremo le date precise dei lavori che saranno realizzati convocheremo tutte le società interessate e dovremo organizzarci per la prossima stagione. Credo che entro l’estate il quadro, sia per il campo dei Pini che della Pace, sarà più chiaro e si potrà ragionare sulla dislocazione da dare ad ognuna di loro».

Il presidente-parrucchiere: «Il Comune dia una casa all’Atletico Macerata»

Stadio della Vittoria: dal governo 1,9 milioni per il restyling



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =