Al bar di Brizi a Castelsantangelo:
“Qui non c’è più speranza”

SISMA - Franco è il fratello maggiore di Pino, ex difensore della Fiorentina e nel piccolo centro ha la sua attività. "Senza abitanti difficile continuare"
- caricamento letture

Franco Brizi

Franco Brizi

 

«Qui non abbiamo più speranza», dice Franco Brizi fuori dal suo bar in piazza del Ponte a Castelsantangelo sul Nera. Franco è il fratello maggiore del grande ex giocatore della Fiorentina e della Maceratese, Pino Brizi e gestisce il bar da 23 anni. È una delle poche attività commerciali di Castelsantangelo, che conta due bar, due alimentari, due ristoranti, una farmacia, un distributore di benzina, un ufficio postale e una filiale di Banca Marche. A dare impiego poi ci sono lo stabilimento dell’acqua Nerea e la casa di riposo “Paparelli”, ora distrutta dal terremoto. Brizi è originario di Macerata ma vive a lavora a Castelsantangelo dal 1993. «Credo sia impossibile che le attività commerciali potranno andare avanti senza abitanti – dice Brizi – Fino al 24 agosto c’erano circa cinquecento persone. Nel giro di tre ore dalla scossa delle 3,36 la maggior parte delle persone sono andate via, ora non arriviamo a cento. Molti che avevano casa qua, soprattutto dal Lazio, mi hanno detto che non verranno più». Franco Brizi vive con la moglie Antonella Barbonari e il figlio Guglielmo, nato nel 1997, l’anno del primo terremoto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X