Rinaldi: “Non si torna indietro”
Da giugno Ussita sarà commissariata

SISMA - Il sindaco, dopo l'inchiesta sul camping "ll Quercione" ribadisce: "La spina è staccata, non ritiro le dimissioni". Giovedì primo giugno scade il termine, lunedì incontro col prefetto
- caricamento letture

lucrezia-benfatto-marco-rinaldi-sindaco-ussita

Il sindaco Marco Rinaldi

 

“La spina è staccata e indietro non si torna”. A ribadirlo è Marco Rinaldi, il sindaco dimissionario di Ussita. Giovedì primo giugno scadono i 20 giorni entro i quali potrebbe ritirare le proprie dimissioni, “ma non lo farò, la decisione è stata presa, quello che è accaduto suggerisce soltanto di confermare la mia uscita”, aggiunge il primo cittadino. Sulla sua decisione pesa l’inchiesta, in cui risulta indagato, della procura di Macerata sul camping “Il Quercione”, con tanto di sequestro dell’area (leggi l’articolo).  I magistrati contestano il posizionamento di 5 case mobili e un prefabbricato in legno su un’area protetta come quella del Parco dei Sibillini, e a rischio idrogeologico. Lunedì prossimo Rinaldi incontrerà il prefetto Roberta Preziotti, “sarà un saluto e l’ultimo atto istituzionale”, spiega. Le sorti del Comune di Ussita saranno affidate ad un commissario, che gestirà questa fase di transizione fino a nuove elezioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X