Carne e pesce mal conservati,
sospesa attività della macelleria

CIVITANOVA - Denunciata e multata per 6100 euro la titolare, una donna cinese: all'interno 416 confezioni prive di etichettatura e 130 chili di alimenti non in regola
- caricamento letture

 

 

macelleria

foto di repertorio

 

Oltre un quintale di prodotti alimentari mal conservati e 416 confezioni senza etichetta sono state sequestrate all’interno di un supermercato – macelleria di proprietà di una donna cinese. Operazione di controllo ieri pomeriggio da parte dei carabinieri della stazione di Civitanova Alta in collaborazione con ispettorato del lavoro, Nas di Ancona, gruppo carabinieri forestale di Macerata e i servizi igiene, alimenti e nutrizione e veterinario dell’Area vasta 3. I controlli si sono concentrati nella zona commerciale Aurora di Civitanova. Denunciata una 57enne di nazionalità cinese, residente a Civitanova e titolare di un market-ristorante-macelleria, nei pressi dell’ex Iper. I carabinieri hanno trovato all’interno 130 chili di alimenti, di cui 40 di prodotti ittici mal conservati. Tutta la merce è stata sottoposta a sequestro. La cinese è stata anche multata con una sanzione di 6.100 euro per la mancanza di etichette nei prodotti alimentari e l’impossibilità di definire la tracciabilità del prodotto. Erano 416 le confezioni prive di etichettatura per un totale di 30 chili di merce. L’Asl ha sospeso l’attività di macelleria per ulteriori verifiche.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X