Qualità della vita, Macerata e provincia
sulle “montagne russe”

LE ANNUALI CLASSIFICHE de Il Sole 24 ore e di Italia Oggi sono state pubblicate oggi, per la prima volta contemporaneamente. Per il primo dei due quotidiani, Macerata è al 31° posto (-8 rispetto al 2016), mentre per l’altro è al 40° (+3). Sostanziali diversità si riscontrano nelle graduatorie dei singoli settori e nel confronto tra le province marchigiane
- caricamento letture

 

qualitàVita.jepg_

La classifica di Italia Oggi

 

di Alessandro Feliziani

I due quotidiani economici nazionali, “Il Sole 24 ore” e “Italia Oggi”, sono entrambi usciti questa mattina in edicola con i rispettivi “dossier” sulla qualità della vita nelle province italiane. Per entrambi la provincia di Macerata è nel gruppo di mezzo, ma ben sopra la metà classifica. Al 31° posto per Il Sole 24 ore e al 40° per Italia Oggi.

classifica-sole24ore-430x650

La classifica del Sole 24 ore

È la prima volta che in diciannove anni si verifica questa contestuale pubblicazione delle due “indagini” ed a leggere insieme le due graduatorie con le relative “sotto classifiche” aumenta la sensazione di viaggiare su una sorta di “montagne russe”, con continui saliscendi. Un su e giù cui la provincia di Macerata è abituata, poiché in tutte le precedenti edizioni delle annuali classifiche sulla qualità della vita il maceratese ha viaggiato tra il gruppo di testa e quello di metà classifica. Quasi sempre negli anni passati se per uno dei due quotidiani Macerata era in progresso, per l’altro era in decrescita. E così è anche quest’anno. Rispetto alle classifiche pubblicate alla fine del 2016, per Italia Oggi la provincia di Macerata segna un +3 (dal 43° al 40° posto), mentre per Il Sole 24 Ore il dato è negativo (-8), passando dal 23° al 31° posto nella classifica generale.

Va ricordato che queste classifiche debbono essere prese con le molle, per una serie di ragioni. Innanzitutto non fotografano l’oggi. Sono pubblicate a fine anno, ma la maggior parte dei dati elaborati per realizzarle si riferiscono all’anno precedente o addirittura, per alcuni indici, ad anni addirittura più remoti, come dichiarato da Italia Oggi, che per i comparti “Ambiente” e Servizi Finanziari” riporta dati che risalgono al 2013 o 2014. Dati che erano già presenti nella classifica dell’anno scorso, tant’è che Macerata, in queste due sotto classifiche mantiene le posizioni che aveva nel 2016, ovvero 27^ e 30^ rispettivamente. Altra considerazione da fare è che gli indici presi in considerazione, pur riferendosi ad aspetti identici o simili, sono ricavati da fonti diverse e diversi sono anche gli istituti di ricerca che li elaborano. Infine nel risultato finale incidono anche le aggregazioni tra tipologie di indici, da cui si ricavano le diverse classifiche di comparto. Queste sono nove per Italia Oggi e sei per Il Sole 24 ore.

Esaminiamo allora le due classifiche partendo proprio dal quotidiano di Confindustria, che – come detto – pone la provincia di Macerata al 31° posto assoluto (seconda tra le marchigiane, dietro ad Ascoli Piceno). Dei sei comparti in cui l’indagine complessiva è suddivisa, Macerata avanza rispetto alla classifica del 2016 su tre di questi e scende su gli altri tre. In “ricchezza e consumi” passa dal 70° al 58° posto (+12), in “giustizia e sicurezza” sale dal 59° al 45° (+14), in “cultura e tempo libero” era al 30° e ora si trova al 26° (+4). La migliore sotto classifica per Macerata era lo scorso anno quella relativa a “demografia e società” dove conserva un’ottima posizione, ma passa dal 6° al 9° posto (-3). Il maceratese scende di ben 22 posizioni in ciascuno dei rimanenti due comparti: “lavoro e innovazione”, dove è al 36° posto (era al 14°) e in “ambiente e servizi”, dove si classifica al 58° gradino (nel 2016 era al 36°).

Macerata_panorama_FF-2-650x433

Macerata (foto di Fabio Falcioni)

classifica-sole24ore2-407x650Passando ad esaminare i nove comparti presi in considerazione da Italia Oggi occorre premettere che il quotidiano di Class editori oltre alla graduatoria numerica, dove tra una posizione e l’altra spesso ci sono differenze di punteggio millesimali, raggruppa le 110 province italiane sotto quattro giudizi: “buono”, “accettabile”, “scarso”, “insufficiente”. La provincia di Macerata ha il giudizio migliore in due comparti, “ambiente” e “tempo libero”, ha il giudizio “scarso” in altri tre (“sicurezza”, “disagio sociale” e “tenore di vita”) e ha la classificazione “accettabile” nei restanti quattro: “affari& lavoro”, “demografia”, “servizi finanziari”, “sistema salute”. Rispetto al 2016, nell’indagine pubblicata da Italia Oggi, la provincia di Macerata migliora, pur restando nella parte bassa della classifica (86^ posizione) per tenore di vita (incidono i bassi consumi e l’importo medio – 740 euro – delle pensioni), mentre perde decisamente posizioni per quanto concerne il “disagio sociale” (-29) e la “sicurezza” (-12). Il 61° posto di quest’ultima classifica è dovuto – oltre che all’incremento dei reati contro il patrimonio – al fatto di risultare per gli analisti una delle peggiori province italiane per reati legati agli stupefacenti. Tra gli oltre cento indici esaminati dal gruppo di ricerca che ha lavorato per il quotidiano Italia Oggi, le migliori posizioni Macerata le riporta per la minore dispersione nelle reti idriche, dove è prima (ma il dato è riferito al 2014) e per numero di palestre in rapporto agli abitanti: è seconda in Italia dopo Rimini.
Come si è visto, le indagini dei due giornali per quanto concerne la provincia di Macerata, pur non distanziandosi molto nel risultato finale, divergono in modo abbastanza rilevante nelle classifiche di comparto. Per altri aspetti e nel confronto di Macerata con altre province, le differenze sono ancora più marcate. Per Italia Oggi, ad esempio, Macerata rimane come lo scorso anno fanalino di cosa tra le marchigiane (nell’ordine Ancona 17^, Fermo 29^, Ascoli Piceno 32^, Pesaro 38^), mentre per Il Sole 24 Ore Macerata è seconda tra le provincie marchigiane (Ascoli Piceno 15^, Pesaro 34^, Ancona 37^, Fermo 56^).
Clamoroso, nel confronto tra le indagini dei due quotidiani, il caso di Ascoli Piceno. Per Italia Oggi, la provincia ascolana precipita di quattordici posizioni, perdendo il primato tra le marchigiane che aveva nel 2016. Per Il Sole 24 Ore, al contrario, Ascoli Piceno è la provincia italiana con la migliore performance, riuscendo a recuperare da un anno all’altro ben 27 posizioni, in quanto è risalita dal 42° al 15° posto della classifica generale.
Ciò in cui le due indagini non si contraddicono è nel classificare sul podio della qualità della vita in Italia le province alpine: Belluno, Aosta e Sondrio per “Il Sole 24 ore”, Bolzano, Trento e Belluno per “Italia Oggi”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X