Nuove scritte contro il questore,
«ci danno ulteriore coraggio»

MINACCE ad Antonio Pignataro e ai poliziotti apparse in un parcheggio di viale Benadduci a Tolentino e in un parco di Porto Recanati
- caricamento letture

 

Scritte-parcheggio-Tolentino-pignataro

La scritta comparsa a Tolentino

 

 

Continuano le scritte offensive e le minacce nei confronti del questore di Macerata Antonio Pignataro. “Pignataro Teso” e “Pignatoro Morto” sono quelle apparse di nuovo a Tolentino, questa volta in un parcheggio in viale Benadduci, “I Sbirri Morti” quella rilevata a Porto Recanati dal sindaco Mozzicafreddo in un parco pubblico, su un’altalena dove giocano i bambini. 

questore-pignataro1-325x217

Il questore Antonio Pignataro

Anche in questo caso il primo cittadino e il tessuto sociale della città hanno manifestato grande solidarietà alla polizia per queste scritte infamanti, esprimendo riconoscenza e gratitudine per il lavoro che si sta svolgendo senza soluzione di continuità. «E’ da tempo ormai che la polizia unitamente ai carabinieri e alla guardia di finanza, al fine di tutelare le giovani generazioni e il tessuto sociale della provincia di Macerata, composto da cittadini splendidi, operosi, accoglienti e amanti della legalità, sono impegnati in una lotta senza confine nei confronti della criminalità italiana e straniera dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti  – afferma il questore – e alla gestione della cosiddetta “Cannabis legale”, negozi peraltro, che sono stati tutti sottoposti a sequestro e chiusura. L’attività di polizia prosegue incessantemente anche per quanto riguarda la ludopatia con la chiusura di alcuni esercizi “Slot Machine” e il diniego di nuove autorizzazioni. Inoltre, nell’ultimo periodo ha avuto inizio l’operazione denominata “Legalità” rivolta al controllo di discoteche e locali notturni che sono stati puntualmente chiusi per mancanza di requisiti necessari e delle autorizzazioni previste dalla legge. Gli accertamenti hanno impedito che tragedie come quella di Corinaldo potessero verificarsi nel nostro territorio. Queste scritte intimidatorie – conclude il questore Antonio Pignataro – ci danno ulteriore forza e coraggio per rinsaldare e incrementare ulteriori e massicci interventi operativi che proseguiranno senza soluzione di continuità ed in maniera sempre più incisiva, al fine di tutelare la vita della collettività della provincia di Macerata e in modo particolare dei giovani».

 

Scritte-parcheggio-Tolentino-1-pignataro

L’altra scritta comparsa a Tolentino

 

scritta-porta-recanati-1-pignataro

La scritta a Porto Recanati

 

Nuove scritte contro il questore

Scritte contro il questore, denunciato un giovane

Offese al questore Pignataro, scritte sui muri di Fabriano

 

Nuove scritte contro il questore nel centro di Macerata

Offese al questore: nuove scritte a Macerata

“Pignataro stai attento”, ancora minacce contro il questore

“Pignataro fascio infame”, scritte offensive contro il questore

 

Scritte contro Salvini e il questore

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X