Mario Monachesi e Gabriella Cesca
fondono immagini e parole

MACERATA - Grande partecipazione per l'apertura della mostra dei due artisti negli spazi di Fabrika a Piediripa. Ricordati anche Pietro ‘Briscoletta’ Baldoni e Nicola Mancioli
- caricamento letture

monachesi-cesca-2-267x400

 

Fusion perfect. Fusione riuscita, in questo caso tra arti visive considerato che pure la poesia può esserlo particolarmente in relazione a Mario Monachesi uno dei ‘patres’, qualche anno fa, delle cd poesie visive. “Un evento –ha detto in apertura Patrizia Vico anche in rappresentanza di Giuseppina- che abbiamo voluto nella nostra Fabrika Home Solutions nel contesto di una memoria che ci inorgoglisce e della quale io e mia sorella abbiamo voluto essere concretamente eredi: il mobilificio Vico, un’impresa voluta da nostro nonno, che aveva l’impresa nel Dna. Uno spirito che ci ha evidentemente trasmesso insieme con il gusto dell’arte e della cultura”. Gabriella Cesca, Mario Monachesi, Maurizio Verdenelli e David MonachesiNel giorno dell’Immacolata in tantissimi (un numero che ha sorpreso perfino gli organizzatori) si sono ritrovati negli ampi spazi di Fabrika di Piediripa, all’ombra dello showroom Vico per questo flash mob dal sapore particolare: Mario Monachesi, che i lettori di Cm apprezzano per la sua riscoperta identitaria delle tradizioni maceratesi ogni domenica mattina, e Gabriella Cesca (madre del nostro collega Daniel Fermanelli) pittrice astrattista dal sicuro talento cromatico. Come, in un’attenta analisi, ha saputo mettere in evidenza il critico David Monachesi. “Sulle prime, addolorati dalle terribili notizie da Corinaldo –hanno detto ad una voce Gabriella e Mario (che aveva postato un poetico messaggio di cordoglio su Fb) -volevamo annullare, rinviare tutto. Poi ci siamo detti che nella battaglia di civiltà che l’arte in qualsiasi forma porta avanti, non potevamo sottrarci dalla nostra testimonianza”.

 

monachesi-cesca-3

 

monachesi-cesca-5-267x400

Gabriella Cesca e Mario Monachesi

Così è stato e la presenza davvero straordinaria di tanti hanno premiato l’intendimento di artisti ed organizzatori. Tra i presenti notissimi artistici, a cominciare dal ‘decano’ Silvio Craia che fu curatore in anni lontani della Pinacoteca e dei musei maceratesi (ed ospite illustre della Biennale di venezia), continuando con Ugo Caggiano (nuovo atelier post sisma a Le Grazie di Tolentino), Carlo Iacomucci (anch’egli ‘firma’ della Biennale di venezia) e Silvio Natali. E pure, udite! udite! giovani e giovanissimi. Tra questi gli artisti che sono stati eccezionale contorno all’evento: Ilaria Silvestri, che ha letto versi scelti di Monachesi, e la violinista Benedetta Nasini che ha accompagnato ed impreziosito la recitazione. E c’è stato posto anche per il ricordo. A vent’anni dalla sua morte, per il fotoreporter del ‘Messaggero’ che tanto bene rappresentava, Pietro ‘Briscoletta’ Baldoni (è stata letta una poesia di Mario Monachesi a ricordo di quel luttuoso incidente a Villa Potenza la notte del 30 ottobre 1998) e a distanza di appena dieci giorni di Nicola Mancioli. Ha detto Maurizio Verdenelli, che ha condotto l’evento: “Nicola, già sindaco di Tolentino e per cinque ‘miracolosi’ anni presidente della Provincia, è stato un amministratore che aveva a cuore l’arte. Perfetto erede dei grandi presepisti tolentinate, era l’autore del rappresentazione della Natività più artistica del Maceratese (che iniziava a curare sin dopo le ferie estive). A lui si deve il restauro del cine teatro Italia, dove Dante Ferretti è cresciuto nella vocazione cinematografica e soprattutto i locali espositivi che s’affacciavano dal palazzo dell’ente sul corso, recuperati dal degrado e dal silenzio precedenti. Una vetrina per tanti pittori, un gioiello per l’Atene delle Marche che improvvidamente un assessore della Cultura volle cassare e trasformare in uffici”.

monachesi-cesca-6

monachesi-cesca-8

monachesi-cesca-7

 

monachesi-cesca-4



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X