Primo maggio, Giardini Diaz invasi…
soprattutto dall’immondizia
Il “plastic free” per ora resta un annuncio

MACERATA - Musica e balli nella due giorni di festa al parco cittadino. Nota dolente lo scarso rispetto per l'ambiente e i cestini nascosti che hanno ridotto l'area in una discarica. E pensare che nei giorni scorsi il Comune ha presentato il Protocollo verde per manifestazioni ecosostenibili e la quattro giorni di eventi "plastic free" in vista della Festa dell'Europa della prossima settimana
- caricamento letture
1_maggio_macerata_giardini_diaz-6-650x488

I giardini Diaz durante la festa del 1 maggio

 

Il clima benedice il 1 maggio ed è festa ai Giardini Diaz di Macerata. Centinaia tra giovani, famiglie e bambini nello spiazzo antistante il parco cittadino con gli stand presi d’assalto sin dalle prime ore del pomeriggio per il tradizionale pic-nic della festa del Lavoro e dei Lavoratori. Peccato la scarsa disponibilità di cestini: nel giro di poco i giardini, polmone verde della città, si sono riempiti di cartacce, bicchieri e piatti di plastica. Di certo non il massimo per un Comune che si propone come plastic free. 

1_maggio_macerata_giardini_diaz-1-325x244

Il concerto di ieri sera

Come da tradizione anche la nona edizione (l’anno scorso il festival non si è svolto) ha previsto una due giorni di musica non stop con le migliori band emergenti della provincia e non solo. La maratona rock è infatti iniziata la sera del 30 aprile con le esibizioni dei Nonogram e dei Down Sout London –  tributo ai Pink Floyd – a scaldare una serata più invernale che primaverile. Il 1 maggio, iniziato invece sotto il segno di un cielo incerto, si è trasformato in una giornata di sole che ha spinto molti maceratesi, studenti e visitatori alla festa. Musica non stop dalle 17 con Blue Tip Matches, Santuari, Lagoona e Klidas, giovani formazioni del panorama rock e underground scoperte dall’ormai consolidato Homeless Rock Festival. In molti hanno affollato i giardini fino a sera con il gran finale targato Macina e Gang. Le due colonne della musica folk e rock marchigiana hanno rispolverato il repertorio animando e facendo ballare un pubblico fatto di fan di lungo corso giunti da ogni parte della Regione e di giovani. Molti anche gli studenti Erasmus che per la prima volta hanno ballato sui brani della tradizione popolare marchigiana e sulle canzoni che hanno fatto la storia della musica rock italiana.

plastica-giardini

Tavoli pieni di immondizia

Ma qualcuno ha segnalato la mancanza di rispetto per l’ambiente: «I tavoli erano invasi dall’immondizia – osserva un cittadino – tra bicchieri e piatti di plastica, cartacce ovunque, per terra era una discarica. Vorrei capire perché non c’erano cestini tra gli stand, solo tre bidoni nascosti sotto le scalette della Rotonda, dalla parte opposta rispetto a dove veniva la gente». Un tema, quello dell’ambiente, sempre più sentito tant’è che anche l’assessorato alle Politiche giovanili che ha organizzato la festa del Primo maggio ha presentato nei giorni scorsi tramite l’assessore Federica Curzi la quattro giorni di eventi “plastic free”  in occasione della Festa dell’Europa che si terrà la prossima settimana (leggi l’articolo). Appena un mese fa l’Amministrazione comunale aveva varato il Protocollo verde per manifestazioni ecosostenibili che «si propone di determinare una significativa riduzione del consumo plastica, in particolare negli eventi pubblici», aveva spiegato il sindaco Carancini (leggi l’articolo). La partenza non è stata delle migliori. 

(redazione CM)

 

 

A Macerata stop alla plastica

Festa dell’Europa dedicata alla Terra: 4 giorni di eventi “plastic free”

plastica-giardini1-488x650

1_maggio_macerata_giardini_diaz-2-650x488

1_maggio_macerata_giardini_diaz-3-650x488

1_maggio_macerata_giardini_diaz-4-650x488

Il concerto

1_maggio_macerata_giardini_diaz-7-650x488 1_maggio_macerata_giardini_diaz-9-650x488

1_maggio_macerata_giardini_diaz-10-650x488

1_maggio_macerata_giardini_diaz-11-650x488

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X