facebook twitter rss

Legge di Bilancio, Ceriscioli:
«Macerie dimenticate e poi riapparse»

SISMA - Il governatore spiega che l'articolo che dava autonomia alle Regioni sullo smaltimento delle demolizioni era stato inizialmente "scordato" nel testo del governo: «Una norma confusa e caotica che evidentemente neanche la stessa maggioranza ha avuto modo di rileggere. Continuano a sottovalutare la nostra situazione»
giovedì 3 Gennaio 2019 - Ore 16:47 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Luca Ceriscioli

 

«Anche sulla vicenda delle macerie del terremoto la legge di bilancio si è dimostrata raffazzonata e scritta di corsa. Una norma confusa e caotica che evidentemente neanche la stessa maggioranza ha avuto modo di rileggere e ricontrollare e che dimostra come l’attuale esecutivo continui a sottovalutare le conseguenze del sisma che ci ha messo in ginocchio due anni fa». E’ questo il commento del governatore Luca Ceriscioli, che solo ieri denunciava la mancata proroga nella Legge di bilancio delle misure che danno autonomia alle Regioni nella gestione delle macerie del sisma. Un articolo che «è riapparso – spiega Ceriscioli -, in uno degli ultimi commi della legge, il 1131. Quindi una buona notizia. Recuperata in zona Cesarini. Meglio così. Pertanto tutta la gestione delle macerie continua come sino ad ora stabilito. Ci sembrava davvero incomprensibile, come avevamo già dichiarato, che questa attività non venisse prorogata». Il governatore accusa anche gli avversari politici di poca competenza: «Patrizia Terzoni del Movimento 5 stelle si è sbagliata sulla legge scritta dal governo del quale fa parte: ha infatti citato erroneamente in una trasmissione tv regole che non valgono per i siti di deposito delle macerie attribuendole invece a quella attività». In ogni caso con l’articolo “riapparso” la gestione delle macerie è salva. Il responsabile della Protezione civile regionale David Piccinini aggiunge: «Invieremo comunicazione ufficiale al consorzio Cosmari per ripartire con le attività».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X