Sisma, la proposta del Mama:
piano turistico e culturale condiviso

TERREMOTO - Gli amministratori della Marca maceratese verso un protocollo d'intesa per il rafforzamento dell'identità territoriale. Il vice sindaco di Macerata, Stefania Monteverde: "Solo un soggetto più forte che superi i campanilismi è in grado di essere una voce autorevole su deposito delle opere e ricostruzione del patrimonio"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
mama

La riunione del Mama nella sala degli Specchi della Mozzi Borgetti

 

Un protocollo d’intesa che rafforzi l’identità territoriale per l’elaborazione di un piano culturale e turistico condiviso. Questa la proposta emersa nell’ultima riunione del Mama, il manifesto della Marca maceratese che vede insieme gli amministratori del territorio sulla tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali come volano di ripartenza dopo il terremoto. “Riteniamo che solo un soggetto più forte –  spiega il vice sindaco di Macerata Stefania Monteverde –  che superi tutti i campanilismi, sia in grado di essere una voce autorevole per affrontare le questioni serie dei depositi per la conservazione delle opere, della ricostruzione del patrimonio colpito, del rilancio del comparto turistico e culturale. Il sisma ci ha debilitato ma allo stesso tempo ci ha dato la forza di trovare dal basso nuove strade per pensarci insieme “. Alla riunione convocata dal sindaco Romano Carancini nella sala degli specchi della biblioteca Mozzi Borgetti sono intervenuti i rappresentanti dei comuni di Matelica (il sindaco Alessandro Delpriori reduce dal G7 della Cultura a Firenze dove ha rappresentato il territorio) Recanati, San Severino, Treia, Pollenza, Loro Piceno, Ripe San Ginesio, Monte San Giusto, Fiastra, Colmurano, Petriolo e Morrovalle. All’incontro hanno partecipato anche i rappresentanti dell’Università di Macerata, dell’Accademia delle belle arti e della diocesi. Affermata la necessità di un dialogo forte con il Mibact, ed è stato programmato anche un incontro con l’assessorato alla cultura della Regione Marche per un confronto sulle politiche di rilancio del territorio. Al tavolo del MaMa partecipano anche i comuni di Tolentino, Camerino, Visso, Porto Recanati,  l’Università di Camerino. Presenti all’incontro in rappresentanza dei Comuni e delle istituzioni Alessandro Delpriori, Rita Soccio, Federica Lambertucci, Lucia Gentili, Edi Castellani, Alberto Muccichini, Vanna Bianconi, Lorenzo Chiacchiera, Sauro Scaficchia, Luigi Monti, Roberto Perna, Enrico Vissani, Gianfranco Ruffini, Simone Longhi, Sauro Saracco, Umberto Moscatelli, Roberto  Silvetti, Sandra Paccamiccio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X