Corteo antirazzista a Bologna:
«Mai più Firenze e Macerata»

NEGLI STRISCIONI DEI MANIFESTANTI viene citato il nostro capoluogo, teatro del raid razzista di Luca Traini, con la città fiorentina dove il 5 marzo è stato ucciso un ambulante senegalese
- caricamento letture

bolog

 

«Mai più Macerata», corteo contro il razzismo a Bologna oggi pomeriggio. I manifestanti nei loro striscioni indicano Firenze e il nostro capoluogo come esempi di fatti che non devono accadere più. A Macerata il 3 febbraio scorso c’era stato il raid razzista di Luca Traini, il 29enne maceratese che sparò e ferì sei persone di colore e che ora per quei fatti finirà sotto processo il 9 maggio con le accuse di strage e tentato omicidio. L’uomo quella mattina sparò anche ad altre tre persone, non riuscendo a colpirle. A Firenze invece il 5 marzo è stato ucciso il senegalese Idy Diene, ambulante di 54 anni: è stato freddato a colpi di pistola da un pensionato, Roberto Pirrone. Oggi nel capoluogo emiliano in tanti sono scesi in strada per dire no al razzismo.

bolog2-650x488

bolog3-650x488

bolog4-1-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X