Macerata blindata per CasaPound,
la contestazione degli antifascisti
Urla e cori da stadio (foto/video)

ALTA TENSIONE nel cuore della città, presidiata dalle forze dell'ordine. Da una parte il comizio degli esponenti di ultradestra in piazza Battisti, per parlare di immigrazione e spaccio. Dall'altra i contro-manifestanti, tra cui diversi ragazzi del centro sociale. Nessuno scontro
- caricamento letture
In sequenza i video dei cori di Casapound e dei contromanifestanti

 

casapound-7-apr-18-9933-650x433

La contestazione durante il sit-in di CasaPound

CasaPound e antifascisti nel cuore di Macerata, separati da pochi metri e da una schiera di poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa. Tutto intorno all’area blindata, un sabato pomeriggio mite e affollato. Il passeggio delle 18 non si è fermato (barriere permettendo), mentre in piazza Cesare Battisti Casapound gridava al microfono contro il sindaco e gli immigrati. A pochi metri, in via Gramsci, una cinquantina di antifascisti da dietro gli schieramenti di polizia e carabinieri hanno gridato, fischiato e insultato gli esponenti di ultradestra. Un’ora e mezza di cori da stadio, da una parte e dall’altra. 

casapound-18-apr-92-650x433

Il comizio di Casapound

Alle 18 Casapound ha iniziato il proprio comizio, per parlare dei problemi di sicurezza e spaccio a Macerata. I cori sono rimbalzati da una via all’altra. Da una parte gli antifascisti, che hanno gridato slogan come «Fascisti, carogne, tornate nelle fogne». A un centinaio di metri i militanti di ultradestra: «La rovina dell’Italia siete voi». Schieramenti contrapposti, controllati dalle forze dell’ordine che avevano il compito di evitare che i militanti delle distinte fazioni venissero in contatto. Una settantina tra poliziotti e carabinieri. Cori e urla. E momenti di tensione quando alcuni esponenti antifascisti, in un primo momento schierati davanti alle Poste, hanno fatto il giro e passando corso della Repubblica hanno raggiunto via Gramsci. Stessa scena anche in vicolo Ulissi, dove si sono ripetuti cori antifascisti.  In entrambi i casi però hanno trovato uno schieramento di poliziotti. Poco dopo le 19, gli esponenti di Casapound sono stati accompagnati dalle forze dell’ordine in via Armaroli. E sono andati via alla spicciolata, in auto. Tutto questo mentre gli antifascisti si erano, nel frattempo, riappropriati di piazza Cesare Battisti. Alla fine non si sono registrati scontri.

(foto di Fabio Falcioni)

(ultimo aggiornamento delle 20,30)

 

casapound-mc-FF-15-650x433

 

casapound-7-apr-18-923-650x433

casapound-7-apr-18-993-650x433

casapound-7-apr-18-994-650x433

 

 

ciarlantini-casapound-post

Il post su facebook di Gabriella Ciarlantini, consigliere comunale di maggioranza e attivista del centro sociale Csa Sisma

casapound-mc-FF-39-650x433

casapound-7-apr-18-2-650x488

casapound-7-apr-18-650x488

casapound-7-apr-18-4-650x433

casapound-7-apr-18-3-650x433

casapound-mc-FF-33-650x433

casapound-mc-FF-4-650x433

casapound-mc-1-650x488

casapound-mc-FF-7-650x433

casapound-mc-2-650x433

casapound-mc-FF-29-650x433

andrea-lamona

A sinistra Andrea Lamona, responsabile regionale di Casapound

ingrosso-albini-FF

Il maggiore Luigi Ingrosso, comandante della Compagnia carabinieri di Macerata e il vice questore aggiunto Alessandro Albini, capo della Squadra mobile

casapound-questor

Il questore Antonio Pignataro

casapound-7-apr-18-5-650x433

casapound-7-apr-18-7-650x433

casapound-7-apr-18-6-650x433

casapound-18-apr-91-650x433

casapound-7-apr-18-9-650x433

casapound-18-apr-93-650x433

casapound-7-apr-18-22-650x488

casapound-lamona-7-apr-18-650x433

casapound-18-apr-9-650x433

casapound-7-apr-18-934-650x488

casapound-7-apr-18-95-650x367

casapound-7-apr-18-94-650x488

casapound-7-apr-18-96-650x488

casapound-7-apr-18-932-650x488

casapound-7-apr-18-9343-650x488

casapound-7-apr-18-97-650x487

casapound-7-apr-18-997-650x433

casapound-7-apr-18-996-650x367

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =